IT IT
DE IT EN
Villa Mylius Vigoni





La villa a Loveno di Menaggio, che Ignazio Vigoni lasciò in legato ereditario nel 1983 alla Repubblica Federale di Germania, era stata acquistata nel 1829 Enrico Mylius affascinato dalla meravigliosa posizione e dall’incantevole scorcio del lago di Como che da quel luogo si godeva.

Per ampliare e trasformare l’edificio in residenza, l’architetto Gaetano Besia fu incaricato di aggiungere il terzo piano, i due annessi laterali e le quattro nicchie sulla facciata dove collocare i busti degli amici di famiglia: Antonio Kramer, Gaetano Cattaneo, Alessandro Manzoni e Eduard Rüppell.

Gli interni furono arricchiti da decorazioni a grisailles e impreziositi da arredi, sculture e dipinti che ancora oggi contribuiscono a creare quella suggestione che tanto affascina gli ospiti del Centro Italo-Tedesco Villa Vigoni.

Le opere di alcuni tra i più importanti artisti del primo Ottocento, che Mylius commissionò per la propria dimora, si possono ammirare nelle varie sale e permettono di comprendere il significativo programma iconografico di testimonianza della memoria familiare.



Villa Mylius Vigoni - Photogallery


Print page Link

Segnala questa pagina ad un amico

Tuo nome

Tuo indirizzo email

Nome del tuo amico

Indirizzo email del tuo amico


Villa Mylius Vigoni