IT IT
DE IT EN
Convegni

Norme giuridiche
Norme giuridiche "granulari": fine della tipizzazione?
22/03/2017 - 24/03/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Schemata and Arguments. Interactions between Literary and Philosophical Commentaries in Late Antiquity
Schemata and Arguments. Interactions between Literary and Philosophical Commentaries in Late Antiquity
27/03/2017 - 30/03/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni

Scopo del convegno è di individuare le relazioni fra gli schemata isagogica alla base dei commenti ai testi filosofici e le direttive programmatiche di chi commenta le opere letterarie. Si intende fornire il quadro delle tecniche esegetiche nella tarda antichità facendo luce sui problemi filologici dei testi in esame, sul loro contesto storico e sullo sfondo filosofico e letterario. Verranno pertanto analizzati i commenti letterari e filosofici che contengono, in particolare nelle sezioni proemiali, le indicazioni programmatiche di lettura di un autore e di un testo. Nucleo della proposta è offrire uno studio comparativo che colleghi discipline diverse volto ad individuare le affinità nella tradizione esegetica della tarda antichità e i livelli di competenza letteraria e filosofica in contesto scolastico.

Scienze comportamentali e politica della semplificazione
Scienze comportamentali e politica della semplificazione
27/03/2017 - 01/04/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Convegno conclusivo del Sonderforschungsbereich Transregio 21
Convegno conclusivo del Sonderforschungsbereich Transregio 21 "Control of Quantum Correlations in Tailored Matter: Common Perspectives of Mesoscopic Systems and Quantum Gases"
03/04/2017 - 06/04/2017
Anne-Katrin Kriesch, Stuttgart



Amici come prima? Italia, Germania e futuro dell’Europa: una prospettiva politologica
Amici come prima? Italia, Germania e futuro dell’Europa: una prospettiva politologica
10/04/2017 - 12/04/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



What's in a Name? Extending the Existing Scope of Protection for National Minorities to Migrant Communities in Europe
What's in a Name? Extending the Existing Scope of Protection for National Minorities to Migrant Communities in Europe
10/04/2017 - 13/04/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni




#ConnectingYouth
#ConnectingYouth
18/04/2017 - 23/04/2017



Challenges for Economic Research on Climate Change after Paris
Challenges for Economic Research on Climate Change after Paris
03/05/2017 - 05/05/2017
DLR Projektträger, Bonn; VDI Technologiezentrum GmbH, Düsseldorf, in Zusammenarbeit mit dem Institut für Weltwirtschaft (IfW), Kiel




Remedies against Immunity? Reconciling International and Domestic Law after the Italian Constitutional Court’s Sentenza 238/2014
Remedies against Immunity? Reconciling International and Domestic Law after the Italian Constitutional Court’s Sentenza 238/2014
10/05/2017 - 13/05/2017
Max Planck Institute for Comparative Public Law and International Law, Istituto di Ricerche sulla Pubblica Amministrazione, Villa Vigoni

The Max Planck Institute for Comparative Public Law and International Law (MPIL), the Istituto di Ricerche sulla Pubblica Amministrazione (IRPA) and Villa Vigoni, German Italian Centre for European Excellence are convening a three-day international conference to take place from 11 – 13 May 2017 at Villa Vigoni, Lake Como, Italy.

Conference Description

Conference Programme

Call for Engaged Listeners

Conveners:
MPIL:  Prof. Dr. Anne Peters, Dr. Valentina Volpe
IRPA: Prof. Dr. Stefano Battini
Villa Vigoni: Prof. Dr. Immacolata Amodeo, Dr. Julian Stefenelli

Remedies against Immunity? Conclusions
Remedies against Immunity? Conclusions
12/05/2017 - 13/05/2017
Max Planck Institute for Comparative Public Law and International Law, Istituto di Ricerche sulla Pubblica Amministrazione, Villa Vigoni



lnvestigating Chinese-European Contact-Zones: Comparative Perspectives on the Experiences of ltalian and German Communities in China from the 19th to the 21st Century
lnvestigating Chinese-European Contact-Zones: Comparative Perspectives on the Experiences of ltalian and German Communities in China from the 19th to the 21st Century
16/05/2017 - 19/05/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni

Our dialogue focuses on Italian and German communities in China, their role in Sino-European interaction and the "cultural translation" of norms, values and social practices from the second half of the 19th Century to the beginning of the 21th century through the concept of "contact zone". A comparative approach between the Italian and the German presence in China will reveal the asymmetrical but also shifting relations of economic, political and cultural power which characterized the inner dynamics of the "Western community" in its relation to East Asia. “Contact zone” refers to a broader approach towards studying the spatial, temporal, geographic, economic, political and bodily interactions that exists between people of culturally diverse backgrounds during encounters with one another. The dialogue will offer different perspectives with regard to content and method concerning the research field of “Chinese-European contact zone”.

L’occasione fa il poeta
L’occasione fa il poeta
18/05/2017 - 21/05/2017
Prof. Furio Brugnolo, Padova; Prof. Dr. Patricia Oster-Stierle, Saarbrücken; Prof. Dr. Christian Rivoletti, Erlangen

Tema del colloquio sarà la poetica della poesia d’occasione, un ambito largamente trascurato dalla teoria della poesia lirica. La poesia d’occasione è il parente povero della lirica o è piuttosto il suo baricentro? In vita sin dai primordi della poesia, tale genere si caratterizza per una forte codificazione sociale e per l’aderenza a un complesso rigidamente preordinato di topoi. Tuttavia esiste anche una poesia – tale nel senso più autentico della parola – nella quale l’aspetto di “novità” proprio dell’occasione assume una forma capace di perdurare al di là dell’occasione stessa. Studiose e studiosi di varie discipline, provenienti dalla Germania, dall’Italia e dalla Svizzera si cimenteranno nel tentativo di delineare gli elementi costitutivi di una teoria della poesia d’occasione incentrata sull’autonomia della legge poetica.

3rd EMBL Neurobiology Retreat
3rd EMBL Neurobiology Retreat
22/05/2017 - 24/05/2017
Cornelius Gross, EMBL - European Molecular Biology Laboratory, Monterotondo (Roma)



Un diritto del lavoro dell’era industriale per quella digitale? Agilità, ambiguità, “ambidexterity” come requisiti delle aziende nel diritto del lavoro tedesco
Un diritto del lavoro dell’era industriale per quella digitale? Agilità, ambiguità, “ambidexterity” come requisiti delle aziende nel diritto del lavoro tedesco
25/05/2017 - 27/05/2017
RA Wolfgang Apitzsch, Frankfurt a.M.; RA Dr. Thomas Drosdeck, Beiten Burkhardt Rechtsanwaltsgesellschaft mbH, Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Dr. h.c. mult. Manfred Weiss, Frankfurt a.M.



L’identità minacciata, l’alterità minacciosa.  Comunicazione religioso-sociale nelle prediche e nelle opere teatrali del tardo Medioevo e della prima età moderna (II)
L’identità minacciata, l’alterità minacciosa. Comunicazione religioso-sociale nelle prediche e nelle opere teatrali del tardo Medioevo e della prima età moderna (II)
29/05/2017 - 01/06/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme



Le politiche sociali tra resilienza degli stati nazionali e un nuovo ordine europeo: le tensioni del cambiamento (III)
Le politiche sociali tra resilienza degli stati nazionali e un nuovo ordine europeo: le tensioni del cambiamento (III)
29/05/2017 - 01/06/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme



La razionalità umana: i punti di vista probabilistici (III)
La razionalità umana: i punti di vista probabilistici (III)
06/06/2017 - 09/06/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme



Rivolte e culture visuali nell’Europa moderna (II)
Rivolte e culture visuali nell’Europa moderna (II)
06/06/2017 - 09/06/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Rivolte

Storia del paesaggio e della vegetazione nelle alpi meridionali insubriche
Storia del paesaggio e della vegetazione nelle alpi meridionali insubriche
09/06/2017 - 11/06/2017
Prof. Dr. Richard Pott, Hannover



Beiersdorf Europe Meeting
Beiersdorf Europe Meeting
12/06/2017 - 14/06/2017
Beiersdorf AG, Hamburg




Cell Death and Disease
Cell Death and Disease
14/06/2017 - 17/06/2017
Prof. Dr. Peter Krammer, Heidelberg; Dr. Dagmar Kulms, Dresden; Prof. Dr. Hans-Uwe Simon, Bern



Il diritto successorio italiano e tedesco a confronto alla luce del Regolamento UE n. 650/2012
Il diritto successorio italiano e tedesco a confronto alla luce del Regolamento UE n. 650/2012
19/06/2017 - 22/06/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Storia e psicologia. Scrivere la vita. Aspetti della scrittura (auto)biografica
Storia e psicologia. Scrivere la vita. Aspetti della scrittura (auto)biografica
22/06/2017 - 25/06/2017
Prof. Dr. Elisabeth Bronfen, Zürich; Prof. Dr. Alexandra Freund, Zürich; Prof. Dr. Andreas Maercker, Zürich; Prof. Dr. Bernd Roeck, Zürich



Forum Vigoni
Forum Vigoni "I Trattati di Roma e l'Europa del futuro"
29/06/2017 - 30/06/2017
Villa Vigoni



Summer School TranSkills. Competenze strategiche per i giovani ricercatori
Summer School TranSkills. Competenze strategiche per i giovani ricercatori
04/07/2017 - 07/07/2017
Prof. Albino Claudio Bosio e Dr. Roberto Brambilla, Università Cattolica, Milano



Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
09/07/2017 - 11/07/2017
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e.V. Speyer



Italia – storia, cultura, attualità. Seminario estivo Vigoni per chi è interessato all’Italia
Italia – storia, cultura, attualità. Seminario estivo Vigoni per chi è interessato all’Italia
13/07/2017 - 16/07/2017
Villa Vigoni



Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
16/07/2017 - 18/07/2017
Kanzler Dieter Kaufmann, Universität Ulm



Euro-Workshop
Euro-Workshop "The Euro at a Turning Point"
20/07/2017 - 23/07/2017
Dr. Fabio Colasanti, Bruxelles; Dr. Günter Grosche, Bonn; Sabine Seeger, Bruxelles



Humboldt-Kolleg Computer Science, Mathematics and Philosophy Proof Theory as Mathesis Universalis
Humboldt-Kolleg Computer Science, Mathematics and Philosophy Proof Theory as Mathesis Universalis
24/07/2017 - 28/07/2017
Dr. Marco Benini, Varese; PD Dr. Stefania Centrone, Oldenburg; Prof. Sara Negri, Helsinki; Prof. Dr. Peter M. Schuster, Verona



Culture storiche europee. Identità nazionale, globalizzazione e le sfide del transfer storiografico italo-tedesco (19°-21° secolo)
Culture storiche europee. Identità nazionale, globalizzazione e le sfide del transfer storiografico italo-tedesco (19°-21° secolo)
04/09/2017 - 07/09/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Dark Heritage: considerazioni diacroniche e sincroniche sull’approccio alle eredità culturali scomode
Dark Heritage: considerazioni diacroniche e sincroniche sull’approccio alle eredità culturali scomode
04/09/2017 - 07/09/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
14/09/2017 - 16/09/2017
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim; Prof. Dr. Roland Krämer, Heidelberg; Dr. Annamaria Naggi, Milano; Dr. Giangiacomo Torri, Milano



Causa contractus. Alla ricerca delle condizioni dell’efficacia della volontà contrattuale (II)
Causa contractus. Alla ricerca delle condizioni dell’efficacia della volontà contrattuale (II)
18/09/2017 - 21/09/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme



Traduzioni del teatro tedesco in Italia e del teatro italiano in Germania dopo il 1945: i classici a teatro per un dialogo interculturale
Traduzioni del teatro tedesco in Italia e del teatro italiano in Germania dopo il 1945: i classici a teatro per un dialogo interculturale
18/09/2017 - 22/09/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



 German-Italian Symposium on Trafficking of Immune Cells in Inflammation, Development and Disease
German-Italian Symposium on Trafficking of Immune Cells in Inflammation, Development and Disease
25/09/2017 - 28/09/2017
Koordination: Prof. Emilio Hirsch, Torino; Prof. Dr. Markus Sperandio, München



Politiche della traduzione in Europa (titolo provvisorio)
Politiche della traduzione in Europa (titolo provvisorio)
04/10/2017 - 07/10/2017
Prof. Furio Brugnolo, Padova; Prof. Dr. Andreas Gipper, Mainz; Dr. Lavinia Heller, Graz; Dr. Robert Lukenda, Saarbrücken



Fuga – Confine e integrazione. Colloquio sul fenomeno del Displacement in Europa (1)
Fuga – Confine e integrazione. Colloquio sul fenomeno del Displacement in Europa (1)
04/10/2017 - 07/10/2017
Prof. Dr. Dieter Heimböckel, Université du Luxembourg



Simposio internazionale DFG di critica e storia letteraria sul tema
Simposio internazionale DFG di critica e storia letteraria sul tema "Letteratura e digitalizzazione"
09/10/2017 - 13/10/2017
vProf. Dr. Fotis Jannidis, Würzburg



La natura come fondamento dello spirito: considerazioni sulla fondazione fisica di Stato, religione, morale e arte nel Würzburger System di Schelling (1804)
La natura come fondamento dello spirito: considerazioni sulla fondazione fisica di Stato, religione, morale e arte nel Würzburger System di Schelling (1804)
16/10/2017 - 18/10/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Simposio nell’ambito della cooperazione con la Werner Reimers Stiftung e il Forschungskolleg Humanwissenschaften
Simposio nell’ambito della cooperazione con la Werner Reimers Stiftung e il Forschungskolleg Humanwissenschaften
19/10/2017 - 21/10/2017
Werner Reimers Stiftung/Forschungskolleg Humanwissenschaften, Bad Homburg; Villa Vigoni




Social Monitoring and Reporting in Europe
Social Monitoring and Reporting in Europe "Resilience: An Asset in Difficult Times?"
23/10/2017 - 25/10/2017
Dr. Heinz-Herbert Noll, Mannheim




Pluralità di lingue e ricerca nelle scienze umane e sociali Workshop
Pluralità di lingue e ricerca nelle scienze umane e sociali Workshop
23/10/2017 - 25/10/2017
Dr. Falk Bretschneider, Fondation Maison des Sciences de l’Homme (FMSH), Paris; Prof. Dr. Rainer Maria Kiesow, Prof. Denis Thouard, Centre Georg Simmel, Paris; Dr. Franziska Humphreys, Centre Georg Simmel/FMSH; Villa Vigoni




Hegel e l’Italia – l’Italia e Hegel: sinergie spirituali di ieri e di oggi
Hegel e l’Italia – l’Italia e Hegel: sinergie spirituali di ieri e di oggi
25/10/2017 - 29/10/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Simposio e riunione del Consiglio Direttivo dell’Alexander von Humboldt-Stiftung, Bonn
Simposio e riunione del Consiglio Direttivo dell’Alexander von Humboldt-Stiftung, Bonn
02/11/2017 - 03/11/2017
Dr. Enno Aufderheide, Bonn



Dibattito interdisciplinare tra linguistica, letteratura, didattica LS e L2 (titolo provvisorio)
Dibattito interdisciplinare tra linguistica, letteratura, didattica LS e L2 (titolo provvisorio)
06/11/2017 - 09/11/2017
Dr. Michael Dobstadt, Leipzig; Prof. Marina Foschi, Pisa



Circolazione, trasposizione, adattamento. La ricezione italiana ed europea di Winckelmann
Circolazione, trasposizione, adattamento. La ricezione italiana ed europea di Winckelmann
06/11/2017 - 10/11/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Il Diritto privato dopo l’era borghese. 100 anni di Diritto privato sociale in Germania, Francia e Italia (I)
Il Diritto privato dopo l’era borghese. 100 anni di Diritto privato sociale in Germania, Francia e Italia (I)
12/11/2017 - 15/11/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme




Accademia della Gerda Henkel Stiftung a Villa Vigoni “Dalle idee sull’Europa al cittadino europeo”. Colloquio europeo interdisciplinare per dottorandi
Accademia della Gerda Henkel Stiftung a Villa Vigoni “Dalle idee sull’Europa al cittadino europeo”. Colloquio europeo interdisciplinare per dottorandi "Citizenship and Belonging in Europe – Historical and Contemporary Perspectives"
20/11/2017 - 24/11/2017
Villa Vigoni



Architettura firmata, studi di progettazione multinazionali e trasformazioni urbane nelle città europee (I)
Architettura firmata, studi di progettazione multinazionali e trasformazioni urbane nelle città europee (I)
24/11/2017 - 27/11/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme



Solidarity as a Contested Terrain: Italo-German Experiences in the European Frame
Solidarity as a Contested Terrain: Italo-German Experiences in the European Frame
27/11/2017 - 29/11/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni



Deutsche und italienische Gewerkschaftsgeschichte: Transfer, Verflechtung und Aneignung
Deutsche und italienische Gewerkschaftsgeschichte: Transfer, Verflechtung und Aneignung
28/11/2017 - 01/12/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni




Costruire un Archivio della storia delle donne e di genere in Europa. Diritti, lavoro e corpi dal medioevo all’età contemporanea (I)
Costruire un Archivio della storia delle donne e di genere in Europa. Diritti, lavoro e corpi dal medioevo all’età contemporanea (I)
04/12/2017 - 07/12/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme



Understanding Euroscepticism Through the Lens of Big-Data
Understanding Euroscepticism Through the Lens of Big-Data
04/12/2017 - 07/12/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni







Archivio eventi

Democratic Participation - A Broken Promise? Workshop on Political Inequality and Democratic Innovations Part 1: From Unequal Participation to Unequal Influence Part 2: Democratic Aspirations and Innovations
Democratic Participation - A Broken Promise? Workshop on Political Inequality and Democratic Innovations Part 1: From Unequal Participation to Unequal Influence Part 2: Democratic Aspirations and Innovations
14/03/2017 - 17/03/2017
Prof. Nancy Bermeo, Oxford; Prof. Dr. Claudia Landwehr, Mainz; Prof. Dr. Armin Schäfer, Osnabrück

Immagine e linguaggio - Interferenza e differenza
Immagine e linguaggio - Interferenza e differenza
07/03/2017 - 10/03/2017
Prof. Dr. Andreas Kablitz, Köln; Prof. Dr. Charlotte Klonk, Berlin

Legami della cultura economica in Europa: economia sociale di mercato ed economia civile in dialogo
Legami della cultura economica in Europa: economia sociale di mercato ed economia civile in dialogo
01/03/2017 - 03/03/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni

The Rome Manifesto: Proposals by the Next Generation
The Rome Manifesto: Proposals by the Next Generation
24/02/2017 - 26/02/2017
Villa Vigoni, United Europe

Alla scoperta dell’Italia - Spracherlebnis am Comer See (Livelli A2 e B1)
Alla scoperta dell’Italia - Spracherlebnis am Comer See (Livelli A2 e B1)
19/02/2017 - 26/02/2017
Volkshochschule Aachen; Villa Vigoni

Family Matters - Transnational Perspectives on the State of the Family in Europe (Germany and Italy) and the United States
Family Matters - Transnational Perspectives on the State of the Family in Europe (Germany and Italy) and the United States
13/02/2017 - 16/02/2017
Deutsche Forschungsgemeinschaft – Villa Vigoni

Interferenze esoteriche: Per una storia transnazionale dell’occulto in Germania e Italia, 1880-1945
Interferenze esoteriche: Per una storia transnazionale dell’occulto in Germania e Italia, 1880-1945
28/11/2016 - 01/12/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Causa contractus. Alla ricerca delle condizioni dell’efficacia della volontà contrattuale (I)
Causa contractus. Alla ricerca delle condizioni dell’efficacia della volontà contrattuale (I)
28/11/2016 - 02/12/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto

Relazioni franche e aperte –  Il dialogo transculturale tra Germania e Italia nella letteratura, nel cinema e nei media
Relazioni franche e aperte – Il dialogo transculturale tra Germania e Italia nella letteratura, nel cinema e nei media
21/11/2016 - 25/11/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

L’identità minacciata, l'alterità minacciosa. Comunicazione religioso-sociale nelle prediche e nelle opere teatrali del tardo Medioevo e della prima età moderna (I)
L’identità minacciata, l'alterità minacciosa. Comunicazione religioso-sociale nelle prediche e nelle opere teatrali del tardo Medioevo e della prima età moderna (I)
14/11/2016 - 17/11/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Empathy in the digital age
Empathy in the digital age
09/11/2016 - 13/11/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Il Romanticismo classico – Schiller e l'Italia
Il Romanticismo classico – Schiller e l'Italia
07/11/2016 - 10/11/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

La ricerca musicale in Germania e in Italia: temi e tendenze attuali
La ricerca musicale in Germania e in Italia: temi e tendenze attuali
03/11/2016 - 05/11/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Workshop esplorativo “Da una sociologia italiana e tedesca a una sociologia in Germania, Italia ed Europa? Senso e limiti di una mediazione tra le culture scientifiche”
Workshop esplorativo “Da una sociologia italiana e tedesca a una sociologia in Germania, Italia ed Europa? Senso e limiti di una mediazione tra le culture scientifiche”
02/11/2016 - 04/11/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Round Table
Round Table "Il problema dell’egemonia in Europa - una sfida da Bismarck a Merkel"
02/11/2016 - 04/11/2016
Prof. Dr. Tilman Mayer, Bonn; Prof. Gian Enrico Rusconi, Torino; Villa Vigoni

Tra creatività e guida gestionale: le sfide del management
Tra creatività e guida gestionale: le sfide del management
27/10/2016 - 30/10/2016
Prof. Dr. Josef Puchta, Deutsches Krebsforschungszentrum, Heidelberg

La razionalità umana: i punti di vista probabilistici (II)
La razionalità umana: i punti di vista probabilistici (II)
24/10/2016 - 27/10/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Social Monitoring and Reporting in Europe
Social Monitoring and Reporting in Europe
24/10/2016 - 26/10/2016
Dr. Heinz-Herbert Noll, Mannheim

Standard linguistici e lingua standard nel contesto europeo – Prospettive interdisciplinari italo-tedesche
Standard linguistici e lingua standard nel contesto europeo – Prospettive interdisciplinari italo-tedesche
17/10/2016 - 21/10/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Anima, vita e movimento prima e durante la generazione dell’universo: cosmologia, fisica e biologia nel pensiero antico (III)
Anima, vita e movimento prima e durante la generazione dell’universo: cosmologia, fisica e biologia nel pensiero antico (III)
17/10/2016 - 20/10/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Workshop del gruppo di ricerca della DFG FOR1447
Workshop del gruppo di ricerca della DFG FOR1447 "Safety related Ignition Processes"
12/10/2016 - 15/10/2016
Prof. Dr. Ulrich Maas, Karlsruhe; Dr.-Ing. Detlev Markus, Braunschweig

Pluralità di lingue e ricerca nelle scienze umane e sociali - Workshop
Pluralità di lingue e ricerca nelle scienze umane e sociali - Workshop
10/10/2016 - 12/10/2016
Dr. Falk Bretschneider, Prof. Dr. Rainer Maria Kiesow, Dr. Franziska Humphreys, Fondation Maison des Sciences de l’Homme (FMSH)/ Centre Georg Simmel, Paris; Villa Vigoni

Summer/Winter School franco-tedesca
Summer/Winter School franco-tedesca "La questione Europa: le scienze sociali (de)costruiscono un continente"
03/10/2016 - 07/10/2016
Dr. Falk Bretschneider, Fondation Maison des Sciences de l'Homme, Paris; Villa Vigoni

Incontro della famiglia Mylius in occasione del trentesimo anniversario di Villa Vigoni
Incontro della famiglia Mylius in occasione del trentesimo anniversario di Villa Vigoni
01/10/2016 - 03/10/2016
Villa Vigoni

"Dei delitti e delle pene" di Cesare Beccaria e il diritto penale europeo moderno
27/09/2016 - 30/09/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

La denazionalizzazione amministrativa: analisi comparata dei processi di europeizzazione e internazionalizzazione del diritto amministrativo nella prospettiva delle amministrazioni pubbliche
La denazionalizzazione amministrativa: analisi comparata dei processi di europeizzazione e internazionalizzazione del diritto amministrativo nella prospettiva delle amministrazioni pubbliche
26/09/2016 - 28/09/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

United Europe's Young Professionals Seminar
United Europe's Young Professionals Seminar
23/09/2016 - 25/09/2016
Bettina Vestring, United Europe

> Leggi tutto
Una nuova iniziativa nell'ambito del programma "Villa Vigoni con e per i giovani", organizzata da United Europe



• Download: Programme_2.pdf

< Chiudi

Second Colloquium on Combustion Dynamics and Combustion Noise
Second Colloquium on Combustion Dynamics and Combustion Noise
19/09/2016 - 22/09/2016
Dipl.-Ing. Holger Nawroth und Prof. Dr.-Ing. Christian Oliver Paschereit, Technische Universität Berlin

Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
15/09/2016 - 17/09/2016
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim; Prof. Dr. Roland Krämer, Heidelberg; Dr. Annamaria Naggi, Milano; Dr. Giangiacomo Torri, Milano

Nuovi sviluppi del diritto del lavoro europeo
Nuovi sviluppi del diritto del lavoro europeo
08/09/2016 - 11/09/2016
Dr. Gerhart Binkert, Berliner Freundes- und Förderkreis Arbeitsrecht Gestern-Heute-Morgen e.V., Berlin; Dr. Ronald Pahlen, Landesarbeitsgericht Berlin - Brandenburg

Le politiche sociali tra resilienza degli stati nazionali e un nuovo ordine europeo: le tensioni del cambiamento (II)
Le politiche sociali tra resilienza degli stati nazionali e un nuovo ordine europeo: le tensioni del cambiamento (II)
05/09/2016 - 08/09/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Il libro e le biblioteche negli anni del boom economico: scenari dello sviluppo, continuità e cambiamento in Germania e in Italia durante il secondo dopoguerra (1949-1965)
Il libro e le biblioteche negli anni del boom economico: scenari dello sviluppo, continuità e cambiamento in Germania e in Italia durante il secondo dopoguerra (1949-1965)
05/09/2016 - 08/09/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Pseudo-Paracelsus: Alchemy and Forgery in Early Modern Medicine and Natural Philosophy
Pseudo-Paracelsus: Alchemy and Forgery in Early Modern Medicine and Natural Philosophy
25/07/2016 - 28/07/2016
Dr. Hiro Hirai, Nijmegen; Prof. Didier Kahn, Yerres

Euro-Workshop
Euro-Workshop "Quo vadis Euro?"
21/07/2016 - 24/07/2016
Dr. Günter Grosche, Bonn; Sabine Seeger, Bruxelles; Dr. Fabio Colasanti, Bruxelles

Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
17/07/2016 - 19/07/2016
Kanzler Dieter Kaufmann, Universität Ulm

Italia – storia, cultura, attualità Seminario estivo Vigoni per chi è interessato all’Italia
Italia – storia, cultura, attualità Seminario estivo Vigoni per chi è interessato all’Italia
14/07/2016 - 17/07/2016
Villa Vigoni

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
10/07/2016 - 12/07/2016
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e.V. Speyer

Summer School TranSkills. Competenze strategiche per i giovani ricercatori
Summer School TranSkills. Competenze strategiche per i giovani ricercatori
05/07/2016 - 08/07/2016
Prof. Albino Claudio Bosio; Dr. Michele Faldi, Università Cattolica, Milano

Forum Vigoni
Forum Vigoni "L'Europa e le migrazioni - Prospettive interne ed esterne alla crisi"
01/07/2016
Villa Vigoni

> Leggi tutto
Il primo luglio, in occasione del  Vigoni Forum, ci si confronterà sul tema delle grandi ondate migratorie che stanno investendo il nostro continente. Considerato che questi flussi, legati a profonde crisi geopolitiche, ci accompagneranno nei prossimi decenni, ci si interrogherà su come una politica lungimirante possa sviluppare strategie e strumenti adeguati, coniugando integrazione e sicurezza. Politici e esperti italiani e tedeschi dialogheranno sulla migrazione in una prospettiva europea. Fra i relatori: Mercedes Bresso, Parlamentare Europeo, Marco Piantini, Consigliere del Presidente del Consiglio per gli Affari Europei, Norbert Röttgen, Presidente della Commissione Esteri del Parlamento tedesco.

Il Forum Vigoni avrà luogo nel pomeriggio del 1° luglio – a partire dalle 15. Il giorno successivo, il 2 luglio alle 18:00, si terrà il nostro tradizionale concerto estivo nel parco di Villa Vigoni: quest’anno si esibirà l’ensemble di ottoni della Hochschule für Musik Detmold.


< Chiudi

Cell Death in Neurodegeneration and Cancer
Cell Death in Neurodegeneration and Cancer
22/06/2016 - 25/06/2016
Dr. Domenico Delia, Milano; Prof. Dr. Peter Krammer, Heidelberg; Dr. Dagmar Kulms, Dresden; Prof. Dr. Hans-Uwe Simon, Bern

Biodiversità ed endemismo della flora sulle alpi meridionali
Biodiversità ed endemismo della flora sulle alpi meridionali
17/06/2016 - 19/06/2016
Prof. Dr. Richard Pott, Hannover

I dissensi religiosi nell’Europa moderna: costruzioni in movimento (legami, linguaggi, oggetti) (III)
I dissensi religiosi nell’Europa moderna: costruzioni in movimento (legami, linguaggi, oggetti) (III)
15/06/2016 - 18/06/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

“Maschere acustiche”. Sulla lingua del teatro fra testo e performance
“Maschere acustiche”. Sulla lingua del teatro fra testo e performance
13/06/2016 - 17/06/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Goethe e il Romanticismo italiano
Goethe e il Romanticismo italiano
06/06/2016 - 09/06/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Colonialismo italiano e tedesco a confronto
Colonialismo italiano e tedesco a confronto
06/06/2016 - 08/06/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Digitalità – teorie e pratiche del digitale nelle scienze umane - Simposio nell’ambito della serie Digitalità nelle scienze umane
Digitalità – teorie e pratiche del digitale nelle scienze umane - Simposio nell’ambito della serie Digitalità nelle scienze umane
26/05/2016 - 29/05/2016
Prof. Dr. Martin Huber, Universität Bayreuth; Prof. Dr. Sybille Krämer, Freie Universität Berlin; Prof. Dr. Claus Pias, Leuphana Universität Lüneburg

> Leggi tutto
Das von der Deutschen Forschungsgemeinschaft (DFG) geförderte Symposium fokussiert Begriff, Theorie und Historie des Digitalen sowie die Rolle der Digitalisierung in den unterschiedlichen geisteswissenschaftlichen Fachgebieten. Dazu sind Vertreterinnen und Vertreter verschiedener Disziplinen der Geisteswissenschaften sowie aus dem Bereich der Informatik eingeladen. Gemeinsam werden Fragen erörtert, wie – „Wie verändern digitale Technologien die geisteswissenschaftliche Forschung und ihre Gegenstände?“, „Findet letztlich nur eine Erweiterung statt oder verändern sich die Geisteswissenschaften im Kern?“, „Wie muss das Verhältnis digitaler Methoden zu den klassischen hermeneutischen Ansätzen gedacht werden?“. Nähere Informationen erhalten Sie auf der Homepage der Symposienreihe www.digitalitaet-geisteswissenschaften.de



< Chiudi

Conference of League of European Research Universities (LERU). Plenary Meeting of Communication Directors
Conference of League of European Research Universities (LERU). Plenary Meeting of Communication Directors
26/05/2016 - 27/05/2016
Università degli Studi di Milano

La lingua del vicino: il tedesco come lingua straniera in Italia e degli italiani in Germania dal Medioevo al 1918
La lingua del vicino: il tedesco come lingua straniera in Italia e degli italiani in Germania dal Medioevo al 1918
17/05/2016 - 20/05/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Leone Ebreo’s Dialoghi d’amore – Restructuring the Semantic Field of eros, agape, and philia
Leone Ebreo’s Dialoghi d’amore – Restructuring the Semantic Field of eros, agape, and philia
11/05/2016 - 14/05/2016
Professor Dr. Joachim Küpper, Freie Universität Berlin; Prof. Ramie Targoff, Brandeis University, Waltham (USA)

Epigenetic Regulation of Normal Hematopoiesis and its Dysregulation in Myeloid Neoplasia
Epigenetic Regulation of Normal Hematopoiesis and its Dysregulation in Myeloid Neoplasia
05/05/2016 - 08/05/2016
Deutsches Krebsforschungszentrum (DKFZ) Heidelberg

Circolazione di modelli metodologici fra giuristi di fine Ottocento: enigmi fra Heidelberg, Palermo e Berlino
Circolazione di modelli metodologici fra giuristi di fine Ottocento: enigmi fra Heidelberg, Palermo e Berlino
26/04/2016 - 29/04/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Il colloquio intitolato Juristischer Methodentransfer im späten 19. Jahrhundert: Rätsel zwischen Heidelberg, Palermo und Berlin prevede la partecipazione di docenti e giovani studiosi attivi presso alcune università di Italia, Germania, Svizzera, Spagna e Francia. Gli interventi, in lingua tedesca e italiana, ruoteranno intorno alla diffusione dell’interpolazionismo, a partire dalla sua nascita con i fondamentali contributi forniti da Gradenwitz e dalla sua applicazione nelle importanti ricerche di Riccobono.
Questa incisiva ‘rivoluzione metodologica’ nello studio delle fonti, che ha profondamente condizionato per vari decenni lo studio del diritto romano, sarà analizzata nei suoi sviluppi e nelle sue ricadute, con ricostruzioni di insieme e approfondimenti tematici, in diversi settori di ricerca in vari Paesi europei. In questo contesto sarà valorizzata anche una preziosa documentazione inedita.
I risultati dell’incontro saranno pubblicati in un volume di atti.

< Chiudi

Il diritto del lavoro in Europa in trasformazione – L'influenza della Corte di Giustizia Europea sugli sviluppi nazionali
Il diritto del lavoro in Europa in trasformazione – L'influenza della Corte di Giustizia Europea sugli sviluppi nazionali
26/04/2016 - 29/04/2016
RA Horst Thon, Hessische Fachanwälte für Arbeitsrecht e.V., Frankfurt a.M.

International Foresight Workshop on Science Needs in Implementing the New Sustainable Development Goals
International Foresight Workshop on Science Needs in Implementing the New Sustainable Development Goals
18/04/2016 - 21/04/2016
Deutsches Komitee für Nachhaltigkeitsforschung in Future Earth, Stuttgart

Re-Discovering the ‘Other’: A Close Re-Reading of Literary Constructions of Italy in Canonical and Non-Canonical Texts of British Romantics
Re-Discovering the ‘Other’: A Close Re-Reading of Literary Constructions of Italy in Canonical and Non-Canonical Texts of British Romantics
11/04/2016 - 15/04/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Cicli economici e teoria economica in Europa dal diciannovesimo al ventunesimo secolo (III)
Cicli economici e teoria economica in Europa dal diciannovesimo al ventunesimo secolo (III)
04/04/2016 - 07/04/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Concezione e storia del simposio
Concezione e storia del simposio
04/04/2016 - 07/04/2016
Prof. Dr. Ludwig Pfeiffer

Rivolte e culture visuali nell’Europa moderna
Rivolte e culture visuali nell’Europa moderna
10/03/2016 - 13/03/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Benedetto Croce e i Tedeschi
Benedetto Croce e i Tedeschi
08/03/2016 - 11/03/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Benedetto Croce considerava la Germania come la sua seconda patria culturale. Molti tratti di questa relazione sono stati investigati al punto da diventare quasi dei luoghi comuni storiografici. Tra tutti la presunta ed unilaterale etichetta di “neo-hegeliana” in uso per qualificare la filosofia di Croce.
Altre non meno importanti connessioni che unirono Croce alla cultura e alla storia tedesche sono state invece se non del tutto trascurate, certamente poco considerate. Lo si può osservare anche dal fatto che una significativa parte della corrispondenza di Croce con studiosi o personalità tedesche rimane ancora inedita.
Lo scopo del seminario “Croce e i Tedeschi” è di promuovere una più ampia e precisa comprensione dei nessi con la cultura tedesca, anche rimuovendo alcuni diffusi pregiudizi. Concentrandosi su una larga gamma di influenze e relazioni tedesche, il seminario intende far conoscere l’immagine complessiva che Croce ebbe della nazione e della culture tedesche e chiarire al contempo quale ruolo secondo Croce compete alla Germania nel contesto europeo. La principale questione da affrontare sarà: cosa fu la Germania per la vita e il pensiero di Croce?


< Chiudi

Intermezzi e Serenate. Musica e mediazione culturale all'interno dell'arte della festa nella prima età moderna
Intermezzi e Serenate. Musica e mediazione culturale all'interno dell'arte della festa nella prima età moderna
01/03/2016 - 04/03/2016
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Intermezzi e serenate rappresentano due generi fondamentali nella cultura della festa di corte nell’Europa della prima età moderna, in cui la musica ha un ruolo fondamentale. Le funzioni politico-culturali di intrattenimento vanno quindi discusse seguendo un’impostazione interdisciplinare. In quest’ottica gli aspetti principali di tale impostazione sono rivestiti dal banchetto e dalle importanti figure degli intermediari, incaricati di organizzare la festa.

< Chiudi

Alla scoperta dell'Italia - Spracherlebnis am Comer See (Livello B1)
Alla scoperta dell'Italia - Spracherlebnis am Comer See (Livello B1)
21/02/2016 - 28/02/2016
Volkshochschule Aachen; Villa Vigoni

Workshop dell'Antalis Packaging Italia
Workshop dell'Antalis Packaging Italia
09/02/2016 - 10/02/2016
Gian Marco Furiani, Lainate (Milano)

From Ideas on Europe to the European Citizen: Why Europe?
From Ideas on Europe to the European Citizen: Why Europe?
27/01/2016 - 29/01/2016
Villa Vigoni

Workshop Francesco Hayez
Workshop Francesco Hayez
20/01/2016 - 22/01/2016
Villa Vigoni

Incontro italo-tedesco dei corrispondenti
Incontro italo-tedesco dei corrispondenti
13/01/2016
Villa Vigoni

Seminario per dottorandi sul tema
Seminario per dottorandi sul tema "La trasformazione dei paesaggi urbani"
29/11/2015 - 04/12/2015
Prof. Dr. Bernd Scholl, Zürich

> Leggi tutto
La Scuola di Dottorato offre a degli studenti dottorandi eccellentemente qualificati, l’opportunità di dedicarsi ad argomenti di alto rilievo sociale in un contesto di scambio interdisciplinare e transfrontaliero.
La Scuola di Dottorato utilizza difficili, complessi e intricati problemi di sviluppo territoriale come punto di partenza. Ordinariamente, vengono integrate numerose discipline differenti, si tocca un assortita gamma di aree geografiche di riferimento e vengono coinvolti numerosi attori sia da settori pubblici che privati.
Il tema quadro del curriculum per la Scuola di Dottorato nel periodo 2013 – 2016 è “Paesaggi di trasformazione urbana”. I diversi cambiamenti che avvengono negli ambienti di vita con un focus principale sullo sviluppo centripeto degli insediamenti, sui cambiamenti nel campo della mobilità, del paesaggio, della demografia dell’energia e dei cambiamenti climatici, richiedono delle strategie integrate e dimostrabili oltre che dei concetti per trasformazioni complete ed olistiche.


< Chiudi

La razionalità umana: i punti di vista probabilistici (I)
La razionalità umana: i punti di vista probabilistici (I)
23/11/2015 - 26/11/2015
Prof. Jean Baratgin, Paris; Prof. Dr. Stephan Hartmann, München; Prof. Giuseppe Sanfilippo, Palermo

Le politiche sociali tra resilienza degli stati nazionali e un nuovo ordine europeo: le tensioni del cambiamento (I)
Le politiche sociali tra resilienza degli stati nazionali e un nuovo ordine europeo: le tensioni del cambiamento (I)
23/11/2015 - 26/11/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Vigoni-Lecture: Torino incontra Berlino
Vigoni-Lecture: Torino incontra Berlino
13/11/2015
Villa Vigoni et al.

> Leggi tutto
Con nostro dispiacere comunichiamo che il colloquio fra il Sindaco di Torino, Piero Fassino, e il Capo della Cancelleria del Land Berlino, Björn Böhning, prevista per la Vigoni Lecture di quest’anno, purtroppo non avrà luogo.

< Chiudi

Karl Jaspers: la molteplicità delle visioni del mondo
Karl Jaspers: la molteplicità delle visioni del mondo
09/11/2015 - 13/11/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Le scritture in prima persona in Europa dalla fine del Quattrocento all’Ottocento. Un’indagine alla luce delle ricerche francesi, italiane e tedesche (III)
Le scritture in prima persona in Europa dalla fine del Quattrocento all’Ottocento. Un’indagine alla luce delle ricerche francesi, italiane e tedesche (III)
28/10/2015 - 31/10/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto

Social Monitoring and Reporting in Europe “Policy Goals, Societal Values and Citizen's Preferences: How We Live and How We Want to Live in Europe”
Social Monitoring and Reporting in Europe “Policy Goals, Societal Values and Citizen's Preferences: How We Live and How We Want to Live in Europe”
26/10/2015 - 28/10/2015
Dr. Heinz-Herbert Noll, Mannheim

2nd Edition of the Meeting “Cells, Genes and Molecules for Cardiac and Vascular Repair”
2nd Edition of the Meeting “Cells, Genes and Molecules for Cardiac and Vascular Repair”
20/10/2015 - 23/10/2015
Prof. Dr. Stefanie Dimmeler, Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Carlo Gaetano, Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Andreas M. Zeiher, Frankfurt a.M.

Filosofia e germanistica in dialogo. Approcci interdisciplinari per un nuovo paradigma di ricerca e didattica
Filosofia e germanistica in dialogo. Approcci interdisciplinari per un nuovo paradigma di ricerca e didattica
14/10/2015 - 16/10/2015
Dr. Laura Anna Macor, Oxford

> Leggi tutto
Il convegno mira allo sviluppo di approcci interdisciplinari fra filosofia e germanistica, rivolti non solo alla ricerca, ma anche alla didattica. L'interdisciplinarità rappresenta un'esigenza basilare in tutto il mondo e rappresenta una vera e propria sfida, alla luce della progressiva specializzazione e parcellizzazione del sapere. Si è fatta esplicita menzione di ciò, non per caso, anche nel programma di ricerca europeo Horizon 2020. Gli studiosi di filosofia e letteratura che parteciperanno al convegno si sono resi meritevoli proprio nella contaminazione fra discipline. Si affronteranno in modo particolare i seguenti temi: rapporto fra filosofia e letteratura, letteratura come fonte per i filosofi, filosofia come fonte per poeti e scrittori, autori al confine.

< Chiudi

Workshop per giovani studiosi nel quadro del Programma Trilaterale
Workshop per giovani studiosi nel quadro del Programma Trilaterale
12/10/2015 - 14/10/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto
Pluralità di lingue e ricerca nelle scienze umane e sociali. Workshop per giovani studiosi nel quadro del Programma Trilaterale

< Chiudi

Il lato oscuro della tarda antichità. Marginalità e integrazione delle correnti esoteriche nella spiritualità filosofica dei secoli II-VI (III)
Il lato oscuro della tarda antichità. Marginalità e integrazione delle correnti esoteriche nella spiritualità filosofica dei secoli II-VI (III)
08/10/2015 - 11/10/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto
III Testi, rituali, esperienze spirituali

È indubbio osservare come la tarda antichità tenda a legare questi tre aspetti, talora connettendoli alla problematica di una dicotomia tra ragione ed elemento irrazionale o ‘suprarazionale’. I testi, interpretati secondo delle tecniche esegetiche, divengono “sacri” e rappresentano, per così dire, una sorta di laboratorio ove si formano dogmi e credenze, ossia una fabbrica di senso.

Questo per esempio si verifica nella sfaccettatura esegetica che i vari testi assumono (per es. gli Oracoli Caldaici o i testi della tradizione orfica, ma anche autori canonizzati come Omero o i miti platonici). In tal modo, il sapere teorico fonda e costruisce dei rituali e delle pratiche religiose, come dimostra la ricca documentazione (testi teurgici, papiri magici), mentre, al tempo stesso, l’esegesi dei testi serve a giustificare la prassi rituale esistente.

Tali testi, infine, si pongono come mezzo per avvicinarsi alla divinità, ovvero rappresentano un modo per consentire un’ascesa progressiva dell’anima. A ciò va aggiunta la dimensione dell’interiorità, dell’esperienza. Gli « esercizi spirituali » (anche in ambito filosofico) non devono essere disgiunti da altri tipi di esperienza, come per esempio mostrano i casi di preghiere inserite in un preciso rituale.


< Chiudi

Manifestazione celebrativa della Commissione permanente del Senato della Deutsche Forschungsgemeinschaft preposta alla verifica delle sostanze tossiche
Manifestazione celebrativa della Commissione permanente del Senato della Deutsche Forschungsgemeinschaft preposta alla verifica delle sostanze tossiche
06/10/2015 - 08/10/2015
Dr. Katja Hartig, Deutsche Forschungsgemeinschaft, Bonn

Seminario Italo-Tedesco sull’integrazione sociale e lavorativa di giovani migranti nelle aree metropolitane urbane
Seminario Italo-Tedesco sull’integrazione sociale e lavorativa di giovani migranti nelle aree metropolitane urbane
01/10/2015 - 04/10/2015


> Leggi tutto
Il progetto nell'ambito di Erasmus+, nato da una cooperazione fra Haus Rissen Hamburg e Villa Vigoni, si propone di trattare un tema di cogente attualità, ovvero quello della migrazione e dell’integrazione in Europa partendo da casi esemplari – nel caso, quelli di due grandi città metropolitane come Milano e Amburgo – per mettere in relazione tra loro istituzioni e attori di questo processo.

< Chiudi

German-Italian Symposium on Trafficking of Immune Cells in Inflammation, Development and Disease
German-Italian Symposium on Trafficking of Immune Cells in Inflammation, Development and Disease
28/09/2015 - 30/09/2015
Prof. Emilio Hirsch, Torino; Prof. Dr. Markus Sperandio, München

Simposio internazionale DFG di critica e storia letteraria sul tema
Simposio internazionale DFG di critica e storia letteraria sul tema "Complessità e semplicità"
21/09/2015 - 26/09/2015
Prof. Dr. Albrecht Koschorke, Konstanz

> Leggi tutto
La complessità è un tema che si ritrova ovunque. Tuttavia tale concetto ha raggiunto sinora uno scarso grado di precisione terminologica nell’ambito degli studi letterari, in contrapposizione invece a quanto accade nella cibernetica e nelle scienze sociali, nell’ambito delle quali la complessità dei sistemi è misurata dalla comparazione tra numero di relazioni e numero di elementi.
La complessità può essere misurata attraverso criteri strutturali, può indicare un alto grado di ambiguità di significato o può denotare una rottura degli schemi estetici e/o cognitivi nonché una rottura delle convenzioni. Inoltre in questo caso essa non viene usata in un senso puramente tecnico, ma è legata a una valutazione implicita. I lettori professionali di testi letterari tendono a considerare un alto grado di complessità, comunque venga poi definita in casi specifici, come più feconda in relazione alla conoscenza e per questo la ritengono auspicabile. La semplicità estetica invece ha uno statuto più difficile, soprattutto perché spesso non si chiarisce se essa costituisca il punto di partenza pre-complesso di una crescente (auto)riflessione dell’arte o il risultato di una riduzione complessa della complessità stessa. Non si può infine trascurare il fatto che la preferenza normativa del complesso rispetto al semplice abbia la sua causa non negli oggetti estetici medesimi, ma piuttosto nell’insorgere di un effetto istituzionale: in quanto essa preferenza garantisce l’interminabilità del processo interpretativo, essa pone anche l’attività dell’interpretazione accademica su un piano permanente di carriera e la sottomette a una forte dinamica concorrenziale permanente. Ciò che può nei fatti condurre a un “restringimento” del canone letterario, in quanto certi autori invitano ad un’accumulazione delle interpretazioni che aumenta da parte sua la complessità di ulteriori letture. Tale processo è favorito dalla relativa distanza della filologia dal processo decisionale – in contrasto con altre scienze che pure sono basate sui testi, soprattutto la giurisprudenza che necessitando dell’emissione di sentenze è costretta a volte a ridurre brutalmente la complessità.
Appare necessario riconsiderare le implicazioni relative alla nozione di complessità anche da altri punti di vista. Tale nozione si allea sovente ad un certo concetto di società moderne, basato su una particolare filosofia della storia, che permette di considerare tali società più complesse rispetto alle culture pre-moderne spesso caratterizzate come semplici. Anziché porre la dicotomia “complessità – semplicità” al servizio di narrative onnicomprensive, il presente simposio mira a spiegare come in tutte le società e sfere culturali i processi di aumento e/o riduzione della complessità coesistono e mettono in gioco interrelazioni e interdipendenze co-evolutive. Con riferimento in particolare alla complessità letteraria si intende indagare, per un verso le condizioni che favoriscono un aumento della densità di riferimenti nei testi, per altro verso invece quali incidenze si producono nell’ intreccio (inter)testuale del significato, quali interruzioni, zone di ignoranza, fratture rispetto alla tradizione e, quali nuovi approcci?
Quattro sono le dimensioni attinenti a tale problematica, che verranno considerate in particolare:
1) La persistenza culturale delle pratiche di riduzione e le loro implicazioni sociali e discorsive; 2) l’organizzazione sociale, cognitiva ed estetica della complessità raggiunta attraverso la modellizzazione; 3) il ruolo delle regole di genere letterario, dei principi della Gestalt e la loro riflessione poetologica 4) l’importanza del fattore “tempo”, innanzi tutto per quanto riguarda i processi di storicizzazione. Secondo tale euristica il simposio si struttura di conseguenza in quattro sezioni.


< Chiudi

Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
17/09/2015 - 19/09/2015
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim; Prof. Dr. Roland Krämer, Heidelberg; Dr. Annamaria Naggi, Milano; Dr. Giangiacomo Torri, Milano

> Leggi tutto
 
• Download: Program.pdf

< Chiudi

Anima, vita e movimento prima e durante la generazione dell’universo: cosmologia, fisica e biologia nel pensiero antico (II)
Anima, vita e movimento prima e durante la generazione dell’universo: cosmologia, fisica e biologia nel pensiero antico (II)
14/09/2015 - 17/09/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto
La prima sezione è stata dedicata principalmente al Timeo di Platone e al modo in cui la teoria delle idee (che sono separate, eterne e immutabili) rende possibile una spiegazione della generazione dell'universo e più in generale una concezione coerente del divenire. Questa seconda sezione sarà dedicata alla stessa problematica, ma concentrando l'analisi sulle critiche che Aristotele e i Peripatetici hanno indirizzato a Platone e all'Accademia. All'interno di quest'ottica verranno prese in esame numerose questioni, come quella relativa al rifiuto aristotelico dell'anima del mondo nel De caelo, o quella concernente la concezione di Aristotele della perfezione cosmica. Verrà presa in esame anche la critica al metodo che sorregge la fisica platonica, lo statuto delle forme immanenti e la differenza tra la definizione aristotelica di movimento e la spiegazione platonica del divenire. Questo dibattito è fondamentale per la comprensione della concezione aristotelica del divenire e dell'universo non solo sul piano dei principi, ma anche nello specifico della sua indagine sul kosmos, la natura e il movimento. Ci proponiamo inoltre di rivalutare l'influenza del Timeo anche sui quegli interpreti che non ne condividono affatto la dottrina.

< Chiudi

Memorial Day - Dottor Enrico Casartelli
Memorial Day - Dottor Enrico Casartelli
12/09/2015
Ospedale Erba Renaldi - Menaggio

> Leggi tutto
Programma

Sede:
Ospedale Erba Renaldi - Menaggio

Conference Room
Ore 16.30: Incontro celebrativo: Uomini ed Ospedale
Ore 17.30: Inaugurazione Targa Commemorativa
       Sala TAC in ricordo del Dottor Enrico Casartelli

Sede:
Centro Italo-Tedesco Villa Vigoni - Loveno

Ore 18.30: Mo Gianluca Casalino -
                  Concerto per pianoforte
Ore 19.30: Aperitivo / Buffet

Per motivi organizzativi siete gentilmente pregati di comunicare la Vostra partecipazione alla giornata entro il 9 settembre, in particolar modo se si desidera fermarsi al concerto / buffet in quanto i posti disponibili sono limitati.
Costo indicativo per il buffet-concerto è di 25 euro.

Per contatti ed informazioni:
maurizio.rossi@hsacomo.org 
Tel. Cellulare: 3335482084 
luigi.procopio@hsacomo.org
Tel. Cellulare: 3398582951


< Chiudi

Creatrici di opinione in minoranza.  Giornaliste in Germania e in Italia tra storia e presente
Creatrici di opinione in minoranza. Giornaliste in Germania e in Italia tra storia e presente
10/09/2015 - 12/09/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
 Apertura della mostra

Franca Magnani (1925-1996) –
la “Voce dell’Italia” in Germania.

giovedì 10 settembre 2015, ore 21.00

Con il gentile sostegno di: ZEIT Stiftung
In collaborazione con: DFG

< Chiudi

“Omne verum vero consonat”. Il principio dell’unità del vero tra V Concilio Lateranense (1512-1517) e Rivoluzione scientifica
“Omne verum vero consonat”. Il principio dell’unità del vero tra V Concilio Lateranense (1512-1517) e Rivoluzione scientifica
01/09/2015 - 05/09/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Responsabili scientifici:
Maarten J.F.M. Hoenen (Universität Basel / Albert-Ludwigs- Universität Freiburg i.Br.)
Marco Lamanna (Scuola Normale Superiore - Pisa)
Roberto Lo Presti (Humbolt-Universität zu Berlin)




< Chiudi

Morality and the Economy: Perspectives from Philosophy, Political Theory and Economics
Morality and the Economy: Perspectives from Philosophy, Political Theory and Economics
31/08/2015 - 04/09/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto

La relazione problematica tra il mercato e la morale ha acquisito rinnovata importanza di fronte all’attuale crisi finanziaria in Europa. Si è spesso portati a credere che la logica sottesa al pensiero e al comportamento economico sia incompatibile con quella propria della responsabilità morale. Nel corso di questo seminario metteremo in discussione questa visione semplicistica. Facendo riferimento a testi classici della filosofia e teoria economica e a studi recenti nell’ambito della teoria politica e dell’economia verrà discussa l’ipotesi che le due sfere di pensiero e comportamento sono in realtà più vicine di quanto appaia a prima vista e interrelate in modi complessi e non banali. 



< Chiudi

Imagination, Intersubjectivity and Perspective-Taking
Imagination, Intersubjectivity and Perspective-Taking
27/07/2015 - 31/07/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Italia – storia, cultura, attualità. Seminario estivo per chi è interessato all’Italia
Italia – storia, cultura, attualità. Seminario estivo per chi è interessato all’Italia
23/07/2015 - 26/07/2015
Villa Vigoni

> Leggi tutto
A luglio 2015 Villa Vigoni organizzerà un workshop dedicato alla cultura, alla storia e alla situazione attuale dell'Italia, rivolto a tutti coloro che desiderano approfondire tali tematiche e rinfrescare le proprie conoscenze sull'Italia. Il workshop si terrà nel quadro dei temi caratterizzanti 2015 di Villa Vigoni:
“Dalla guerra alla pace: 1945 – 2015. Percorsi europei in prospettiva italo-tedesca”
Le lingue utilizzate saranno il tedesco e l'italiano, a seconda delle preferenze e conoscenze dei partecipanti.

programma


< Chiudi

Euro-Workshop
Euro-Workshop "Sustaining Growth in the Euro Area"
16/07/2015 - 19/07/2015
Dr. Fabio Colasanti, Bruxelles; Dr. Günter Grosche, Bonn; Sabine Seeger, Bruxelles

Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
12/07/2015 - 14/07/2015
Kanzler Albert Berger, Technische Universität München

Summer School in  „Transferable Skills for Research Careers“
Summer School in „Transferable Skills for Research Careers“
08/07/2015 - 11/07/2015
Dr. Michele Faldi, Università Cattolica, Milano

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
05/07/2015 - 08/07/2015
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e.V. Speyer

Forum Vigoni
Forum Vigoni "Al di là della crisi: prospettive per l'Europa. Un dialogo italo-tedesco"
03/07/2015
Prof. Dr. Immacolata Amodeo, Villa Vigoni

> Leggi tutto
Il Forum Vigoni di quest’anno riunisce in una tavola rotonda eminenti politici, economisti e esperti nel campo delle relazioni fra Italia e Germania. L’intento è quello di articolare una riflessione sul contributo che Italia e Germania possono dare alla costruzione di un’Europa più forte, sulla base delle lezioni apprese dalla crisi politico-economica che ha investito il continente negli ultimi anni.


< Chiudi

Cell Death and Disease
Cell Death and Disease
24/06/2015 - 27/06/2015
Dr. Domenico Delia, Milano; Prof. Dr. Peter Krammer, Heidelberg; Dr. Dagmar Kulms, Dresden; Prof. Dr. Hans-Uwe Simon, Bern

Città del futuro – un dialogo italo-tedesco
Città del futuro – un dialogo italo-tedesco
20/06/2015 - 25/06/2015
Dr. Peter M. Steiner, Max-Planck-Gesellschaft zur Förderung der Wissenschaften e.V., München; Dr.-Ing. Christoph Vornholt, acatech - Deutsche Akademie der Technikwissenschaften, München

> Leggi tutto
Il significato delle città come centrali spazi vitali della nostra società è oggi più rilevante che mai. Dal 2008 – per la prima volta nella storia dell’umanità - è statisticamente accertato che vivono più persone nelle città che nelle campagne. Sullo sfondo di questi processi di crescente urbanizzazione globale, uno sviluppo sostenibile delle città appare come una delle sfide più significative della società mondiale. Negli ultimi anni si è sviluppata nell’economia, nella scienza, nella politica e nella società una comprensione migliore delle città e degli spazi urbani, intesi come sistemi sociali, economici, ecologici e tecnici altamente complessi. La sfida centrale delle città e degli spazi di aggregazione consiste in uno sviluppo integrato. In tutto ciò la sostenibilità è diventata un importante principio di riferimento. Le città, in particolare le Megacities globali, dovranno prevedere e utilizzare la coltivazione di prodotti per l’alimentazione al loro interno, così come accade oggi in comunità modello. In quanto città dell’EXPO2015 che ha per tema l’alimentazione sostenibile, Milano rappresenta un caso significativo riguardo al rapporto fra città e territorio.

Villa Vigoni & EXPO 2015


< Chiudi

Il lago di Como – un bacino di origine glaciale
Il lago di Como – un bacino di origine glaciale
19/06/2015 - 21/06/2015
Prof. Dr. Richard Pott, Hannover

The Quality of Political Institutions in Europe: Economic Perspectives in an Interdisciplinary Cross-Examination
The Quality of Political Institutions in Europe: Economic Perspectives in an Interdisciplinary Cross-Examination
14/06/2015 - 16/06/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
The project of European integration is currently losing some momentum, not only due to the acute fiscal problems posed by the aftermath of the financial crisis, but also due to more fundamental issues associated with its current institutional framework. This Colloquium will serve as a forum to discuss which the most pressing problems of political institutions in the European Union are today, and which solutions can be identified to address them.
The papers presented in the Colloquium are mostly authored by economists, who take a politico-economic perspective and apply methods from both theoretical and empirical economics to analyze political decision-making processes and institutions. These papers are critically discussed by an interidsciplinary panel which includes political scientists, sociologists, political philosophers, and also some economists.
Our aim is to initiate an international and interdisciplinary debate on possible future improvements of the European institutional framework.


< Chiudi

L’attualità di Max Kommerell (1902-1944): prassi di lettura e formazione del canone
L’attualità di Max Kommerell (1902-1944): prassi di lettura e formazione del canone
13/06/2015 - 16/06/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Nonostante gli autorevoli giudizi di valore di Renè Wellek e di Giorgio Agamben, che definirono Max Kommerell, accanto a Walter Benjamin, l’unico critico letterario tedesco operante tra le due guerre tuttora degno di nota, l’opera critica kommerelliana viene ancor oggi esclusa dai dibattiti critico-letterari e dalle discussioni metodologiche della germanistica, sebbene importanti studi ne abbiano recentemente messo in rilievo l’originalità.
Il convegno, organizzato in occasione dei settant’anni dalla morte di Kommerell, è dedicato ad un’attenta rilettura dei suoi studi letterari, sintesi singolare di pratica filologica, ermeneutica, estetica e psicologica che si contraddistingue per un’acuta consapevolezza della crisi culturale moderna e della situazione precaria in cui già allora versavano gli studi umanistici e la sua stessa disciplina. Gli interventi si concentrano in particolare su due aspetti dell’opera del critico. Al centro della riflessione sta in primo luogo una prassi di lettura e di interpretazione aderente ai testi, estranea a metodologie predefinite e tesa a liberare la potenza performativa del linguaggio. Le analisi di Kommerell vengono esaminate nel loro specifico approccio antropologico-culturale nel contesto della nuova enfasi sul potenziale della filologia che ha ultimamente caratterizzato le discipline letterarie. In secondo luogo si intende interrogare le specificità della costruzione di una tradizione letteraria alternativa caratterizzata da un allontanamento dal canone della germanistica e da un progressivo ampiamento di orizzonti verso una considerazione dell’intera eredità letteraria europea.


< Chiudi

Il Concilio di Trento (1545-1563) e la nascita della cultura confessionale cattolica in Europa
Il Concilio di Trento (1545-1563) e la nascita della cultura confessionale cattolica in Europa
09/06/2015 - 13/06/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto

Summer School in Models for Open Access Publishing
Summer School in Models for Open Access Publishing
08/06/2015 - 12/06/2015
Prof. Riccardo Pozzo, CNR, Roma; Laurent Romary, Centre Marc Bloch, Berlin

> Leggi tutto
Che cosa accade quando un libro viene pubblicato in formato digitale? L’e-book ha cambiato radicalmente il concetto tradizionale di libro e del suo ruolo nell’attività di ricerca. Una descrizione plausibile di questo complesso fenomeno, il cui panorama è in continua evoluzione, può essere fornita solo dalla considerazione simultanea di punti di vista differenti al fine, tra l’altro, di creare le basi per nuove proposte di sviluppo delle infrastrutture di ricerca nel campo delle DH e di nuovi modelli di lettura.
• Download: programme_1.pdf

< Chiudi

Constitutional Challenges of the European Economic and Monetary Union – Italian and German Perspectives
Constitutional Challenges of the European Economic and Monetary Union – Italian and German Perspectives
03/06/2015 - 06/06/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

Esplorando le congruenze fra  la Muqaddimah di Ibn Khaldun (1406) e la Scienza Nuova di Giambattista Vico (1744) attraverso la legge, la storia e la filologia
Esplorando le congruenze fra la Muqaddimah di Ibn Khaldun (1406) e la Scienza Nuova di Giambattista Vico (1744) attraverso la legge, la storia e la filologia
03/06/2015 - 07/06/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Questo convegno associa gli studiosi che si occupano del confronto degli scritti di Ibn Khaldun (1406) e Giambattista Vico (1744) nel confronto del loro linguaggio, della legge e della storia. Analizzando il loro pensiero giuridico, storico e filologico, il convegno voglia  / desidera di contribuire agli studi dello scambio intellettuale fra il mediterraneo nella storia moderna, specialmente fra i comuni arabi Mamluk, l’impero ottomano ed i principati italiani del rinascimento.
• Download: Programme.pdf

< Chiudi

3rd ISSC/ICSU/DFG Young Scientists Networking Conference
3rd ISSC/ICSU/DFG Young Scientists Networking Conference
24/05/2015 - 30/05/2015
International Social Science Council (ISSC), Paris; International Council for Science (ICSU), Paris; Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG), Bonn

> Leggi tutto
Future Earth Young Scientists Networking Conference on Integrated Science
"Future Sustainability – the Role of Science in the Sustainable Development Goals"

Il Consiglio internazionale per le scienze sociali (ISSC) e il Consiglio internazionale delle ricerche (ICSU) promuovono l’incontro di un gruppo internazionale di giovani scienziati la cui provenienza disciplinare va dall’ambito umanistico e degli studi sociologici a quello delle scienze naturali ed economiche allo scopo di discutere delle problematiche connesse alla “future sustainability” e il ruolo delle scienze. L’incontro è il terzo di una serie che si sviluppa secondo il modello delle scienze integrate ed è finanziato dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG).


< Chiudi

System and Order in the Philosophy of International Law from Machiavelli to Hegel
System and Order in the Philosophy of International Law from Machiavelli to Hegel
18/05/2015 - 21/05/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Nel diritto internazionale si osserva un allontanamento progressivo dall'idea secondo cui solo trattati, consuetudini, oppure un consenso implicitamente presupposto, possano garantire un ordine interstatale legittimo. Allo stesso tempo, e come conseguenza di tale processo, la dottrina giusinternazionalista si è posta alla ricerca di fonti alternative di validità. Nell'ambito delle vecchie e nuove strategie di giustificazione, è indispensabile sottoporre le fonti alternative di validità a un esame non solo storico e dottrinario, bensì anche sistematico e filosofico. Tale esame deve aver luogo concentrando l'attenzione, per un verso, sulle teorie della legittimità della normopoiesi positiva, per l'altro sui fondamenti normativi sviluppati dai più rilevanti filosofi del diritto internazionale, quali – ad esempio – la tesi dell'originaria comune proprietà della terra, oppure l'obbligo del non intervento. Nel fare questo è necessario approndire l'analisi non solo di quegli autori generalmente riconosciuti come "classici" della materia (Vitoria, Grotius, Vattel), bensì anche di quelli che sono stati – in merito alle questioni qui prese in esame – poco o male interpretati, fino ad essere del tutto ignorati (Spinoza, Leibniz, Fichte, Hegel).
Il centrale ambito sistematico sembra essere oggi contraddistinto da un nuovo confronto tra positivisti e fautori del diritto naturale. Alcuni studiosi di scienze giuridiche così come anche alcuni politologi, infatti, già attribuiscono al nucleo essenziale delle norme giusinternazionaliste il carattere di una costituzione globale in via di consolidamento, per la quale è lecito parlare di "processi legislativi globali" non solo come di un auspicio per il futuro. In altri autori, invece, è possibile individuare un ritorno di argomenti morali e giusnaturalistici, come nel caso della giustificazione degli interventi umanitari. Il progetto di ricerca si propone di fornire un contributo allo studio di questa importante tensione concettuale nella storia filosofica europea. La filosofia moderna del diritto internazionale, all'interno della quale sono stati elaborati i concetti fondamentali di un dibattito che continua a essere centrale, non è stata finora studiata in modo esaustivo e sistematico. Più spesso accade che singoli autori siano schematicamente utilizzati come supporto di determinate strategie argomentative, senza che venga sufficientemente presa in considerazione la posizione sistematica delle loro affermazioni in merito all'ordinamento internazionale all'interno del contesto storico o nell'ambito complessivo della loro filosofia.
Il fine principale della conferenza consiste, pertanto, nel delineare alcuni tra i più importanti progetti di ordinamento dei rapporti giuridici tra stati, di modo tale che da questi possano emergere le linee di sviluppo e le possibili influenze sui periodi successivi. A tale scopo gli autori trattati verranno ricostruiti innanzitutto a partire dal loro pensiero, per poi passare alla recezione di cui essi sono stati fatti oggetto. Inoltre saranno introdotte, nell'ambito dell'analisi di tematiche trasversali, una serie di interpretazioni tali da abbracciare l'insieme dei progetti di ordinamento internazionale analizzati e che si concentreranno, tra l'altro, sul ruolo della teologia, del potere e dell'economia.


< Chiudi

I linguaggi di riforma dell'Illuminismo: l'opera di Franco Venturi
I linguaggi di riforma dell'Illuminismo: l'opera di Franco Venturi
18/05/2015 - 23/05/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto

8° Seminario di avvocati italiani e tedeschi
8° Seminario di avvocati italiani e tedeschi
14/05/2015 - 16/05/2015
Arbeitsgemeinschaft Internationaler Rechtsverkehr im Deutschen Anwaltverein, Berlin; Ordine degli Avvocati di Milano; Union Internationale des Avocats, Paris

> Leggi tutto

Cicli economici e teoria economica in Europa dal diciannovesimo al ventunesimo secolo (II)
Cicli economici e teoria economica in Europa dal diciannovesimo al ventunesimo secolo (II)
11/05/2015 - 14/05/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto
 

• Download: Programme_1.pdf

< Chiudi

I dissensi religiosi nell’Europa moderna: costruzioni in movimento (legami, linguaggi, oggetti) (II)
I dissensi religiosi nell’Europa moderna: costruzioni in movimento (legami, linguaggi, oggetti) (II)
11/05/2015 - 14/05/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

Advanced Concepts in Molecular Medicine Scientific Conference of the International Graduate School in Molecular Medicine Ulm (IGradU)
Advanced Concepts in Molecular Medicine Scientific Conference of the International Graduate School in Molecular Medicine Ulm (IGradU)
04/05/2015 - 06/05/2015
Nicolai Marroquin, Ulm

Il pontificato di Pio XI nella crisi europea: problemi storiografici
Il pontificato di Pio XI nella crisi europea: problemi storiografici
04/05/2015 - 06/05/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Il pontificato di Achille Ratti (febbraio 1922-febbraio 1939) si situa in decenni cruciali per la storia europea e mondiale, durante i quali si consumò l'ascesa di governi autoritari, l'espansione di un controllo totalitario nella vita degli individui e delle società e la legalizzazione dell'antisemitismo come parte costituente dell'ideologia che sorreggeva le scelte di governo. La gerarchia cattolica, a partire dal suo reggente, agli episcopati nazionali, fino al clero impegnato nella cura d'anime, fu chiamata a confrontarsi con i cambiamenti politici, sociali e culturali che caratterizzarono gli anni compresi tra le due guerre mondiali, quando non ne fu essa stessa protagonista.
L'apertura ai fondi documentari custoditi presso l'Archivio Segreto Vaticano relativi al pontificato di Pio XI, per decisione di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, ha dato l'abbrivio a una serie di nuovi studi monografici, tra i cui autori figurano numerosi nomi di storici italiani e tedeschi. La particolare attenzione rivolta dagli studiosi italiani e tedeschi ai rapporti della Santa Sede con i regimi fascista e nazionalsocialista, ma non solo, ha prodotto riflessioni che aiutano a comprendere meglio il riverbero che le decisioni e le prese di posizione che la gerarchia ecclesiastica assunse tra gli anni venti e trenta hanno avuto successivamente nelle storie nazionali di ciascuno Stato, ma anche, e soprattutto, nella più complessiva storia d'Europa.
Scopo del Colloquio sarà dunque quello di valorizzare i nuovi documenti portati alla luce dai ricercatori e come questi abbiano modificato interpretazioni storiografiche preesistenti. Il confronto tra studiosi che si occupano di argomenti affini, ognuno nelle proprie particolari ricerche, per la maggior parte in fieri, attraverso la messa a parte dei risultati, anche e soprattutto quelli provvisori, porterà alla formulazione di nuove idee, interrogativi e problemi che riguardano un momento cruciale della storia europea del Novecento.


< Chiudi

Finzione e simulazione: teorie, metodi, pratiche
Finzione e simulazione: teorie, metodi, pratiche
27/04/2015 - 30/04/2015
Prof. Dr. Immacolata Amodeo, Villa Vigoni; Prof. Dr. Claus Pias, Lüneburg

Talking, Learning, Working, and Living Together Europe and the Mediterranean
Talking, Learning, Working, and Living Together Europe and the Mediterranean
20/04/2015 - 22/04/2015
Prof. Dr. Rupert Strachwitz, Maecenata Institut, Berlin; Prof. Dr. Udo Steinbach, Berlin; Piero Antonio Rumignani, Berlin

> Leggi tutto
In una manifestazione intitolata  Talking, Learning, Working, and Living Together: Europe and the Mediterranean, dal 20 al 22 aprile, esperti nei campi della politica, dell’economia e della cultura discuteranno sui fattori storici e culturali che determinano nel Mediterraneo tratti comuni. Ci si confronterà su concezioni del futuro che, a dispetto dei conflitti attuali, sono in grado di garantire sicurezza e benessere. La conferenza è organizzata dalla Fondazione Maecenata e finanziata dall’Allianz Kultur Stiftung.

< Chiudi

I santuari greci come luoghi d'azione.
I santuari greci come luoghi d'azione.
15/04/2015 - 18/04/2015
Prof. Dr. Klaus Freitag, Aachen; Dr. Matthias Haake, Münster

Il diritto del lavoro in Europa in trasformazione - L'influenza della Corte di Giustizia Europea sugli sviluppi nazionali
Il diritto del lavoro in Europa in trasformazione - L'influenza della Corte di Giustizia Europea sugli sviluppi nazionali
07/04/2015 - 10/04/2015
RA Horst Thon, Verein Hessische Fachanwälte e.V., Frankfurt a.M.

> Leggi tutto
Il dialogo aperto tra avvocati e giudici dovrebbe permettere a tutti i partecipanti di comprendere meglio la giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CGUE) nonché di valutarne la ricaduta nella prassi nazionale. Sia la consulenza legale sia la stesura di sentenze non richiedono solo lo studio della giurisprudenza delle corti supreme. Senza la conoscenza delle circostanze nazionali, dalle quali nascono certe questioni, e senza rendersi conto degli eventuali effetti  delle risposte sugli ordinamenti giuridici nazionali, è quasi impossibile giungere a soluzioni di conflitti trasparenti e largamente accettate. Questi problemi saranno trattati sulla base di alcune sentenze attuali della CGUE. La tematica centrale, partendo da una relazione introduttiva del Giudice della Corte federale del Lavoro Malte Creutzfeldt, sarà quella dei trasferimenti di imprese e le loro conseguenze giuridiche.

< Chiudi

La ricognizione archeologica: metodi tecnico-scientifici e approccio storico in Germania e in Italia
La ricognizione archeologica: metodi tecnico-scientifici e approccio storico in Germania e in Italia
30/03/2015 - 02/04/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni

> Leggi tutto
Prof. Oscar Belvedere (Università degli Studi di Palermo) – Prof. Johannes Bergemann (Georg August Universität Göttingen)

Negli ultimi decenni la disciplina dell’archeologia classicamente intesa ha ampliato notevolmente il proprio campo di studi in direzione degli studi culturali, in cui lo studio del territorio e del paesaggio in relazione all’archeologia stessa ha assunto sempre maggiore importanza. Durante le ricognizioni vengono raccolti i reperti visibili in superficie su aree che si estendono fino a qualche centinaio di chilometri quadrati e che vengono analizzate in termini di storia dell’insediamento. Si possono distinguere essenzialmente due direzioni della ricerca archeologica di superficie, da un lato quella archeometrica e tecnico-scientifica, dall’altro quella interpretativa di stampo storico-culturale. Obiettivo del convegno Villa Vigoni è quello di mettere a confronto tali approcci, in Italia e in Germania, per delineare i progressi metodologici e di contenuto dell’archeologia del paesaggio nel suo complesso. Saranno messi a confronto esempi da diverse regioni del Mediterraneo, l’Italia, la Sicilia, la Grecia e la Turchia. Saranno inoltre trattati temi attuali quali la ricognizione in zone montuose, la ceramica nell’ambito del survey e il survey on site.



< Chiudi

Workshop su questioni fondamentali degli
Workshop su questioni fondamentali degli "Area Studies"
25/03/2015 - 27/03/2015
Dr. Corinne Flacke, Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG), Bonn

> Leggi tutto
Da alcuni anni, l’interesse del DFG è rivolto particolarmente al tema “Promozione degli Area Studies”. Pertanto, negli anni precedenti si è riusciti a porre un forte accento, in formati differenti, sugli Area Studies, soprattutto sulla ricerca riguardante l’Africa, ma non solo.
Le esperienze acquisite finora inducono a fare il punto della situazione nell’ambito di un workshop e a riflettere sulle prospettive future degli Area Studies.
Il workshop non deve occuparsi solamente di una determinata regione, ma concentrarsi sul valore aggiunto degli Area Studies nel trattare questioni rilevanti.



< Chiudi

ITKAM Colloquium
ITKAM Colloquium
12/03/2015
Italienische Handelskammer für Deutschland e.V. (ITKAM), Frankfurt a.M.; Villa Vigoni; Frankfurt School of Finance and Management; Kanzlei Watson, Farley & Williams

> Leggi tutto
Con l’intento di rafforzare l’interazione italo-tedesca, la Camera di Commercio Italiana per la Germania (ITKAM) organizza una serie di eventi intitolati ITKAM COLLOQUIA, rivolti in primis alla Business Community dei due Paesi. Il primo colloquio del 2015, organizzato in collaborazione con il Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea Villa Vigoni, la Frankfurt School of Finance and Management e lo studio internazionale Watson, Farley & Williams, verterà sul tema della Riforma della Giustizia in Italia e le sue conseguenze nei rapporti economici tra Italia e Germania. Key speaker dell’evento sarà il Ministro della Giustizia, l’On. Andrea Orlando.
programma


< Chiudi

Fra (storia dell') arte e politica: trasferimento di beni culturali nella regione Alpe Adria nel XX secolo
Fra (storia dell') arte e politica: trasferimento di beni culturali nella regione Alpe Adria nel XX secolo
04/03/2015 - 06/03/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto
Nonostante i fenomeni di globalizzazione e le aspirazioni all’armonizzazione nel quadro della politica culturale e della elaborazione storica europea, anche nel campo del trasferimento di beni culturali si osserva il permanere di narrative e approcci interpretativi fortemente nazionali. Questo workshop internazionale e interdisciplinare (con partecipanti provenienti da Austria, Croazia, Germania, Italia e Slovenia) si propone pertanto di formulare una base comune e consensuale per la trattazione scientifica delle questioni legate al fenomeno storico del trasferimento di beni culturali.
Il centro tematico del colloquio è costituito dalla regione Alpe Adria, la cui specifica storia di conflitti e traslocazioni necessita ancora di approfondimenti. Fra gli obiettivi vi è un nuovo censimento delle dislocazioni e dei trasferimenti di beni culturali – che si tratti del trasferimento temporaneo in depositi, della sottrazione a soggetti perseguitati o di opere d’arte trafugate – al fine di sviluppare prospettive per studi e indagini futuri.


< Chiudi

Testi che
Testi che "aspettano la storia". I Lehrstücke di Brecht nel dialogo italo-tedesco
02/03/2015 - 06/03/2015
Deutsche Forschungsgemeinschaft - Villa Vigoni - Fondation Maison des Sciences de l’Homme

> Leggi tutto

La conferenza si propone di approfondire la conoscenza del potenziale estetico-politico e critico-culturale dei Lehrstücke di Brecht (learning play o dramma didattico) indagandone l’attualità della teoria e le trasformazioni pratiche nel tempo. Questi piccoli esperimenti dei Lehrstücke, spesso ignorati e quasi dimenticati, in particolare in Italia, sembrano infatti riuscire non solo a mettere in questione  l’istituzione del teatro in sé, ma più in generale a contrapporsi all’esperienza artistica e culturale tradizionale.


• Download: Programm_1.pdf

< Chiudi

Incontro nell’ambito della “Giornata della Memoria”
Incontro nell’ambito della “Giornata della Memoria”
19/01/2015
Generalkonsul Peter Dettmar, Milano; Villa Vigoni; Goethe-Institut Mailand; Deutsche Schule Mailand; Università degli Studi di Milano

> Leggi tutto
Incontro con l’autore Michael Göring (Hamburg) nell’ambito della “Giornata della Memoria”
sul tema “La storia nel romanzo”: presentazione del libro “Vor der Wand”
Moderazione: Dr. Christiane Liermann, Villa Vigoni
Coordinamento: Console Generale Peter Dettmar, Milano; Villa Vigoni in collaborazione con Goethe-Institut Mailand, Deutsche Schule Mailand, Università degli Studi di Milano
Sede della manifestazione: Sala Napoleonica, Università degli Studi di Milano
19 gennaio


< Chiudi

I dissensi religiosi nell'Europa moderna: costruzioni in movimento (legami, linguaggi, oggetti) (I)
I dissensi religiosi nell'Europa moderna: costruzioni in movimento (legami, linguaggi, oggetti) (I)
26/11/2014 - 29/11/2014
Prof. Sophie Houdard, Paris; Dr. Adelisa Malena, Venezia; Prof. Dr. Xenia von Tippelskirch, Berlin

Primo Incontro italo-tedesco delle Fondazioni
Primo Incontro italo-tedesco delle Fondazioni
25/11/2014 - 26/11/2014
Villa Vigoni

Giornata di Studio sul Sistema duale tedesco
Giornata di Studio sul Sistema duale tedesco
23/11/2014 - 24/11/2014
ANIE Confindustria

> Leggi tutto

L’incontro intende offrire un primo contributo alla costruzione di una via italiana all’alternanza scuola lavoro tipica del sistema formativo tedesco sostenendo la creazione di una cultura di positivo interscambio tra impresa e percorsi formativi teorici.



< Chiudi

Cicli economici e teoria economica in Europa dal XIX al XXI secolo (I)
Cicli economici e teoria economica in Europa dal XIX al XXI secolo (I)
10/11/2014 - 13/11/2014
Prof. Alain Alcouffe, Toulouse; Prof. Piero Roggi, Firenze; Prof. Dr. Dres. h.c. Bertram Schefold, Frankfurt a. M.

> Leggi tutto
Il progetto trilaterale dovrebbe servire a sottolineare come, nel lungo scorrere dei secoli, il pensiero economico abbia interagito con il ciclo economico in un continuo rinnovarsi di teorie e ripensare le politiche economiche, mentre le azioni economiche incorporavano il pensiero economico del passato. Le crisi economiche verranno così rappresentate come fasi storiche fondamentalmente simili, ma diverse quanto a cause, durata e risposta politica; e come momenti di codificazione delle azioni economiche e delle politiche in regole del gioco di lungo periodo e paradigmi teorici. Studiare questi processi in diversi paesi europei sarà indispensabile, poi, a capire come differenti tradizioni politiche e culturali abbiano influenzato questa complessa interazione, portando a percepire in maniera diversa fenomeni simili ed adottando misure di conseguenza contraddittorie.
Il progetto, estendendosi su tre anni, analizzerà i cicli e le teorie del diciannovesimo e del ventesimo secolo, ma culminerà con una valutazione della crisi del ventunesimo secolo ed una analisi accurata dei più recenti avanzamenti teorici in Francia, Germania ed Italia.


< Chiudi

Anima, vita e movimento prima e durante la generazione dell'universo: cosmologia, fisica e biologia nel pensiero antico (I)
Anima, vita e movimento prima e durante la generazione dell'universo: cosmologia, fisica e biologia nel pensiero antico (I)
10/11/2014 - 13/11/2014
Prof. Franco Ferrari, Salerno; Prof. Dr. Christoph Helmig, Köln; Prof. Pierre Marie Morel, Paris

> Leggi tutto
Il progetto trilaterale si articola lungo tre linee di ricerca: 1) la determinazione della natura cosmologica e metafisica dell'azione dell'anima prima della generazione dell'universo nel Timeo platonico e nella tradizione esegetica intorno ad esso (Plutarco, Attico, Proclo). La presenza dell'anima nella fase precosmica viene indagata anche dal punto di vista del mondo intelligibile, interrogandosi soprattutto sul significato della celebre tesi relativa alla possesso da parte dell'essere di un'anima (Soph. 248e-249a). 2) La funzione dell'anima nella costituzione dei processi biologici e della natura degli esseri viventi a partire dal Timeo e dalla biologia di Aristotele. 3) La connessione tra metafisica e biologia che emerge nella riflessione del neoplatonismo, in particolare in Plotino e Proclo.  Nel suo insieme il progetto si propone di ricostruire la relazione “anima – vita - movimento” nella riflessione antica in una prospettiva ampia, che coniughi la dimensione cosmologica e fisica con quella metafisica, biologica e antropologica.


< Chiudi

Francesco Pasquale Ricci e la didattica pianistica del tempo
Francesco Pasquale Ricci e la didattica pianistica del tempo
08/11/2014
agimuslombardia, Villa Vigoni

> Leggi tutto
Convegno di studi su Francesco Pasquale Ricci e la didattica pianistica del tempo applicata ai nuovi sistemi pedagogico-didattici in ottica di comunità europea
Ingresso gratuito - aperto a tutta la cittadinanza
ore 9.00-13.00: convegno
ore 15.00: Visita allo storico organo Serassi della Chiesa parrocchiale di Loveno


< Chiudi

2nd Global Table
2nd Global Table "Limited Resources - Opportunities without Borders"
30/10/2014 - 02/11/2014
BMW Stiftung Herbert Quandt, Berlin

> Leggi tutto
Il “Global Table” della Fondazione BMW promuove in cooperazione con Earth Security Group il 2° tavolo globale sul tema “Limited Resources – Opportunities without Borders” – Risorse limitate – opportunità senza confini al fine di stimolare un dialogo che guardi positivamente al futuro tra l’Europa e gli attori globali e accrescere la consapevolezza dell’importanza di una leadership condivisa e della collaborazione nel mondo multipolare basato su responsabilità comuni.


< Chiudi

Le scritture in prima persona in Europa dalla fine del Quattrocento all’Ottocento. Un’indagine alla luce delle ricerche francesi, italiane e tedesche
Le scritture in prima persona in Europa dalla fine del Quattrocento all’Ottocento. Un’indagine alla luce delle ricerche francesi, italiane e tedesche
22/10/2014 - 25/10/2014
Prof. Giovanni Ciappelli, Trento; Prof. François-Joseph Ruggiu, Paris; Prof. Dr. Claudia Ulbrich, Berlin

> Leggi tutto
La seconda sessione del Workshop di Villa Vigoni dedicata alle “Scritture in prima persona dal XVI al XIX secolo” affronta la questione delle identità individuali, familiari e collettive. Sebbene sia stato criticato, specialmente a partire dagli anni 2000, il concetto di identità rimane utile, nella storia sociale, per avvicinarsi al modo in cui gli autori del passato hanno cercato di connettere fra di loro i diversi spazi sociali ai quali appartenevano. Se si assume che l’identità non è soltanto una condizione stabile, definita da una serie di attributi limitata, ma rappresenta piuttosto un processo fluido, che si sviluppa in larga parte attraverso le interazioni fra l’individuo, gli altri e il contesto sociale, le scritture in prima persona – e specialmente i diari, i giornali di viaggio, le autobiografie e le corrispondenze private – sono particolarmente adatti per svelare i modi in cui tale processo si articolava. Il secondo workshop sarà quindi dedicato all’esplorazione, attraverso una serie di studi di caso, dei modi in cui gli scriventi, uomini e donne, hanno teso a identificare se stessi in relazione agli altri in momenti ed epoche diversi.

• Download: programme.pdf

< Chiudi

Le sfide del management delle istituzioni scientifiche
Le sfide del management delle istituzioni scientifiche
22/10/2014 - 24/10/2014
Prof. Dr. Josef Puchta, Deutsches Krebsforschungszentrum, Heidelberg

> Leggi tutto
Le istituzioni scientifiche extra-universitarie si trovano a dover affrontare sfide tanto impegnative quanto interessanti, come ad esempio quelle derivanti dalla modifica dell'art. 91 della Costituzione tedesca, la realizzazione di modelli di filiali e progetti di cooperazione con centri di ricerca universitari di medicina o con università. Inoltre oggi si assiste alla creazione di nuovi modelli di governance che devono però essere implementati. Un´ulteriore sfida attuale interessa il tema della “compliance”. Nell'affrontare tali sfide è importante incentivare il dialogo tra centri di ricerca, ma è altrettanto fondamentale ampliare lo sguardo a livello europeo.


< Chiudi

Le sfide del “secolo breve”: la storia e la storiografia italiane e tedesche tra guerra, dittatura e democrazia
Le sfide del “secolo breve”: la storia e la storiografia italiane e tedesche tra guerra, dittatura e democrazia
15/10/2014 - 18/10/2014
Prof. Dr. Christoph Cornelißen, Frankfurt a.M.; Prof. Andrea D’Onofrio, Napoli; Prof. Dr. Lutz Klinkhammer, Roma

> Leggi tutto
Il convegno offrirà una possibilità di confronto e discussione di nuove e originali ricerche di giovani studiosi italiani sulla storia dell’area di lingua tedesca e di giovani studiosi tedeschi sulla storia dell’Italia, così come su aspetti comparativi o sulle relazioni tra i due ambiti in età contemporanea, sui temi della guerra, delle dittature e della democrazia nel Novecento.
Si vuole in particolare verificare se e a quale livello la più recente storiografia italiana e di lingua tedesca si confrontano con innovativi approcci metodologici. Scopo del convegno è, tra l’altro, di far emergere eventuali differenze o punti in comune tra i due ambiti storiografici e di analizzare quindi criticamente quali possano essere le metodologie più adatte a descrivere e interpretare da una prospettiva innovativa la prima e la seconda guerra mondiale, la dittatura fascista e quella nazionalsocialista e i processi di democratizzazione nella storia tedesca e italiana del 20° secolo.


< Chiudi

Espressione culturale e natura umana. Ernst Cassirer e Helmuth Plessner in dialogo
Espressione culturale e natura umana. Ernst Cassirer e Helmuth Plessner in dialogo
15/10/2014 - 18/10/2014
Prof. Dr. Emil Angehrn, Basel; Prof. Dr. Christian Bermes, Koblenz-Landau; Henrike Lerch M.A., Koblenz-Landau/Basel; Prof. Marco Russo, Salerno

Riunione del Helmholtz Management Board sanità
Riunione del Helmholtz Management Board sanità
12/10/2014 - 14/10/2014
Sabine Heger, Bonn

Il lato oscuro della tarda antichità. Marginalità e integrazione delle correnti esoteriche nella spiritualità filosofica dei secoli II-VI
Il lato oscuro della tarda antichità. Marginalità e integrazione delle correnti esoteriche nella spiritualità filosofica dei secoli II-VI
08/10/2014 - 11/10/2014
Prof. Dr. Helmut Seng, Konstanz/Frankfurt a.M.; Dr. Luciana Soares, Paris; Dr. Chiara Ombretta Tommasi, Pisa

> Leggi tutto
Il secondo incontro (8-11 ottobre 2014) del progetto dedicato al "Lato Oscuro della Tarda Antichità. Marginalità e Integrazione delle Correnti Esoteriche nella spiritualità dei secoli II-VI" desidera mettere in luce il tema delle “gerarchie”: dopo aver offerto, con il convegno dello scorso anno, un inquadramento storico e sociale, sottolineando la tensione o gli incroci tra le correnti “maggioritarie” e i gruppi marginali, si farà ora riferimento ad una Weltanschauung tipica della tarda antichità, che tende, in differenti modi, ad una gerarchizzazione della realtà, con l’intensificarsi di livelli multipli dell’essere, o con la complessità delle gerarchie dei sistemi gnostici o caldaici/caldaizzanti dei neoplatonici, ovvero con il moltiplicarsi delle entità intermedie. Si muoverà dalla presentazione di quelli che sono gli evidenti risvolti storici e sociali, vale a dire la gerarchizzazione dell’apparato politico e burocratico dell’impero romano o della nascente Chiesa cattolica per passare a discutere questioni più teoriche, ossia la strutturazione “a scala” presente nelle varie dottrine filosofiche o spirituali, tanto come livelli dell’essere quanto (su un piano religioso) come motivi ascensionali. Particolare attenzione sarà rivolta alla cruciale questione del ‘monoteismo’. L’approfondimento dei vari livelli dell’essere permette, infine, di gettar luce anche su un altro aspetto importante delle dottrine filosofiche, ossia la dialettica tra identità (tautotes) e alterità (heterotes), e la loro dinamica ontologica. In effetti, l’articolazione tra identità e differenza si esplica a livello del primo e secondo principio, ovvero monade e diade, nel cruciale passaggio dall’uno al molteplice.

< Chiudi

Il caso italiano: violenza, memoria culturale e transculturalità (1990-2014)
Il caso italiano: violenza, memoria culturale e transculturalità (1990-2014)
08/10/2014 - 11/10/2014
Prof. Dr. Rotraud von Kulessa, Augsburg; Dr. Nora Moll, Roma; Prof. Dr. Dagmar Reichardt, Groningen; Dr. Franca Sinopoli, Roma

> Leggi tutto
Il colloquio verte sul tema "Il caso italiano: violenza, memoria culturale e transculturalità (1990-2014)" e si propone di affrontare alcune questioni chiave che ruotano intorno ai fenomeni transculturali della violenza e dell'esperienza della violenza. L'obiettivo sarà l’analis delle tracce che tali fenomeni hanno impresso nella memoria collettiva e nella narrativa transculturale italiana, emersa a partire dagli anni Novanta del secolo XX. La limitazione temporale delle tematiche offerte alla discussione nasce dalla riflessione che solo con l'intensificarsi del flusso migratorio verso l'Italia, dal 1990 in poi, nel discorso letterario e massmediatico sono venuti in primo piano temi di natura transculturale, nonché la questione della rielaborazione del passato coloniale, nazionale e storico-culturale ad essi strettamente connessa.

articolo di Dagmar Reichardt su kultur-port.de

• Download: Programma_1.pdf

< Chiudi

New Challenges for National Advisory Services resulting from Horizon 2020
New Challenges for National Advisory Services resulting from Horizon 2020
05/10/2014 - 07/10/2014
Bundesministerium für Bildung und Forschung (BMBF), Bonn

> Leggi tutto
The objective of this workshop is to compare the different approaches taken by a couple of representative national NCP systems in Europe.


< Chiudi

Seminario rotariano
Seminario rotariano "Landeskundeseminar"
29/09/2014 - 02/10/2014
Dipl.-Ing. Hartmut Schmidt-Petri, Bonn

"Culture marxiste della storia" e movimenti sociali in Europa Occidentale durante la Guerra Fredda
29/09/2014 - 01/10/2014
Prof. Dr. Stefan Berger, Bochum; Prof. Dr. Christoph Cornelißen, Frankfurt a.M; Prof. Brunello Mantelli, Arcavacata di Rende (Cosenza)

> Leggi tutto
Il convegno intende esaminare i meccanismi d’azione e l‘influsso delle culture storiche marxistiche sullo sviluppo e sul fondamento sociale di alcuni movimenti di protesta in quanto fenomeno generalmente riscontrabile in Europa occidentale. Il fondamento sociale dell’interpretazione marxistica della storia viene qui considerato non soltanto come un edificio ideologico bensì anche come una rete di comportamenti e pratiche socio-culturali che – per il tramite di musei, esposizioni, pubblicazioni e offerte culturali – si dimostravano profondamente integrati nella vita quotidiana.
Il convegno indagherà inoltre la questione dell’influsso culturale del marxismo in Europa occidentale analizzando il radicamento dello stesso che appare, in occidente, più profondo e duraturo che non nell’ex Unione Sovietica dove l’utopia socialista aveva perso legittimità e reale influenza già negli anni della dominazione comunista e specialmente dopo la caduta del regime sovietico nel 1991.

• Download: Programm_2.pdf

< Chiudi

Verso una metodologia europea? La metodica giuridica nel diritto comparato
Verso una metodologia europea? La metodica giuridica nel diritto comparato
24/09/2014 - 27/09/2014
Prof. Dr. Tonio Walter, Regensburg; Prof. Stefano Cherti, Cassino (Frosinone)

La germanistica italiana e i suoi metodi attuali. Giornate dei giovani germanisti italiani
La germanistica italiana e i suoi metodi attuali. Giornate dei giovani germanisti italiani
22/09/2014 - 24/09/2014
Dr. Maurizio Pirro, Bari; Dr. Massimo Salgaro, Verona; Dr. Michele Vangi, Villa Vigoni

> Leggi tutto
Villa Vigoni organizza con il gentile sostegno del DAAD e in collaborazione con l’Associazione Italiana Germanistica, due giornate di studio che hanno l’intento di rafforzare scambi di idee e coesione fra giovani germanisti. Insieme alla germanista ospite principale – la Prof. Monika Schmitz-Emans (Universität Ruhr-Bochum) – e altri studiosi di levatura internazionale, ci si confronterà su tre ambiti di ricerca: 1. Romantische Wissensdiskurse und Schreibweisen; 2. Der Comic als Erzählung: Beispiele, Konzepte und Reflexionen; 3. Schreiben, Schrift und Buchstaben bei Franz Kafka.
Le giornate si concluderanno all’Università di Milano con una lectio magistralis su letteratura e fumetti tenuta da Monika Schmitz-Emans.

< Chiudi

Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
18/09/2014 - 20/09/2014
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim, Dr. Giangiacomo Torri, Milano

Eastern and Western Modes of Thought
Eastern and Western Modes of Thought
11/09/2014 - 13/09/2014
Christian Thomas Kohl, Freiburg

Sviluppi attuali del diritto del lavoro europeo
Sviluppi attuali del diritto del lavoro europeo
11/09/2014 - 14/09/2014
Dr. Ronald Pahlen, Landesarbeitsgericht Berlin - Brandenburg; Dr. Gerhart Binkert, Berliner Freundes- und Förderkreis Arbeitsrecht Gestern-Heute-Morgen e.V., Berlin

> Leggi tutto
Dal 11 al 14 settembre avrà luogo il convegno „Sviluppi attuali nel diritto del lavoro europeo“. L’intervento introduttivo “Diritto nazionale/diritto comunitario, linee d’intersezione tra diritto del lavoro e diritto della previdenza sociale” sarà tenuto dal Prof. Dr. Dr. h.c. Eberhard Eichenhofer dell’Università di Jena. Dr. Ronald Pahlen, giudice presidente del Tribunale del lavoro di Berlino, parlerà delle “Conseguenze della sentenza “Ring” della Corte europea”. Il presidente del Tribunale del lavoro di Berlino, Dr. Ursula Hantl- Unthan, tratterà la tematica “Diritto comunitario e lavoro a prestito” mentre il suo predecessore Dr. Gerhard Binkert informerà su “Novità nel diritto comunitario riguardanti i trasferimenti di imprese”. In questo contesto si discuterà anche di una domanda del Tribunale di Trento concernente il termine di “parte di azienda” nonché la relativa sentenza della Corte europea (Amatori). Infine l’avv. Dr. Roland Gastell di Berlino, partendo da una sentenza del TAR federale del 27.2., si occuperà della “Conciliabilità del divieto tedesco dello sciopero per i funzionari pubblici con la CEDU”. I contributi saranno accompagnati da co-relazioni di partecipanti provenienti dall’Italia, dalla Francia e dall’Ungheria.


< Chiudi

L’importanza del pragmatismo per le scienze sociali e umane contemporanee (III)
L’importanza del pragmatismo per le scienze sociali e umane contemporanee (III)
08/09/2014 - 11/09/2014
Dr. Tanja Bogusz, Berlin; Dr. Roberto Frega, Bologna; Dr. Albert Ogien, Paris

"L'Asse accademico Berlino – Roma"? Sullo scambio scientifico culturale tra Italia e Germania dagli anni ’20-’40 del Novecento
03/09/2014 - 06/09/2014
Prof. Dr. Andrea Albrecht, Stuttgart; Prof. Dr. Lutz Danneberg, Berlin; Prof. Dr. Simone De Angelis, Graz

> Leggi tutto
Lo sguardo sulle relazioni tra Italia e Germania dagli anni Venti agli anni Quaranta è fino ad oggi ancora molto condizionato dall’esperienza comune vissuta nei regimi totalitari e dall’ 'Asse' politico-militare tra Berlino e Roma stipulata già prima dell’inizio della guerra, nell’inverno del 1936, e consolidata dal patto d’acciaio del 1939. Allo stesso tempo però ci fu un’ 'Asse' intellettuale e culturale tra Berlino e Roma che sarà al centro del nostro Colloquio di Villa Vigoni. In un’ottica interdisciplinare si tratterà di ricostruire e di discutere i contatti intellettuali, le relazioni accademiche di scambio e di collaborazione che si sono sviluppate tra Germania e Italia dal 1933 al 1945. Tra le discipline coinvolte nel dibattito ci sono, tra l’altro, filosofia, storia, storia della scienza, filologia classica, germanistica, romanistica, storia dell’arte e giurisprudenza.

• Download: programma.pdf
• Download: Tagungsbericht.pdf

< Chiudi

Mediazione interculturale: Paul Heyse e l’Italia
Mediazione interculturale: Paul Heyse e l’Italia
03/09/2014 - 06/09/2014
Prof. Raffaella Bertazzoli, Verona; Prof. Dr. Gunnar Och, Erlangen-Nürnberg

> Leggi tutto
In occasione del centenario della morte di Paul Heyse, il convegno di Villa Vigoni intende analizzare i rapporti che sono intercorsi tra il grande scrittore tedesco e personaggi di spicco della cultura italiana dell’Ottocento e del primo Novecento. Il suo grande amore per l’Italia, coltivato sin dal suo primo viaggio del 1852 (Ein Jahr in Italien") e lo studio attento della letteratura italiana, fanno di Heyse un personaggio di primo piano per lo sviluppo dei rapporti culturali tra Italia e Germania.
Le relazioni verteranno su alcuni aspetti fondamentali della sua vastissima opera di filologo, di traduttore e di scrittore, e cercheranno di offrire, attraverso un’operazione ermeneutico-critica, nuove prospettive interpretative.


< Chiudi

Italia – storia, cultura, attualità (II). Seminario estivo per chi è interessato all’Italia
Italia – storia, cultura, attualità (II). Seminario estivo per chi è interessato all’Italia
24/07/2014 - 27/07/2014
Villa Vigoni

> Leggi tutto
A luglio 2014 Villa Vigoni organizza due workshop dedicati alla cultura, alla storia e alla situazione attuale dell'Italia, rivolti a tutti quelli che desiderano approfondire tali tematiche.

I due workshop sono complementari e hanno una durata di tre giorni ciascuno.
Anche il secondo seminario comprende quattro unità didattiche e un'escursione. Le lezioni sono a cura del team di Villa Vigoni e di altri esperti dell'Italia. 

Le conversazioni verranno proseguite anche durante i pasti (pranzo o cena). Le lingue utilizzate saranno il tedesco e l'italiano, a seconda delle preferenze e conoscenze dei partecipanti.

< Chiudi

Italia – storia, cultura, attualità (I). Seminario estivo per chi è interessato all’Italia
Italia – storia, cultura, attualità (I). Seminario estivo per chi è interessato all’Italia
21/07/2014 - 24/07/2014
Villa Vigoni

> Leggi tutto
A luglio 2014 Villa Vigoni organizza due workshop dedicati alla cultura, alla storia e alla situazione attuale dell'Italia, rivolti a tutti quelli che desiderano approfondire tali tematiche.

I due workshop sono complementari e hanno una durata di tre giorni ciascuno.
Il primo seminario comprende quattro unità didattiche e un'escursione. Le lezioni sono a cura del team di Villa Vigoni e di altri esperti dell'Italia. 

Le conversazioni verranno proseguite anche durante i pasti (pranzo o cena) che seguono le lezioni. Le lingue utilizzate saranno il tedesco e l'italiano, a seconda delle preferenze e conoscenze dei partecipanti.


< Chiudi

Colloquio per dottorandi e post-doc “Arte e diritto”
Colloquio per dottorandi e post-doc “Arte e diritto”
16/07/2014 - 19/07/2014
Prof. Dr. Kurt Siehr, Hamburg

> Leggi tutto

Da 20 anni  la Prof.ssa Kerstin Obendahl (Università di Kiel), già Università di San Gallo, e il Prof. Kurt Siehr (Max-Planck-Insititut di Amburgo) organizzano un seminario di dottorandi e futuri docenti universitari sul tema "Arte e Diritto". Questa manifestazione ha lavuto luogo dal 1995 in differenti regioni europee e intende dare a giovani studiosi l'opportunità di esporre ai colleghi problemi emersi nelle proprie ricerche e di trovarne la soluzione. Specialisti in diritto pubblico inernazionale ed europeo (Kerstin Obendhhal) e di diriitto privato internazionale e comparato (Kurt Siehr) e dottori di ricerca sostengo i dottorandi in questo processo. Possono prendere parte al seminario tutti i dottorandi, indipendentemente dal luogo di residenza e dall'università in cui svolgono la loro tesi. Le lingue del seminario sono inglese, francese, tedesco e italiano.



< Chiudi

Vigoni-Lecture: Ministro Federale delle Finanze Dr. Wolfgang Schäuble:
Vigoni-Lecture: Ministro Federale delle Finanze Dr. Wolfgang Schäuble: "Un'unione per il XXI secolo. Una buona costituzione per l'Europa"
16/07/2014
Villa Vigoni et al.

> Leggi tutto
Sede della manifestazione: Allianz Forum, Berlino
ore 17.30

Il 16 luglio avrà luogo all’Allianz Forum di Berlino la Vigoni Lecture con il Ministro delle finanze Wolfgang Schäuble sul tema: Un’unione per il XXI secolo. Una buona costituzione per l‘Europa.

Politico della CDU, Wolfgang Schäuble (*1942) è dal 2009 Ministro delle Finanze nel III gabinetto Merkel. È uno dei promotori più autorevoli del processo di unificazione europea e della moneta unica. Per i suoi meriti per l’Europa ha ricevuto nel 2012 ad Aquisgrana il premio Carlo Magno.

La “Vigoni Lecture“ intende rivolgersi a un ampio pubblico in Italia e in Germania. Personalità del mondo della politica, dell’economia o della ricerca affrontano temi di interesse per le società di entrambi i Paesi e dell’Europa tutta. La “Vigoni Lecture” ha luogo con cadenza annuale alternativamente in Italia e in Germania. 



< Chiudi

Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
Riunione dell’Associazione dei direttori amministrativi delle Università tedesche
13/07/2014 - 15/07/2014
Albert Berger, Technische Universität München

NPlast Summer School on Synapse Dynamics in Circuit Formation, Learning and Disease
NPlast Summer School on Synapse Dynamics in Circuit Formation, Learning and Disease
09/07/2014 - 12/07/2014
Leibniz-Institut für Neurobiologie (LIN), Magdeburg

> Leggi tutto
La NPlast Summer School è organizzata da dottorandi del Marie-Curie International Training Program NPlast e si rivolge in particolare a giovani dottorandi e postdoc attivi nel settore della neurobiologia molecolare e cellulare. Il numero di partecipanti è limitato a un massimo di 60 persone per permettere uno scambio intenso tra gli esperti e per riservare del tempo al dibattito.
Per una descrizione più dettagliata si prega di consultare la versione inglese di questo sito.



< Chiudi

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
06/07/2014 - 09/07/2014
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e.V. Speyer

Forum Vigoni “Migrazione – Plurilinguismo – Scuola”
Forum Vigoni “Migrazione – Plurilinguismo – Scuola”
02/07/2014 - 04/07/2014
Prof. Dr. Immacolata Amodeo, Villa Vigoni; Prof. Fulvio Longato, Trieste; Prof. Dr. Hans Vorländer, Dresden

> Leggi tutto

Il Forum Vigoni 2014 si confronterà con il fenomeno del plurilinguismo che è particolarmente attuale in contesti di migrazione e influenza diversi ambiti della società, fra cui la scuola. La manifestazione riunirà e creerà un dialogo fra scrittori, studiosi, artisti, creando così un campo di interazione fra produzione artistica nella migrazione, processi sociali e contesti politici. Al forum parteciperanno fra gli altri il linguista Jürgen Trabant e gli scrittori plurilingui Gino Chiellino e Marica Bodrožić, L’artista e regista Achim Freyer presenterà il giorno 3 luglio alle 17:00 il suo progetto “Mauer Fall” e una scelta delle sue opere.



< Chiudi

Cell Death and Disease
Cell Death and Disease
25/06/2014 - 28/06/2014
Dr. Domenico Delia, Milano; Prof. Dr. Peter Krammer, Heidelberg; Dr. Dagmar Kulms, Dresden; Prof. Dr. Hans-Uwe Simon, Bern

> Leggi tutto

Researchers from Germany, Italy and other European countries gather for the annual workshop on cell death and disease. The topic comprises questions of how the deregulation of cell death signaling pathways influences the development of inflammatory diseases, neurodegeneration and cancer. This new therapeutic approaches targeting modal points of apoptotic Signaling networks are being discussed to selectively kill cancer cells or protect neurons from cell death. The aim of this intense European interaction is to guide different approaches into one direction to fight diseases. 



< Chiudi

Social Monitoring and Reporting in Europe – The Quality of Society and Individual Quality of Life - How do they relate?
Social Monitoring and Reporting in Europe – The Quality of Society and Individual Quality of Life - How do they relate?
23/06/2014 - 25/06/2014
Dr. Heinz-Herbert Noll, GESIS, Mannheim

> Leggi tutto
Il 9° incontro nell’ambito del Social Monitoring and Reporting in Europe intende analizzare in particolare le modalità di relazione tra la rilevazione della “qualità delle società” e quella della “qualità della vita individuale” a livello metodologico teoretico e dal punto di vista dell’indagine quantitativa facendo nel contempo spazio alla presentazione dei risultati di indagini empiriche riguardanti singoli paesi e/o il confronto tra paesi UE.
• Download: Expos__.pdf

< Chiudi

Insubria – Laurofillizzazione nelle Alpi meridionali
Insubria – Laurofillizzazione nelle Alpi meridionali
20/06/2014 - 22/06/2014
Prof. Dr. Richard Pott, Hannover

Manifestazione del Rotary-Club Ansbach
Manifestazione del Rotary-Club Ansbach
20/06/2014
Dr. Karl Sturm, Sachsen

Competing Numbers. On the Use of Population Statistics (19th-21st Century)
Competing Numbers. On the Use of Population Statistics (19th-21st Century)
17/06/2014 - 20/06/2014
Maria Dörnemann M.A., Tübingen; Dr. Petra Overath, Köln; Dr. Christiane Reinecke, Hamburg

> Leggi tutto
Il concetto di "popolazione" trae per molti versi la sua esistenza alle statistiche. Nel corso del XX secolo i demografi e altri esperti hanno spesso lanciato dei moniti d'allarme sulla sovrappopolazione o sulla sottopopolazione, su numeri sempre in crescita (o in calo). Il convegno "Competiting numbers" suggerisce di guardare all'uso delle statistiche sulla popolazione, inquadrandolo in differenti contesti politici e sociali e riflettendo sulla sempre maggiore incidenza che le statistiche, a partire del 19 secolo, hanno assunto come stumenti indispensabili della sfera politica, accademica e dei mass media.


< Chiudi

'Il corpo e l'anima dell'arte' - l'opera letteraria di Camillo Boito in dialogo con le arti
'Il corpo e l'anima dell'arte' - l'opera letteraria di Camillo Boito in dialogo con le arti
17/06/2014 - 19/06/2014
PD Dr. Caroline Lüderssen, Heidelberg/Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Immacolata Amodeo/Giovanni Meda Riquier, Villa Vigoni

> Leggi tutto
Call for papers per dottorandi e postdottorandi



< Chiudi

Euro-Workshop
Euro-Workshop "Policy Challenges for the Euro Area"
12/06/2014 - 15/06/2014
Dr. Fabio Colasanti, Bruxelles; Dr. Günter Grosche, Bonn; Sabine Seeger-Regling, Bruxelles

> Leggi tutto
Per la quarta volta ha luogo a Villa Vigoni il workshop estivo sull'euro. Dopo quattro anni di "crisis management", esso intende concentrarsi sulle sfide di "policy" che i governi affronteranno nel prossimo futuro. La sfida più importante per i governi di area euro, soprattuto dell'Europa meridionale, rimane quella di trovare delle modalità per sostenere crescita economica e occupazione.


< Chiudi

La ricezione di Orazio nella letteratura in latino dall’inizio del XV alla fine del XVII secolo
La ricezione di Orazio nella letteratura in latino dall’inizio del XV alla fine del XVII secolo
03/06/2014 - 06/06/2014
Prof. Dr. Marc Laureys, Bonn; Prof. Nathalie Dauvois, Paris; Prof. Donatella Coppini, Firenze

> Leggi tutto
Al centro dell’ultimo di questa serie di convegni è l’Horatius ethicus, Orazio come maestro di morale, e quindi, in primo luogo, la ricezione delle Satire e delle Epistole oraziane. Studi recenti hanno chiarito che l’etichettatura corrente della satira misurata come ‘oraziana’ e della satira aggressiva come ‘giovenaliana’ è in generale troppo schematica per la prima età moderna, e sempre da mettere in discussione per la satira ‘neolatina’. Possiamo formulare così la questione centrale di questo convegno: che cosa si intendeva esattamente come ‘oraziano’ in una satira oraziana nella prima età moderna? Qual era il particolare ed esclusivo tratto distintivo dell’Orazio etico nella satira poetica? Questa questione può trovare risposta attraverso lo studio dei commenti, delle poetiche, delle satire di tipo oraziano. Nei commenti e nelle poetiche si tratterà di esaminare la riflessione teorica su “gli elementi oraziani in Orazio”, cioè nelle sue Satire ed Epistole; nelle satire ‘neolatine’ verificheremo la realizzazione pratica delle (postulate) caratteristiche oraziane. Quale ruolo giocarono i commenti e le poetiche nella individuazione, e costruzione, delle linee tradizionali della satira romana? E come si rapporta ad esse la variegata diversità delle satire ‘neolatine’, anche all’interno dell’opera di un singolo poeta satirico, come ad esempio il Filelfo? Ci interrogheremo, in altre parole, sulle specifiche caratteristiche della ricezione di Orazio in confronto e in contrasto con la ricezione degli altri poeti satirici, e in particolare di Giovenale.

< Chiudi

“As-if” – Figures of Imagination, Simulation, and Transposition in the Relation to the Self, Others, and the Arts
“As-if” – Figures of Imagination, Simulation, and Transposition in the Relation to the Self, Others, and the Arts
03/06/2014 - 06/06/2014
Prof. Andrea Pinotti, Milano; Prof. Dr. Dr. h.c. Sigrid Weigel, Berlin

> Leggi tutto
Le costruzioni del "come se" e le operazioni ad esse correlate dell'immaginazione, della simulazione e dell'immedesimazione - ma anche l'esperimento mentale e la finzione tutta la sua lunga tradizione nella storia delle scienze umane e della cultura - stanno vivendo un nuovo "Rinascimento" grazie agli ultimi sviluppi nel campo delle neuroscienze. La scoperta dei "neuroni a specchio" ha condotto a un ripensamento del cervello e dei suoi meccanismi di risonanza e ha stimolato la ricerca neurlogica a studiare la correlazione fra intenzioni e azioni.
È stato dimostrato che la differenza fra i propri sentimenti e azioni e l'osservazione di azioni e sentimenti di un'altra persona - quale viene formulata nella costruzione "come se" - è costitutiva per la percezione di noi stessi e del nostro corpo, per il nostro rapporto con gli altri e per le nostre percezioni estetiche.
Con questo simposio interdisciplinare si persegue il fine di esplorare il ricco terreno del sapere umanistico e culturologico nel campo del "Come-se" e le operazioni dell'immaginazione, dalla simulazione, della finzione, dell'esperimento mentale, ecc. così come di studiare la rilevanza di immaginazione, simulazione, finzione e esperimento mentale per l'attuale ricerca psicologica, psicoanalitica e neurologica sull'intersoggettività e sull "embodied knowledge". I partecipanti provengono dai campi della filosofia, della critica d'arte, dell'analisi letteraria, dei film e media studies, della psicoanalisi, della psicologia e delle neuroscienze.



< Chiudi

2nd ISSC/ICSU/DFG Young Scientists Networking Conference on „Ecosystems and Human Wellbeing in the Green Economy“
2nd ISSC/ICSU/DFG Young Scientists Networking Conference on „Ecosystems and Human Wellbeing in the Green Economy“
25/05/2014 - 31/05/2014
International Social Science Council (ISSC), Paris; International Council for Science (ICSU), Paris; Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG), Bonn

> Leggi tutto

Il Consiglio internazionale per le scienze sociali (ISSC) e il Consiglio internazionale delle ricerche (ICSU) promuovono, in collaborazione con l’International Network of Next Generation Ecologists e con l’Institute for New Economic Thinking’s Young Scholars Initiative (INET YSI), l’incontro di un gruppo internazionale di giovani scienziati la cui provenienza disciplinare va dall’ambito umanistico e degli studi sociologici a quello delle scienze naturali ed economiche allo scopo di discutere delle problematiche connesse alla transizione verso forme di green economy con riferimento in particolare ai fattori “ecosistema” e “human wellbeing”. L’incontro è il secondo di una serie che si sviluppa secondo il modello delle scienze integrate ed è finanziato dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft.





• Download: Logo.jpg

< Chiudi

Simposio internazionale DFG di critica e storia letteraria sul tema “Allegoria”
Simposio internazionale DFG di critica e storia letteraria sul tema “Allegoria”
19/05/2014 - 23/05/2014
Prof. Dr. Ulla Haselstein, Berlin; Prof. Dr. Friedrich Teja Bach, Wien; Prof. Dr. Bettine Menke, Erfurt; Prof. Daniel Selden, Santa Cruz (USA)

> Leggi tutto
Il simposio mira a riassumere e a sviluppare prospettive sull'allegoria secondo la concezione di Walter Benjamin e Paul De Man. Per entrambi l'allegoria è non solo una figura che dice e presenta qualcosa, intendendone un'altra; essa può esprimere significato anche "smentendo" ciò che rappresenta. L'allegoria è una riflessione del segno nel segno. Attraverso le pratiche autoriflesssive del frammento, della citazione, del collage, della metanarrazione e metafinzione esibite ironicamente, la Modernità e il Postmoderno hanno recuperato l'allegoria come categoria analitica che comporta una rilettura di figure semiotiche intese tradizionalmente come mimetiche. Un punto caratterizzante del simposio consisterà in aspetti inerenti le "Kulturwissenschaften" e la storia: si affronterà l'allegoria come tecnica del ricordo, dell'appropriazione, della penetrazione e della sovrapposizione di culture; del rendersi autonomi di valori (sub)culturali collettivi attraverso narrazioni allegoriche; dei discorsi in cui l'allegoria è stata al centro di una contrapposizione fra idee storicamente in concorrenza fra loro; dei procedimenti allegorici del rendere misterioso e del celare mediante segreti e cifre, funzionali a una comunicazione criptica di alcuni attori culturali. Ci si confronterà inoltre con testi allegorici, opere delle arti figurative e installazioni multimediali in prospettiva di un'analisi delle forme dell'esposizione e della significazione, nello specifico contesto storico della produzione artitistica e culturale.  


< Chiudi

ATHENA (Advanced Theory and Experiments in Nuclear Astrophysics) Final Workshop
ATHENA (Advanced Theory and Experiments in Nuclear Astrophysics) Final Workshop
13/05/2014 - 16/05/2014
Dr. Kerstin Sonnabend, Frankfurt a.M.

Giornata cardiologica clinica
Giornata cardiologica clinica
09/05/2014 - 10/05/2014
Prof. Fabio Belluzzi, Milano

> Leggi tutto

Il 10 maggio 2014 si terrà la XIII Giornata Cardiologica Clinica “controversie e concordanze”, l’incontro oramai alla tredicesima edizione ha ricevuto il riconoscimento ed il patrocinio della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, dell’Università degli Studi di Milano, della Società Sammarinese di Cardiologia e del Centro Italo-Tedesco Villa Vigoni.

Gli argomenti trattati spazieranno dall’utilizzo di nuovi farmaci, come la ranolazina, nella terapia della cardiopatia cronica nei pazienti con ischemia cronica  e esiti di infarto miocardico, alla terapia preventiva ipocolesterolemizzante mediante dieta e farmaci come le statine. Si parlerà anche dei farmaci antipertensivi come prevenzione nelle malattie cardiovascolari. Un capitolo fondamentale ed importante sarà riservato al trattamento di una aritmia molto frequente, la fibrillazione atriale e le nuove procedure nella gestione delle sue complicanze spesso mortali o gravemente invalidanti, prima fra tutte l’ictus cerebrale.



< Chiudi

Compositori d’opera e stratificazione sociale: il ruolo della nobiltà nell’Ottocento europeo (III)
Compositori d’opera e stratificazione sociale: il ruolo della nobiltà nell’Ottocento europeo (III)
02/05/2014 - 04/05/2014
Prof. Dr. Klaus Pietschmann, Mainz; Prof. Fabrizio Della Seta, Pavia; Alessandro Di Profio, Tours

> Leggi tutto
Meyerbeer fra cosmopolitismo aristocratico e società borghesi emergenti

Giacomo Meyerbeer è stato il compositore d'opera europeo più importante nel trentennio segnato dal ritiro di Rossini e l'affermazione definitiva di Verdi e Wagner. Il suo concetto di "grand opèra" storico e spettacolare, infatti, ha avuto conseguenze per la storia del teatro musicale fino al primo Novecento.
Anche da un punto di vista sociale la figura del compositore – nato nel 1791 e morto 150 anni fa, il 2 maggio 1864 – si staglia tra le ultime ripercussioni dell'ancien régime e un nuovo concetto "borghese" di organizzazione della vita musicale. In Italia, negli anni Venti dell'Ottocento, Meyerbeer s'impose nella struttura dei teatri d'opera gestiti dalla nobiltà veneziana, dalla corte sabauda a Torino e dal viceré asburgico a Milano.
A Parigi il successo fragoroso delle sue opere coincide con l'apogeo di un nuovo modello imprenditoriale nella gestione dell'"Opéra". A Berlino invece, Meyerbeer ostentò il prestigio della sua vicinanza alla corte dei re prussiani che lo nominarono maestro di cappella nel 1842.
Queste contraddizioni e stratificazioni di modelli sociali in un Ottocento in piena effervescenza hanno lasciato tracce sia nella drammaturgia che nella musica delle sue opere e naturalmente nella loro recezione nei vari Paesi europei. I contributi del convegno mirano a cogliere aspetti peculiari del teatro musicale ottocentesco finora poco esplorati per contestualizzare la figura di Meyerbeer sia nella storia dell'opera lirica che nella storia sociale e delle mentalità.



< Chiudi

Colorful Galaxies: a Conference for the 65th Birthday of Peppo Gavazzi
Colorful Galaxies: a Conference for the 65th Birthday of Peppo Gavazzi
27/04/2014 - 30/04/2014
Dr. Alessandro Boselli, Marseille; Prof. Peppo Gavazzi, Milano

La ricezione dell’Antichità, esperienze di viaggio e di migrazione, culture-clash – nuove immagini dell’Italia nella letteratura contemporanea in lingua tedesca
La ricezione dell’Antichità, esperienze di viaggio e di migrazione, culture-clash – nuove immagini dell’Italia nella letteratura contemporanea in lingua tedesca
13/04/2014 - 17/04/2014
Prof. Dr. Anne-Rose Meyer, Bonn; Prof. Eugenio Spedicato, Pavia

> Leggi tutto
Nonostante la globalizzazione l'Italia resta un punto di riferimento essenziale per gli scrittori di lingua tedesca. Negli ultimi 15 anni sono venute alla ribalta forme di ricezione di carattere innovativo, che si richiamano alle vestigia dell'antichità, alla realtà vissuta dell'emigrazione, agli stereotipi nazionali, considerati in chiave contrastiva e/o comica. Il colloquio mira a investigare questi nuovi apporti e i loro moventi, in particolare l'immaginario dell'altro, interrogandosi sulle conseguenze che possono derivarne per le pratiche interpretative e per la trasmissione culturale nel suo complesso. Accanto alla letteratura 'alta' viene presa in considerazione la letteratura 'di consumo', la quale, nonostante la sua forza editoriale, resta in questo particolare ambito esclusa dai percorsi della critica.
Alla manifestazione interverrà lo scrittore Hans-Ulrich Treichel.



< Chiudi

L’altra condizione dell’Italia. Il “sud posseduto”: antropologie dei fenomeni di possessione tra Ernesto de Martino e Friedrich Nietzsche
L’altra condizione dell’Italia. Il “sud posseduto”: antropologie dei fenomeni di possessione tra Ernesto de Martino e Friedrich Nietzsche
07/04/2014 - 11/04/2014
Prof. Luca Crescenzi, Pisa; Prof. Dr. Thomas Hauschild, Halle-Wittenberg; Dr. Ulrich van Loyen, Siegen

> Leggi tutto

A metà '800 l’immagine dell’Italia come paese del desiderio subisce un totale cambiamento: la «nobile semplicità e serena grandezza» espressa dalla diffusa percezione winckelmanniana, viene sostituita da un’idea di Sud apparentemente estraneo e distante, dove le forze generatrici si intrecciano e si mescolano con quelle distruttive. Invece di storicizzare e decostruire questa concezione – che si addensa soprattutto nell’elemento dionisiaco, secondo la dizione nietzscheana – come se si trattasse di un semplice rispecchiamento della propria condizione nell’altra, il presente Colloquio intende incentrare l’attenzione su un dato di realtà: verificare innanzitutto quali fossero i rapporti tra intellettuali italiani, tedeschi ed europei in modo da capire come si ispirassero a vicenda e di conseguenza approfondire i rapporti dell’Italia stessa con quell’alterità interna rappresentata dal Mezzogiorno, che portava a percepire il proprio Sud come spazio esclusivo di immaginazione (inizialmente rivolto verso il passato greco-arcaico e poi diretto versi il futuro imperialistico). Si intende presentare e analizzare storie e storiografie di tali possessioni, sempre con riferimento ai casi concreti. A Nietzsche – fondatore nordico dell’idea di un sud “posseduto” – si contrappongono le teorie dell’antropologo e filosofo Ernesto de Martino. Infine si aggiunge la sfida estetica condotta sulla possessione mediterranea di cui sono testimonianza le pellicole di Luigi di Gianni, primo documentarista di de Martino.



< Chiudi

La provocazione del reale. Nuovo realismo e razionalismo. Un dibattito architettonico e filosofico tra Germania e Italia
La provocazione del reale. Nuovo realismo e razionalismo. Un dibattito architettonico e filosofico tra Germania e Italia
31/03/2014 - 03/04/2014
Prof. Dr. Günter Abel, Berlin; Prof. Maurizio Ferraris, Torino; Prof. Arch. Silvia Malcovati, Torino; Prof. Dr. Fritz Neumeyer, Berlin

Da partito dei notabili a partito popolare di massa? Fascisti, comunisti, socialdemocratici e democristiani in Italia e in Germania
Da partito dei notabili a partito popolare di massa? Fascisti, comunisti, socialdemocratici e democristiani in Italia e in Germania
26/03/2014 - 30/03/2014
Prof. Stefano Cavazza, Bologna; Prof. Dr. Thomas Großbölting, Münster; Prof. Dr. Christian Jansen, Münster; Prof. Dr. Thomas Kroll, Jena

> Leggi tutto
articolo sulla homepage di SISCALT (Società Italiana per la Storia Contemporanea dell'Area di Lingua Tedesca)


< Chiudi

I format della giurisprudenza in Europa. Dialogo su forme e mezzi della comunicazione scientifica giuridica
I format della giurisprudenza in Europa. Dialogo su forme e mezzi della comunicazione scientifica giuridica
19/03/2014 - 21/03/2014
Dr. Pietro Denaro, Palermo; Prof. Dr Andreas Funke, Erlangen-Nürnberg; PD Dr. Konrad Lachmeyer, Wien; Prof. Isabel Trujillo, Palermo

> Leggi tutto
I nuovi media stanno modificando il lavoro giuridico e la presentazione dei risultati della ricerca giuridica: le banche dati offrono delle possibilità complesse per la ricerca; inoltre stanno nascendo nuove forme di pubblicazione come ad esempio working papers, riviste online, blog, piattaforme open source, gruppi facebook o network scientifici in rete.
Questo convegno intende riflettere su tali sviluppi e sulle ripercussioni tra i format della ricerca e la conoscenza giuridica: quali funzioni riveste la (rap)presentazione della ricerca scientifica giuridica? Come si potrebbe migliorare la presentazione del sapere giuridico?
Il "Leitmotiv" del colloquio sarà quello di considerare le riflessioni non solo dal punto di vista della ricerca giuridica nazionale ma di inserirle nel contesto della crescente cultura giuridica europea, a partire da un dialogo italo-tedesco.

< Chiudi

Workshop dell'Antalis Packaging Italia
Workshop dell'Antalis Packaging Italia
24/01/2014 - 25/01/2014
Gian Marco Furiani, Lainate (Milano)

L'Emozione ha voce – apprendere la letteratura? Una conferenza scientifica italo-tedesca
L'Emozione ha voce – apprendere la letteratura? Una conferenza scientifica italo-tedesca
20/01/2014 - 24/01/2014
Prof. Dr. Gerhard Lauer, Göttingen; Prof. Massimo Salgaro, Verona

Compositori d’opera e stratificazione sociale: il ruolo della nobiltà nell’Ottocento europeo - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
Compositori d’opera e stratificazione sociale: il ruolo della nobiltà nell’Ottocento europeo - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
05/12/2013 - 07/12/2013
Prof. Dr. Klaus Pietschmann, Mainz; Prof. Fabrizio Della Seta, Pavia/Cremona; Prof. Alessandro Di Profio, Tours

> Leggi tutto
2^ Conferenza di Ricerca di questa serie

Lo scopo di questo ciclo di conferenze trilaterali è quello di analizzare il ruolo della nobiltà nella storia del teatro lirico. Questo secondo incontro sarà incentrato in particolare sui compositori Verdi e Wagner per esaminare i loro contatti con l'aristocrazia e il loro ruolo nel contesto ottocentesco nazionale e internazionale.


< Chiudi

Cells, Genes and Molecules for Cardiac and Vascular Repair
Cells, Genes and Molecules for Cardiac and Vascular Repair
27/11/2013 - 30/11/2013
Prof. Dr. Carlo Gaetano, Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Stefanie Dimmeler, Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Andreas M. Zeiher, Frankfurt a.M.

> Leggi tutto
La medicina rigenerativa rappresenta uno dei campi più avanzati della medicina moderna. Nel 2012 il Premio Nobel per la Medicina è stato conferito a scienziati impegnati nella ricerca sul potenziale rigenerativo degli organismi viventi e delle loro cellule staminali. Tuttavia, l’applicazione di cellule staminali umane alla terapia presenta ancora numerosi problemi tecnici ed etici che ritardano lo sviluppo di questo specifico settore all’avanguardia della biomedicina. Il Dipartimento di Cardiologia della Clinica dell’Università “J.W. Goethe” di Francoforte sul Meno conduce da anni attività molto avanzate e di primo piano mirate all’applicazione di cellule staminali umane adulte nella rigenerazione cardiaca e vascolare. Il convegno scientifico proposto intende riunire i massimi scienziati europei attivamente impegnati in questo settore di ricerca offrendo loro la possibilità di scambiarsi le esperienze, creare nuove opportunità di networking e pianificare le  future attività di comune interesse in questo settore.

< Chiudi

Italian World Heritage' - 'Italia: Fabbrica delle Idee': Posizioni esemplari del canone culturale (1) - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Italian World Heritage' - 'Italia: Fabbrica delle Idee': Posizioni esemplari del canone culturale (1) - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
18/11/2013 - 22/11/2013
PD Dr. Grazia Dolores Folliero-Metz, Siegen; Prof. Maria Teresa Girardi, Milano; Dr. Susanne Gramatzki, Wuppertal; PD Dr. Christoph Oliver Mayer, Dresden

> Leggi tutto
Il colloquio parte da un paradosso: da un lato rimane indiscusso il significato centrale che la cultura italiana riveste per la cultura europea, anzi per la cultura dell’umanità. Dall’altro la ricerca accademica che si occupa della cultura italiana si trova in una posizione sempre più marginale. Partendo da simile preoccupante constatazione, l’incontro intende riflettere sull’irrinunciabile contributo delle scienze umane – e in particolare dell’Italianistica – al fine di riaffermare la rilevanza della cultura italiana nell’ambito dell’attuale concorrenza fra le scienze, nonché per assicurare una prospettiva futura all’analisi scientifica di tale cultura. Il progetto è contraddistinto da uno spirito innovativo, e anche combattivo, e intende dimostrare come l’“Italia, fabbrica delle idee” si sia rivelata un motore culturale proprio nei momenti in cui ha accettato un intenso confronto con l’eredità culturale europea. Il colloquio prende le mosse dal postulato che questa caratteristica debba proseguire: l’Italia e il suo approccio creativo all’eredità culturale non devono solo fungere da oggetto di studio per determinati ambiti delle scienze umane ma anche servire da modello a tali scienze per un confronto decisivo con quella storia che costituisce appunto l’Europa in quanto spazio culturale.

< Chiudi

Atlanti, reti, topografie. La storiografia letteraria e lo spazio in Italia e in Germania - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Atlanti, reti, topografie. La storiografia letteraria e lo spazio in Italia e in Germania - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
04/11/2013 - 07/11/2013
PD Dr. Fabian Lampart, Freiburg; Dr. Maurizio Pirro, Bari

> Leggi tutto
La concezione dello spazio è fino dagli anni '90 al centro della discussione negli studi letterari e culturali e viene sempre di più considerata un'alternativa al paradigma di una strutturazione a carattere temporale della storia della scienza. Il convegno "Atlanti, reti, topografie. Storiografia letteraria e spazio in Italia e Germania", che ha avuto luogo a Villa Vigoni dal 4 al 6 novembre, si è posto l'obiettivo di indagare la funzionalizzazione dello spazio per l'organizzazione e la rappresentazione del sapere letterario. All'interno di un confronto fra tradizioni di storia della scienza fra Italia e Germania si è discusso sul problema della compatibilità di contesti discorsivi nazionali e disciplinari con impulsi internazionali.


< Chiudi

Kurt H. Wolff and Existential Truths - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Kurt H. Wolff and Existential Truths - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
28/10/2013 - 31/10/2013
Prof. Consuelo Corradi, Roma; Prof. Dr. Peter Ludes, Bremen

> Leggi tutto
Questo "Colloquio di Villa Vigoni nell'ambito delle Scienze umane e sociali", con il gentile contributo della German Research Foundation (DFG), è dedicato al sociologo, filosofo, poeta e artista Kurt H. Wolff (1912-2003) e alla sua ricerca di "verità esistenziali".
In questa occasione Villa Vigoni ha organizzato una mostra che riunisce 22 disegni realizzati da Kurt H. Wolff e dal pittore lombardo Piero Gauli.

< Chiudi

Riunione del Direttivo della DFG
Riunione del Direttivo della DFG
27/10/2013 - 30/10/2013
Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG), Bonn

Riunione degli amministratori delegati dei centri di ricerca 'Helmholtz'
Riunione degli amministratori delegati dei centri di ricerca 'Helmholtz'
24/10/2013 - 26/10/2013
Christian Scherf, Deutsches Elektronen-Synchrotron (DESY), Hamburg

German-Italian Symposium on Trafficking of Immune Cells in Inflammation, Development and Disease
German-Italian Symposium on Trafficking of Immune Cells in Inflammation, Development and Disease
21/10/2013 - 24/10/2013
Prof. Dr. Markus Sperandio, Mnchen; Prof. Emilio Hirsch, Torino

Interdisciplinary Discourse: How much is good?
Interdisciplinary Discourse: How much is good?
18/10/2013 - 21/10/2013
Prof. Dr. C. Giovanni Galizia, Universität Konstanz, Zukunftskolleg

1° Colloquio lussemburghese. Lussemburgo: un laboratorio interculturale d’Europa fra integrazione e diversificazione?
1° Colloquio lussemburghese. Lussemburgo: un laboratorio interculturale d’Europa fra integrazione e diversificazione?
15/10/2013 - 18/10/2013
Prof. Dr. Dieter Heimböckel, Université du Luxembourg

> Leggi tutto
In seguito ai fenomeni di mobilità, migrazione e diversificazione sociale, l'interculturalismo sta assumendo un ruolo sempre più importante presso l'opinione pubbica e la ricerca scientifica. Il Primo Colloquio Lussemburghese, organizzato dalla Facoltà di Lingua e Letteratura Tedesca dell'Università del Lussemburgo in cooperazione con Villa Vigoni, si è tenuto dal 16 al 17 ottobre e ha analizzato questi aspetti, anche nel contesto della realtà del Granducato, un paese che presenta particolari caratteristiche sociali, culturali e linguistiche e che, in virtù della sua posizione geografica - al confine fra mondo di lingua romanza e mondo di lingua germanica - si propone come laboratorio culturale europeo.


< Chiudi

Le scritture in prima persona in Europa dalla fine del Quattrocento all'Ottocento. Un'indagine alla luce delle ricerche francesi, italiane e tedesche - Conferenza di ricerca trilaterale
Le scritture in prima persona in Europa dalla fine del Quattrocento all'Ottocento. Un'indagine alla luce delle ricerche francesi, italiane e tedesche - Conferenza di ricerca trilaterale
15/10/2013 - 18/10/2013
Prof. Giovanni Ciappelli, Trento; Prof. Dr. François-Joseph Ruggiu, Paris; Prof. Dr. Claudia Ulbrich, Berlin

> Leggi tutto
1^ Conferenza di ricerca di questa serie
(con il gentile contributo di DFG, FMSH, Villa Vigoni e del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento)
Dalla fine degli anni ‘90, la ricerca sugli scritti personali (i diari, le autobiografie, le memorie - chiamati anche scritture in prima persona, ‘egodocuments’ o ‘Selbstzeugnisse’) ha conosciuto in vari paesi europei, in particolare nei Paesi Bassi, in Spagna o in Polonia, ma soprattutto in Germania, Francia e Italia, una crescita notevole. Dalla metà degli anni 2000, i ricercatori di questi paesi cercano di coordinare meglio i loro sforzi sia per produrre una storia europea di questo genere di scritture, sia per capire meglio come si può contribuire a scrivere una nuova storia sociale e culturale degli europei per l’età moderna e contemporanea.
I tre workshop trilaterali presso Villa Vigoni mirano principalmente ad esplorare le tematiche comuni ai ricercatori italiani, francesi e tedeschi coinvolti e alla messa a punto di un lavoro comune su un insieme di testi scritti in prima persona.


< Chiudi

Polites - Cives - Citoyen. Un dialogo interdisciplinare sul diritto civile e sulla cittadinanza - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Polites - Cives - Citoyen. Un dialogo interdisciplinare sul diritto civile e sulla cittadinanza - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
11/10/2013 - 14/10/2013
Prof. Luciano Canfora, Bari; Dr. Volker Grieb, Hamburg; Prof. Dr. Michael Sommer, Oldenburg

> Leggi tutto
Diritti civili e cittadinanza sono temi particolarmente attuali in tempi di mobilità sempre crescente, di confini sempre più permeabili, di continuo dibattito intorno alle identità nazionali e culturali. Numerosi fenomeni del presente hanno un  parallelo in epoche precedenti, in particolare nell’antichità greco-romana. La presente manifestazione intende discutere le problematiche relative ai diritti civili e alla cittadinanza grazie a un’indagine interdisciplinare condotta sia sul piano empirico sia sul piano teoretico su larghe basi scientifiche e contrapponendo le comunità civili antica e moderna. L’intento è quello di suscitare un dialogo sul tema, che travalichi i confini delle epoche storiche. Punti focali delle discussioni e delle tavole rotonde saranno “cittadini e status sociale”, “cittadini e Stato” e, infine, “cittadini e globalizzazione”, mentre la riflessione non sarà limitata alla sola Europa ma coinvolgerà anche il contesto extra europeo.

Gli organizzatori auspicano che dalle discussioni del Colloquio e dalla conseguente prevista pubblicazione possano anche scaturire suggerimenti praticabili per i responsabili politici nazionali e internazionali.

< Chiudi

Seminario rotariano Landeskundeseminar
Seminario rotariano Landeskundeseminar
11/10/2013 - 14/10/2013
Dipl.-Ing. Hartmut Schmidt-Petri, Bonn

Discorsi della fotografia. Nuovi modelli di storiografia mediale
Discorsi della fotografia. Nuovi modelli di storiografia mediale
07/10/2013 - 11/10/2013
Dr. Costanza Caraffa, Firenze; Prof. Dr. Steffen Siegel, Jena; Dr. Kelley Wilder, Leicester

> Leggi tutto
Questo colloquio di Villa Vigoni ha riunito importanti ricercatrici e ricercatori di storia della fotografia e ha intensificato contatti preesistenti, contribuendo così alla creazione di una rete più fitta fra i diversi paesi e le istituzionii.
Ci si è confrontati soprattutto sui seguenti interrogativi:
- Quali lacune si osservano attualmente nel contesto della storia della fotografia? Quali desiderata scaturiscono da queste osservazioni?
- A quali aspettative viene associata la futura storia della fotografia? Queste aspettative vengono formulate in base alla provenienza disciplinare, istituzionale e forse ancora nazionale degli studiosi?
- Quali forme di collaborazione esistono già e quali dovrebbero essere estese e/o incentivate?
- Quali formati di conferenze, convegni e pubblicazioni dovrebbero essere realizzati con maggiore frequenza?



< Chiudi

Il lato oscuro della tarda antichità. Marginalità e integrazione delle correnti esoteriche nella spiritualit filosofica dei secoli II-VI - Conferenza di ricerca trilaterale
Il lato oscuro della tarda antichità. Marginalità e integrazione delle correnti esoteriche nella spiritualit filosofica dei secoli II-VI - Conferenza di ricerca trilaterale
03/10/2013 - 06/10/2013
Prof. Dr. Helmut Seng, Konstanz / Frankfurt a.M.; Dr. Luciana Soares, Paris; Dr. Chiara Ombretta Tommasi, Pisa

> Leggi tutto
Questa conferenza di ricerca trilaterale si propone di considerare come e in qual misura una serie di correnti marginali, solo parzialmente allineate alla cultura dominante, permearono la spiritualità dei secoli II-VI d.C. – ossia il periodo che tradizionalmente nella storia degli studi classici caratterizza la tarda antichità – ma soprattutto interagirono con la maggiore delle correnti filosofiche dell’epoca, il Platonismo. Si indagherà come siffatti movimenti interagirono all’interno del tessuto socio-culturale dell’impero romano, in particolare in che misura essi vennero recepiti ovvero rifiutati dalla cultura dominante, così da ricostruire il ruolo da essi svolto e giungere in tal modo ad una comprensione più precisa di questo momento della storia delle idee. L'obiettivo sarà dunque quello di esaminare questi aspetti sotto una doppia prospettiva, che prenda in considerazione allo stesso tempo la continuità ovvero la trasformazione (persino una rottura) dei vari movimenti (per esempio tra quanto si suole etichettare come medio- e neo-platonismo) dal punto di vista delle scuole filosofiche, così come la dinamica tra aspetti normativi, “canonici” e aspetti esoterici, cercando di stabilire quale ruolo tale rapporto contrastivo abbia avuto nello sviluppo di queste dottrine. Questa serie di conferenze trilaterali si divide in tre temi tra loro connessi: 1. Controversie, identità, ortodossie ed eresie ; 2. Gerarchie ; 3. Testi, rituali, esperienze spirituali.

< Chiudi

Il diritto romano e le culture straniere - influenze e dipendenze interculturali nell'Antichità - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Il diritto romano e le culture straniere - influenze e dipendenze interculturali nell'Antichità - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
29/09/2013 - 02/10/2013
Prof. Dr. Peter Gröschler, Mainz/Trento; Prof. Francesco Milazzo, Catania/ Akureyri (Island)

> Leggi tutto
Il colloquio approfondisce un argomento che negli ultimi anni ha occupato molto la ricerca sulla storia del diritto: è cresciuta la consapevolezza che il diritto romano non si è affatto costituito come un unico ‘monolito’ isolato, ma si inseriva invece, come tutti gli ordinamenti giuridici, in un contesto interculturale e in un processo di scambio. Le interazioni con altre culture giuridiche avvenivano in vari modi; certamente i rapporti di forza politici giocavano la loro parte, ma anche taluni aspetti di opportunità e di utilità favorivano gli scambi e spesso anche l’integrazione di elementi “estranei”. La complessa rete relazionale delle disposizioni giuridiche che ne risultò può fungere da modello per lo scambio culturale di per sé, non solo in riferimento all’Antichità. Il colloquio si propone di esaminare momenti paradigmatici di interscambio e di ricostruire in tal modo la storia del diritto romano quale storia di collisioni e, in uno, di fertili contaminazioni con altre forme giuridiche in varie epoche.

< Chiudi

Seconda conferenza europea dei giudici sul diritto dei marchi
Seconda conferenza europea dei giudici sul diritto dei marchi
25/09/2013 - 27/09/2013
Prof. Dr. Thomas Hoeren, ITM Münster

Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
19/09/2013 - 21/09/2013
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim; Dr. Giangiacomo Torri, Milano

Rifondare l'uomo. Empirismo medico e filosofia della natura umana in Europa nei secoli XVII e XVIII - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
Rifondare l'uomo. Empirismo medico e filosofia della natura umana in Europa nei secoli XVII e XVIII - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
16/09/2013 - 19/09/2013
Prof. Dr. Carsten Zelle, Bochum; Prof. Nunzio Allocca, Roma; Prof. Claire Crignon, Paris

> Leggi tutto
L’immagine della «rivoluzione scientifica», fondata su una definizione unilaterale della
scienza come frutto delle scoperte prodotte nel campo delle scienze fisiche e matematiche
durante la prima metà del XVII secolo, si è molto «decentrata» a partire dagli anni ’90, per
far posto a una concezione più aperta e pluralista dello sviluppo della conoscenza, che
riconosca l’esistenza di modi di razionalità propri alla medicina. Si tiene ora in conto la
riflessione che i medici hanno condotto, in epoca moderna, sulle modalità di riforma del
metodo della guarigione (methodus medendi), si studiano le forme che ha assunto il metodo
sperimentale in medicina, e il modo è venuta definendosi la forma dell’empirismo medico
moderno e metodico, distinta dell’empirismo volgare dei « quacks » e dei ciarlatani. Negli
ultimi anni sono anche state messe in discussione le nette contrapposizioni – riferite a periodi
storici (antichi / moderni), o a modelli di conoscenza (empirismo / razionalismo,
meccanicismo / finalismo), o a correnti di pensiero (aristotelismo e scolastica da un lato /
cartesianismo dall’altro) – che hanno largamente contribuito a rendere la rivoluzione
scientifica «introvabile». Partendo da tali nuove prospettive di ricerca, questo seminario si
propone di riflettere in maniera sistematica sul modo di valutare le importanti trasformazioni
che caratterizzano la medicina nel XVII e nel XVIII secolo, sia come scienza che come arte
pratica.

< Chiudi

L'importanza del pragmatismo per le scienze sociali e umane contemporanee - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
L'importanza del pragmatismo per le scienze sociali e umane contemporanee - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
10/09/2013 - 13/09/2013
Dr. Tanja Bogusz, Berlin; Dr. Roberto Frega, Bologna; Dr. Albert Ogien, Paris

> Leggi tutto
Descrizione (in tedesco)

Das zweite Forschungsatelier befasst sich mit der Frage der Normativität und seinen pragmatistischen Reflexionsweisen. Unter Normativität verstehen wir hier jegliche Form der Steuerung des öffentlichen Lebens. Diese kann sich auf den öffentlichen Raum, auf den Bereich des Rechts oder auf weitverzweigte Konstitutionsformen sozialer Ordnungen beziehen. Das Forschungsatelier will sich in besonderer Weise mit der Beziehung zwischen vor- und beschreibenden Dimensionen der Normativität (Präskription vs. Deskription) befassen. Diese Perspektive ermöglicht eine vertiefte Auseinandersetzung mit einer zentralen Fragestellung der drei Forschungskonferenzen: Wie gestaltet sich die Beziehung zwischen Philosophie und Sozialwissenschaften? Wie kann der Pragmatismus seine Vermittlerrolle wahrnehmen, indem er einen interdisziplinären Dialog ermöglicht? Dazu werden einerseits empirisch informierte Fragen an das Werk John Deweys gestellt, andererseits erkenntnistheoretische Überlegungen diskutiert.


< Chiudi

Seminario di ricerca 'La formazione precoce dell'infanzia'. Aspetti attuali a confronto a livello internazionale
Seminario di ricerca 'La formazione precoce dell'infanzia'. Aspetti attuali a confronto a livello internazionale
09/09/2013 - 13/09/2013
Robert Bosch Stiftung GmbH, Stuttgart

Masterclass di violino con Prof. Petru Munteanu
Masterclass di violino con Prof. Petru Munteanu
29/07/2013 - 02/08/2013
Europäisches Jugend Musikfestival Passau e.V.; Villa Vigoni

> Leggi tutto

• Download: bando.pdf

< Chiudi

Seminario per giornalisti regionali
Seminario per giornalisti regionali
27/07/2013 - 28/07/2013
Europäische Akademie Berlin in collaborazione con Villa Vigoni

> Leggi tutto
La Germania ha assunto una posizione dominante in Europa? L’Eurozona rischia di dissolversi? L’Europa rischia di morire di austerità? Le attuali turbolenze della moneta unica sollevano molti interrogativi. In tutto ciò la Germania, in quanto economia più forte dell’Eurozona, gioca un ruolo particolarmente importante.

Il Seminario per giornalisti italiani di testate regionali, organizzato dalla Europäische Akademie di Berlino in collaborazione con Villa Vigoni, si propone dal 27 al 28 luglio di fornire ai rappresentanti dei media informazioni di prima mano, aspetto particolarmente interessante in vista delle vicine elezioni parlamentari tedesche.



< Chiudi

Modernità senza confini: comunità degli stati - simbiosi delle culture - incontro fra le arti nei diari di Harry Graf Kessler - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
Modernità senza confini: comunità degli stati - simbiosi delle culture - incontro fra le arti nei diari di Harry Graf Kessler - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
24/07/2013 - 27/07/2013
Dr. Roland Kamzelak, Marbach; Prof. Alexandre Kostka, Strasbourg; Prof. Dr. Ulrich Ott, Öhningen; Prof. Luca Renzi, Urbino

> Leggi tutto
Questa terza Conferenza di ricerca trilaterale (promossa da Villa Vigoni, dalla German Research Foundation (DFG) e dalla Maison des Sciences de l'Homme) si occupa del tema "Tra libri e palcoscenico: Harry Graf Kessler come scrittore e guida all'interno del panorama culturale". Particolare attenzione sarà dedicata ai meriti di Kessler negli ambiti della letteratura, del teatro e della danza classica.

< Chiudi

The Margins of Citizenship: “Deportability”, Illegality and Statelessness in the 20th Century - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
The Margins of Citizenship: “Deportability”, Illegality and Statelessness in the 20th Century - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
22/07/2013 - 25/07/2013
Prof. Daniela Caglioti, Napoli; Jun.-Prof. Barbara Lüthi, Köln; Dr. Miriam Rürup, Hamburg

> Leggi tutto
Questo workshop viene organizzato da un gruppo internazionale di giovani ricercatori e intende affrontare concretamente, attraverso lo scambio interdisciplinare, la questione della cittadinanza e della regolamentazione giuridica dell’“appartenenza” e rispettivamente della “non-appartenenza”. Si indagherà, tanto sul piano diacronico quanto su quello sincronico, lo stato di “legalità” e di “illegalità” e verrà altresì esaminata la connessione fra tali disposizioni d’ordine e l’auto-percezione della rispettiva società politica. Anche le conseguenze che queste assegnazioni o negazioni dello stato di legalità significano per il singolo individuo e per la sua “disponibilità” saranno oggetto di analisi.

< Chiudi

Euro-Workshop 'Aspects of the euro's future'
Euro-Workshop 'Aspects of the euro's future'
18/07/2013 - 21/07/2013
Sabine Seeger, Bruxelles; Dr. Günter Grosche, Bonn; Dr. Fabio Colasanti, Bruxelles

Seminario estivo 'Italia - Storia, Cultura e Attualità'
Seminario estivo 'Italia - Storia, Cultura e Attualità'
15/07/2013 - 17/07/2013
Villa Vigoni

> Leggi tutto

Conferenza del Prof. Dr.-Ing. Günter Heinrich: 'Neue Wege mit regenerativen Energien'
Conferenza del Prof. Dr.-Ing. Günter Heinrich: 'Neue Wege mit regenerativen Energien'
12/07/2013
Villa Vigoni / Prof. Dr.-Ing. Günter Heinrich, Helbigsdorf

> Leggi tutto
12 luglio 2013
ore 18.00

< Chiudi

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
07/07/2013 - 10/07/2013
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e.V. Speyer

Inaugurazione della mostra fotografica 'Blumen: Ignazio Vigoni fotografo'
Inaugurazione della mostra fotografica 'Blumen: Ignazio Vigoni fotografo'
06/07/2013
Villa Vigoni

> Leggi tutto
La mostra verrà inaugurata alle ore 17.00 (Villa Garovaglio).
In seguito avrà luogo il tradizionale concerto estivo in ricordo di Ignazio Vigoni.
• Download: locandina_web.pdf

< Chiudi

Forum Vigoni 'Migrazione - Cultura - Creatività'
Forum Vigoni 'Migrazione - Cultura - Creatività'
03/07/2013 - 07/07/2013
Prof. Dr. Hans Vorländer, Dresden; Prof. Fulvio Longato, Trieste; Prof. Dr. Immacolata Amodeo, Villa Vigoni

> Leggi tutto
Il Forum si occupa degli effetti creativi della migrazione. I percorsi di vita di molti artisti, letterati e registi nell'Italia e nella Germania contemporanee incrociano differenti lingue, culture e continenti. Si contraddistinguono per mobilità, multilinguismo e competenze interculturali. I loro testi, i loro quadri e le loro pellicole trattano di fuga ed espulsione - ad esempio da Paesi africani - e della ricerca di asilo e del ritrovamento di una nuova patria in Europa. L'arte qui si è ovviamente sviluppata a pari passo con la globalizzazione. Il Forum riunisce e fa dialogare artisti ed esperti del mondo scientifico e della politica generando di conseguenza una vivace tensione fra la produzione artistica nella migrazione e i processi sociali e le condizioni politiche entro le quali tali opere d'arte si sviluppano.

< Chiudi

The Ecological Value of European Habitats - Ecosystem Services and Biodiversity
The Ecological Value of European Habitats - Ecosystem Services and Biodiversity
28/06/2013 - 30/06/2013
Prof. Dr. Richard Pott, Hannover; Prof. Carlo Blasi, Roma

> Leggi tutto
Nella dichiarazione dei Ministri dell'Ambiente al G8 di Potsdam nel 2007 fu dato il via all'iniziativa relativa allo studio sul valore della natura 'The Economics of Ecosystems and Biodiversity' (TEEB) che venne poi presentato come dichiarazione conclusiva nella conferenza delle parti (COP 10) della Convenzione delle Nazioni Unite sulla diversitàbiologica (CBD) tenutasi nell'ottobre del 2010 a Nagoya in Giappone. In essa vengono riassunti i presupposti per una valutazione economica della biodiversitàe degli ecosistemi che il presente convegno intende analizzare relativamente ai Paesi europei. Verranno trattate questioni riguardanti il 'Valore della natura' da punti di vista di economia di mercato e sotto l'aspetto della protezione della natura e ai fini della natura stessa.

< Chiudi

The Arabic, Hebrew and Latin Reception of Avicenna's Natural Philosophy
The Arabic, Hebrew and Latin Reception of Avicenna's Natural Philosophy
26/06/2013 - 30/06/2013
Prof. Dr. Dag Nikolaus Hasse, Würzburg; Prof. Amos Bertolacci, Pisa

> Leggi tutto





Breve descrizione (in lingua inglese):


The Arabic philosopher Avicenna (Ibn Sina, d. 428 AH / 1037 AD) is increasingly recognized as a pivotal figure in history, in virtue of his philosophical originality and his great impact on later authors. The conference brings together scholars working on Avicenna's reception in different linguistic and religious cultures, who can shed light on the fortuna of Avicenna's natural philosophy from different angles: as Arabists, Hebraists or Latinists, as philosophers, historians of philosophy or historians of science. The idea is to study the influence of all parts of Avicenna's natural philosophy, that is: physics, cosmology, theory of generation and corruption, meteorology and mineralogy - including the theory of the living world.

As the precursor conference on Avicenna's metaphysics, which was held in 2008 at the Villa Vigoni, this conference too is financed by the Volkswagen Foundation. The proceedings of the 2008 conference have been published as The Arabic, Hebrew and Latin Reception of Avicenna's Metaphysics, Berlin: deGruyter, 2012.

< Chiudi

Vigoni Lecture: Dialogo tra Giuseppe Vita e Sergio Romano: 'Italia e Germania: a cosa serve l'Europa?'
Vigoni Lecture: Dialogo tra Giuseppe Vita e Sergio Romano: 'Italia e Germania: a cosa serve l'Europa?'
24/06/2013
Villa Vigoni; Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI), Milano

> Leggi tutto
La "Vigoni Lecture" intende rivolgersi a un ampio pubblico in Italia e in Germania. Personalitàdel mondo della politica, dell'economia o della ricerca affrontano temi di interesse per le societàdi entrambi i Paesi e dell'Europa tutta. La "Vigoni Lecture" ha luogo con cadenza annuale alternativamente in Italia e in Germania.
La "Vigoni Lecture" 2013 si svolge presso l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) a Milano.

< Chiudi

Cell Death and Disease
Cell Death and Disease
19/06/2013 - 22/06/2013
Dr. Domenico Delia, Milano; Dr. Eleonora Candi, Roma; Prof. Dr. Peter Krammer, Heidelberg; Prof. Dr. Hans-Uwe Simon, Bern

> Leggi tutto
La morte cellulare programmata, cosiddetta apoptotica, svolge un ruolo significativo nella patogenesi di numerose malattie. Sia nelle malattie infiammatorie croniche che nelle malattie tumorali si registra una deregolazione di questo tipo di morte cellulare. Negli ultimi anni sono state acquisite sempre maggiori conoscenze riguardanti l'elaborazione dei segnali di questo tipo di morte cellulare che consentono l'introduzione di nuove strategie diagnostiche e terapeutiche. Attualmente vengono sviluppate - tra l'altro dai partecipanti al convegno - sostanze di nuovo tipo e mirate alla terapia di patologie maligne e infiammatorie. Si discuteràse ed eventualmente in che modo queste nuove possibilitàterapeutiche possano in futuro integrare o addirittura sostituire i metodi terapeutici convenzionali. Il convegno mireràpertanto a valutare come si possa stabilire in futuro quale terapia per quale singolo paziente malato di tumore sia la più idonea.

< Chiudi

Forme di famiglia in Europa - Sponsa Christi
Forme di famiglia in Europa - Sponsa Christi
19/06/2013 - 22/06/2013
Prof. Dr. Susanne K. Elm, Berkeley; Prof. Dr. Barbara Vinken, München

> Leggi tutto
Scopo di questo convegno scientifico è quello di assimilare in modo esemplare, nei punti di contatto storici, alla figura della Sponsa Christi, dagli albori fino al XIX secolo, la ramificata, complessa e interdisciplinare storia della famiglia, in quanto storia europea delle idee adottando un approccio transdisciplinare che tocca le discipline della storia, della storia dell'arte, della scienza letteraria di ispirazione teologica, della filologia classica e della filosofia.

< Chiudi

Manifestazione in occasione del novantesimo anniversario del CNR
Manifestazione in occasione del novantesimo anniversario del CNR
15/06/2013 - 16/06/2013
Dr. Virginia Coda Nunziante, CNR, Roma

> Leggi tutto
Nel quadro delle iniziative programmate per la Celebrazione del Novantesimo Anniversario del Consiglio Nazionale delle Ricerche, si tiene a Villa Vigoni un Evento organizzato dal CNR con la Max Planck Gesellschaft (MPG) al fine di rafforzare i legami cooperativi tra i due maggiori Enti di Ricerca in Italia e in Germania e delineare nuove sinergie anche in vista del prossimo Programma Quadro per la Ricerca e l' Innovazione 'Horizon 2020' dell'UE.

L' Evento si articola in una prima sessione istituzionale che ha luogo il 15 Giugno in cui si incontrano i Presidenti del CNR, Luigi Nicolais, e del MPG, Peter Gruss, per delineare nuovi possibili scenari di sviluppo della cooperazione scientifica e tecnologica sul piano internazionale. Al termine della sessione è prevista la firma di un Accordo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica tra il CNR e la MPG.

Il giorno 16 Giugno è prevista invece una seconda sessione in cui si tengono in parallelo due Workshop sui temi di 'Biosphere-Atmosphere Interactions and Communications' e 'Quantum Science and Technology' organizzati dai Dipartimenti Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l' Ambiente, Scienze Bio-Agroalimentari, Scienze Fisiche e Tecnologie della Materia. Tali Workshop riuniscono esperti di fama internazionale del CNR e del Max Planck al fine di dare prosecuzione alle collaborazioni scientifiche giàin atto; attivare nuove azioni di partenariato da sviluppare in ambito bilaterale e multilaterale; elaborare conclusions che possano contribuire alla definizione di specifiche tematiche di ricerca nel quadro delle prioritàdi R&I delineate a livello europeo.

< Chiudi

8° Seminario franco-tedesco per dottorandi sul diritto pubblico comparato ed europeo
8° Seminario franco-tedesco per dottorandi sul diritto pubblico comparato ed europeo
13/06/2013 - 15/06/2013
Prof. Diana-Urania Galetta, Università degli Studi di Milano; Prof. David Capitant, Université Paris 1-Panthéon-Sorbonne

> Leggi tutto




Sotto la direzione scientifica dei Prof. Karl-Peter Sommermann (DHV Speyer) e Johannes Masing (Freiburg i. Br.) dal lato tedesco, dei Prof. David Capitant (Paris I) e Olivier Jouanjan (Strasbourg) dal lato francese, così come della Prof.ssa Diana-Urania Galetta dell'Universitàdegli Studi di Milano, il collegio dottorale franco-tedesco intende rafforzare il supporto scientifico per quei dottorandi che si cimentano con tematiche di diritto pubblico in una prospettiva di diritto comparato ed europeo. Grazie al sostegno finanziario della 'Deutsch-Französischen Hochschule' il collegio organizza ogni anno seminari di dottorato, nell'ambito dei quali i dottorandi sono chiamati a presentare una relazione che saràsuccessivamente commentata da un altro dottorando del collegio e sottoposta a una discussione collettiva alla quale prendono parte sia i dottorandi che i professori.
L'introduzione al seminario in forma di una lezione magistrale saràtenuta dal Prof. Jacques Ziller (Pavia - giàParis I e Istituto Universitario Europeo di Fiesole) sul tema 'L'interazione tra diritto dell'Unione Europea e diritto degli stati membri'. Ulteriori contributi trattano: del compito della radiodiffusione pubblica; della differenza tra contratti di diritto amministrativo e contratti privati dell'amministrazione; delle direttive europee sull'indipendenza; dell'accesso a documenti nell'ambito di processi di decisione legislativi; dell'autonomia universitaria in Francia e in Germania; dei diritti fondamentali europei; del matrimonio omosessuale; del controllo di costituzionalit�; del paragone tra le corti costituzionali nazionali in Francia e in Germania. Il seminario si conclude con una relazione del Prof. Dr. Dr. h.c. mult. Dieter Grimm, giàgiudice della Corte Federale Costituzionale tedesca intitolata 'La giurisprudenza della Corte Federale Costituzionale sull'Europa è giunta a un punto di svolta?'.

< Chiudi

Philosophical Digital Libraries and Multilingualism - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Philosophical Digital Libraries and Multilingualism - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
10/06/2013 - 13/06/2013
Dr. Klaus Ceynowa, München; Prof. Riccardo Pozzo, Roma

> Leggi tutto
Nel solco dell'iniziativa 'Migrazione, Integrazione, Collaborazione' lanciata alla Villa Vigoni nel 2011, il colloquio si occupa di fenomeni migratori secondo il punto di vista del trasferimento di principi organizzativi e competenze in contesti multiculturali. Per sua natura, la cultura è una realtà dinamica in continua evoluzione, nella quale il dato della tradizione viene conservato e riformulato in processo di costante reinterpretazione. In un mondo globalizzato dobbiamo puntare all'arricchimento vicendevole. Un primo passo in questa direzione è legare lo studio del pensiero alla scoperta della ricca diversitàdelle culture: così la memoria diventa cosmopolita, i diritti umani universali e i confini connettivi. Strumento indispensabile sono le biblioteche digitali multilingue, tra le quali la World Digital Library, lo European Cultural Heritage on Line e il Lessico Intellettuale Europeo. La questione viene affrontata nei suoi aspetti storici, giuridici, economici e sociali, con tutta l'ampiezza interdisciplinare del Progetto Migrazioni del CNR.

< Chiudi

Wahrheitskommissionen in Europa - 'Villa Vigoni-Gespräch in den Geistes- und Sozialwissenschaften' (im Rahmen einer Vereinbarung mit der DFG)
Wahrheitskommissionen in Europa - 'Villa Vigoni-Gespräch in den Geistes- und Sozialwissenschaften' (im Rahmen einer Vereinbarung mit der DFG)
05/06/2013 - 08/06/2013
Dr. Giovanna D'Amico, Torino; Dr. Norman Domeier, Stuttgart; Dr. Thomas Weber, Aberdeen

> Leggi tutto

La ricezione di Orazio nella letteratura in latino dall'inizio del XV alla fine del XVII secolo (Italia - Germania - Francia) - 'Conferenza trilaterale di ricerca'
La ricezione di Orazio nella letteratura in latino dall'inizio del XV alla fine del XVII secolo (Italia - Germania - Francia) - 'Conferenza trilaterale di ricerca'
03/06/2013 - 06/06/2013
Prof. Dr. Marc Laureys, Bonn; Prof. Nathalie Dauvois, Paris; Prof. Donatella Coppini, Firenze

> Leggi tutto
II - HORATIUS LYRICUS

Se per la tradizione medioevale, e ancora per Dante, Orazio è "Orazio satiro", a partire da Petrarca la lirica oraziana si fa oggetto di studio e modello di poesia. Nel Quattrocento l'Orazio lirico entra nella scuola e nel canone dei poeti antichi 'da imitare', e progressivamente, insieme ai temi e al linguaggio, anche le forme metriche del poeta latino - difficili da frequentare nel primo umanesimo - si impongono nelle raccolte di carmi umanistici. La figura del commentatore spesso coincide con quella del poeta oraziano: a partire dall'attivitàesegetica Cristoforo Landino e dall'editio princeps veneziana del 1471/72, edizioni, commenti e volgarizzamenti si susseguono, dal Quattrocento al Settecento, e Orazio, da ispiratore di odi sporadicamente inserite in raccolte elegiache o epigrammatiche, si fa progressivamente maestro canonico di poesia lirica.

L'incontro intende dunque approfondire e articolare l'analisi della ricezione di Orazio lirico in Europa, nell'arco dei secoli indicato e con particolare riguardo all'Umanesimo e al Rinascimento, sia negli studi che nell'attività poetica, col fine di rinnovare lo sguardo sulla poetica del Rinascimento, sulla circolazione di temi e forme liriche, sull'incidenza della lingua oraziana nello sviluppo della lingua poetica latina.

< Chiudi

Max Weber, la Città e lo Stato ('Leggere i classici') - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
Max Weber, la Città e lo Stato ('Leggere i classici') - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
28/05/2013 - 01/06/2013
Prof. Dr. Andreas Anter, Leipzig; Prof. Dr. Hinnerk Bruhns, Paris; Dr. Furio Ferraresi, Bologna

> Leggi tutto
Il convegno si propone di analizzare i passaggi salienti riferiti ai temi della "città" e dello "Stato" nella sociologia storica di Max Weber. Particolare attenzione sarà rivolta al testo di Max Weber "La città", edizione postuma del 1921. Verranno inoltre esaminati gli scritti frammentari di Weber sulla sociologia dello Stato, e infine si discuterà dello studio di Weber dedicato alla Cina che sostituisce una riflessione interessante rispetto alla classica teoria sull'affermazione del capitalismo secondo il modello occidentale.

< Chiudi

La poesia e i nuovi media (Colloquio per dottorandi) - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
La poesia e i nuovi media (Colloquio per dottorandi) - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
22/05/2013 - 25/05/2013
Prof. Pietro Cataldi, Siena; PD Dr. Caroline Lüderssen, Heidelberg/Frankfurt a.M.; Prof. Dr. Christine Ott, Frankfurt a.M.; Prof. Alessandro Scarsella, Venezia

> Leggi tutto
Attualmente, la riflessione scientifica sulla tematica 'Poesia e nuovi media' è ancora tutta da costruire. Allo stesso tempo, si tratta di una tematica che apre agli studi letterari e culturali un vasto campo di indagini, aperto ad approcci letterari ed estetici, alla prospettiva delle scienze dei media e infine anche alle indagini di sociologia culturale. Il nostro colloquio di dottorandi si pone l'obbiettivo di esplorare nuove manifestazioni e allo stesso nuovi aspetti formali-stilistici e poetologici della poesia.

Interrogarsi su poesia e nuovi media implica l'assunzione di un duplice punto di vista. Da una parte considerare in che misura storicamente la poesia abbia interagito con i nuovi media, a partire dall'invenzione della stampa a caratteri mobili, fino alle più recenti forme di trasferimento digitale. Dall'altra indagare l'interazione fra i codici della tradizione e le nuove lingue speciali dei media.

In tal senso saranno proposti percorsi di lettura in cui trasposizione intermediale audio-visiva (radiofonia, fumetto, youtube), ricezione e ascolto (podcast) e creazione di modalitàtestuali provocatorie (reciprocità  dei contenuti, immagini in movimento, realtà'aumentate' e cross-media), ipotizzino nuovi modi di produrre e trasmettere significato.

< Chiudi

Combustion Dynamics and Combustion Noise
Combustion Dynamics and Combustion Noise
13/05/2013 - 16/05/2013
Prof. Dr.-Ing. Christian Oliver Paschereit, Berlin

> Leggi tutto
Descrizione del convegno (in inglese):


Scope
Combustion generated sound is an important aspect to consider in the development of modern energy and propulsion technology. The three main phenomena encountered in this field are: direct combustion noise, indirect combustion noise, and combustion instabilities. Combustion noise refers to a one-way coupling between sound field and flame, where turbulent fluctuations in the approach flow cause unsteadiness in the heat release rate, which in turn is a source of sound. Feedback from the acoustic waves into the flow field and the flame are not considered here. Sound is also generated indirectly when temperature non-uniformities due to unsteady combustion are convected through regions with mean-flow gradients, such as a nozzle. In a confined situation, acoustic waves caused by unsteady combustion are reflected from the system's boundaries and eventually return to the burner flow field and the flame, where they generate a further perturbation in the heat release rate. Under certain phase conditions, an unstable feedback may arise resulting in an amplification of the fluctuations until a distinct single-frequency oscillation at a well defined amplitude is established. In a practical situation, all three phenomena may be present, and a clear distinction between them is often difficult to accomplish.

Goal
The purpose of the 2013 EUROMECH 546 colloquium on 'Combustion Dynamics and Combustion Noise' is to promote collaboration between professionals in various engineering fields. Expert scientists and engineers will exchange ideas and gain awareness on the development of modern energy and propulsion technology as it relates to combustion generated sound.


< Chiudi

Seminario di avvocati italiani e tedeschi
Seminario di avvocati italiani e tedeschi
09/05/2013 - 11/05/2013
Arbeitsgemeinschaft Internationaler Rechtsverkehr im Deutschen Anwaltverein, Berlin; Union Internationale des Avocats, Paris

Law and Literature in Diaspora Studies - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Law and Literature in Diaspora Studies - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
06/05/2013 - 09/05/2013
Prof. Daniela Carpi, Verona; Prof. Dr. Klaus Stierstorfer, Münster

> Leggi tutto
La migrazione globale da parte di individui o di gruppi rappresenta una sfida inedita per lo stato nazionale tradizionale ma anche per i fondamenti culturali di ciascuna società.
Non da ultimo scaturiscono dal fenomeno della migrazione a livello mondiale nuove problematiche scientifiche. Il presente seminario si propone, nell’ambito dei Diaspora Studies, di esaminare la questione dell’elaborazione, in sede teoretica e pratica, del difficile incontro fra le culture nelle dimensioni giuridico legislativa e letteraria. Accanto al taglio interdisciplinare del colloquio spicca il livello internazionale dei partecipanti: entrambe condizioni irrinunciabili per una esplorazione veramente globale della tematica.

< Chiudi

Giornata cardiologica clinica
Giornata cardiologica clinica
03/05/2013 - 04/05/2013
Prof. Fabio Belluzzi, Milano

> Leggi tutto
Alla giornata annuale dedicata alla cardiologia clinica partecipano esperti internazionali al fine di mettere a confronto esperienze diagnostiche, profilattiche e terapeutiche nel settore dei trattamenti cardiologici. Si tratta di un incontro prettamente scientifico, ma in un'ottica clinica, diretta al paziente e che rappresenta una sorta di unicum nel mondo della ricerca. Il convegno si chiuderàcon la premiazione dei migliori specializzandi nei campi della cardiologia, anestesia e rianimazione.

< Chiudi

Seduta primaverile del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
Seduta primaverile del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
22/04/2013 - 23/04/2013
Villa Vigoni

> Leggi tutto
La seduta inizia il 23 aprile alle ore 11.00. 

< Chiudi

ISSC/ICSU/DFG Young Scientists Networking Conference on Food Futures
ISSC/ICSU/DFG Young Scientists Networking Conference on Food Futures
14/04/2013 - 20/04/2013
International Social Science Council (ISSC), Paris; International Council for Science (ICSU), Paris, in collaborazione con la DFG (German Research Foundation), Bonn

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua inglese)

Food poses one of the key challenges for human societies in the coming decades. Food Futures encompasses everything from what we eat and food security to the way we research and talk about food. Food is often a central theme in issues related to security, global health, demographics, geography, urbanities, culture and society, political systems, and local and global environments.

The ISSC and ICSU, in collaboration with the DFG, are planning to assemble a large group of young researchers with diverse research perspectives to reflect on Food Futures and debate relevant issues as part of a series of conferences on Integrated Science. The aim is to bring together creative multidimensional, interdisciplinary and transdisciplinary perspectives to address such a complex topic like food systems. These early career scientists will ask what are and will be the challenges related to food, now and in the future, and they are expected to devise the next generation of research programmes and projects, looking for a suitable definition and means to reach global sustainability goals.
The conference is kindly funded by the German Research Foundation.

< Chiudi

Symposium on Materials for Biomedical Applications / Bioceramics
Symposium on Materials for Biomedical Applications / Bioceramics
08/04/2013 - 11/04/2013
Prof. Dr. Rainer Gadow, Stuttgart; Prof. Tiziano Manfredini, Modena; Prof. Valeria Cannillo, Modena; Prof. Laura Montanaro, Torino

Assemblea dei Soci del Circolo degli Amici di Villa Vigoni
Assemblea dei Soci del Circolo degli Amici di Villa Vigoni
05/04/2013
Dr. Jürgen Zech, Köln; Villa Vigoni

Concetti della ricezione: poetica, estetica e transfer culturale - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
Concetti della ricezione: poetica, estetica e transfer culturale - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
25/03/2013 - 28/03/2013
PD Dr. Carolin Fischer, Pau; Prof. Dr. Brunhilde Wehinger, Potsdam; Prof. Diego Saglia, Parma

> Leggi tutto
Questo convegno costituisce il terzo e conclusivo incontro della serie trilaterale intitolata Concetti della ricezione: poetica, estetica e transfert culturale organizzata da Carolin Fischer (Pau), Diego Saglia (Parma) e Brunhilde Wehinger (Potsdam). Obiettivo del progetto è quello di esplorare, a partire da una visione d'insieme delle molteplici manifestazioni della ricezione, i fondamenti teorici dei procedimenti, dei metodi e degli approcci che a tale ambito si ricollegano.

Il progetto di ricerca si incentra su una disamina dei fenomeni di ricezione con lo scopo di investigare: a) i processi di ricezione produttiva; b) le forme della percezione e della valutazione estetica; c) le modalitàdel transfert culturale. I primi due aspetti sono stati oggetto dei convegni precedenti, tenutisi nel giugno 2010 e 2011. In questo terzo incontro il centro dell'interesse si sposta verso gli studi sui transfert culturali, che verranno esaminati in quanto processi di trasformazione fondati su operazioni di intermediazione in limine. Particolare attenzione saràdedicata ad aspetti quali le asimmetrie, gli spostamenti, le metamorfosi e le reinterpretazioni che a tali processi si accompagnano.

L'atto di ricezione viene così ad inscriversi nell'ambito di quelle interferenze tra due culture che questo convegno conclusivo si propone di esaminare sia investigando aspetti specifici (traduzioni, influssi di distinte modalitàdi mediazione, ecc.) che analizzando la configurazione generale e gli effetti del fenomeno del transfert.

< Chiudi

Europa e il Mediterraneo. Contributi della società civile al dialogo transmediterraneo
Europa e il Mediterraneo. Contributi della società civile al dialogo transmediterraneo
21/03/2013 - 22/03/2013
Villa Vigoni (Prof. Dr. Immacolata Amodeo); Dr. Rupert Graf Strachwitz, Maecenata Institut, Berlin

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca)

Der 'arabische Frühling' einerseits und die wirtschaftlichen Probleme einiger südeuropäischer EU-Mitglieder andererseits, haben der künftigen Ordnung des europäischen Raums eine neue Aufmerksamkeit beschert. Dabei ist das Mittelmeer der Raum geworden, in dem sich Europa als kulturelle Idee bewähren muß. Die der EU zugehörigen Mittelmeer-Anrainer haben dabei eine überaus wichtige Rolle, die in Nordeuropa vielfach verkannt wird.

Hier setzt die geplante Tagung an. In einem überschaubaren Kreis von Experten und Multiplikatoren soll die Frage untersucht werden, wie die derzeit defizitäre Perspektive auf das Mittelmeer und seine östlichen und südlichen Anrainer, auf kulturelle Gemeinsamkeiten und Besonderheiten und auf das integrative Potenzial verbessert und wie die sich allmählich abzeichnende europäische Kultursolidarität auf den ganzen Mittelmeerraum ausgedehnt werden kann.

< Chiudi

Seminario internazionale per dottorandi: Imperium, Stato, civitas. Un contributo critico sul concetto postmoderno di potere - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Seminario internazionale per dottorandi: Imperium, Stato, civitas. Un contributo critico sul concetto postmoderno di potere - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
18/03/2013 - 22/03/2013
Prof. Riccardo Cardilli, Roma; Prof. Dr. Martin Schermaier, Bonn

> Leggi tutto
La globalizzazione (economia e finanziaria) ha indebolito la capacità di gestire a livello statuale fenomeni economici e sociali di complessità mondiale. Si ha il paradosso per cui si fronteggia il mercato finanziario globale con le armi spuntate degli ordinamenti giuridici nazionali.

Il paradosso segnalato si riverbera sulla concezione post-moderna del potere e sulla dialettica in essa cristallizzatasi del rapporto tra governanti e governati.
Il concetto di 'Impero' evidenzia una netta differenziazione con il diverso ed antagonista concetto di imperialismo. Una volta riacquisita nella sua originaria costruzione, l'idea di impero è adeguata ad esprimere un modello di inclusione e non escludente della complessità dei rapporti dei diversi popoli in tali realtà inclusi e quelli che ne risultano ancora esclusi. Un'idea, quella di impero, con vocazione universale che potrebbe rifondare, se calata nella concreta dialettica politica dei rapporti tra governanti e governati e tra popoli e potere imperiale, la concezione giuridico politica dell'ordine mondiale. Evidenziando con maggiore chiarezza la vera finalità pacifica di un ordine giuridico globale.

Quale sarà la sorte dello Stato moderno costruito a partire dalla pace di Westfalia? È lo Stato una costruzione storica destinata ad estinguersi? O invece subisce soltanto un processo di trasformazione, assumendo nuove funzioni e in parte modificando le precedenti? Il problema dello Stato è strettamente connesso ai processi di globalizzazione e alla concezione di una più complessa struttura dell'ordine giuridico e politico.

Obiettivo del Colloquio è, pertanto, quello di fornire un adeguato ed esauriente campo di riflessione sul punto che si traduca in concrete proposte relative al superamento politico-giuridico della empasse in corso.

< Chiudi

Revolution and Eternity. Workshop on Fascism's Temporality - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Revolution and Eternity. Workshop on Fascism's Temporality - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
15/03/2013 - 17/03/2013
Dr. Fernando Esposito, Tübingen; Prof. Dr. Sven Reichardt, Konstanz

> Leggi tutto
Il colloquio analizza la problematica delle similarità e/o differenze relative al concetto di “tempo” nell’ambito delle diverse declinazioni del fascismo in Europa. Il punto di partenza è costituito da quegli studi preliminari che mostrano come la concezione del tempo possa sicuramente considerarsi una componente centrale nella teoria e nella prassi politica del fascismo. Il fascismo europeo concretizza poi l’interpretazione del tempo (come accelerazione, come perpetuum, come eternità, come lunga durata…) in una “cronopolitica” che, per la scienza storica contemporanea, costituisce una chiave di lettura del fenomeno del fascismo nonché di alcune sue singole ambizioni e azioni. Non da ultimo la giustapposizione dei diversi concetti di tempo nei fascismi europei e dei concetti di tempo propri del nostro presente potrà contribuire all’ulteriore chiarimento del rapporto contestuale fra tempo e società.

< Chiudi

Social Monitoring and Reporting in Europe - The State of the Art and Future Perspectives
Social Monitoring and Reporting in Europe - The State of the Art and Future Perspectives
13/03/2013 - 15/03/2013
Dr. Heinz-Herbert Noll, GESIS, Mannheim

> Leggi tutto
L'incontro intende fare il punto della situazione per quanto riguarda il Social Monitoring in Europa considerando al contempo le prospettive di sviluppo degli strumenti a disposizione e suggerimenti a proposito di ricerche concomitanti. Si tratta di 'prendere le misure' e caratterizzare l'attuale panorama del Social Monitoring and Reporting -a livello sia nazionale sia sovrannazionale. Ciò che non significa soltanto individuare 'zone grigie', ma soprattutto fornire un'analisi esemplare e una valutazione degli approcci attualmente disponibili (concetti, strumenti, risultati) alla luce del dibattito attuale sul miglioramento dei sistemi di misurazione e sull'osservazione dei fattori individuali e sociali di wellbeing al di làdel dato del PIL. All'incontro partecipano sociologi di molti Paesi europei, rappresentanti degli uffici di statistica e di organizzazioni sovrannazionali, nonché rappresentanti dell'ambito del policy making. Scopo dell'incontro è il continuo scambio di esperienze, nonché la collaborazione e il networking tra i diversi attori e fruitori dei risultati del Social Report al fine di incentivare gli strumenti del Social Monitoring in Europa.

< Chiudi

Compositori d’opera e stratificazione sociale: il ruolo della nobiltà nell’Ottocento europeo - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
Compositori d’opera e stratificazione sociale: il ruolo della nobiltà nell’Ottocento europeo - 'Conferenza trilaterale di ricerca' (nell'ambito di una cooperazione tra DFG, FMSH e Villa Vigoni)
28/02/2013 - 02/03/2013
Prof. Dr. Klaus Pietschmann, Mainz; Prof. Fabrizio Della Seta, Pavia/Cremona; Prof. Alessandro Di Profio, Tours

> Leggi tutto
Prima conferenza di ricerca di questa serie

Lo scopo di questo ciclo di conferenze trilaterale italo-franco-tedesco è quello di analizzare il ruolo della nobiltà nella storia del teatro lirico. Questo primo incontro sarà incentrato in particolare sui compositori Verdi e Wagner. In occasione del bicentenario "Verdi-Wagner" sarà organizzato inoltre un concerto dedicato a questi due compositori.


< Chiudi

Efficienza energetica e trasformazione architettonica nell'edilizia di culto. Italia e Germania - esperienze a confronto
Efficienza energetica e trasformazione architettonica nell'edilizia di culto. Italia e Germania - esperienze a confronto
24/02/2013 - 27/02/2013
Arch. Christiano Lepratti e Arch. Guendalina Salimei, Sapienza - Università di Roma

> Leggi tutto
Il simposio verte sul tema della necessaria trasformazione architettonica del
patrimonio storico e culturale, in particolare degli edifici per il culto. In una
riflessione più ampia il tema dell' efficienza energetica, in relazione ai traguardi e
agli obiettivi della comunitàscientifica appare un approccio necessario per un
innovativo metodo di trasformazione del patrimonio culturale. A questo riguardo,
durante il simposio si confronteranno alcune recenti esperienze in Germania e in
Italia.

< Chiudi

Incontro italo-tedesco dei giornalisti
Incontro italo-tedesco dei giornalisti
09/12/2012 - 11/12/2012
Villa Vigoni in collaborazione con l'Ambasciata di Germania a Roma e con il Ministero degli Affari Esteri, Roma; Claudia Burckhardt, ZDF, Berlin

Cooperazioni italo-tedesche nel campo delle Scienze umane e sociali: strategie e temi
Cooperazioni italo-tedesche nel campo delle Scienze umane e sociali: strategie e temi
03/12/2012 - 06/12/2012
Deutsche Forschungsgemeinschaft, Bonn; Villa Vigoni

> Leggi tutto
Da parecchi anni Villa Vigoni indice un bando nell'ambito di un accordo con la  Deutsche Forschungsgemeinschaft, i Colloqui di Villa Vigoni nelle scienze umane e sociali. Nel contesto di questo programma di sponsorizzazione hanno avuto luogo anche nel 2012 a Villa Vigoni alcuni colloqui ai quali hanno partecipato studiosi provenienti da Italia, Germania e da altri Paesi europei ed extra europei. I Colloqui di Villa Vigoni sono dedicati a temi che approfondiscono l'attuale dibattito sulla cultura, la storia e la societàeuropee. Al centro vi è l'intensa discussione propria della forma del 'colloquio' che differisce consapevolmente dalle consuete modalitàdi conferenza. Con il sostegno della Deutsche Forschungsgemeinschaft, Villa Vigoni organizza quest'anno un ulteriore  incontro al quale partecipano affermati rappresentanti delle varie discipline insieme a nuove leve provenienti da Germania, Italia e, in casi limitati, da altri Paesi. In conformitàai Colloqui di Villa Vigoni, il fulcro dell'appartenenza tematica è nelle discipline umane, culturali e sociali.

< Chiudi

Kick-Off Meeting of the TEMPUS Project QUEECA - Quality of Engineering Education in Central Asia
Kick-Off Meeting of the TEMPUS Project QUEECA - Quality of Engineering Education in Central Asia
26/11/2012 - 29/11/2012
Prof. Dr. Claudio Borri, Firenze

> Leggi tutto
Adeguare gli standard di qualitàe di formazione nelle scuole di Ingegneria dell'Asia centrale a quelli europei: questo è l'obiettivo di QUEECA (Quality of Engineering Education in Central Asia), un progetto 'strutturale' approvato dalla CE nell'ambito del programma TEMPUS nel 2012. Accanto alle maggiori Facoltàdi Ingegneria dei 4 Paesi maggiori dell'Asia centrale, partecipano al progetto tutti i Ministeri dell'Istruzione e dell'Universitàdi quei Paesi (Kazhakstan, Uzbekistan, Tadjikistan, Kirgizstan). Fra i partner EU del progetto hanno un ruolo essenziale l'Universitàdi Firenze (coordinatore e contractor), la Middlesex University in Inghilterra, l'ISEL (Instituto Superior de Engenharia de Lisboa) a Lisbona, la Ruhr-Universität Bochum e l'ASIIN (Akkreditierung von Studiengängen der Ingenieurwissenschaften, der Informatik und der Naturwissenschaften)  in Germania, la SEFI (Société Européenne pour la Formation des Ingénieurs) e l'ENAEE (European Network for Accreditation of Engineering Education) a Bruxelles. La riunione a Villa Vigoni è quella di avvio dell'intero progetto.

< Chiudi

Conclave European Resuscitation Council
Conclave European Resuscitation Council
23/11/2012 - 26/11/2012
Bart Vissers, European Resuscitation Council, Edegem

> Leggi tutto
L'European Resuscitation Council (ERC) si occupa dal punto di vista scientifico della rianimazione e dei pazienti cardiologici instabili in senso lato. Ciò comprende in particolare la promozione della ricerca, la pubblicazione di risultati scientifici rilevanti, lo sviluppo e la pubblicazione delle linee guida europee per il trattamento di questi casi nonché corsi rivolti a diversi destinatari. All'ERC fanno capo 34 organizzazioni nazionali di rianimazione in Europa.

< Chiudi

Agon e distinzione. Luoghi sociali del duello fra Medioevo e Prima Età Moderna
Agon e distinzione. Luoghi sociali del duello fra Medioevo e Prima Età Moderna
21/11/2012 - 24/11/2012
Prof. Dr. Uwe Israel, Dresden; Dr. Christian Jaser, Dresden

> Leggi tutto
Il duello come elemento essenziale della cultura del conflitto medievale e dell'EtàModerna è un fenomeno molto complesso, dinamico e in linea di principio polivalente. Al centro dell'interesse del convegno stanno gli ambienti sociali del duello fra Medioevo e EtàModerna. Partendo da ceti sociali e ambiti funzionali diversi - corte/nobili, esercito/mercenari, citt/cittadini - si intende analizzare il duello come interazione agonale, capace di generare distinzioni sociali e al tempo stesso in grado di aprire spazi d'azione e di patteggiamento. Il convegno intende indagare, tenendo presenti prospettive storiografiche e metodologiche, questioni finora non sufficientemente chiarite ovvero come e sotto quali condizioni avvenne il passaggio dal duello (giudiziario) medievale al duello (d'onore) privato d'EtàModerna.

< Chiudi

Seduta autunnale del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
Seduta autunnale del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
15/11/2012 - 16/11/2012
Villa Vigoni

> Leggi tutto
La seduta inizia il 15 novembre alle ore 12.00.

< Chiudi

Assemblea dei Soci dell'Associazione Villa Vigoni
Assemblea dei Soci dell'Associazione Villa Vigoni
15/11/2012 - 16/11/2012
Villa Vigoni

> Leggi tutto
La seduta inizia il 16 novembre alle ore 10.00.

< Chiudi

Amministrare e ottenere giustizia nell'Impero Romano: la giustizia in epoca romana e le sue fonti documentarie
Amministrare e ottenere giustizia nell'Impero Romano: la giustizia in epoca romana e le sue fonti documentarie
11/11/2012 - 14/11/2012
Prof. Dr. Rudolf Haensch, München; Prof. Frédéric Hurlet, Nantes; Prof. Silvia Strassi, Trieste

Tendere alla perfezione. Concezioni e pratiche europee in trasformazione. - 2: Solidarietà
Tendere alla perfezione. Concezioni e pratiche europee in trasformazione. - 2: Solidarietà
31/10/2012 - 03/11/2012
Dr. Mirko Breitenstein, Dresden; Prof. Dr. Gert Melville, Dresden; Prof. Dr. Gregor Vogt-Spira, Marburg

> Leggi tutto
Die europäische Kultur zeichnet sich seit der Antike durch ein kontinuierliches Verlangen nach Vollkommenheit aus. Diesem liegt die Vorstellung zugrunde, dass es prinzipiell optimale Ausformungen des individuellen und sozialen Lebens gäbe und dass man im durchaus imperativen Sinne danach zu streben habe, sie zu verwirklichen. Ziel der Tagung ist es, dieses Verlangen am am Thema 'Sorge(n)' für den Nächsten und die Gemeinschaft auf konzeptioneller wie auf pragmatischer Ebene einer diachron vergleichenden Analyse zu unterziehen.

Mit 'Sorge(n)' ist eine innere Haltung bezeichnet, die in ihren vielfältigen Ausprägungen und Formen darauf gerichtet ist, soziale Beziehungen zu stiften. Zugleich beschreibt das Sorgen um den Nächsten das praktische Bemühen um Sozialformen, die vom schlichten Gedanken eines Ausgleichs bis hin zu elaborierten Modellen einer Gesellschaft reichen kann, die in Reziprozität und (gegebenenfalls) gegenseitiger Achtung gründet. Zu untersuchen ist somit ein ganzes Spektrum an Konkretisierungen dieser 'Sorge(n)' und des 'Sorgens', die in Gestalt von Nächstenliebe, Patronage, Solidarität, caritas, Wohltätigkeit, Mildtätigkeit etc. entsprechend ihrer jeweiligen historisch bedingten Ausformung zu fassen sind. Gemeinsam ist jenen Konzeptionen stets ein Zugriff auf den Einzelnen, um diesen in harmonisch-ausgleichende Gesellschaftskonfigurationen einzubinden. Annahmen einer kulturanthropologischen Grundlegung des Sorgens für den Nächsten waren dabei im Übrigen nicht selten auch Teil von Staatsutopien. Diese sind somit nicht zuletzt Indikatoren eines breit angelegten Bemühens, dem Verlangen nach Vollkommenheit in Form von Entwürfen einer idealen Ordnung Ausdruck zu verleihen.

Mit 'Sorge(n)' steht mithin ein Grundwert der europäischen Geschichte im Zentrum, der zugleich einen Baustein im Rahmen unserer Tagungsreihe 'Verlangen nach Vollkommenheit' darstellt. Im Aufgriff der gesamten historischen Spannweite der europäischen Kultur sind die Ausformungen jeweils sowohl der konzeptionellen als auch der Handlungsebene zu analysieren. Am Ende soll eine dokumentierte Gegenüberstellung verschiedener Konzeptionen des Begriffs und des Umgangs mit ihnen stehen.

< Chiudi

Forme letterarie della filosofia nell'Antichità, nel Rinascimento e nella prima età moderna
Forme letterarie della filosofia nell'Antichità, nel Rinascimento e nella prima età moderna
28/10/2012 - 31/10/2012
Prof. Dr. Gernot Michael Müller, Eichstätt; Prof. Dr. Enno Rudolph, Luzern

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca):

Dass die literarische Form, in der philosophische Gedanken formuliert werden, für deren Interpretation von hoher Relevanz ist, wird in der Forschung erst allmählich zur Kenntnis genommen und dies, obwohl sich unter den bevorzugten Gattungen des philosophischen Diskurses auch solche von hoher literarischer Kunstfertigkeit finden, wie dies etwa beim literarischen Dialog der Fall ist. Dabei zeigt sich, dass jede Epoche der Philosophiegeschichte ihr je eigenes Gattungsrepertoire herausgebildet hat, welches sich in jeweils spezifischer Kombination aus Adaptationen über mehrere Epochen hinweg gepflegter Gattungen und solchen zusammensetzt, die nur in dieser selbst wirksam geworden sind. Somit liegt nahe, dass ein konstitutiver Zusammenhang zwischen der Signatur des philosophischen Diskurses und des Gattungsspektrums besteht, in dem dieser innerhalb einer Epoche geführt wird. Und in der Tat wechseln sich in der Philosophiegeschichte Phasen, in denen literarische Formen von größerer gedanklicher Uneindeutigkeit und insgesamt höherer literarischer Komplexität bevorzugt wurden, mit solchen ab, die sich bei der Wahl ihrer Darstellungsformen von argumentativer Strenge, Eindeutigkeit und systematischer Präzision haben leiten lassen.

Das geplante Kollquium möchte sich den soeben angedeuteten Fragen und Zusammenhängen zuwenden, und diese an exemplarischen Fällen aus Antike, Renaissance und Früher Neuzeit erörtern. Es steht in Zusammenhang mit dem bevorstehenden Abschluss der Arbeiten an der dreibändigen Überblicksdarstellung über die Geschichte der Philosophie in Renaissance und Humanismus, die 2013 in der Reihe 'Ueberwegs Grundriss der Geschichte der Philosophie' erscheinen und erstmals ein umfassendes Panorama der Philosophie dieser Epoche geben wird. Die teilnehmenden Referentinnen und Referenten setzten sich aus Autorinnen und Autoren des Handbuchs sowie aus weiteren Forscherinnen und Forschern zusammen, die im zur Debatte stehenden Gegenstand einschlägig ausgewiesen sind.

< Chiudi

La scienza come professione - prospettive europee di carriera in campo scientifico
La scienza come professione - prospettive europee di carriera in campo scientifico
25/10/2012 - 27/10/2012
Deutscher Hochschulverband, Bonn

La ricezione di Orazio nella letteratura in latino dall'inizio del XV alla fine del XVII secolo (Italia - Germania - Francia)
La ricezione di Orazio nella letteratura in latino dall'inizio del XV alla fine del XVII secolo (Italia - Germania - Francia)
21/10/2012 - 24/10/2012
Prof. Dr. Marc Laureys, Bonn; Prof. Nathalie Dauvois, Paris; Prof. Donatella Coppini, Firenze

> Leggi tutto
Il convegno si propone di riconsiderare il peso dell'Ars poetica e dell'insieme  del corpus critico oraziano nella teoria e nella prassi poetica del Rinascimento e, più in generale, dell'etàmoderna. Le numerose edizioni umanistiche di Orazio - che comprendono molte edizioni particolari delle sue epistole di argomento critico-letterario -, come i molti commenti relativi a queste opere, testimoniano il ruolo centrale dell'Orazio critico nella scuola. La sua diffusa e costante presenza nei dibattiti teorici e critici rende evidente la sua importanza nell'elaborazione delle Poetiche dell'Europa umanistica. Ci interrogheremo sulle nozioni, i concetti, le formule-chiave attorno ai quali si costruisce e si definisce una poetica pre- o anti-aristotelica, ma anche sul ruolo giocato in questo processo dalla forma stessa, molteplice e personale, dell'Ars oraziana.

< Chiudi

Riunione dello Steering Committee per le Conferenze trilaterali di ricerca
Riunione dello Steering Committee per le Conferenze trilaterali di ricerca
21/10/2012 - 23/10/2012
Villa Vigoni

L'integrazione delle esperienze sullo sviluppo sostenibile nella valutazione di impatto ambientale
L'integrazione delle esperienze sullo sviluppo sostenibile nella valutazione di impatto ambientale
18/10/2012 - 21/10/2012
Dr. Luca Montanarella, Europäische Kommission / Joint Research Centre (JRC), Ispra; Katharina Diehl, Leibniz-Zentrum für Agrarlandschaftsforschung (ZALF), Müncheberg; Prof. Dr. Dolf de Groot, Wageningen University

> Leggi tutto
La gestione del territorio è condizionata da diversi settori e prioritàpolitiche in concorrenza tra di loro. Considerando le attuali sfide sulla sicurezza alimentare, rifornimento energetico e crescita economica vi è una crescente necessitàdi tenere in giusta considerazione il valore dei servizi degli ecosistemi e di sviluppare concetti innovativi di gestione delle risorse che assicurino il benessere delle future generazioni. La soluzione sta in una maggiore integrazione della pianificazione del territorio nella scelta politica regionale e nazionale e una maggiore comprensione e presa di coscienza della necessitàdi arrivare a compromessi fra le diverse richieste.
Da parte dei decisori politici vi è un crescente bisogno di integrare i risultati della ricerca sui servizi degli ecosistemi nelle scelte politiche e nella pratica quotidiana dell'amministrazione pubblica. Di conseguenza il nostro scopo è di facilitare il dialogo fra i decisori e la ricerca cercando di identificare i deficit conoscitivi esistenti e di sviluppare nuove linee di ricerca applicata con il risultato di una maggiore efficienza dei processi decisionali a tutti i livelli.
Il seminario riunisce ricercatori ed esperti che operano all'interfaccia fra scienza e politica. In conformitàa un'approfondita analisi dei bisogni da parte della politica si procederànel seminario all'identificazione di procedure innovative ed efficaci d'integrazione tra conoscenza scientifica, gestione del territorio e scelte politiche.

< Chiudi

EU-Opticon Board Meeting
EU-Opticon Board Meeting
13/10/2012 - 17/10/2012
Dr. Roland Gredel, Heidelberg

Seminario di ricerca internazionale dell'Università di Erlangen-Nürnberg 'Destino, libertà e previsione. Come affrontarli? Un confronto fra le rispettive strategie dell'Asia orientale e dell'Europa'
Seminario di ricerca internazionale dell'Università di Erlangen-Nürnberg 'Destino, libertà e previsione. Come affrontarli? Un confronto fra le rispettive strategie dell'Asia orientale e dell'Europa'
08/10/2012 - 12/10/2012
Prof. Dr. Michael Lackner, Prof. Dr. Klaus Herbers und Prof. Dr. Thomas Fröhlich, Universität Erlangen-Nürnberg

Villeggiatura e società nel mondo romano da Tiberio ad Adriano
Villeggiatura e società nel mondo romano da Tiberio ad Adriano
03/10/2012 - 06/10/2012
Prof. Giovanna Galimberti Biffino, Milano; Prof. Yves Perrin, Saint-Etienne; Prof. Dr. Gregor Vogt-Spira, Marburg

Oltre il Postmoderno. Forme e funzioni dell''effetto di realtà' nella letteratura tedesca contemporanea - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Oltre il Postmoderno. Forme e funzioni dell''effetto di realtà' nella letteratura tedesca contemporanea - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
30/09/2012 - 03/10/2012
Prof. Dr. Albert Meier, Kiel; Prof. Dr. Dirk Niefanger, Erlangen-Nürnberg; Prof. Alessandro Costazza, Milano; Prof. Matteo Galli, Ferrara

Istituzioni, territori e comunità. Prospettive sul patrimonio culturale immateriale translocale
Istituzioni, territori e comunità. Prospettive sul patrimonio culturale immateriale translocale
30/09/2012 - 03/10/2012
Prof. Chiara Bortolotto, Milano/Paris; Nicolas Adell, Toulouse; Prof. Dr. Markus Tauschek, Kiel

> Leggi tutto
Breve descrizione (in lingua tedesca):


Jedem sein Erbe.
Vergleichende Perspektiven auf die alltagskulturelle Produktion und Interpretation des Konzepts 'Intangible Cultural Heritage'

Die letzte Konferenz der dreiteiligen Reihe, die sich mit der Kategorie 'Intangible Cultural Heritage' auseinandersetzt, diskutiert drei verschiedene thematische Schwerpunkte, die für ein global agierendes Heritage-Regime relevant sind: (1) Institutionen, die immaterielles Erbe hervorbringen, verwalten und regieren (von der UNESCO bis zu staatlichen Organisationseinheiten und anderen, mit der Verwaltung immateriellen Erbes vertrauter Institutionen), (2) Räume (mit der Frage nach dem Verhältnis immateriellen Erbes mit Prozessen räumlicher Identifikation) und schließlich (3) Gemeinschaften (von einer kleineren Gruppe individueller, lokaler Akteure bis hin zu transnationalen Netzwerken von Akteuren, die sich etwa zur Produktion eines Bewerbungsdossiers zusammenschließen).

Gerade die letzte Dimension der Konstruktion und Imagination von Gemeinschaften durch die verschiedenen UNESCO-Aktivitäten steht im Zentrum der Vorträge dieser Konferenz, die sich mit konkreten Aneignungsweisen in empirischen Fallbeispielen und theoretischen Reflektionen auseinandersetzen: Welche neuen Beziehungen und Netzwerke ergeben sich aus den Verhandlungen verschiedener Vertreter/innen von Gemeinschaften mit den sog. 'heritage professionals'? Welche Rolle spielen Expert/innen in diesem Vorgang? Was leisten kulturwissenschaftlich-kritische Perspektiven auf die zu problematisierende Kategorie 'community'?

< Chiudi

L'origine dei dibattiti arabo-europei sulla tolleranza: La parabola dei tre anelli - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
L'origine dei dibattiti arabo-europei sulla tolleranza: La parabola dei tre anelli - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
27/09/2012 - 29/09/2012
Prof. Dr. Friedrich Vollhardt, München; Prof. Giulia Cantarutti, Bologna; Prof. Dr. Achim Aurnhammer, Freiburg

> Leggi tutto

Forum studentesco italo-tedesco: Con il cuore e la mente per l'Europa. Forme di partecipazione e creazione politica per giovani cittadini in Europa
Forum studentesco italo-tedesco: Con il cuore e la mente per l'Europa. Forme di partecipazione e creazione politica per giovani cittadini in Europa
27/09/2012 - 30/09/2012
Ass. Circolo degli Amici; Villa Vigoni

Architettura e filosofia - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
Architettura e filosofia - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
23/09/2012 - 27/09/2012
Prof. Dr. Jörg H. Gleiter, Bozen; Prof. Dr. Ludger Schwarte, Düsseldorf

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca)

Mit dem Ziel einer integralen Architekturphilosophie will die Tagung Architektur und Philosophie die verschiedenen architekturphilosophischen Ansätze sondieren und auf ihre Leistungsfähigkeit im interdisziplinären Dialog hin untersuchen. Dabei geht es sowohl um die Rolle, die die Architektur im philosophischen Diskurs der Moderne spielt, wie auch umgekehrt um die Architektur als Medium philosophischer Reflexion.

Das Programm der Tagung gewinnt mit einer vorläufigen Strukturierung des architekturphilosophischen Feldes in Abgrenzung zur Architekturtheorie Kontur. Architekturtheorie gibt es spätestens seit Marcus Vitruvius Pollio. Sie besteht in dem Versuch, Vorsätze, Maximen und Regeln zu formulieren, die die Praxis des Bauens leiten sollen. Architekturphilosophie stellt sich die weitergehende Frage, wie der Mensch eine Lebenswelt errichtet und wie unabhängig von baukünstlerischen Theorien Definitionen, Funktionen und Zwecke der Architektur bestimmt werden können.

In dieser Hinsicht lassen sich bislang die folgenden architekturphilosophischen Ausrichtungen benennen: eine (a) ästhetische, (b) sprachanalytische, (c) raum- und leibphänomenologische, (d) politische und (e) erkenntnistheoretische Ausrichtung.

Das vorrangige Ziel der Tagung besteht darin, zum ersten Mal unter den hervorragenden Vertretern des emergenten Feldes der Architekturphilosophie ein Forum des Dialoges einzurichten und eine interdisziplinäre Debatte anzuregen, von der Rückwirkungen zu erwarten sind auf das, was Architektur heißen, wie sie gelehrt und praktiziert werden soll.

Die von der DFG unterstützte Tagung wird von Prof. Dr. Jörg Gleiter (Freie Universität Bozen) und Prof. Dr. Ludger Schwarte (Akademie Düsseldorf) organisiert.

< Chiudi

Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
20/09/2012 - 22/09/2012
Prof. Benito Casu, Milano; Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim

> Leggi tutto
Il simposio riunisce scienziati italiani, tedeschi e internazionali provenienti da istituzioni scientifiche e dall'industria farmaceutica. I glicosaminoglicani sono molecole di carboidrati a lunga catena che esercitano molteplici effetti biologici nei sistemi cellulari. La sintesi dei glicosaminoglicani nell'organismo è modificata da situazioni patologiche, come ad esempio nei tumori, nelle infiammazioni, nell'occlusione dei vasi sanguigni e nel morbo di Alzheimer. Particolari strutture molecolari dei glicosaminoglicani possono simulare quelle dell'eparina correntemente impiegata nella terapia anticoagulante e antitrombotica e trovare altre applicazioni terapeutiche. Durante il simposio questi temi saranno discussi sulla scorta dei più recenti risultati scientifici e sotto gli aspetti di biologia strutturale, biologia molecolare e medici/clinici. Il simposio includeràanche la presentazione degli aspetti terapeutici di nuove eparine a basso peso molecolare e di nuovi anticoagulanti orali.

< Chiudi

Incontro dell'Associazione dei Giudici amministrativi tedeschi, italiani e francesi
Incontro dell'Associazione dei Giudici amministrativi tedeschi, italiani e francesi
13/09/2012 - 16/09/2012
Patrick Kintz, Association des Juges Administratifs Francais, Italiens et Allemands (AJAFIA), Strasbourg; Dr. Francesco Mariuzzo, Milano

Seminario di ricerca 'La formazione precoce dell'infanzia'. Aspetti attuali a confronto a livello internazionale
Seminario di ricerca 'La formazione precoce dell'infanzia'. Aspetti attuali a confronto a livello internazionale
09/09/2012 - 13/09/2012
Robert Bosch Stiftung GmbH, Stuttgart

> Leggi tutto


Descrizione (in lingua tedesca):

Die Robert Bosch Stiftung hat im Jahr 2009 erstmals das Förderprogramm 'Forschungskolleg Frühkindliche Bildung' ausgeschrieben, um exzellent ausgebildete Fachkräfte für Wissenschaft und Forschung in der frühkindlichen Bildung in Ihrer Entwicklung zu unterstützen. Das Programm bietet jährlich 15 Nachwuchswissenschaftlern verschiedener Fachrichtungen die Chance zur Teilnahme an einem umfassenden Weiterbildungsprogramm zur Qualifizierung in dieser neuen Disziplin.

Ein zentrales Element des Forschungskollegs Frühkindliche Bildung ist die jährlich stattfindende Sommerschule, die bereits zum dritten Mal in der Villa Vigoni stattfindet. Im Rahmen von Vorträgen, Gruppendiskussionen und Streitgesprächen wird versucht, die Multidisziplinarität der frühkindlichen Bildung herauszuarbeiten und einen wissenschaftlichen Diskurs über die Grenzen der Fachgebiete hinweg anzuregen. Dazu werden neben den Stipendiaten Experten und Wissenschaftler eingeladen. 
Weitere Informationen zu dem Forschungskolleg und unseren Stipendiaten finden Sie unter:

http://www.bosch-stiftung.de/content/language1/html/25076.asp

< Chiudi

Masterclass Violoncello Natalia Gutman
Masterclass Violoncello Natalia Gutman
07/09/2012 - 10/09/2012
Villa Vigoni in collaborazione con il Festival Europeo per Giovani Musicisti, Passau

> Leggi tutto

Rispetto delle peculiarità del diritto nazionale nell'attuazione delle sentenze della Corte di giustizia europea
Rispetto delle peculiarità del diritto nazionale nell'attuazione delle sentenze della Corte di giustizia europea
06/09/2012 - 09/09/2012
Dr. Ronald Pahlen und Dr. Gerhart Binkert, Landesarbeitsgericht Berlin

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca):

In der Zeit vom 6. bis zum 9. September 2012 findet zum wiederholten Male
eine vom Berliner Freundes- und Förderkreiskreis für Arbeitsrecht
veranstaltete Tagung zu europarechtlichen Fragen statt. Sie befasst sich in
diesem Jahr mit dem Thema "Berücksichtigung der Besonderheiten des
nationalen Rechts bei der Umsetzung der Rechtsprechung des EuGH". Die
inhaltlichen Schwerpunkte werden auf dem Einfluss der Grundrechtscharta bei
der Anwendung von Gemeinschaftrecht durch den nationalen Richter, bei den
neueren Entwicklungen im Urlaubsrecht, im Recht des Betriebsübergangs und im Befristungsrecht liegen, wobei insbesondere das Spannungsverhältnis zwischen Luxemburg und dem nationalen Richter im Focus stehen wird. Diese Themen sollen nicht nur aus deutscher Sicht, sondern aus der Perspektive verschiedener Mitgliedsstaaten der Gemeinschaft betrachtet werden. Dazu sind Referate zur Rechtslage in Italien, Frankreich und Ungarn geplant. Diese werden von Wissenschaftlern und Rechtspraktikern aus diesen Ländern gehalten werden.
Der Kreis der Teilnehmer erstreckt sich auch bei der diesjährigen
Veranstaltung wieder auf alle Tätigkeitsbereiche, in denen das Arbeitsrecht
im Vordergrund steht. Dies gilt für die Arbeitsgerichtsbarkeit ebenso wie
für die Anwaltschaft und den universitären Bereich.


< Chiudi

Calamaio e telescopio. Galileo Galilei al crocevia della cultura scientifica, letteraria, visuale del Seicento europeo - 'Colloquio di Villa Vigoni' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Calamaio e telescopio. Galileo Galilei al crocevia della cultura scientifica, letteraria, visuale del Seicento europeo - 'Colloquio di Villa Vigoni' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
02/09/2012 - 05/09/2012
Dr. Andrea Albrecht, Freiburg; Dr. Giovanna Cordibella, Bern; Prof. Dr. Volker Remmert, Wuppertal

Le biblioteche italiane e tedesche nel periodo fascista e nazionalsocialista - Tentativo di un bilancio comparato
Le biblioteche italiane e tedesche nel periodo fascista e nazionalsocialista - Tentativo di un bilancio comparato
02/09/2012 - 05/09/2012
Klaus Kempf, Bayerische Staatsbibliothek, München

> Leggi tutto
Questo convegno viene realizzato grazie al gentile sostegno della DFG, del Goethe-Institut di Milano, dell'Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, del Forum Austriaco di Cultura di Milano nonché dell'Associazione degli amici e sostenitori della Bayerische Staatsbibliothek/Bibliothek, Information, International (BII).


Breve descrizione

A partire dai risultati della più recente ricerca sulla storia degli archivi e delle biblioteche nel XX secolo, sostanzialmente sviluppatasi negli ultimi dieci anni, non solo in Germania, da un lato come storia sociale delle biblioteche e degli archivi, dall'altro come ricerca sull'evoluzione dei fondi librari, saranno analizzate in maniera comparata fratture e continuitànelle biblioteche e negli archivi italiani e tedeschi verificatesi durante il regime nazionalsocialista e la dittatura fascista. Proprio la genesi dei fondi librari del XX secolo caratterizzata da diverse fratture e soprattutto la problematica ad essa collegata dei bottini nazionalsocialisti nelle biblioteche hanno di recente maggiormente richiamato su di sé l'attenzione degli specialisti storici e sollecitano formalmente ad una rielaborazione scientifica.

< Chiudi

Modernità senza confini: comunità degli stati - simbiosi delle culture - incontro fra le arti nei diari di Harry Graf Kessler
Modernità senza confini: comunità degli stati - simbiosi delle culture - incontro fra le arti nei diari di Harry Graf Kessler
25/07/2012 - 28/07/2012
Dr. Roland Kamzelak, Marbach; Prof. Alexandre Kostka, Strasbourg; Prof. Dr. Ulrich Otthningen; Prof. Luca Renzi, Urbino

Crisi economica, governo tecnico, grande coalizione. Italia e Germania a confronto
Crisi economica, governo tecnico, grande coalizione. Italia e Germania a confronto
22/07/2012 - 25/07/2012
Prof. Fulco Lanchester, Roma; Prof. Dr. Dieter Grimm, Berlin

> Leggi tutto
Immagini salienti del convegno "Crisi economica, gpverno tecnico, gande coalizione: Italia e Germania a confronto", trasmesse su Reteconomy Sky 186 il 30 giugno 2012: http://www.villavigoni.eu/index.php?id=361&L=1


< Chiudi

Targeting of Cell Death in Immune Response and Cancer: Novel Personalized Treatment Strategies
Targeting of Cell Death in Immune Response and Cancer: Novel Personalized Treatment Strategies
20/07/2012 - 23/07/2012
Prof. Dr. Heike Bantel, Medizinische Hochschule Hannover; PD Dr. Dagmar Kulms, Universität Stuttgart; Prof. Dr. Henning Walczak, Imperial College London

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca):

Moderne maßgeschneiderte Tumortherapie darf nicht nur die isolierte Tumorzelle betrachten, sondern muss ebenfalls das umliegende Wirtsgewebe (Tumorstroma) sowie das Immunsystem mit einbeziehen. Ein Ziel der Tagung besteht daher darin, ein besseres Verständnis für den 'crosstalk' zwischen den unterschiedlichen zellulären Systemen zu bekommen, um langfristige therapeutische Erfolge erzielen zu können. Derzeit werden - u.a. von den Tagungsteilnehmern - neuartige zielgerichtete Kombinationstherapien für Krebs entwickelt. Es wird erörtert werden, ob und gegebenenfalls wie diese neuen Therapiemöglichkeiten die Chemo- und Strahlentherapie zukünftig ergänzen oder sogar ablösen können. Das Ziel dieses Teils der Tagung besteht darin zu erarbeiten, wie zukünftig entschieden werden kann, welche neuartige Kombinationstherapie für welchen individuellen Tumorpatienten am besten geeignet ist.

< Chiudi

L'importanza del pragmatismo per le scienze sociali e umane contemporanee
L'importanza del pragmatismo per le scienze sociali e umane contemporanee
15/07/2012 - 18/07/2012
Dr. Tanja Bogusz, Berlin; Dr. Roberto Frega, Bologna; Dr. Albert Ogien, Paris

> Leggi tutto
18 ricercatori, tra cui filosofi, sociologi e antropologi provenienti da Italia, Germania e Francia si sono riuniti intorno alla domanda: in che misura la rinascita del pragmatismo ha prodotto delle trasformazioni e riorientazioni con effetti che vanno al di làdel dibattito accademico in filosofia? Questi effetti transdisciplinari - in particolare per le scienze sociali, sono stati discussi considerando i campi di ricerca seguenti: "Lavoro e tecnica", "Pragmatismo e antropologia sociale", "pragmatismo, creativitàe prestazioni" e "dall'empowerment  dei cittadini alla sociologia dell'attore'. Si è in tal modo creata una tensione produttiva tra l'identificazione di concetti pragmatici (la creativit, l'esperienza pratica, per esempio) e la metodologia pragmatista. Questa tensione è stata discusso a partire, da un lato, dalle teorie della conoscenza (intra-ed inter-universalismo, la conoscenza tacita in sociologia, i fondamenti pragmatici dell'osservazione urbana), e, dall'altro, dalle questioni sociali e culturali (l'esperienza pubblica del mondo, la ricerca scientifica sulla biodiversit, le conoscenze specialistiche e la pratica sperimentale).

< Chiudi

Summer Camp del Master universitario 'INTERHEd Internazionalizzazione dell'Higher Education. Titoli, professioni e terminologia nei sistemi di istruzione superiore'
Summer Camp del Master universitario 'INTERHEd Internazionalizzazione dell'Higher Education. Titoli, professioni e terminologia nei sistemi di istruzione superiore'
11/07/2012 - 14/07/2012
Prof. Maria Teresa Zanola, Università Cattolica, Milano

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
08/07/2012 - 11/07/2012
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e. V. Speyer

> Leggi tutto
Riassunto (in lingua tedesca):

Die Tagung fügte sich ein in den Kontext der bisherigen sechs Vigoni-Tage des Wissenschaftsmanagements. In diesen wurden und werden jeweils im Sinne eines Erfahrungsaustauschs aktuelle wissenschaftliche, wissenschaftspolitische und Managementfragen für die Wissenschaft behandelt. Der Teilnehmerkreis besteht jeweils aus Verantwortlichen für den Wissenschaftssektor und Leitungspersonal von Wissenschaftseinrichtungen, d.h. Ministern, Rektoren, Präsidenten und Kanzler von Hochschulen, Vorstände von Wissenschaftsorganisationen und Großforschungseinrichtungen. Die Teilnehmer stellen einen repräsentativen Kreis von Persönlichkeiten aus dem deutschen Wissenschaftssystem dar. Die Einladung erfolgte durch den Vorstand des Zentrums für Wissenschaftsmanagement. Die Veranstaltung wurde von der Fa. MLP aus Walldorf unterstützt.

Die Tagung behandelte die Frage, was Wissenschaftsmanagement im Kern ausmacht und welche Rolle diese Form von Management für die Wissenschaftseinrichtungen spielt, die als Expertenorganisationen mit hoher Autonomie und ohne hierarchische Strukturen zu charakterisieren sind. Für diese Art von Organisationen sei es erforderlich, Leitbilder und Zielvorstellungen zu formulieren, die in der Lage sind, eine gemeinsame Identität der in der Organisation versammelten Experten zu finden: individuelle Zielsetzungen müssten weitgehend mit der kollektiven Zielsetzung verknüpft werden. Da dies in Expertenorganisationen nicht hierarchisch geschehen könne und geschehen solle, müssen das Wissenschaftsmanagement und die Führung einer Wissenschaftseinrichtung verschiedene, auch widersprüchliche Rollen spielen, es müsse gleichzeitig Motor und Bremse sein, müsse Führung und Mediation miteinander verbinden und dabei immer wissenschaftliche Innovationen im Fokus haben. Diese entstehe immer aus dem System selbst heraus, die Politik sei dafür genuin nicht in der Lage. Diese Aufgabe einer permanenten Innovation fordere eine Strategiebildung als permanenten Prozess, der Ideenformulierung und deren Umsetzung verknüpfen müsse. Mit Blick auf die aktuelle wissenschaftspolitische Situation in der Bundesrepublik, die in den vergangenen Jahren vor allem durch Verfahren und Entscheidungen in der Exzellenzinitiative geprägt war und ist, wurde die Aufgabe betont, auch das 'Normale' einer jederzeit qualitätsvollen Realisierung zuzuführen.

Wichtig waren die Hinweise, wonach empirische Untersuchungen den Beleg erbracht hätten, dass die vom System geforderten Innovationen dann besonders erfolgreich waren und sind, wenn sie von förderlichem Management initiiert und begleitet werden.

Kontrovers wurde die Frage diskutiert, ob es richtig sei, von Wissenschaftsmanagement als einer eigenständigen Funktion zu reden, oder ob es richtiger 'Management von Wissenschaft' heißen müsse, die eine Organisation der Selbstorganisation zum Ziel habe. Viele Indizien (z.B. Lehrstühle und Studiengänge) deuten im Moment darauf hin, dass es schon zu einer neuen Ausprägung des Managementbegriffs gekommen ist. Demgegenüber steht die Auffassung, dass richtige Führung in jedem Fall entscheidend für gutes Management sei und 
in jeder Organisation in gleicher Weise angewandt werden könne.


< Chiudi

Forum Vigoni: Migrazione, democrazia, diritti umani
Forum Vigoni: Migrazione, democrazia, diritti umani
05/07/2012 - 08/07/2012
Villa Vigoni

Che cos'è il senso comune?
Che cos'è il senso comune?
28/06/2012 - 01/07/2012
Prof. Dr. Hans Vorländer, Sonderforschungsbereich 804, Dresden; Villa Vigoni

ECOS 2012: Advances and Challenges in Nuclear Physics with High Intensity Stable Beams
ECOS 2012: Advances and Challenges in Nuclear Physics with High Intensity Stable Beams
18/06/2012 - 21/06/2012
Prof. Giacomo de Angelis, INFN Laboratori Nazionali di Legnaro, Legnaro (Padova)

> Leggi tutto

ECOS 2012: Advances and Challenges in Nuclear Physics with High Intensity Stable Beams



< Chiudi

Lessons to be drawn from the debt crisis in the euro area
Lessons to be drawn from the debt crisis in the euro area
14/06/2012 - 17/06/2012
Sabine Seeger, Bruxelles; Dr. Günter Grosche, Bonn; Dr. Gunter Baer, Berlin

Il futuro delle scienze della comunicazione
Il futuro delle scienze della comunicazione
12/06/2012 - 13/06/2012
Prof. Lorenzo Cantoni, Lugano

> Leggi tutto
Obiettivo dell'incontro - cui partecipano professori svizzeri, italiani, tedeschi, inglesi, svedesi e americani - è riflettere sulle tendenze delle scienze della comunicazione e del loro insegnamento, a tutti i livelli: Bachelor, Master (+2 ed Executive) e PhD. La riflessione avviene dunque sia sotto il profilo scientifico-culturale, sia sotto quello pedagogico-didattico, con l'obiettivo di individuare percorsi interpretativi e interventi formativi tali da rispondere alle sfide emergenti nelle scienze della comunicazione. In particolare, saranno trattati il tema del silenzio e dell'ascolto, del ruolo delle tecnologie digitali, e le sfide del modello di Bologna per i Master che attraggono studenti da tutto il mondo.

< Chiudi

Populismo fra fascismo e democrazia
Populismo fra fascismo e democrazia
06/06/2012 - 09/06/2012
Dr. Paula Diehl, Berlin; Dr. Didier Mineur, Toulouse; Prof. Stefano Cavazza, Bologna

> Leggi tutto
Fenomeni Attuali: Neopopulismo, Populismo mediatico, Populismo di destra

L'ultimo Workshop del progetto 'Populismo tra fascismo e democrazia' si concentra su fenomeni politici attuali come il neopopulismo, il populismo di destra e il populismo mediatico. Alla fine del XX e all'inizio del XXI secolo si possono osservare nuove forme di populismo che si sviluppano in direzioni differenti. Mentre i cosiddetti fenomeni neopopulisti si manifestano spesso in concomitanza a tendenze neoliberali, all'interno del populismo di destra si rilevano tendenze estremiste o fasciste. Il concetto di populismo mediaticosi concentra sulle tecniche di rappresentazione nei mass media (principalmente nei media elettronici), chene celano gli elementi ideologici. Particolarmente ardua è l'interpretazione del cosiddetto 'populismo postmoderno', che a causa della sua rilevante componente di intrattenimento è finora sfuggito ad un'analisi politica classica. Tutte queste nuove forme di populismo si conformano alle regole di attenzione dei mass media. Il legame con la sua diffusione massmediatica era peraltro un aspetto centrale giànel Peronismo, come mostra la figura di Evita Peron. Al centro della discussione del workshop saranno pertanto le nuove forme di manifestazione del populismo e il ruolo dei mass media nella sua costituzione e modellazione.

< Chiudi

Rifondare l'uomo. Empirismo medico e filosofia della natura umana in Europa nei secoli XVII e XVIII
Rifondare l'uomo. Empirismo medico e filosofia della natura umana in Europa nei secoli XVII e XVIII
04/06/2012 - 07/06/2012
Prof. Dr. Carsten Zelle, Bochum; Prof. Nunzio Allocca, Roma; Prof. Claire Crignon, Paris

> Leggi tutto

Incontro progetti nell'ambito del programma franco-tedesco (DFG-ANR) per la promozione delle scienze umane e sociali
Incontro progetti nell'ambito del programma franco-tedesco (DFG-ANR) per la promozione delle scienze umane e sociali
29/05/2012 - 31/05/2012
Dr. Achim Haag, Deutsche Forschungsgemeinschaft, Bonn; Dr. Karin Sion-Jenkis, Agence Nationale de la Recherche, Paris

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca):

Die Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG) und die französische Agence Nationale de la Recherche (ANR) fördern seit 2007 in einem gemeinsamen binationalen Programm Forschungsprojekte aus den Geistes- und Sozialwissenschaften, die jeweils von einem deutsch-französischen Forscherteam durchgeführt werden. Dabei geht es nicht um parallel angelegte Forschungen in beiden Ländern, sondern um integrierte Projekte, deren Durchführung in einem deutsch-französischen Rahmen aussichtsreicher erscheint als in einem bloß nationalen Kontext.

Seit 2009 veranstalten ANR und DFG Projekttreffen der Arbeitsgruppen, die ab 2007 in die Förderung aufgenommen wurden. Bei dem Treffen, das vom 29. bis 31. Mai 2012 in der Villa Vigoni stattfindet, geht es um eine erste Zwischenbilanz und Diskussion der sozialwissenschaftlichen Projekte welche 2009 und 2010 eingerichtet wurden. Wie sind die Projekte inhaltlich und in arbeitsorganisatorischer Hinsicht gestartet, wie setzen sie die deutsch-französische Zusammenarbeit konkret um, welche Schwierigkeiten sind zu überwinden und worin wird der Mehrwert der Kooperation von den Projektbeteiligten selbst gesehen? Welche Modifikationen in den laufenden Projekten, welche Anschlussperspektiven für künftige Aktivitäten zeichnen sich ab, in wissenschaftlich-thematischer Hinsicht wie im Blick auf weitere Kooperationen und Netzwerkbildungen? Das Treffen, das kein definiertes wissenschaftliches Thema verfolgt, soll aus der Perspektive der Geförderten Aufschluss geben über die Wahrnehmung des Förderprogramms in den betroffenen Disziplinen und über gegebenenfalls für wünschenswert gehaltene Veränderungen. Vertreter der beiden Förderorganisationen werden ihre Vorstellungen zur Weiterentwicklung des Programms in den kommenden Jahren erläutern und unter anderem auf die Perspektiven für jüngere WissenschaftlerInnen in diesem Rahmen eingehen.



< Chiudi

Il welfare state cattolico: origini ed eredità istituzionale - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
Il welfare state cattolico: origini ed eredità istituzionale - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
23/05/2012 - 26/05/2012
Prof. Dr. Philip Manow, Bremen; Prof. Maurizio Ferrera, Milano

> Leggi tutto


Il tema di questo Colloquio di Villa Vigoni è l'analisi dei welfare state italiano e tedesco analizzati in prospettiva comparata con riferimento ai paesi dell'Europa Occidentale. Entrambi i sistemi di protezione sociale sono stati spesso definiti come 'welfare state cattolici': che cosa significa oggi con precisione? Gli esperti internazionali invitati concentreranno i loro contributi sul contesto politico-partitico, il background ideologico e l'ereditàistituzionale dei sistemi di protezione sociale di Italia e Germania, con particolare riferimento ai seguenti quesiti: qual è stato, e qual è, il ruolo dei cristiano democratici nello sviluppo delle politiche sociali in Italia e Germania? Come sono mutate le politiche per la famiglia e quelle educative nei due paesi? E' ancora possibile individuare un voto su base religiosa e qual è il peso del cleavage stato-Chiesa oggi in Italia e in Germania? In che modo la maggiore occupazione femminile e la trasformazione dei modelli famigliari hanno influenzato il comportamento elettorale delle donne? Esperti afferenti a diverse discipline - tra cui scienziati politici, sociologi e storici - provenienti dall'Italia, dalla Germania e da altri paesi affronteranno e discuteranno questi temi nello stimolante contesto di Villa Vigoni.

< Chiudi

Silicon in Space. Astrophysics Workshop
Silicon in Space. Astrophysics Workshop
16/05/2012 - 19/05/2012
Prof. Dr. Friedrich Huisken, Jena

> Leggi tutto

Descrizione (versione tedesca)

Staub ist nicht nur auf der Erde allgegenwärtig, sondern auch im scheinbar weitgehend leeren Weltall bildet er eine der wichtigsten Komponenten. Verdichten sich diese Vorkommen zu Molekülwolken, so können sie zu Geburtsstätten neuer Sterne werden. Trotz ihrer Kleinheit sind die Staubteilchen für globale kosmische Prozesse mitverantwortlich. 
Durch neuere satellitengestützte und erdgebundene Beobachtungen im infraroten Spektralbereich wissen wir, dass siliziumbasierte Staubteilchen eine herausragende Rolle spielen. Von besonderer Bedeutung sind die auch auf der Erde häufig anzutreffenden Silikate, sowie Staubteichen aus reinem und oxidiertem Silizium. Zur Identifizierung des interstellaren Staubs und für die Modellierung von Prozessen werden optische Eigenschaften und Reaktionsraten benötigt, wie sie unter astrophysikalisch relevanten Bedingungen im Labor bestimmt werden können. Zum Workshop treffen sich Astrophysiker aus verschiedenen Bereichen (Beobachter, Experimentatoren und Modellierer), um neueste Erkenntnisse auszutauschen und neue Projekte abzustimmen.



< Chiudi

Conferenza dell'ERA-Net NEURON (Network Steering Committee and Executive Board)
Conferenza dell'ERA-Net NEURON (Network Steering Committee and Executive Board)
14/05/2012 - 16/05/2012
PD Dr. Marlies Dorlöchter, Bonn

> Leggi tutto
Descrizione (English version):

In frame of the regular NEURON (Network of European Funding for Neuroscience Research) conferences on May 14 to may 16, 2012 a scientific symposium centers around psychiatric diseases. Within the so called ERA-Net (European Research Area)18 ministries and public funding agencies organise since 2007 common public research funding in the area of disease oriented neuroscience. Of the 2010 common call initiative for psychiatric diseases several researchers will present and discuss their work on different topics at the symposium. According to estimations of the World Health Organisation brain disorders are major causes for impaired quality of life, and more than one billion people suffer from them worldwide. In Europe approximately one third of all disease costs are caused by disorders of the brain. Among these psychiatric disorders obtain a special role. The research into such diseases and transfer of the results into improved diagnosis and therapy is thus of utmost importance.

< Chiudi

Mondo Cattolico versus ethos protestante? Schemi culturali e paradigmi scientifici. Percezioni reciproche tra Italia e Germania nel campo della cultura e scienza storica - 'Colloquio di Villa Vigoni' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Mondo Cattolico versus ethos protestante? Schemi culturali e paradigmi scientifici. Percezioni reciproche tra Italia e Germania nel campo della cultura e scienza storica - 'Colloquio di Villa Vigoni' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
09/05/2012 - 12/05/2012
Prof. Dr. Walter Schmitz, Dresden; Prof. Michele Nicoletti, Trento

> Leggi tutto

Il profilo del buon imprenditore
Il profilo del buon imprenditore
03/05/2012 - 08/05/2012
Prof. Dr. Bernd Roeck, Zürich

> Leggi tutto
Descrizione (versione in lingua tedesca):

Die Summerschool fragt, was einen 'guten Unternehmer' ausmacht. Wirtschaftlicher Erfolg und der Nutzen, den die Arbeit des Entrepreneurs für Gesellschaften womöglich für die Welt erbringen kann, ist nur eine Seite der Medaille. So werden auch die Ethik unternehmerischen Handelns, sozialer Verantwortung, Menschenführung und kulturelle Wirkung thematisiert. Die Perspektive ist historisch vergleichend; ins Visier genommen wird eine Zeitspanne von über einem halben Jahrtausend, konkret werden Unternehmerprofile von Cosimo de' Medici und Jakob Fugger dem Reichen bis zu Unternehmern des 21. Jahrhundert analysiert. In Podiumsgesprächen und Diskussionen sollen Gemeinsamkeiten und Differenzen ermittelt werden.

< Chiudi

Giornata cardiologica clinica
Giornata cardiologica clinica
03/05/2012 - 05/05/2012
Prof. Fabio Belluzzi, Milano

> Leggi tutto

Social Monitoring and Reporting in Europe 2012  Subjective Social Indicators: Usefulness and Information Potential for Policy Making
Social Monitoring and Reporting in Europe 2012 Subjective Social Indicators: Usefulness and Information Potential for Policy Making
25/04/2012 - 27/04/2012
Prof. Carla Collicelli, CENSIS, Roma; Dr. Heinz-Herbert Noll, GESIS, Mannheim; European Commission - DG Employment, Social Affairs and Inclusion, Bruxelles

> Leggi tutto
Il convegno Social Reporting in Europe - 2012 persegue lo scopo di un'analisi comparata delle tendenze riscontrabili nei cambiamenti sociali in atto, nonché dei progressi sociali, sulla base di indicatori e di reporting - sia nazionali sia sovrannazionali. Di particolare interesse sono, in tale contesto, significato e funzione di differenti approcci e attivitàriferibili al social monitoring and reporting per i processi di policy making tanto a livello nazionale quanto a livello sovrannazionale. Partecipano all'incontro scienziati e studiosi di differenti paesi europei e rappresentanti di organizzazioni sovrannazionali, allo scopo di attuare uno scambio ininterrotto di esperienze, di contribuire ad un indirizzo europeo dei reporting nazionali, nonché di fornire un apporto significativo alla formazione e al consolidamento di un European Social Reporting Network. L'incontro di quest'anno intende inoltre occuparsi in particolare degli indicatori del benessere soggettivo e del loro valore relativamente al social reporting e alla misurazione del benessere, nonché in quanto scopi dell'agire politico.

< Chiudi

Verso il costituirsi di forze armate europee? Il cambiamento dell'idea di sicurezza nazionale tra difesa interna e doveri di alleanza dalla fine della guerra fredda - 'Colloquio di Villa Vigoni' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
Verso il costituirsi di forze armate europee? Il cambiamento dell'idea di sicurezza nazionale tra difesa interna e doveri di alleanza dalla fine della guerra fredda - 'Colloquio di Villa Vigoni' (nell'ambito di un accordo con la DFG)
22/04/2012 - 25/04/2012
Dr. Bernhard Chiari, Potsdam; Prof. Nicola Labanca, Siena

> Leggi tutto
Dalla fine della Guerra Fredda le missioni militari in Europa hanno assunto una qualitànuova, influenzando le forze armate nella loro organizzazione complessiva. Esse hanno dovuto adeguare gradualmente equipaggiamento, formazione e preparazione alle mutate condizioni contestuali. Un aspetto fondamentale si è rivelato quello della percezione dell'azione militar-politica all'interno delle 'democrazie mediatiche', non da ultimo anche per la prosecuzione di mandati politici.

Il colloquio, finanziato dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft, si propone di collegare esperienza di ricerca accademica con aggiornate conoscenze sistemiche riguardo politica di sicurezza e forze armate. Promotore dell'iniziativa è il Militärgeschichtliches Forschungsamt di Potsdam (Istituto di ricerca di storia militare), che recentemente ha integrato la sua competenza decennale sulla storia militare e sulla politica di sicurezza, con un proprio progetto sulla storia delle missioni militari a partire dalla riunificazione tedesca. Il partner sul versante italiano è il Prof. Nicola Labanca (Universitàdi Siena), uno dei più rinomati storici militari italiani e presidente del "Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche Storico-Militari".

< Chiudi

Manifestazione del 'Deutscher Club Tessin' sul tema 'L'Opera: la mia passione'
Manifestazione del 'Deutscher Club Tessin' sul tema 'L'Opera: la mia passione'
20/04/2012
Deutscher Club Tessin, Lugano

> Leggi tutto
Peter Biermann e Jobst von Jeinsen (Deutscher Club Tessin, Lugano) presentano alcune tra le più belle opere liriche (presentazione audio-video con letture e musiche).

< Chiudi

Incontro primaverile G2020: il futuro dell'assistenza sanitaria nel 2020
Incontro primaverile G2020: il futuro dell'assistenza sanitaria nel 2020
12/04/2012 - 14/04/2012
Prof. Dr. Ferdinand M. Gerlach, Frankfurt/M.

> Leggi tutto
Descrizione (versione in lingua tedesca)

Die gesundheitliche Versorgung der Bevölkerung steht vor enormen, in westlichen Industrieländern zumeist sehr ähnlichen, Bewährungsproben. Die demographische Alterung, die Zunahme chronischer Erkrankungen, der technologische Fortschritt sowie prinzipiell begrenzte finanzielle und personelle Ressourcen stellen wichtige Herausforderungen dar. Angesichts sich wandelnder Anforderungen und Rahmenbedingungen sind weitreichende Weiterentwicklungen der Strukturen und Prozesse in allen Bereichen gesundheitlicher Versorgung erforderlich.

Das Expertengespräch setzt eine bereits seit 2000 bestehende Reihe fort und geht der Frage nach, wie eine optimale gesundheitliche Versorgung im Jahr 2020 gewährleistet werden kann und welche Entwicklungsschritte auf dem Weg dorthin sinnvoll sind. Besondere Beachtung finden folgende Aspekte: Qualitätsförderung und Patientensicherheit, integrierte und populationsorientierte Versorgungskonzepte, Kooperation zwischen Disziplinen und Professionen, Arzneimittelversorgung, Transparenz und Patientenbeteiligung, Optionen politischer Steuerung sowie interne und externe Finanzierung.

Die Gruppe G2020 bündelt die Expertise von Wissenschaftlern sowie Führungskräften aus verschiedenen Bereichen des Gesundheitswesens (Bundes- und Landespolitik, Krankenkassen, Körperschaften, Unternehmen). Im Fokus der Beratungen steht die Umsetzung nachhaltig wirksamer Reformschritte im Rahmen einer qualitäts- und werteorientierten Wettbewerbsordnung.

< Chiudi

Costruzioni della christianitas medioevale - Storia intellettuale e ordinamenti politici - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
Costruzioni della christianitas medioevale - Storia intellettuale e ordinamenti politici - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
10/04/2012 - 13/04/2012
Prof. Dr. Klaus Herbers, Erlangen-Nürnberg; Dr. Gordon Blennemann, Erlangen-Nürnberg; Prof. Maria Pia Alberzoni, Milano; Prof. Gian Luca Potestà, Milano

> Leggi tutto
Dal 10 al 13 aprile 2012 si tiene sotto la direzione del Prof. Dr. Klaus Herbers (Universitàdi Erlangen), della Prof. Dr. Maria Pia Alberzoni (UniversitàCattolica del Sacro Cuore di Milano), del Prof. Dr. Gian Luca Potestà(UniversitàCattolica del Sacro Cuore di Milano) e del Dr. Matthias Maser (Universitàdi Erlangen) un 'Convegno di Villa Vigoni', multinazionale e pluridisciplinare, su "Costruzioni della christianitas medioevale - Storia intellettuale e ordinamenti politici", per dottorandi e dottorande di discipline medievistiche.

Accanto alla concezione unitaria della storia e della storiografia, viene messa ormai in questione in misura crescente anche l'immagine dell'Europa medievale come intimamente cristiana. Contributi recenti affermano che l'Europa medievale fu segnata in profonditànon solo dal cristianesimo, bensì anche dalle comunitàreligiose ebraiche e musulmane, nonché da gruppi e ambiti marginali interni alla cristianit�. Il colloquio mira alla comprensione degli elementi strutturali spirituali e politici del cristianesimo occidentale sullo sfondo dello studio, recentemente intensificatosi, della eterogeneitàreligiosa.

< Chiudi

Il sistema uniforme di brevetto nell'Unione Europea in prospettiva italo-tedesca - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
Il sistema uniforme di brevetto nell'Unione Europea in prospettiva italo-tedesca - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
02/04/2012 - 04/04/2012
Prof. Dr. Annette Kur, München; Prof. Angela Lupone, Milano

> Leggi tutto






Da oltre un decennio giuristi ed economisti italiani e tedeschi si confrontano con le problematiche relative alla necessità- avanzata dall'ambito economico - di un sistema unico di brevetto all'interno della ComunitàEuropea dapprima e dell'Unione Europea poi. Ciò che vale soprattutto a livello europeo nell'ambito della proprietàintellettuale e industriale. La velocizzazione del processo legislativo resa possibile di recente dall'entrata in vigore del Trattato di Lisbona ha sollevato problematiche di grande peso nella letteratura specializzata, le quali riguardano l'essenza stessa del mercato interno e la collaborazione all'interno della UE. Particolarmente critica appare ad alcuni Paesi membri la messa in atto di quella cooperazione rafforzata che la realizzazione del sistema unico di brevetto richiederebbe. Tale realizzazione è stata ratificata dal Consiglio Competitivitàil 10 marzo 2011. Grazie al pronunciamento accolto favorevolmente dalla parte tedesca è possibile a tutti gli Stati membri servirsi di una cooperazione rafforzata. Queste e altre attuali problematiche giuridiche relative al brevetto europeo trovano, nello spazio bilaterale e aperto di Villa Vigoni, la sede ideale per essere discusse nell'ambito di un Colloquio scientifico.

< Chiudi

Seduta primaverile del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
Seduta primaverile del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
29/03/2012 - 31/03/2012
Villa Vigoni

La sapienza del saggio: phronesis, prudentia e comportamenti morali nel Medioevo e nell'Età Moderna - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
La sapienza del saggio: phronesis, prudentia e comportamenti morali nel Medioevo e nell'Età Moderna - 'Colloquio di Villa Vigoni nel campo delle Scienze umane e sociali' (nell'ambito di un accordo con la DFG - German Research Foundation)
28/03/2012 - 31/03/2012
Prof. Dr. Andreas Niederberger, Frankfurt/M.; Prof. Merio Scattola, Padova; Prof. Dr. Alexander Fidora, Barcelona

> Leggi tutto






Descrizione (in lingua tedesca):


Klugheit gehört bis in die Neuzeit zu den Schlüsselbegriffen der Ethik. Und auch in der philosophischen Diskussion der Gegenwart wird immer noch auf die Klugheit rekurriert, um zu unterstreichen, dass spezifisch praktische Urteilskraft relevant ist, damit es tatsächlich zu moralisch richtigem Handeln kommt. Allerdings wird die Klugheit so in die 'Anwendung' moralischer Einsichten verschoben und ihr kommt insgesamt ein nachgeordneter Status zu. Gleichzeitig bleibt bzw. wird die Klugheit ein wichtiger Bezugspunkt für die politische Theorie und das Rechtsdenken.

Dieses Villa Vigoni-Gespräch erörtert, wie sich die Bedeutung der Klugheit für moralische, politische und rechtliche Fragen von der Philosophie des Mittelalters über die Theorien der Frühen Neuzeit bis in die Moral- und Rechtsphilosophie des 20. und 21. Jahrhunderts verändert hat. Dabei werden einerseits Gründe für den philosophischen Bedeutungsverlust und die damit einhergehende Vernachlässigung des Potentials des Klugheitsbegriffes für eine Bestimmung der besonderen epistemischen und praktischen Anforderung von moralischem 'Wissen' betrachtet. Andererseits wird nachgezeichnet, wie die philosophische Vernachlässigung neue Möglichkeiten und Bedeutungen der Klugheit in der Politik und im Recht eröffnet.


< Chiudi

Riunione della Fresenius Medical Care
Riunione della Fresenius Medical Care
02/03/2012
Fresenius Medical Care Italia S.p.A., Palazzo Pignano (Cremona)

> Leggi tutto

1° Vigoni Lecture (sede della manifestazione: Berlino)
1° Vigoni Lecture (sede della manifestazione: Berlino)
12/12/2011
Villa Vigoni in collaborazione con l'Auswärtiges Amt, Berlino e l'Insitut für Europäische Politik (IEP)

> Leggi tutto
Alla discussione finale, con domande poste dal numeroso pubblico intervenuto, gli oltre 200 partecipanti sono stati invitati ad un "vin d'honneur".
La prossima Vigoni Lecture, seguendo una logica di alternanza, si terrànel 2012 a Roma.

< Chiudi

Discorsi dell'inattingibile
Discorsi dell'inattingibile
01/12/2011 - 03/12/2011
Prof. Dr. Hans Vorländer, Dresden; Villa Vigoni

La performance del potere. Tardo Medioevo e oggi a confronto
La performance del potere. Tardo Medioevo e oggi a confronto
24/11/2011 - 26/11/2011
Dr. Cristina Andenna, Matera/Potenza; Prof. Dr. Gert Melville, Dresden; Dr. Klaus Oschema, Heidelberg

> Leggi tutto
Questo workshop viene organizzato da:
- Forschungsstelle für Vergleichende Ordensgeschichte (FOVOG Dresden)
- Sonderforschungsbereich 804 "Transzendenz und Gemeinsinn"/Projekt C "Dynastie, Idoneität und Transzendenz. Vergleichende Untersuchungen zum hohen und späten Mittelalter".

in cooperazione con:
- Sächsische Akademie der Wissenschaften, Projekt "Klöster im Hochmittelalter".


Descrizione (versione tedesca)

Während die mediävistische Erforschung politischer Rituale und symbolischer Kommunikation in den letzten Jahren beachtliche Resultate erzielt hat, wurde die Frage nach der performativen Dimension herrschaftlichen Handelns bzw. nach der Rolle der Performanz für die Konstituierung von Machtverhältnissen bislang wesentlich weniger diskutiert. Jüngere Zugänge von Seiten der Politologie und Medienwissenschaft wie der Sozialpsychologie lassen es geboten erscheinen, den Fokus auf körper- und handlungsorientierte Aspekte der Genese und Stabilisierung von herrschaftlichen Ordnungsstrukturen zu richten. Hierdurch gerät insbesondere die situativ individualisierte Qualität der Machtausübung in den Blick. Für die historisch orientierte Analyse besitzt der Zugang über die Ebene der Performanz den Reiz, die Eigenart der jeweiligen Situation sowie das Agieren des historischen Individuums genauer zu fassen. Der Workshop setzt es sich zum Ziel, die Konstituierung und Ausübung sozio-politischer Macht von der Seite ihrer handlungsbasierten Fundierung her zu analysieren. Höfische, städtische und kirchlich-religiöse, insbesondere klösterliche Gemeinschaften des Mittelalters, in denen sich strukturell ähnliche Machtkonstellationen ausformten, werden dabei mit modernen Formen der politischen Vergesellschaftung in Vergleich gesetzt.

< Chiudi

La religione nella differenza. L'altro orizzonte della religiosità
La religione nella differenza. L'altro orizzonte della religiosità
20/11/2011 - 23/11/2011
Prof. Dr. Marcus Sandl, Zürich; Prof. Dr. Rudolf Schlögl, Konstanz; Prof. Giuliana Parotto, Trieste; Villa Vigoni

Assemblea dei Soci dell'Associazione Villa Vigoni
Assemblea dei Soci dell'Associazione Villa Vigoni
17/11/2011 - 18/11/2011
Villa Vigoni

Consiglio Direttivo
Consiglio Direttivo
16/11/2011 - 18/11/2011
Villa Vigoni

Economia e società - oggi. Sulla genesi e costellazione attuale del rapporto fra stato e capitalismo
Economia e società - oggi. Sulla genesi e costellazione attuale del rapporto fra stato e capitalismo
13/11/2011 - 17/11/2011
Prof. Dr. Karl-Siegbert Rehberg, Dresden; Prof. Dr. Stephan Lessenich, Jena; Prof. Carlo Mongardini, Roma; Prof. Umberto Triulzi, Roma

Identità europee della tarda Antichità e del primo Medioevo e le Chiese degli Ariani (300-700 circa)
Identità europee della tarda Antichità e del primo Medioevo e le Chiese degli Ariani (300-700 circa)
10/11/2011 - 12/11/2011
Dr. Guido M. Berndt, Erlangen-Nürnberg; Dr. Roland Steinacher, Wien

> Leggi tutto
Il cosiddetto arianesimo (migliore definizione sarebbe dottrina cristologica omoio) ebbe all'interno dell'impero romano e nei regni post-imperiali del Mediterraneo occidentale, fino alla fine del sesto secolo, un ruolo di primo piano per lo sviluppo delle identitàpolitiche e sociali europee. Per diversi fattori questo ruolo è stato riconosciuto solo in maniera marginale dalla ricerca storica. Sussistono anche diverse incomprensioni per cui, ad esempio, l'arianesimo era visto come un fenomeno germanico'.
L'incontro sul Lago di Como contribuiràa colmare questa lacuna. Teologi, storici e archeologi provenienti da Germania, Italia, Austria, Gran Bretagna e Stati Uniti avranno un'occasione di discussione. Questa potrebbe gettare le basi per un dialogo di ampio respiro. Il dibattito nasce dalla cooperazione tra i 'Lehrstühle für Alte Geschichte und Kirchengeschichte an der Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg' e l'Institut für Mittelalterforschung der sterreichischen Akademie der Wissenschaften.

< Chiudi

La dimensione pubblica del contratto: teorie del diritto in dialogo
La dimensione pubblica del contratto: teorie del diritto in dialogo
09/11/2011 - 12/11/2011
Prof. Dr. Dan Wielsch, Köln; Prof. Alessandro Somma, Ferrara; Prof. Pasquale Femia, Napoli

> Leggi tutto
Descrizione (in tedesco)

Die Veranstaltung führte theoretisch ausgewiesene Rechtswissenschaftler aus Europa und Übersee zusammen, um nach den Grundlagen des Vertrags aus Sicht unterschiedlicher Reflexionstheorien des Rechts zu fragen.

Anlass für die Konferenz bildete unter anderem die Vorlage des 'Draft Common Frame of Reference' für ein einheitliches europäisches Privatrecht, dessen Regeln sich an den vier Prinzipien 'freedom', 'security', 'justice' und 'efficiency' orientieren sollen. Dieses pluralistisch begründete (supranationale) staatliche Recht trifft auf die mit Hilfe von Verträgen privatautonom erzeugte Normativität. Auf der Konferenz wurde intensiv über die Gründe diskutiert, aus denen die Bindung des Vertrags an das Recht wie auch umgekehrt die Bindung des Rechts an den Vertrag argumentativ abgeleitet wird. Die eingenommenen unterschiedlichen Perspektiven auf das Recht spiegelten unterschiedliche Möglichkeiten zur Rechtfertigung von Verträgen in der Gesellschaft. Die Konferenz brachte so zum ersten Mal ausgewählte Vertreter von liberaler, ökonomischer, systemtheoretischer, deliberativer und kritischer Rechtstheorie über eine gemeinsame Fragestellung gezielt miteinander ins Gespräch. Es zeichnete sich ab, dass die öffentliche Dimension des Vertrags nur mit Hilfe pluralistischer Theorien angemessen erfasst werden kann.

Die beteiligten Rechtswissenschaftler werden zusammen mit anderen Kollegen auch in Zukunft ähnlich grundlegende Fragen des Privatrechts im Rahmen eines internationalen Forschungsnetzwerks ('Private Law Theory') behandeln. Durch die Zusammenarbeit in der Villa Vigoni hat das Netzwerk wesentliche Impulse für die weitere Arbeit erhalten.

< Chiudi

Oltre la Modernità? Italia e Repubblica Federale di Germania nella seconda metà del XX secolo - un colloquio interdisciplinare
Oltre la Modernità? Italia e Repubblica Federale di Germania nella seconda metà del XX secolo - un colloquio interdisciplinare
06/11/2011 - 09/11/2011
Prof. Dr. Thomas Großbölting, Münster; Dr. Daniel Schmidt, Münster; Prof. Carlo Spagnolo, Bari; Dr. Massimiliano Livi, Münster

Francesco Algarotti (1712-1764). Illuminista italiano, intellettuale europeo, amico di Federico il Grande
Francesco Algarotti (1712-1764). Illuminista italiano, intellettuale europeo, amico di Federico il Grande
02/11/2011 - 06/11/2011
Prof. Dr. Brunhilde Wehinger, Potsdam; Dr. Rita Unfer Lukoschik, Berlin/Venezia; Prof. Dr. Ursula Pia Jauch, Zürich

> Leggi tutto

L'estesa attivitàdi scrittore - comprendente anche una folta corrispondenza la cui analisi è assai promettente per gli studi sull'Illuminismo europeo - di Francesco Algarotti, mediatore culturale e iniziatore di una divulgazione scientifica d'alto livello in Italia, è attualmente nota quasi soltanto agli addetti ai lavori.

Nato a Venezia nel 1712 da una famiglia di commercianti agiati, effettuò molteplici viaggi attraverso l'Europa guadagnandosi presto la fama di scrittore grazie alla pubblicazione del Newtonianismo per le dame, immediatamente tradotto in francese e in inglese, che gli aprì le porte delle corti di Londra, San Pietroburgo, Berlino, Dresda mettendolo in contatto con i maggiori esponenti dell'Illuminismo occidentale. Divenuto membro delle più avanzate accademie d'Europa, si trovò al centro della rete di intellettuali illuministi che cercavano l'appoggio di quei sovrani aperti all'influenza delle nuove idee.

Nel 1739 Algarotti fu ospite presso il principe ereditario di Prussia, dal 1740 per molti anni uomo di fiducia di Federico II di Prussia, ammesso anche alla cosiddetta 'tavola rotonda' di Sanssouci, e consigliere del re per l'arte e l'architettura a Berlino e a Potsdam. Anche presso la corte di Dresda ricoprì a lungo l'incarico di agente per gli acquisti d'arte, mentre si era precedentemente trattenuto a Londra, aveva viaggiato a San Pietroburgo pubblicando poi anche la sua relazione di viaggio.

Cosmopolita ed eclettico non solo nel pensiero ma anche nell'ampio spettro di tematiche affrontate negli scritti che abbracciano molteplici discipline: dalla filosofia alla fisica e alla musica, dalla storia letteraria e della lingua a quella dell'arte e dell'architettura, dalle questioni di scienza militare alle relazioni di viaggio, dalla poesia al folklore per non elencarne che alcune. Nel corso del XIX secolo l'opera dell'Algarotti, con i suoi tratti di enciclopedismo e la tensione al superamento dei confini, sia concreti sia simbolici, è stata oscurata dal pensiero e dalla letteratura nazionalistici. Il 300esimo anniversario della nascita da' quindi modo di riscoprire in tutto il suo fascino il profilo intellettuale e l'opera di questo grande cosmopolita ed europeo esemplare.

Brunhilde Wehinger



< Chiudi

Colloquio internazionale sui contatti linguistici
Colloquio internazionale sui contatti linguistici
02/11/2011 - 05/11/2011
Freiburg Institute for Advanced Studies (FRIAS), Freiburg

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua inglese)


The particle nu(n) (Grmc. nu, Sanskr. nu/n, nnam, Old Greek ??, ????, lat nun+c, Old Slav. nyne) not only presents a challenge for contrastive research on particles but also perfect example for the interaction of language contact (borrowing) and autochthonous language change. Reflexes of the above-mentioned etymons exist in all modern Germanic and almost all Slavic languages, but the particle has by no means the same meaning in each of these languages. In addition, the particle has been borrowed into genetically unrelated contact languages such as Hebrew (from Russian and/or Yiddish), Finnish and Estonian (from Germanic languages?) and Kazakh (from Russian). The workshop wants to profit from this unique situation. It will bring together scholars working on nu as a discourse marker in a wide variety of languages, and in developing and discussing questions and problems such as the ones mentioned above, we will (hopefully) be able to contribute to our understanding of language contact, contrastive analysis and synchronic as well as diachronic research on discourse markers in general.


< Chiudi

Dialogo sul dialogo' - forme e funzioni del dialogo letterario nell'Antichità, nel Medioevo e nell'Età Moderna
Dialogo sul dialogo' - forme e funzioni del dialogo letterario nell'Antichità, nel Medioevo e nell'Età Moderna
27/10/2011 - 30/10/2011
Prof. Dr. Sabine Föllinger, Bamberg; PD Dr. Gernot Michael Müller, Eichstätt; Prof. Franco Ferrari, Salerno

> Leggi tutto
Nel corso dell'incontro interdisciplinare, basato sulla lettura e discussione diretta di testi e al quale hanno preso parte diciotto ricercatori (di cui nove in fase di qualificazione professionale) provenienti da Germania e Italia e afferenti a discipline diverse quali filologia classica, filosofia, filologia medievale, filologia e letteratura tedesca, filologia e letterature romanze, sono state analizzate, tracciando un arco su diverse epoche storiche, le forme e le funzioni del dialogo letterario sulla base di brevi relazioni introduttive e passaggi testuali scelti, evidenziandone gli aspetti storici e sistematici. Prediligendo un approccio comparatistico sono state puntualizzate diverse possibili funzioni del dialogo (epistemica, politica, metapoetica, sociale, critica, pedagogica) e anche l'importanza di un'analisi puntuale della messa in scena di personaggi e setting. Inoltre è stato riconosciuto il valore delle regole comunicative implicite ed esplicite dei diversi dialoghi e delle conseguenze da esse derivanti per la buona riuscita della discussione tra i personaggi.

< Chiudi

Religione civile? Fondare l'ordine tra fede e strumentalizzazione
Religione civile? Fondare l'ordine tra fede e strumentalizzazione
27/10/2011 - 30/10/2011
Prof. Dr. Gerd Schwerhoff, Dresden; Prof. Pier Paolo Portinaro, Torino; Prof. Dr. Georg Kohler, Zürich

SFB914 Symposium on Leukocyte Adhesion and Migration
SFB914 Symposium on Leukocyte Adhesion and Migration
24/10/2011 - 27/10/2011
Prof. Dr. Markus Sperandio, München; Prof. Emilio Hirsch, Torino

Ritmi della Modernità
Ritmi della Modernità
19/10/2011 - 22/10/2011
Dr. Michael Neumann, Konstanz; Dr. Massimo Salgaro, Verona; Dr. Michele Vangi, Villa Vigoni

Workshop di valutazione del Programma delle Conferenze di ricerca trilaterali
Workshop di valutazione del Programma delle Conferenze di ricerca trilaterali
13/10/2011 - 15/10/2011
Hinnerk Bruhns, Directeur de recherche émérite au CNRS, Paris; Villa Vigoni

Populismo fra fascismo e democrazia
Populismo fra fascismo e democrazia
12/10/2011 - 15/10/2011
Dr. Paula Diehl, Berlin; Prof. Philippe Foro, Toulouse; Prof. Stefano Cavazza, Bologna

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua francese)

Le deuxième colloque du projet 'Populisme entre Fascisme et Démocratie' est consacré aux manifestations et formes d'expression du populisme et compare celles-ci àcelles du fascisme avec au premier plan l'analyse de leurs structures sociales, images et discours respectifs.

Une hypothèse de travail soutient que populisme et fascisme se différencient le plus pendant la phase de consolidation de leur pouvoir. Le colloque s'interroge sur leurs changements au cours de la phase d'établissement. Une caractéristique commune au populisme et au fascisme est la valorisation extréme du concept de peuple et la mobilisation des masses que celle-ci implique, se manifestant aussi bien dans le discours de propagande que dans d'autres phénomènes politico-culturels. Il sera tenu compte des différentes perspectives historiques ainsi que des divers mouvements et régimes populistes et fascistes, notamment les populismes russe et américain du 19ième siècle, le fascisme italien, le national-socialisme et les diverses formes de populisme latino-américain.

Une attention particulière sera portée àla présentation du leader (ou Führer) qui apparaét comme figure charismatique centrale dans les images et le discours. Dans le cadre d'un groupe de travail seront analysés le rejet des élites établies et l'attitude anti-institutionnelle en tant qu'éléments fondamentaux des deux phénomènes. Y sont étroitement liées la construction et l'idéalisation du peuple ainsi que la mobilisation des masses se trouvant au centre du fascisme et du populisme.

Il y a lieu, en outre, de rechercher si dans le populisme on peut parler d'imaginaire politique comme c'est le cas pour le fascisme et le national-socialisme. Peut-on considérer les discours, symboles, images et mises en scènes populistes comme manifestations d'une structure spécifique pour la production de signification (ou de sens), ou s'agit-il ici d'une forme parasitaire du discours politique, qui s'établirait dans les cultures politiques respectives ?


< Chiudi

Carl Friedrich v. Rumohr: arte, cucina e cultura tra Nord e Sud, età classica e età romantica
Carl Friedrich v. Rumohr: arte, cucina e cultura tra Nord e Sud, età classica e età romantica
08/10/2011 - 11/10/2011
Prof. Dr. Achatz von Müller, Basel; Villa Vigoni

Primo Colloquio comparatistico DFG Letteratura come 'Wagnis' - Literature as a risk
Primo Colloquio comparatistico DFG Letteratura come 'Wagnis' - Literature as a risk
03/10/2011 - 07/10/2011
Prof. Dr. Monika Schmitz-Emans, Bochum

> Leggi tutto
Il convegno letterario 'Literatur als Wagnis/Literature as a Risk' - concepito e organizzato dalla Prof. Dr. Monika Schmitz-Emans - in collaborazione con Prof. Georg Braungart, Prof. Douwe Fokkema, Prof. Achim Geisenhanlüke, Prof. Christine Lubkoll  - a su incarico della DFG appartiene alla serie dei simposi di germanistica della DFG che si svolgono dagli anni '70. 35 partecipanti e curatori da sei paesi si confronteranno per quattro giorni sulle svariate sfaccettature del rapporto fra letteratura e concezioni del rischio.

Il convegno prevede sei sezioni tematiche. La sezione 1 affronteràdiverse concezioni e teorie del rischio che sono alla base della letteratura su di un piano generale. La sezione 2 muove da queste concezioni di base per giungere ad illuminare discorsi scientifici e le rispettive concezioni di rischio, vale a dire il contesto di relazioni esistente fra riflessioni sul rischio in economia e medicina e in letteratura. Nella sezione 3 ci si chiede a partire da quando la scrittura diventi un 'rischio vitale' per la persona dell'autore e su come queste situazioni minacciose si ripercuotano sulla creazione artistica. La sezione 4 affronta il complesso 'azzardo - rischio - gioco' e soprattutto il significato delle idee di caso e fortuna per gli autori e le loro poetiche. La sezione 5 è dedicata alle Avanguardie, alle trasgressioni estetiche e alle loro conseguenze socio-politiche. La sezione 6 si occupa di 'creazioni azzardate e azzardi' alla luce di particolari argomenti, autori e testi singoli legati al tema rischio.

Questo programma di discussione viene completato da diverse sezioni plenarie che seguono il dibattito in letteratura all'interno e oltre i confini della letteratura stessa.

< Chiudi

Arcaismi nel diritto romano e la loro ricezione nel diritto moderno - percorsi di ricerca in Germania e in Italia
Arcaismi nel diritto romano e la loro ricezione nel diritto moderno - percorsi di ricerca in Germania e in Italia
28/09/2011 - 01/10/2011
Prof. Dr. Peter Gröschler, Mainz; Prof. Francesco Milazzo, Catania

> Leggi tutto



Il diritto romano dalle origini alla codificazione dell'imperatore Giustiniano ha una storia di oltre mille anni. E' stato rilevato che ai suoi albori il diritto sacrale fosse molto influente sulle altre aree del diritto. Spesso di questo influsso è dato verificare la persistenza anche nel diritto romano classico. Il fenomeno dipende fra l'altro dalla tendenza, presente e costante nel diritto romano, a non abolire gli istituti del passato con un 'tratto di penna del legislatore'. Il diritto antico, anzi, veniva arricchito di elementi nuovi, cosicché il diritto non avesse a modificarsi in modo brusco ma in modo progressivo e sempre all'insegna della tradizione. Da un tale approccio la presenza di un gran numero di arcaismi anche nel diritto romano classico.

Al giorno d'oggi, le leggi hanno spesso un'effimera durata soprattutto in conseguenza della continua presentazione di nuovi progetti di legge (spesso 'riforme' delle 'riforme'!). Nondimeno, anche nel diritto attualmente vigente si trovano numerosi arcaismi che evidenziano come l'ordinamento giuridico sia un sistema incomprensibile senza la valutazione del suo inquadramento storico. Si rivela quindi utile, per lo studio del diritto vigente, acuire la sensibilitàper gli arcaismi in esso presenti, tenuto anche conto come la loro individuabilitàe il loro apprezzamento non siano sempre agevoli.

Il 'Villa Vigoni-Gespräch' sugli arcaismi nel diritto romano e la loro continuitànel diritto moderno tende in tal senso a indicare nuovi spunti e ad evidenziare nello stesso tempo i diversi percorsi di ricerca in Germania e in Italia.



< Chiudi

Linguaggio delle immagini - Immagini del linguaggio
Linguaggio delle immagini - Immagini del linguaggio
25/09/2011 - 29/09/2011
PD Dr. Thorsten Valk, Weimar; Prof. Dr. Reinhard Wegner, Jena; Prof. Dr. Dieter Burdorf, Leipzig; Dr. Johannes Grave, Paris

> Leggi tutto
Il colloquio internazionale per dottorandi si colloca nell'area di interferenza fra ricerca letteraria e storico-artistica. E' organizzato da quattro istituzioni che coltivano in modo particolare il dialogo interdisciplinare fra studi iconologici e testuali: la Fondazione Klassik Weimar, il Forum tedesco di storia dell'arte di Parigi, l'Istituto di Germanistica dell'Universitàdi Lipsia e l'Isitituto di storia dell'arte dell'Universitàdi Jena. Un particolare aspetto di innovazione di questo colloquio per dottorandi è rappresenato non solo dall'impostazione interdisciplinare, ma anche dalla riflessione comparata su differenti culture disciplinari con le lore forme di lavoro e i loro strumenti di analisi.

Punto di partenza del collouio è la constatazione che nel '700 il discorso storico-artistico è animato dall'interrogazione sul rapporto fra letteratura e pittura. In rapporto a ciò, si cercheràdi stimolare tramite il confronto fra testi, immagini e descrizioni di immagini una riflessione dinamica del rapporto testo-immagine che mira più ad effetti di reciproca influenza che a paralleli o delimitazioni. La manifestzione vuole collegarsi a dibattiti attuali e rimetterli criticamente in discussione.


< Chiudi

Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
Rapporti struttura-attività di glicosaminoglicani e di nuovi anticoagulanti
22/09/2011 - 24/09/2011
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim; Prof. Benito Casu, Milano

IX Convegno dell'Academia Platonica Septima Monasteriensis  'Filosofie del luogo e dello spazio nella tarda Antichità - Approfondimento sul Corollarium de loco di Simplicio' (Alexander von Humboldt Kolleg)
IX Convegno dell'Academia Platonica Septima Monasteriensis 'Filosofie del luogo e dello spazio nella tarda Antichità - Approfondimento sul Corollarium de loco di Simplicio' (Alexander von Humboldt Kolleg)
18/09/2011 - 21/09/2011
Prof. Dr. Carlos Steel, Leuven; Prof. Dr. Christoph Helmig, Berlin; Prof. Franco Ferrari, Salerno

> Leggi tutto
Risultati (in lingua inglese)

The Ninth Conference of the Seventh Platonic Academy took place between September 18 and 21 at Villa Vigoni with the purpose of discussing the Philosophy of Space/Place in Late Antiquity. The investigation into place was a central part of ancient natural philosophy since Aristotle's pioneering systematic investigation into Place in his Physics. Place was on the one hand an explanatory concept, giving an account of what justified statements about the location of bodies, and also an important cosmological reality: Aristotle postulated that each of the four elements had a natural motion towards their proper place in the universe.

The opportunity for a renewed appraisal was made possible by a new edition of the greek text of Simplicus' Corollary on Place by Phillipe Hoffman and Pantelis Golitsis, who presented their edition and manuscript research at the conference. Simplicius' Corollary is a text of signal importance in the study of the history of the philosophy, for it consists in a historical overview of theories of place ranging from Aristotle to Simplicius himself, and also because it contains fragments of lost works of Proclus and Damascius on the matter.

Besides Aristotle's theory of place and Simplicius' criticisms of it, the conference also discussed Proclus' theory of place as immobile light, Damascius' theory of place as a measure of position and magnitude, Iamblichus' analogical understanding of place as a reality obtaining at all levels of reality and Philoponus' conception of place as a three dimensional extension. This last theory was observed to move signifcantly in the direction of the modern concept of space, a tendency otherwise also present in the theories of Proclus and his master Syrianus as they focused on the question of the place of the entire world.

A number of contributions were focused on Damascius'  theory of place and Simplicius' own version of it, by far the most detailed and innovative of theories presented in the Corollary. Unlike Proclus and Philosopnus, who criticiyed Aristotle's physics by identifiying Place with a three dimensional extension, these two theories identified place with the internal structure of bodies and the universal order of the cosmos.

The Conference did not restrict itself to discussion of the Corollary, but also discusssed relevant texts on place from Simplicius' Commentary on the Categories, Plato's Timaeus and Philoponus' Commentary on the Physics. Two themes often brought out in the discussion were the polemical and philosphical motives informing Simplicius' presentation of ancient theories of place and the difference between place and space.

< Chiudi

Analisi dei testi agiografici dell'età merovingia nelle loro più antiche versioni manoscritte
Analisi dei testi agiografici dell'età merovingia nelle loro più antiche versioni manoscritte
14/09/2011 - 17/09/2011
Prof. Ferruccio Bertini, Genova; Prof. Monique Goullet, Paris; Martin Heinzelmann, Paris

> Leggi tutto
Descrizione (versione in lingua francese):

Les origines de l'édition hagiographique médiévale (VIe-VIIIe s.) sont encore àla recherche de leur histoire, les pratiques langagières de la méme époque (dite mérovingienne' en pays franc) également. Par une observation et une étude systématiques et minutieuses des pratiques des copistes des plus anciens manuscrits hagiographiques conservés, ce projet s'est donné pour but de faire progresser simultanément l'état des deux questions, en donnant àinterpréter par l'historien, le philologue, le linguiste, des textes vierges de toute intervention des éditeurs modernes. Il s'inscrit donc àla fois dans le cadre de la proto-histoire des légendiers et dans les travaux actuels de la sociolinguistique la plus avancée pour rendre compte des traits du latin mérovingien' et du passage au proto-roman.

< Chiudi

Workshop conclusivo del gruppo di ricerca DFG 730 'Positioning of single nanostructures - Single quantum devices -'
Workshop conclusivo del gruppo di ricerca DFG 730 'Positioning of single nanostructures - Single quantum devices -'
12/09/2011 - 14/09/2011
Prof. Dr. Markus Lippitz, Max Planck Institute for Solid State Research, Stuttgart

Summer School internazionale per il Seminario di ricerca La formazione precoce dell'infanzia, un futuro eccellente per la scienza
Summer School internazionale per il Seminario di ricerca La formazione precoce dell'infanzia, un futuro eccellente per la scienza
05/09/2011 - 09/09/2011
Robert Bosch Stiftung GmbH, Stuttgart

> Leggi tutto
Descrizione (in lingua tedesca):

Zentrales Element des Forschungskollegs Frühkindliche Bildung ist eine jährlich stattfindende Sommerschule. Mit diesem Modul wird versucht, einen übergeordneten, in der Fachdisziplin lange überfälligen, wissenschaftlichen Diskurs anzuregen. Vorgesehen ist eine hochrangig besetzte Ideenwerkstatt, zu der neben wissenschaftlich ausgewiesenen Frühpädagogen auch international anerkannte Wissenschaftler angrenzender Fachgebiete eingeladen werden (Linguisten, Neurowissenschaftler, Vertreter von Musikhochschulen, Psychologen, etc.). Im Rahmen von Vorträgen, Gruppendiskussionen und Streitgesprächen wird versucht, die Multidisziplinarität der frühkindlichen Bildung herauszuarbeiten. Die Ergebnisse des Diskurses werden nach Abschluss der Summer School in Form eines Manifestes veröffentlicht.

< Chiudi

Modernità senza confini: comunità degli stati - simbiosi delle culture - incontro fra le arti nei diari di Harry Graf Kessler
Modernità senza confini: comunità degli stati - simbiosi delle culture - incontro fra le arti nei diari di Harry Graf Kessler
30/08/2011 - 02/09/2011
Dr. Roland Kamzelak, Marbach; Prof. Alexandre Kostka, Strasbourg; Prof. Dr. Ulrich Otthningen; Prof. Luca Renzi, Urbino

> Leggi tutto
Le tre conferenze trilaterali annuali che si terranno dal 2011 al 2013 a Villa Vigoni sono nate dalla cooperazione fra l'Archivio della Letteratura tedesca di Marbach (Germania), l'Universitàdi Strasburgo (Francia) e l'Universitàdi Urbino (Italia). Esse fungeranno da luogo di consultazione, di incontro e di discussione ai tre gruppi di ricerca nazionali per il completamento di studi sull'opera e la figura di Harry Graf Kessler, diplomatico, mecenate e scrittore lui stesso durante l'epoca della Repubblica di Weimar. Esse inoltre serviranno da impulso ad un processo di lavoro e ricerca più ampio e articolato secondo diverse direzioni d'indagine, riassunte simbolicamente nelle tre fasi tematiche delle conferenze annuali, che avranno per tema aspetti legati alla politica, alla storia, ai rapporti artistici, storico-artistici, di transfer culturale e letterari dell'opera di Harry Kessler, e che si svilupperanno attraverso l'analisi e discussione del valore dell'incontro fra le arti, della simbiosi culturale e della comunitàdegli stati europei, propugnato dalla figura di questo mecenate e diplomatico di rango europeo.

Il progetto definisce due linee fondamentali:

1. Studio e analisi della funzione di ponte di Harry Kessler per il transfer culturale europeo nel periodo attorno alla Prima guerra mondiale.

2. avvio e completamento delle seguenti edizioni: la colossale edizione dei diari di Kessler intrapresa dal gruppo di Marbach, giàuscita in otto volumi (2-9) e che vedràil suo completamento con l'uscita del primo volume (anni 1880-1886); la pubblicazione di due edizioni antologiche degli stessi diari, rispettivamente in francese e in italiano, da parte dei gruppi di ricerca di Strasburgo e di Urbino, secondo una particolare scelta cronologica e tematica dei carteggi sulla base di giàavviate ricerche storiche e storico-artistiche da parte degli studiosi che vi aderiscono.

Entrambe le linee di studio ebbero il loro avvio in occasione di una conferenza tenutasi a Bologna nel 1995 e organizzata da Ulrich Ott e Aldo Venturelli, che sfociò nella pubblicazione del volume "Harry G. Kessler: Ein Wegbereiter der Moderne" (a cura di G. Neumann e G. Schnitzler, Freiburg 1997). Il presente progetto ne rappresenta la ideale continuazione a distanza di anni, durante i quali le ricerche locali sono proseguite autonomamente con pubblicazioni, saggi e studi internazionali (vedasi U. Ott e L. Renzi, "Harry G. Kessler, Scritti sull'arte", Roma 2007) e la preparazione di simposii, come quello curato da A. Kostka e Julia Drost nel 2008: "Harry Kessler - Penser l'Europe àtravers les arts", nonché mostre e convegni avvenuti pressoché ininterrottamente in tutti questi Paesi su questa importante figura.

< Chiudi

Salute - valori - mercato: verso una medicina del futuro
Salute - valori - mercato: verso una medicina del futuro
27/07/2011 - 30/07/2011
Prof. Dr. Dr. h.c. Joachim Starbatty, Tübingen; Prof. Dr. Albrecht Wendel, Tübingen; Prof. Dr. Jürgen Wertheimer, Tübingen; Villa Vigoni

> Leggi tutto
La discussione sul valore etico e sui costi economici del bene "salute fisica e mentale" sta entrando in una nuova era: il progresso medico, la ricerca genetica e sulle cellule staminali e la trapiantologia si trovano a confrontarsi con questioni riguardanti le quote pro capite, i premi assicurativi sanitari, la necessitàdi risparmio.

La discussione su tali argomenti si spinge sempre più spesso in zone tabù:

  • Per ciascun singolo paziente, è - ancora - conveniente intervenire con questa o quella terapia?
  • Come si possono gestire efficientemente le strutture sanitarie senza che vada persa l'attenzione personale del medico nei confronti del paziente?
  • Qual è la soglia di anzianitàche un uomo può raggiungere - perché il finanziamento delle sue cure sia sostenibile?
Si pongono questioni che toccano a tal punto le fondamenta delle norme umane e della vita sociale, che è giunto il momento di acquisire un vero approccio interdisciplinare da differenti prospettive. La terza conferenza organizzata dalla Aktionsgemeinschaft Soziale Marktwirtschaft in collaborazione con Villa Vigoni vuole andare oltre la semplice definizione e chiarificazione di tali questioni. Obiettivo è la realizzazione di un testo che definisca i contorni di una medicina del futuro e che possa quindi offrire un orientamento per la politica, i soggetti attivi e le istituzioni finanziatrici.

< Chiudi

Science is our passion
Science is our passion
24/07/2011 - 27/07/2011
Prof. Dr. C. Giovanni Galizia, Konstanz

Mezzi di comunicazione di massa: comunicazione politica e campagna elettorale nello stato costituzionale democratico
Mezzi di comunicazione di massa: comunicazione politica e campagna elettorale nello stato costituzionale democratico
18/07/2011 - 20/07/2011
Prof. Dr. Dieter Grimm, Berlin; Prof. Fulco Lanchester, Roma; Villa Vigoni

Mezzi di comunicazione di massa: comunicazione politica e campagna elettorale nello stato costituzionale democratico
Mezzi di comunicazione di massa: comunicazione politica e campagna elettorale nello stato costituzionale democratico
18/07/2011 - 23/07/2011
Prof. Dr. Dieter Grimm, Berlin; Prof. Fulco Lanchester, Roma

XVIII Incontro italo-tedesco - Sviluppi attuali della pubblica amministrazione e del settore finanziario in Lombardia e nel Baden-Württemberg
XVIII Incontro italo-tedesco - Sviluppi attuali della pubblica amministrazione e del settore finanziario in Lombardia e nel Baden-Württemberg
17/07/2011 - 19/07/2011
Hochschule für öffentliche Verwaltung und Finanzen, Ludwigsburg

> Leggi tutto
Nel quadro della cooperazione interregionale dei 'Quattro Motori', la Regione Lombardia e l'Universitàdi Ludwigsburgo (University of Applied Sciences for Public Administration and Finance) organizzano da 17 anni una serie di 'Incontri Italo-Tedeschi' presso la prestigiosa Villa Vigoni sul Lago di Como. Quest'anno l'incontro upolis Lombardia, Istituto Superiore per la Ricerca, la Statistica e la Formazione prende in considerazione il tema della sfida che in numerosi Paesi europei la Pubblica Amministrazione affronta: offrire servizi di alta qualità, in un processo di miglioramento continuo, nonostante i numerosi e cospicui tagli statali.

In quest'ottica l'incontro intitolato 'Doing better with less': Come Ottimizzare i Servizi Pubblici per l'Economia Regionale Performance Management durante la Crisi' intende trattare tre argomenti di grande attualitàe rilevanza: i servizi pubblici per le micro, piccole e medie imprese, le misure di successo nell'area E-Government e le buone prassi nell'area istruzione/formazione/lavoro.

Con questo 18° incontro italo-tedesco Eupolis Lombardia intende concretizzare la cooperazione tra due regioni molto competitive, focalizzando l'attenzione su alcune buone prassi selezionate e su casi concreti nell' ambito delle politiche innovative della PA e il sostengo delle piccole e medie imprese.

< Chiudi

Forum Vigoni sull'Euro. Per un Euro stabile - vie d'uscita dalla crisi
Forum Vigoni sull'Euro. Per un Euro stabile - vie d'uscita dalla crisi
14/07/2011 - 17/07/2011
Günther Grosche e Sabine Seeger, Bruxelles; Villa Vigoni

> Leggi tutto

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
10/07/2011 - 13/07/2011
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e. V. Speyer

Amministrare e ottenere giustizia nell'Impero Romano: la giustizia in epoca romana e le sue fonti documentarie
Amministrare e ottenere giustizia nell'Impero Romano: la giustizia in epoca romana e le sue fonti documentarie
03/07/2011 - 06/07/2011
Prof. Dr. Rudolf Haensch, München; Prof. Frédéric Hurlet, Nantes; Prof. Silvia Strassi, Trieste

From Management to Leadership in a glocal context 1st Meeting: Responsible leadership in times of change
From Management to Leadership in a glocal context 1st Meeting: Responsible leadership in times of change
03/07/2011 - 06/07/2011
Prof. Dr. Nello Gaspardo, ESB Business School Reutlingen; Prof. Federica Missaglia, Università Cattolica, Milano

> Leggi tutto

Cell Death in Innate and Adaptive Immunity and Cancer - Immunogenicity versus Tolerogenicity and the Development of Targeted Combination Therapies
Cell Death in Innate and Adaptive Immunity and Cancer - Immunogenicity versus Tolerogenicity and the Development of Targeted Combination Therapies
29/06/2011 - 02/07/2011
Prof. Dr. Heike Bantel, Medizinische Hochschule Hannover; PD Dr. Dagmar Kulms, Universität Stuttgart; Prof. Dr. Henning Walczak, Imperial College London

1861 - L'arte in cerca di nazione. Il problema dell'identità nella pittura, nella scultura e nell'architettura dal Risorgimento al Fascismo
1861 - L'arte in cerca di nazione. Il problema dell'identità nella pittura, nella scultura e nell'architettura dal Risorgimento al Fascismo
29/06/2011 - 02/07/2011
Prof. Dr. Damian Dombrowski, Würzburg

Istituzioni, territori e comunità. Prospettive sul patrimomio culturale immateriale translocale
Istituzioni, territori e comunità. Prospettive sul patrimomio culturale immateriale translocale
26/06/2011 - 29/06/2011
Prof. Chiara Bortolotto, Milano/Paris; Dr. Nicolas Adell, Toulouse; Prof. Dr. Markus Tauschek, Kiel

> Leggi tutto
La politica del patrimonio : prospettive comparative tra diversi sistemi politici

I regimi patrimoniali reificano e localizzano la cultura attraverso strategie e logiche culturali complesse. Mentre il primo seminario, basandosi su esempi empirici, ha preso in considerazione le pratiche e le conseguenze di questa territorializzazione della cultura immateriale, il secondo atelier svilupperàqueste prospettive analizzando la realizzazione di interventi patrimoniali a livello degli Stati nazionali. Sebbene esista una lunga tradizione di ricerca comparativa in antropologia, i tentativi per comparare le politiche del patrimonio, sia esso materiale o immateriale, sono rari. Da questo punto di vista, il seminario inaugura un campo di ricerca importante utilizzando la comparazione come strumento euristico, capace di interpretare la creazione e gli usi del patrimonio culturale in Stati diversi e di riflettere sulla correlazione tra le politiche del patrimonio e i sistemi politici.

In seguito alla loro ratifica, le convenzioni dell'Unesco hanno acquisito validitànei diversi Paesi. Le modalitàdell'implementazione dei programmi previsti da questi strumenti, tuttavia, come l'identificazione del patrimonio culturale, sono di competenza degli Stati. Esistono di conseguenza diversitàimportanti tra le diverse interpretazioni nazionali dei concetti di patrimonio culturale o delle misure di protezione o di salvaguardia, variazioni che diventano particolarmente evidenti quando gli Stati  traducono  le convenzioni dell'Unesco. Questo processo di traduzione non si svolge in un vuoto culturale ma - come ipotizza questo seminario- esso è il risultato dell'incontro con le tradizioni nazionali di interpretazione e gestione del patrimonio che preesistevano a questi strumenti internazionali.

I contributi di questo seminario analizzeranno questa dinamica sottolineando, per quanto possibile senza perdere di vista i contesti locali, gli scarti e le similitudini tra le politiche culturali dei diversi Paesi. Questo approccio comparativo ai programmi elaborati dall'Unesco su scala mondiale propone quindi di concentrare l'attenzione sulla loro applicazione nazionale, sulle sue istituzioni, commissioni, procedure decisionali, ecc.

Il seminario saràstrutturato su tre assi. La prospettiva comparativa, che potràessere giàintegrata nei singoli interventi, saràl'obbiettivo della sintesi critica e della discussione generale.


1.      La politica della selezione

Ogni processo di patrimonializzazione presuppone l'esistenza di pratiche di selezione che sono particolarmente evidenti nei programmi definiti in seno all'Unesco. L'analisi di questo processo può tuttavia estendersi alle politiche e strategie di protezione dei monumenti o, più in generale, dei beni culturali che sono state adottate a livello nazionale nel corso della storia. In quali modi gli attori pubblici applicano la politica nazionale del patrimonio e quali criteri di selezione e di valutazione adottano? In che modi questi attori nazionali collaborano con altri attori o con collettivitàattivi a livello internazionale o, all'opposto, al livello locale. Quali progetti sono definiti a livello nazionale e quale legame hanno con gli interessi degli attori locali? In quali contesti storici sono stati elaborati questi programmi, concetti o strumenti giuridici per la protezione della cultura materiale o immateriale? L'approccio etnografico ai processi di selezione non si limiteràall'esame delle politiche nazionali sviluppate in applicazione delle Convenzioni Unesco, verranno bensì considerate anche le pratiche nazionali di protezione dei monumenti o dei beni archeologici.


2. La politica della gestione patrimoniale

Quando le istituzioni e gli attori nazionali designano un oggetto o un'espressione culturale come patrimonio culturale, tali istituzioni e attori applicano delle norme giuridiche e dei principi che regolano la gestione di questo patrimonio. In che modo gli Stati danno a questo processo un carattere normativo? Quali sono le funzioni di queste regolamentazioni che fanno della cultura un oggetto di interesse pubblico? In che modo lo Stato -creando nuove istituzioni- si appropria di oggetti, spazi, pratiche o saperi tradizionali? In che modo la natura dei sistemi politici influenza la forma e le problematiche dei processi di patrimonializzazione? In che modo le istituzioni legittimano i loro sforzi per gestire le pratiche culturali o i beni culturali, quali sono i contesti che producono queste forme di governance? Quali sono le relazioni tra le misure di protezione del patrimonio a livello nazionale e internazionale? Sono simili o diverse?


3. Politiche territoriali e patrimonio immateriale

Le politiche patrimoniali si fondano sul territorio sia a livello internazionale che nazionale e locale. Questo asse propone di considerare le implicazioni di questa realtàda un punto di vista giuridico e antropologico. In quali modi il diritto internazionale può proteggere delle pratiche culturali che possono non avere un legame fisso con un territorio dato, come quelle che corrispondono alla definizione di PCI ? in quali modi tale questione viene affrontata da un'organizzazione internazionale tenuta a rispettare la sovranitàdei suoi Stati membri ? Qual'è il ruolo del territorio negli interventi di patrimonializzazione all'interno degli Stati (inventari, dossier di candidatura alle Liste internazionali )? In che modo la  cultura di tutela  di ogni paese influenza questi interventi ? Più in generale, quali interpretazioni vengono date della relazione tra patrimonio materiale e immateriale nell'applicazione della Convenzione del 2003 ? Qual'è il ruolo del territorio nei regimi patrimoniali giuridici e istituzionali di ogni Paese ? Qual'è stato, fino ad oggi, il ruolo del territorio nella protezione della cultura popolare e del folklore ?

Se l'istituzione del patrimonio immateriale può mettere in crisi o problematizzare il legame tra territorio e patrimonio, anche la relazione tra patrimonio, in particolare immateriale, e lo spazio potràessere oggetto di analisi. La ragione per la quale il legame con un territorio (uno spazio di diritto) viene oggi considerato incontestabile, dipende dal fatto che il patrimonio immateriale è legato ad un luogo (uno spazio di identitào di identificazione) e, prima ancora, alla più elementare delle organizzazioni spaziali ? In quale misura il patrimonio immateriale organizza lo spazio ? In base a quali dinamiche questa organizzazione dello spazio struttura e definisce delle pratiche (che fanno lo spazio), un'identità(che fa il luogo), dei diritti (che fanno il territorio) che, pur essendo risposte a logiche distinte, sono di fatto largamente interconnessi ?


Obbiettivi e metodologia

I tre assi tematici del seminario offrono prospettive diverse per analizzare criticamente i contesti, le conseguenze e le variazioni dei discorsi attuali e passati sul patrimonio. Da un punto di vista metodologico, il seminario sfrutta le possibilitàofferte dalla ricerca comparativa che permetteràdi introdurre l'ultimo seminario. Da un lato, l'approccio comparativo permetteràdi avere uno sguardo d'insieme sui diversi casi empirici. Dall'altro, questo approccio offre una prospettiva più globale sul patrimonio culturale perché i partecipanti al seminario sono invitati a riflettere sulle diverse tradizioni nazionali di ricerca e protezione del patrimonio. La prospettiva comparata, che è un tratto essenziale per un dialogo transazionale, saràuno strumento euristico sia per gli interventi individuali che per la discussione generale.

< Chiudi

Io 'autentico' o 'simulato'? Il problema del soggetto lirico dalla Modernità al Postmoderno
Io 'autentico' o 'simulato'? Il problema del soggetto lirico dalla Modernità al Postmoderno
22/06/2011 - 25/06/2011
Prof. Niva Lorenzini, Bologna; Prof. Dr. Rainer Stillers, Marburg; Dr. Christine Ott, Marburg

> Leggi tutto

Summer Camp del Master universitario 'INTERHEd Internazionalizzazione dell'Higher Education. Titoli, professioni e terminologia nei sistemi di istruzione superiore'
Summer Camp del Master universitario 'INTERHEd Internazionalizzazione dell'Higher Education. Titoli, professioni e terminologia nei sistemi di istruzione superiore'
22/06/2011 - 25/06/2011
Prof. Maria Teresa Zanola, Università Cattolica, Milano

Filosofia o religione? Il Platonismo in età imperiale
Filosofia o religione? Il Platonismo in età imperiale
19/06/2011 - 22/06/2011
Prof. Dr. Irmgard Männlein-Robert, Tübingen; Prof. Franco Ferrari, Salerno

> Leggi tutto
Descrizione (in tedesco)

Im 'Villa Vigoni-Gespräch' wollen wir der Frage nachgehen, inwiefern der Platonismus der Kaiserzeit als Philosophie und zugleich als Religion zu bezeichnen ist, d.h. inwiefern sich religiöse Elemente, Tendenzen oder Praktiken im Rahmen und Kontext platonischer Philosophie sowie in der Lebenspraxis platonischer Philosophen und deren literarisch-biographischer Präsentation identifizieren und erklären lassen.

Dabei soll erörtert werden, welche Rolle religiöse Tendenzen (theoretischer und praktischer Art) im dogmatisch-orthodoxen 'Schulplatonismus' der Kaiserzeit spielen, ob es sich eher um beliebig kombinierbare parallele oder um zentrale, im spezifischen Interpretieren Platonischer Texte wurzelnde Phänomene handelt, deren eigentlich religiöses Potential erst später, vor allem seit Plotin und anderen Neuplatonikern (Iamblich, Proklos) zur wirkungsvollen Entfaltung kommt.


< Chiudi

Risk and Uncertainty in the Economy: Historical, Sociological and Anthropological Perspectives
Risk and Uncertainty in the Economy: Historical, Sociological and Anthropological Perspectives
19/06/2011 - 22/06/2011
Prof. Dr. Jens Beckert, Köln; Prof. Dr. Hartmut Berghoff, Washington

Il Risorgimento nel contesto europeo: politica - cultura - transfer
Il Risorgimento nel contesto europeo: politica - cultura - transfer
14/06/2011 - 18/06/2011
Prof. Dr. Christian Jansen, Berlin; Prof. Dr. Thomas Kroll, Jena; Prof. Gian Enrico Rusconi, Torino

Translating Doping: natura e artificio fra realtà oggettiva e ideale
Translating Doping: natura e artificio fra realtà oggettiva e ideale
12/06/2011 - 16/06/2011
Prof. Dr. Christoph Asmuth, Berlin; Prof. Alessandro Bertinetto, Udine; Dr. Benedetta Bisol, Berlin; Dr. Francesca Michelini, Trento

Convegno degli artisti della Studienstiftung des deutschen Volkes, Bonn
Convegno degli artisti della Studienstiftung des deutschen Volkes, Bonn
07/06/2011 - 11/06/2011
Julia Apitzsch e Susanne Stephani, Studienstiftung des deutschen Volkes, Bonn

> Leggi tutto
DESCRIZIONE (in lingua tedesca)

Künstlertagung mit dem Schwerpunkt Fotografie und Medienkunst

'Bild, Text, Abbild, Fiktion - Zur Schärfe und Unschärfe in der Kunst'

Alle zwei Jahre veranstaltet die Studienstiftung im Rahmen der Künstlerförderung die mehrtägige Künstlertagung, zuletzt 2009 zum Thema "Kunst und Gewalt". Traditionell wird das Tagungsthema mit Präsentationen von Arbeiten möglichst vieler Teilnehmer verbunden, wodurch eine rege Auseinandersetzung über die künstlerische Praxis entsteht - ein intensives Forum, um Stipendiaten aus allen deutschen Kunsthochschulen und ihre Arbeiten kennenzulernen.

Der thematische Fokus der Tagung liegt auf dem Verhältnis von Abbild und Wirklichkeit in der Foto- und Medienkunst. Auch in diesem Jahr wird dem Oberthema durch das Dozenten-Team auf theoretischer Ebene wie in der künstlerischen Praxis nachgegangen. Als Dozenten konnten die Berliner Foto- und Medienkünstlerin Ute Lindner, der Fotograf Jens Komossa (Berlin) sowie der Kurator des Zeppelin Museums Friedrichshafen Frank Thorsten Moll gewonnen werden.

< Chiudi

Concetti della ricezione: poetica, estetica e transfer culturale
Concetti della ricezione: poetica, estetica e transfer culturale
02/06/2011 - 05/06/2011
PD Dr. Carolin Fischer, Pau; Prof. Dr. Brunhilde Wehinger, Potsdam; Prof. Diego Saglia, Parma

> Leggi tutto
I dibattiti di estetica letteraria tematizzano fin dal principio quegli aspetti che si volgono a considerare la ricezione dell'opera d'arte e l'effetto che essa produce. GiàAristotele pone le basi di questo dibattito in quanto designa la catarsi, la 'purificazione' dello spettatore come il fine della tragedia. Nel XVIII secolo il 'gusto' venne innalzato a criterio decisivo per la valutazione della produzione artistica. Iniziava così un progressivo abbandono di metri estetici assoluti, che preludeva a una progressiva messa a fuoco della percezione ovvero della ricezione

L'effetto sul pubblico è stato del resto da sempre una categoria centrale delle poetiche drammatiche; per esempio l'esigenza di Boileau 'de plaire et de toucher' (Art poétique III, 25) o la rilettura a cui Lessing sottopone il pathos e l'eleos aristotelici, reinterpretati in 'Angst' (paura) e 'Mitleiden' (compassione). Il problema della ricezione viene definitivamente portato al centro della discussione da Kant attraverso l'accentuazione della soggettivitànella valutazione estetica: 'Questo è bello' è per Kant un giudizio che si riferisce non all'oggetto, ma al soggetto e al suo 'Lebensgefühl' (Birgit Recki).

La Scuola di Costanza ha infine posto i fondamenti per un'analisi dell'effetto dell'opera letteraria sul pubblico dei lettori da un'ottica di estetica della ricezione specificamente filologica. Attraverso il ricorso ai metodi dell'ermeneutica, dell'analisi stilistica, dello strutturalismo e della semiotica si intendeva superare le questioni convenzionali di estetica della produzione e della rappresentazione, ancora legate ad un pensiero 'sostanzialista', e porre al centro della riflessione teorica sulla letteratura l'incontro fra opera e lettore. Poiché è il fruitore che, partendo dall'artefatto materiale, costituisce l'oggetto estetico: l'opera d'arte letteraria sprigiona il suo effetto solo nell'atto di lettura (Wolfgang Iser). Hans Robert Jauß parte dall'idea che la letteratura vuole esercitare un impatto e mette in luce il contributo del lettore a questo processo attraverso una ricostruzione della storia della ricezione e  che pone l'accento sulla struttura dell'opera letteraria. Le logiche di ricezione, inscritte nella stessa opera letteraria, sono anche centrali nella teoria del 'lettore implicito', più precisamente dell' 'atto di lettura', prestabilito nel testo.

Le costruzioni teoriche della Scuola di Costanza sulla storiografia della ricezione e sulla sua estetica hanno a loro volta dato impulso a una ricerca sulla ricezione che - influenzata dalla sociologia della cultura e dalla psicologia - illumina le molteplici sfaccettature del fenomeno della ricezione (letteraria), seguendo decisamente una prospettiva socioculturale e riferendosi anche all'attuale paesaggio mediale.  

< Chiudi

'Europa Centrale' - La storia di un discorso transnazionale nel XX secolo
'Europa Centrale' - La storia di un discorso transnazionale nel XX secolo
02/06/2011 - 05/06/2011
Prof. Jacques Lajarrige, Paris; Prof. Dr. Walter Schmitz, Dresden; Prof. Giusi Zanasi, Napoli

> Leggi tutto
La terza conferenza porta il titolo: Mitteleuropa - un'invenzione? Ritorno e memorie dagli anni Ottanta.

Questo incontro di lavoro è dedicato al ritorno - a partire dagli anni Ottanta - di concezioni della Mitteleuropa, caratterizzate anzitutto dalla conversione della prospettiva temporale nella dimensione dello spazio. Mentre le concezioni affrontate nelle due precedenti conferenze configuravano di volta in volta un percorso storico puntando a mutamenti spaziali, dal 1980 la strategia si rovescia: da allora si costruisce una continuitàdello spazio per proiettare nel futuro un mutamento della storia, e cioè la dissoluzione dei fronti della Guerra Fredda.

L'apertura in senso 'culturale del nostro ambito di ricerca, che oltre la letteratura include altri media, acquista in questo terzo incontro ulteriore importanza. Al tempo stesso si amplieràl'orizzonte internazionale, poiché il focus è sulla ricostruzione di luoghi della memoria di diverse culture nazionali (anzitutto di quella austriaca dopo gli Asburgo), su una nuova dimensione estetica come segno o surrogato di trasformazioni politiche. Il discorso verteràaltresì sul conflitto tra le diverse memorie, caratterizzato da una parte dall'utopia della Mitteleuropa, dall'altra dalla tendenza dei paesi ricchi della vecchia Unione Europea a guardare a questa area come  spazio esotico di un'Europa di serie B.

< Chiudi

Seminario di avvocati italiani e tedeschi
Seminario di avvocati italiani e tedeschi
27/05/2011 - 28/05/2011
Arbeitsgemeinschaft Internationaler Rechtsverkehr im Deutschen Anwaltverein, Berlin; Union Internationale des Avocats, Paris

Ricostruzione della rappresentazione delle emozioni nella Cina imperiale (ca. XV-XX sec.)
Ricostruzione della rappresentazione delle emozioni nella Cina imperiale (ca. XV-XX sec.)
25/05/2011 - 28/05/2011
PD Dr. Angelika Messner, Kiel; Dr. Ma Li, Boulogne sur Mer; Prof. Paolo Santangelo, Roma

> Leggi tutto


Non esiste una definizione univoca di ciò che si debba intendere per emozione, né nell'ambito psicologico, né in quello semantico, e questo vale anche per i termini più elementari, a partire dalla nozione di emozione. Per risolvere in maniera costruttiva queste contraddizioni, si è proceduto alla creazione di un sistema tassonomico dei termini, basato sull'esperienza di lavoro e sui lessici precedentemente preparati, che tenga conto delle nozioni prevalenti nella tradizione occidentale e in quella cinese. L'intento è di migliorare i metodi di ricerca e di individuare l'importanza dell'elemento culturale nella dimensione emotiva dell'uomo in Ming-Qing-Cina (1400-1900).


Alcuni studiosi hanno anche utilizzato il database del Progetto, e quindi si cercheràdi fare un primo bilancio dei tentativi sinora effettuati in questa direzione. Nella prossima conferenza ci concentreremo sui risultati del lavoro sinora svolto, sia da parte di coloro che utilizzano il database, sia da parte degli altri studiosi che presenteranno proprie relazioni sull'argomento. Ogni membro presenterài temi di rilevanza specifica relativi al suo testo e discuteràcon i colleghi i problemi e i risultati preliminari. In un secondo tempo verranno affrontate le eventuali modifiche necessarie per il database. Lavori di gruppo e la discussione plenaria si propongono di integrare gli aspetti della ricerca dei singoli con le questioni più generali comuni a tutto il progetto.

< Chiudi

Violenza motivata politicamente in Germania e in Italia
Violenza motivata politicamente in Germania e in Italia
22/05/2011 - 24/05/2011
Prof. Dr. Bernhard Giesen, Konstanz; Prof. Dr. Sven Reichardt, Konstanz

> Leggi tutto
Descrizione (versione in lingua tedesca)

Die Veranstaltung zur "politisch motivierten Gewalt in Deutschland und Italien" operiert mit einer doppelten Vergleichsachse. Zum einen geht es um einen Vergleich zwischen Deutschland und Italien, zum anderen um einen Vergleich von Links- und Rechtsextremismus. Die Tagung zielt darüber hinaus auf eine Kontextualisierung des Gegenstandes und beabsichtigt die terroristische Gewalt der siebziger und achtziger Jahre in eine breiter angelegte Gewaltgeschichte - vom Beginn des 20. Jahrhunderts bis in die jüngste Vergangenheit - einzubetten. Dabei soll nicht nur die Gewalt der Terroristen und die Gegengewalt des Staates in den Blick genommen werden, sondern auch die mediale Diskursivierung dieses Verhältnisses. In dem Gespräch zwischen Historikern, Soziologen und Politikwissenschaftlern werden darüber hinaus unterschiedliche methodisch-theoretische Zugänge zur Gewaltforschung diskutiert.


< Chiudi

Workshop 'Migrazione, integrazione, cooperazione'
Workshop 'Migrazione, integrazione, cooperazione'
22/05/2011 - 24/05/2011
Prof. Dr. Carlo Mongardini, Roma; consulenza scientifica: Dr. habil. Karen Schönwälder, Göttingen

> Leggi tutto




Il workshop è dedicato ai fenomeni di migrazione, integrazione e cooperazione intese come sfide alla dirigenza politica e alle competenze della societàcivile. Obiettivo del colloquio è l'elaborazione di asserti scientificamente e politicamente rilevanti che possano, in uno, dar conto sia della prospettiva riguardante la politica della formazione e della ricerca scientifica sia della prospettiva di politica estera.

L'incontro è incentrato sull'analisi socio-culturale di problemi attuali e soluzioni possibili che vengono discussi nell'ambito di un colloquio italo-tedesco anche considerando analisi recenti. Le aspettative e le percezioni dei migranti, le tipologie del comportamento nei confronti dei migranti da parte della societàche li accoglie così come il possibile 'clash' nell'impatto dei migranti con la cultura di arrivo saranno oggetto delle discussioni.

< Chiudi

Storia del fascino del totalitario. Ernst Jünger tra romanticismo europeo e modernità
Storia del fascino del totalitario. Ernst Jünger tra romanticismo europeo e modernità
18/05/2011 - 21/05/2011
Prof. Dr. Lutz Hagestedt, Rostock; Dr. Andrea Benedetti, Università della Calabria, Cosenza

> Leggi tutto
La ricezione del romanticismo tedesco ed europeo in Ernst Jünger è stato spesso oggetto di asserzioni, anche da parte di noti studiosi, ma non è mai stato documentato in maniera del tutto convincente. Dal momento che tale ricezione rappresenta uno dei topoi della Jünger-Forschung presente in alcune monografie e vari saggi, pare giunto il momento di andare alla ricerca, in maniera sistematica, delle tracce del romanticismo nell'opera jüngeriana. In questo ambito va operata una distinzione tra il romanticismo come epoca (ed i suoi rappresentanti) e la continuazione dell'elemento romantico, il quale pare non solo continuare a sussistere sino ad oggi come una costante, ma ha altresì vissuto successivi sviluppi attraverso le opere di Richard Wagner ('Romantischer Antisemitismus' - 'Antisemitismo romantico') e Friedrich Nietzsche ('Was ist Romantik? - Die fröhliche Wissenschaft' - 'Cosa significa romanticismo? - La gaia scienza']), Thomas Mann ('Das Leben als Kunstwerk' - 'La vita come opera d'arte') e Carl Schmitt ('Politische Romantik' - 'Romanticismo politico'). Il principio romantico contraddistingue in questo contesto un atteggiamento dello spirito tedesco, una 'carriera dell'immaginario', che conduce da Heine sino alle inquietudini del ventesimo secolo.

< Chiudi

Illuminismo europeo e i fondamenti teorici per la letteratura e le arti
Illuminismo europeo e i fondamenti teorici per la letteratura e le arti
18/05/2011 - 21/05/2011
Prof. Dr. Friedrich Vollhardt, München, Dr. Tomas Sommadossi, München

> Leggi tutto


Benché con la pubblicazione della Aesthetica (1750/58) di Alexander Gottlieb Baumgarten la 'scienza del bello' avesse ottenuto il suo nome distintivo, gli sforzi in atto in Germania, Francia, Italia e Inghilterra per la messa a punto di un sistema coerente per descrivere i fondamenti delle arti si estesero in pratica all'intero corso del Settecento. Le 'trattative' riguardavano i nuclei fondanti della teoria estetica, la cui definizione si giocava sul terreno di principi generali come, tra gli altri, la imitatio naturae, la facoltàdi rappresentazione intellettuale e la stimolazione artistica degli affetti.

Il convegno è volto a indagare aspetti centrali del pensiero teorico-letterario dell'Illuminismo europeo al fine di fare luce su fattori e modelli che hanno contribuito a porre le basi dell'estetica, facendo di essa una disciplina autonoma. Al contempo troveranno considerazione anche questioni di teoria della musica e delle arti figurative.

Il convegno, promosso dalla Fondazione Fritz Thyssen di Colonia, si rivolge in particolare a giovani ricercatori italiani e tedeschi

< Chiudi

Medical Pluralism - Past and Present
Medical Pluralism - Past and Present
15/05/2011 - 18/05/2011
Prof. Dr. Robert Jütte, Institut für Geschichte der Medizin der Robert Bosch Stiftung, Stuttgart; Villa Vigoni in collaborazione con il Dialogforum Pluralismus in der Medizin, Berlin

> Leggi tutto
Descrizione (versione in tedesco)

Auf dieser internationalen Tagung, die vom Institut für Geschichte der Medizin der Robert Bosch Stiftung in Zusammenarbeit mit der Villa Vigoni und in Verbindung mit dem Dialogforum Pluralismus in der Medizin an der Bundesärztekammer organisiert wird, unternehmen renommierte Historiker/innen und Gesundheitsexperten aus Europa, Indien und den USA erstmals den Versuch, unterschiedliche Erscheinungsformen des 'alten' und 'neuen' Medizinischen Pluralismus zu beschreiben und zu analysieren. Dabei sind insbesondere länderspezifische Differenzen und Entwicklungen in den Blick zu nehmen. Auch Epochengrenzen müssen beachtet werden. In diesem Zusammenhang stellt sich z. B. die Frage, ob das 19. Jahrhundert eine Art Sattelzeit im Sinne Rainer Kosellecks ist. Denn von einem medizinischen Pluralismus im heutigen Sinne des Wortes kann vor Ende des 19. Jahrhundert keine Rede sein, da es noch keine 'Schulmedizin gab. Den Abschluss der Tagung bildet eine Podiumsdiskussion, die über Ländergrenzen hinweg neuere Entwicklungen sowie Perspektiven des 'neuen' Pluralismus aufzeigen soll.

< Chiudi

Rifondare l'uomo. Empirismo medico e filosofia della natura umana in Europa nei secoli XVII e XVIII
Rifondare l'uomo. Empirismo medico e filosofia della natura umana in Europa nei secoli XVII e XVIII
09/05/2011 - 12/05/2011
Prof. Dr. Carsten Zelle, Bochum; Prof. Nunzio Allocca, Roma; Prof. Claire Crignon-De Oliveira, Dijon (in collaborazione con l'ANR Philomed JCJC 09-0145-01, l'Institut de France e l'Ambasciata di Francia in Italia)

> Leggi tutto
Il concetto di 'natura umana' e il problema della definizione dell'umano (o del 'post-umano') sono al centro dell'attuale dibattito sulle sfide pratiche, etiche e politiche poste dalle scoperte mediche, come dimostrano le recenti ricerche nel campo della genetica o le nuove tecniche di procreazione assistita.

Tale situazione, che vede le scoperte mediche rimettere in discussione il modo in cui rispondiamo alla domanda 'che cosa è l'uomo?', non è tuttavia inedita. Le filosofie dell'Etàclassica e dell'Illuminismo sono spesso state accusate d'aver avanzato una risposta essenzialista o oggettivante a tale questione. Il nostro progetto di ricerca intende al contrario dimostrare la necessitàdi ripartire da questo cruciale periodo della storia europea, durante il quale le grandi scoperte realizzate nel campo della fisiologia (circolazione sanguigna, respirazione, generazione animale, definizione della vita e della morte, ecc.) hanno riportato in primo piano la questione dell'umano, e condotto a ridefinire in modo non univoco ciò che ne determina la specificità. Lungi dall'essere univoca, la risposta alla domanda 'che cosa è l'uomo' ha comportato divergenze di natura anche epistemica. Il progetto si articoleràin tre tappe successive, che interrogheranno da distinti punti di vista le condizioni epistemologiche di tale mutamento epocale nella concezione dell'umano.

Il primo laboratorio (9-12 maggio 2011) è dedicato al problema dell'empirismo medico:

Che posto assegnare all'esperienza (osservazione e sperimentazione) quando si tenta di comprendere le malattie e la salute? In che modo l'"empirismo' rivendicato dai medici moderni si distingue in particolare dall'empirismo ippocratico? Qual'è stata l'influenza  dell'empirismo medico nella genesi dell'empirismo europeo?

Altri due laboratori saranno consacrati ai problemi della scrittura e dei metodi in medicina (2012), e al ruolo della medicina nella 'rivoluzione scientifica' (2013).

< Chiudi

Giornata cardiologica clinica
Giornata cardiologica clinica
05/05/2011 - 07/05/2011
Prof. Fabio Belluzzi, Milano

> Leggi tutto

Conferenza dell'ERA-Net NEURON (Network Steering Committee and Executive Board)
Conferenza dell'ERA-Net NEURON (Network Steering Committee and Executive Board)
02/05/2011 - 04/05/2011
PD Dr. Marlies Dorlöchter, Bonn

> Leggi tutto
(versione in lingua tedesca)

Das ERA-Net NEURON ist ein im 6. EU-Rahmenprogramm gefördertes Projekt zur Kooperation von inzwischen 18 Förderorganisationen und Ministerien aus Europa, Israel und Kanada. Ziel des Projektes ist die gemeinsame Forschungsförderung auf dem Gebiet der krankheitsrelevanten Neurowissenschaften. Da allein in Europa etwa 130 Millionen Menschen unter neurologischen und psychiatrischen Erkrankungen leiden, ist es von besonderer Bedeutung, Forschung auf diesem Gebiet grenzübergreifend und gemeinsam zu unterstützen, um bessere Möglichkeiten zur Diagnostik und Therapie für die betroffenen Patienten zu entwickeln.


< Chiudi

Disciplina! Sul rapporto fra l'Istituzionale e l'Epistemico nel sistema scientifico
Disciplina! Sul rapporto fra l'Istituzionale e l'Epistemico nel sistema scientifico
26/04/2011 - 29/04/2011
Prof. Dr. Peter Strohschneider, München; Dr. Sabine Behrenbeck, Köln

> Leggi tutto
Descrizione (versione in lingua inglese)

The title of this Villa-Vigoni-Talk "Discipline!" is ambiguous: the meaning of "self-discipline" is obviously different from "academic discipline" as a principle of organizing science and scholarship, but at least self-discipline is necessary to be an expert in an academic field. One could even read the title as polemically provoking the predominant discourse on interdisciplinary collaboration as the main source of innovation taking part at the frontiers between academic disciplines. The concept of "discipline" thus refers to the tension field of social orders and epistemic orders, of stability and vicissitude of academic institutions, the production and transmission of knowledge. The talk will inspect this field with perspectives from very different disciplines.

< Chiudi

'Religione dell'arte'. Un'idea estetica dell'epoca moderna nei suoi sviluppi storici
'Religione dell'arte'. Un'idea estetica dell'epoca moderna nei suoi sviluppi storici
18/04/2011 - 21/04/2011
Prof. Dr. Albert Meier, Kiel; Prof. Alessandro Costazza, Milano; Prof. Gérard Laudin, Paris

> Leggi tutto
Il convegno, diviso in tre parti, riflette la genesi storica e l'evoluzione sistematica dell'idea di 'religione dell'arte'. Il lavoro procede in tre fasi successive, per cogliere in tal modo le principali fasi evolutive di questa idea: "formulazione dell'idea attorno al 1800" - "radicalizzazione dell'idea dopo il 1850" - "diversificazione dell'idea verso il 2000".

III. Diversificazione dell'idea attorno al 2000

Nell'epoca presente si può notare in tutte le arti una circolazione provocatoria di simbologia religiosa che non è tanto espressione di un rafforzamento della religione, bensì piuttosto di una sua perdita di sostanza che conferisce all'arte e alla letteratura una funzione sostitutiva. Poiché l'idea di religione dell'arte viene utilizzata però prevalentemente in senso storico e sembra essere riservata solo alla letteratura a cavallo tra romanticismo e modernitàclassica, il discorso tradizionale di religione dell'arte non può né cogliere in maniera sistematica né dedurre storicamente in maniera differenziata i suoi modi attuali di apparire. In questo contesto non deve venir studiato solo il rinascere di fenomeni estetico-religiosi nella cultura pop, bensì allo stesso tempo e con intenzione autoriflessiva anche l'uso attuale del concetto.

< Chiudi

Tendere alla perfezione. Concezioni e pratiche culturali europee in trasformazione: giustizia/e
Tendere alla perfezione. Concezioni e pratiche culturali europee in trasformazione: giustizia/e
13/04/2011 - 16/04/2011
Prof. Dr. Gert Melville, Dresden; Dr. Mirko Breitenstein, Dresden; Villa Vigoni

> Leggi tutto
Sin dall'antichitàla cultura europea si definisce, tra l'altro, per l'ininterrotta esigenza di raggiungere, o quantomeno di tendere, alla perfezione. Ciò che ha alla base l'assunto dell'esistenza di forme di vita individuale e sociale ottimali a priori, e la conseguente necessitàdi tendere a realizzare le medesime in modo imperativo. Scopo della manifestazione è l'analisi diacronica comparata di tale tensione riferita al valore fondamentale di 'giustizia'. La giustizia è  un fattore di regolazione dell'interazione sociale, utile ad instaurare un equilibrio nel rapporto fra differenti interessi e condizioni e dunque in grado di contribuire, da un lato, alla stabilitàdell'ordine sociale, dall'altro, alla ponderazione delle rivendicazioni individuali. Strettamente collegate alla giustizia sono perciò aspettative molto elevate, la cui realizzazione è intesa sia come regola etica, e/o come virtù, sia come richiesta il cui adempimento rappresenta un dovere e una responsabilit. Occuparsi di giustizia significa dunque affrontare  la sfida del caso singolo: il quale esige tanto misura e discernimento quanto severitànormativa, costringendo in tal modo a porre sempre nuovamente la questione della giustizia o dell'ingiustizia. La manifestazione intende cogliere tutti gli aspetti di tale problematica lungo l'arco storico culturale europeo analizzandone le varie formulazioni/declinazioni  sia sul piano concettuale sia su quello della prassi. Esito finale dovràessere una contrapposizione documentata delle differenti concezioni e del trattamento pratico delle stesse.

< Chiudi

Mobilità Sostenibile II
Mobilità Sostenibile II
10/04/2011 - 12/04/2011
Dr. Peter M. Steiner, München; Prof. Dr.-Ing. Axel Kuhn, Dortmund; Villa Vigoni

Economic Thought and Cultural Contaminations in Italy, Germany and France in the Nineteenth Century
Economic Thought and Cultural Contaminations in Italy, Germany and France in the Nineteenth Century
06/04/2011 - 10/04/2011
Prof. Dr. Harald Hagemann, Hohenheim; Prof. Piero Roggi, Firenze; Dr. Monika Poettinger, Milano

> Leggi tutto
La teoria economica é stata considerata a lungo una scienza dai valori assoluti. I concetti, una volta definiti, assumevano una validitàuniversale sia nel tempo che nello spazio. Il revisionismo più recente affronta, invece, la problematica del valore culturale delle teorie e delle leggi economiche, considerandole profondamente radicate nel contesto storico. Per la storia del pensiero economico questo cambiamento di prospettiva implica un profondo ripensamento di oggetto e metodologia di studio.

Una volta definita l'evoluzione della scienza economica come una complessa interazione tra culture e sottoculture rappresentate da scuole di pensiero economico, la storia del pensiero economico diventa lo studio di un processo culturale. I contributi che saranno presentati al colloquio analizzano i rapporti tra pensiero economico tedesco ed italiano come anche l'influenza di altre scuole di pensiero sullo sviluppo di teorie economiche in Italia e Germania.

< Chiudi

Riunione della Commissione mista di storici italo-tedesca
Riunione della Commissione mista di storici italo-tedesca
06/04/2011 - 09/04/2011
Presidenti della Commissione e Villa Vigoni

Lo spazio universitario europeo: visione, finzione o realtà? Un bilancio provvisorio
Lo spazio universitario europeo: visione, finzione o realtà? Un bilancio provvisorio
03/04/2011 - 06/04/2011
Villa Vigoni in collaborazione con il Deutscher Hochschulverband e la Guardini Stiftung

> Leggi tutto

La regolazione redox: un meccanismo per controllare la comunicazione cellulare
La regolazione redox: un meccanismo per controllare la comunicazione cellulare
23/03/2011 - 26/03/2011
Prof. Dr. Bernhard Brüne, Frankfurt/M.; Prof. Dr. Mauro Maccarrone, Teramo

> Leggi tutto
La trasduzione del segnale controllata dalle reazioni redox è stata riconosciuta come un sistema di comunicazione che svolge ruoli fondamentali nella biologia e medicina umana. Le reazioni redox sono una parte integrale della risposta cellulare ai segnali ambientali, accoppiata alla sintesi di segnali intracellulari appropriati. Alterazioni severe della comunicazione redox possono provocare, direttamente od indirettamente, una moltitudine di condizioni patologiche nell'uomo.

Benché lo 'stress ossidativo' sia stato associato alle malattie umane da molto tempo, con un legame di causa-effetto, il concetto che le reazioni redox siano essenziali per la regolazione della normale trasmissione dei segnali (svincolata dalla condizione di patologia) è emerso da poco nella letteratura scientifica. Per comprendere le reazioni redox, dobbiamo considerare le concentrazioni dell'ossigeno, la formazione di anioni superossido e di ossido nitrico, la loro interazione e la possibile alterazione dei sistemi di detossificazione. Lo scopo di questo convegno è quello di discutere criticamente i sistemi di comunicazione cellulare basati sulle reazioni redox, riunendo i Ricercatori interessati dei Paesi Europei, soprattutto Italia e Germania.

< Chiudi

Populismo fra fascismo e democrazia
Populismo fra fascismo e democrazia
16/03/2011 - 19/03/2011
Dr. Paula Diehl, Berlin; Prof. Philippe Foro, Toulouse; Prof. Stefano Cavazza, Bologna

> Leggi tutto
Populismo è un concetto controverso e un fenomeno difficile da comprendere. Sebbene il populismo rientri tra i classici oggetti di indagine della scienza politica e della sociologia, ed anche molti storici individuino nel populismo un importante fattore di consolidamento  dei regimi fascisti e autoritari, non vi è convergenza su cosa debba intendersi per populismo. Le differenti teorie non sono concordi sul livello di indagine in cui  debbano collocarsi l'analisi scientifica  e la definizione concettuale, per definire con precisione il fenomeno. A seconda delle impostazioni il populismo viene definito come un tipo di movimento sociale o un fenomeno storico-sociale, come una forma di discorso politico, come un determinato rapporto tra cittadino e rappresentanti o come uno specifico atteggiamento  nei confronti delle elite e delle istituzioni politiche. Il primo seminario del progetto saràdedicato a delineare i contorni del populismo come fenomeno politico, alla sua definizione concettuale e del suo rapporto con la democrazia. Obiettivo del seminario saràil confronto interdisciplinare con teoria e metodo della ricerca sul populismo, al fine di condurre ad una  migliore comprensione del rapporto tra populismo, fascismo e democrazia.

< Chiudi

Il Reporting sociale in Europa. Measuring and Monitoring Social Progress in European Societies - Is Life Still Getting Better?
Il Reporting sociale in Europa. Measuring and Monitoring Social Progress in European Societies - Is Life Still Getting Better?
09/03/2011 - 11/03/2011
Prof. Carla Collicelli, CENSIS, Roma; Dr. Heinz-Herbert Noll, GESIS, Mannheim, in collaborazione con la Commissione europea

> Leggi tutto
Descrizione (versione in lingua tedesca):

Das Thema der 6. internationalen "Social Reporting in Europe" Konferenz lautete: "Measuring and Monitoring Social Progress in European Societies - Is Life Still Getting Better?". Die Thematik der Fortschrittsmessung und -beobachtung, die im Mittelpunkt der Tagung stand, wurde nicht nur kürzlich von der von Präsident Sarkozy eingesetzten 'Stiglitz-Sen-Fitoussi-Commission' behandelt, sondern ist u. a. auch Gegenstand des OECD - "Global Project on Measuring the Progress of Societies". Auch in Deutschland und Italien genießt das Thema derzeit in Wissenschaft und Politik große Aufmerksamkeit. Diskutiert wird vor allem, wie wirtschaftlicher und sozialer Fortschritt besser als in der herkömmlichen Wirtschaftsberichterstattung - d. h. jenseits des Bruttosozialproduktes - gemessen werden kann. Dieser Thematik nimmt sich auch die Sozialberichterstattung seit vielen Jahren an.

Die Tagung beschäftigte sich aber nicht nur mit der Messung und empirischen Beobachtung von Fortschritt, sondern reflektierte auch was gesellschaftlicher Fortschritt heute in europäischen Gesellschaften bedeutet und wie aktuelle Tendenzen des sozialen Wandels, die nicht mehr so eindeutig auf eine kontinuierliche Verbesserung der individuellen und kollektiven Wohlfahrt oder Lebensqualität gerichtet zu sein scheinen wie das in früheren Dekaden der Fall war, aus einer Fortschrittsperspektive zu bewerten sind.

Die zweitägige Veranstaltung gliederte sich in vier thematische Sessions:

- The Meaning of Social Progress in European Societies Today

-
Current Concepts and Approaches of Measuring and Monitoring Social Progress

-
Directions and Meanings of Current Developments in European Societies

-
Social Progress as Subject of Social Reporting and Social Monitoring


An der Konferenz haben 24 Sozialwissenschaftler aus zwölf europäischen Ländern teilgenommen. Neben Repräsentanten von Universitäten, wissenschaftlichen Instituten und statistischen Ämtern der einzelnen Länder waren auch die Europäische Kommission als Mitveranstalter, die OECD und die 'European Foundation for Working and Living Conditions' vertreten.

Die Tagung wurde von Heinz-Herbert Noll (GESIS, Mannheim) und Carla Collicelli (Censis, Rom) in Zusammenarbeit mit der Europäischen Kommission und der Villa Vigoni organisiert.

Das Programm und die Präsentationen der 'Social Reporting in Europe' Tagung 2011 (sowie die der Jahre 2007-2010) sind über die folgende website zugänglich:
http://www.gesis.org/sozialberichterstattung-in-europa/ 

< Chiudi

Commissione per il programma
Commissione per il programma
01/03/2011 - 02/03/2011
Villa Vigoni

Colloquio italo-tedesco dei giornalisti
Colloquio italo-tedesco dei giornalisti
27/02/2011 - 01/03/2011
Villa Vigoni in collaborazione con l'Ambasciata Tedesca a Roma, l'Ambasciata d'Italia a Berlino, Tobias Piller (FAZ), Marco Varvello (Rai) e Constanze Reuscher (Arte)

> Leggi tutto
Beppe Severgnini, Franco Bechis, Gian Antonio Stella: tre giornalisti dall'altra parte del tavolo, tre brillanti cronisti e analisti della realtàpolitica e sociale dell'Italia contemporanea ospiti a Villa Vigoni. Questa volta non pongono domande, ma sono intervistati dai propri colleghi. Rispondono su temi diversi: Severgnini sull'immagine che dell'Italia viene data all'estero, Bechis sulle storture del sistema giudiziario del Belpaese, Stella infine sulle mille occasioni perdute per valorizzare il patrimonio artistico italiano. Lo scopo è quello di approfondire, di articolare una riflessione non tarata sui tempi della stampa quotidiana. I tre si confrontano con colleghi che conoscono la realtàtedesca e la realtàitaliana e su questo doppio metro valutano le affermazioni dei relatori: uno spazio di riflessione binazionale, in piena sintonia con lo spirito che Villa Vigoni incarna da 25 anni.

Dario Galli, Roberto Scaroni, Günther Oettinger: altri tre volti esemplari, tre fra le voci dell'attualitàpolitico-economica che hanno animato le discussioni delle tavole rotonde di quest'anno. La riforma federalista, il riassetto delle strategie internazionali di approvvigionamento, la sfida di una politica economica energetica comunitaria: tutti temi centrali dell'incontro di Villa Vigoni che nell'edizione 2011 ha avuto il pregio di approfondire questioni di stringente attualitàe di essere dunque 'sulla notizia'. Non solo la politica italiana e le politiche energetiche, ma anche la cultura non poteva mancare a Villa Vigoni; la giornata conclusiva è stata dedicata infatti alla cultura in tempi di crisi economica: rappresentanti di istituzioni, organizzatori di manifestazioni culturali, direttori di musei e giornalisti hanno raccontato come (non) si possa fare cultura con scarsi mezzi finanziari.

Michele Vangi

< Chiudi

Caratteri permanenti della progettazione architettonica e urbanistica sostenibile
Caratteri permanenti della progettazione architettonica e urbanistica sostenibile
20/02/2011 - 23/02/2011
Prof. Günter Pfeifer e Dott. Arch. Christiano Lepratti, Technische Universität Darmstadt; Arch. Guendalina Salimei, Sapienza - Università di Roma

Naturalezza artificiale. L'innocenza dell'idillio inteso come prodotto della fantasia, utopia e topos del superamento
Naturalezza artificiale. L'innocenza dell'idillio inteso come prodotto della fantasia, utopia e topos del superamento
16/02/2011 - 19/02/2011
Prof. Dr. Nina Birkner, Jena; Prof. Dr. York-Gothart Mix, Marburg; Prof. Dr. Arbogast Schmitt, Marburg

> Leggi tutto
RISULTATI (in tedesco):

Die von Nina Birkner (Jena), York-Gothart Mix (Marburg) und Arbogast Schmitt (Marburg) konzipierte Tagung rückte das dem auf Theokrit rekurrierende Genre der antiken Idyllik implizite triadische Modell einer idealisierten Vergangenheit, defizitären Gegenwart und perfektibelen Utopie oder auch Verheißung in das Zentrum philosophiegeschichtlicher sowie literatur- und kunstwissenschaftlicher Diskussion und analysierte die Filiationen dieser topischen Denkfigur in der europäischen Text- und Bildwelt zwischen Hellenismus und Postmoderne.

In seinem Beitrag Idylle, Eros und Seelenfrieden bei Theokrit analysierte Arbogast Schmitt zunächst nicht nur das durch die Scholien geprägte Gattungsverständnis und den immer wieder kolportierten Gegensatz zu den Eklogen Vergils, sondern charakterisierte den hellenistischen Dichter als einen 'Modernen in der Antike, der die Ästhetisierung des Naturschönen und die Sublimierung des Eros durch die Kunst zu Thema macht. Reflexion anstelle einfältiger Naivität war auch das Problem, das Tilman Reitz (Jena) in seinem Vortrag Entgrenzte Idylle. Gattungsbrüche in Poussins Arkadienbildern am repräsentativen Beispiel des lbilds Les bergers d'Arcadie. Et in Arcadia ego aus dem Musée du Louvre erläuterte. Das bei Nicolas Poussin visualisierte Bewusstsein für Historizität entwickelt sich im 19. Jahrhundert zu einem immer deutlicher werdenden Gegensatz zwischen Wissens- und Glaubenswelten: Anhand von naturwissenschaftlichen Urzeitbildern machte Georg Braungart (Tübingen) deutlich, dass die Menschengeschichte mehr und mehr als Marginalie der Erdgeschichte begriffen wird und so zum Beispiel die Paradiessymbolik in Bernhard Cottas Geologischen Bildern (1852) zur bloßen Staffage am Tempel empirischen Wissens transmutiert.

Das Idyllische wird zu diesem Zeitpunkt schon nicht mehr als eine an antike Normen gebundene Gattung, sondern eher als Empfindung begriffen. Die Diskussion um die Charakteristika, Grenzen und Realitätsbezüge der Gattung ist seit der Spätaufklärung ein zentrales Thema der Literaturtheorie. Vor diesem Hintergrund fragte Klaus Manger (Jena) nach idyllischen Momenten in Christoph Martin Wielands Legende Clelia und Sinibald (1787), während Alessandro Costazza (Milano) die eingehende Beschäftigung von Karl Philipp Moritz mit dem Genre in den Fragmenten aus dem Tagebuche eines Geistersehers und der Götterlehre oder Mythologische Dichtungen der Alten in das Zentrum der Diskussion rückte. Es wurde deutlich, dass die geschichtsphilosophisch grundierte Idyllenkritik bei Moritz erheblich zur Dekonstruktion der Gattung beitrug. Idyllik als wohlige Empfindung in einer kleinen, befriedeten Welt offenbart sich auch in Schweizer Landschaftsmalerei des 18. und frühen 19. Jahrhunderts, die sich nicht an den klassischen Darstellungen Poussins oder Johann Heinrich Wilhelm Tischbeins orientierte, sondern, wie Yvonne Boerlin-Brodbeck (Basel) an Beispielen von Caspar Wolf, Peter Birmann, Wilhelm Kolbe und anderen demonstrierte, zum Geborgenheitsraum eidgenössischer Identität umgedeutet wird.

Der Opinio communis, die Eingangsszene in Friedrich Schillers Schauspiel Wilhelm Tell (1804) sei als idyllisch zu deuten, erteilte Wolfgang Riedel (Würzburg) in seinem Beitrag Sentimentalischer Idyllenbegriff und poetischer Idylleverzicht bei Schiller eine Absage. Schillers Ankündigung einer elysischen Idylle bleibt eine vage Idee, andere Konzepte, vor allem der Spätaufklärung und der Frühromantik, favorisieren eine Transformation des Genre in das Antiidyllische: York-Gothart Mix (Marburg) machte in seinem Vortrag Die Genese der Antiidyllik um 1800 (J. G. Herder, S. T. Coleridge, O. Goldsmith) indes deutlich, dass diese Akzentuierungen nicht voraussetzungslos, sondern als ferne Schreckensszenarien bereits Vergils Bucolica immanent sind. Wie eng das Moment des Antiidyllischen mit dem Problem sozialer Ungleichheit und damit einer Kernfrage der Aufklärung verbunden ist, zeigte Nina Birkner (Jena) in ihren Ausführungen zum Thema Herr und Knecht in der (Anti-)Idyllik von Johann Heinrich Voß und Fritz Reuter. Überraschende Parallelen zwischen Voß' Leibeigenenidyllen und André Chéniers Dichtung La Liberté (1787) präzisierte Markus Winkler (Genève) in seinem Beitrag Klassizistische Ansichten vom Volk. Überlegungen zu Idyllen von André Chénier und Eduard Mörike. Die 1829 entstandene Wald-Idylle Mörikes knüpft hingegen in ihrer ironischen Brechung der romantischen Märchentradition an Jean Pauls Relativierung des Genres an.

Diese intensive, mit dem Selbstbild des Autors korrelierende Auseinandersetzung mit dem Genre und seiner Tradition umriss Alexander Kluger (Würzburg, Harvard) in seinem Vortrag Widerschein der goldenen Kindheit - Jean Pauls Idyllik und ihre enge Beziehung zur (Auto)Biographie. Während für Adalbert Stifter, so Rita Svandrlik (Firenze), ähnlich wie für Jean Paul der befriedete Raum der Idylle noch ein Ort der Selbstvergewisserung ist, interpretiert Elfriede Jelinek in ihrem Werk Natur demonstrativ als Artefakt, die imaginierten Paradiese sind wie in ihrem 1989 publizierten Roman Lust a priori künstlich. Jens Ewens (Jena) Beitrag mit dem Titel Man darf auch Lieder singen. Zu Thomas Manns 'Herr und Hund. Ein Idyll führte demgegenüber den Rekurs auf die Gattung noch einmal als Möglichkeit produktiver Selbstreflexion vor und markierte damit eine Position zwischen den Polen in Svandrliks Referat Gestörte und zerstörte Idyllen. Zum Komplex 'See bei Stifter und Jelinek. Auch Elena Agazzi (Bergamo) widmete sich in ihrem Referat W. G. Sebalds 'unterbrochene Idylle in Dichtung und Prosawerk vor allem vor dem Hintergrund des 1998 erschienenen Textes Logis in einem Landhaus. Über Gottfried Keller, Johann Peter Hebel, Robert Walser und andere dem Verhältnis von idyllischer Figuration, Natur und Zivilisation in der Literatur des 19. und 20. Jahrhunderts. Carlos Spoerhases (Berlin) Vortrag Hypochondrie des Herzens. Über die Idyllen Louise Glücks machte allerdings deutlich, dass das auf antike Formen rekurrierende Genre unter den Vorzeichen der Moderne nicht per se in das Antiidyllische gewendet werden muss, wenn die elegische Aussage weder lokal noch temporal auf einen locus amoenus fixiert ist, sondern sich als eigenständige Variante der bereits von Wilhelm von Humboldt insinuierten Transformation zur Empfindungsweise darstellt.

In der Vielfalt ihrer Fragestellungen und Antworten unter philosophischen, ästhetischen, anthropologischen, historischen, theologischen sowie wissenschaftsgeschichtlichen Vorzeichen machte die Tagung nicht nur deutlich, dass auch die Antiidyllik oder die Definition des Genre als forma non grata im 20. Jahrhundert ohne den Rekurs auf die Antike und die Diskussion um 1800 nicht konkretisierbar ist, sondern dass die Denkfigur des natürlichen Gegenbilds als Korrektiv des zivilisatorischen Prozesses als konstante und transkulturelle Kategorie in ihrer Tendenz zu kausaler Geschlossenheit, Reduktion von Komplexität und Teleologie per se als kognitive Strategie der Existenzbewältigung anzusehen ist.

York-Gothart Mix (Marburg)

< Chiudi

Federico il Grande in Europa. Storia di un rapporto multiforme III
Federico il Grande in Europa. Storia di un rapporto multiforme III
03/02/2011 - 05/02/2011
Prof. Dr. Christopher Clark, Cambridge; Prof. Dr. Bernd Sösemann, Berlin; Villa Vigoni

> Leggi tutto

SESS.EuroPhD Annual Seminar ('Socio-Economic and Statistical Studies')
SESS.EuroPhD Annual Seminar ('Socio-Economic and Statistical Studies')
05/12/2010 - 09/12/2010
Dr. Ulrike Tikvah Kissmann, Berlin; Prof. Dr. Elke Koch-Weser, Roma; Prof. Dr. Dr. h.c. Bernd Wegener, Berlin

1° Dialogo Vigoni
1° Dialogo Vigoni
26/11/2010 - 28/11/2010
Villa Vigoni in collaborazione con l'Institut für Europäische Politik, Berlin; Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Milano

> Leggi tutto
All'interno del tradizionale formato dei colloqui Vigoni si inserisce il primo Dialogo Vigoni che avràluogo a Villa Vigoni da venerdì 26 a domenica 28 novembre. Il seminario è diviso in due parti distinte.

La prima parte si svolge all'insegna del processo di riforma più difficile e più ampio nella storia della UE che si è concluso con successo con il Trattato di Lisbona entrato in vigore nel dicembre 2009. Si intende tracciare un primo bilancio del Trattato di Lisbona dopo un anno di esperienza. L'attenzione saràfocalizzata sul Consiglio Europeo - rivalutato dal Trattato - dei capi di stato e di governo dei Paesi della UE e sul ruolo del suo Presidente (Van Rompuy) nominato per la prima volta per un periodo di due anni e mezzo (Sezione I). L'incontro faràinoltre luce sui Parlamenti nazionali rafforzati in seguito al Trattato di Lisbona e in tale contesto merita attenzione il caso tedesco dove il Bundestag e il Bundesrat assumono una particolare 'responsabilitàa livello di integrazione' in base alla sentenza della Corte costituzionale federale sul Trattato di Lisbona del 2009 (Sezione II). La Sezione III si occuperàdel 'volto' e della 'voce' di una politica estera e di sicurezza europea. Si effettueràuna prima valutazione della durata del mandato dell'Alta Rappresentante della UE per la politica estera e di sicurezza, Cathrine Ashton che possiede più ampie competenze, ad esempio quale presidente del Consiglio per le relazioni esterne. Si discuteràinoltre lo stato di insediamento del Servizio Europeo per l'azione esterna, chiamato a sostenere l'Alta Rappresentante nelle sue molteplici funzioni. Servizio tuttavia ancora in discussione tra Stati membri, Commissione e Parlamento europeo.

La seconda parte, invece, si concentreràsul ruolo dell'euro nel suo recente passato, così come nell'attuale crisi economica e finanziaria nonché nel suo prossimo futuro. Tra gli oratori presenti vi saranno Hans Tietmeyer, giàpresidente della Bundesbank; il Sen. Alfredo Mantica, Sottosegretario di Stato; Ministero degli Affari Esteri; il prof. Franco Bruni, Docente di Teoria e Politica Monetaria Internazionale dell'UniversitàBocconi e l'amb. Umberto Vattani, presidente dell'Istituto Italiano per il Commercio estero (ICE).

< Chiudi

Assemblea dei Soci dell'Associazione Villa Vigoni
Assemblea dei Soci dell'Associazione Villa Vigoni
17/11/2010 - 18/11/2010
Villa Vigoni

Seduta del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
Seduta del Consiglio Direttivo dell'Associazione Villa Vigoni
16/11/2010 - 18/11/2010
Villa Vigoni

Medical Ethics and Humanism - Intersections between Medicine and Philosophy
Medical Ethics and Humanism - Intersections between Medicine and Philosophy
10/11/2010 - 13/11/2010
Prof. Dr. Dr. Mariacarla Gadebusch Bondio, Greifswald

> Leggi tutto
DESCRIZIONE (versione in tedesco)


An der Schwelle zwischen Mittelalter und Renaissance zeichnet sich im aufkommenden Humanismus ein reges Interesse für Fragen der ärztlichen Moral und des medizinischen Ethos ab. Eminente Vertreter der Medizin (u.a. Gabriel Zerbus, Johannes Siccus, Albertus de Zancariis, Leonard Botallus) rücken in ihren Schriften diese Fragen jetzt in den Mittelpunkt eines medizinethischen Diskurses, der bestimmt wird von der Interaktion unterschiedlicher Traditionen antiker, arabischer und salernitanischer Herkunft. Ein solches Gedankengut wird durch unterschiedliche literarisch-stilistische und rhetorische Mittel (Kommentare, Übertragungen, Paraphrasen) in signifikant geänderten kulturellen Kontexten fruchtbar gemacht.
Grundlegend für die sich daraus entwickelnde Diskussion im komplexen Feld der medizinischen Ethik ist die enge Verknüpfung von philosophischen Strömungen mit medizinischer Theorie und Praxis.
Gegenstand dieses internationalen Kolloquiums ist die Erforschung jener Strömungen in der humanistischen Medizin, die zwar entscheidend zur Herausbildung einer medizinischen Ethik in der westlichen Kultur beitrugen, jedoch bisher kaum untersucht wurden. Quellengestützt und kontextsensibel soll also rekonstruiert werden, wie Mediziner im ideellen Dialog mit den altehrwürdigen Autoritäten die wissenschaftlichen und handlungsbezogenen Herausforderungen einer sich wandelnden medizinischen Praxis epistemologisch und ethisch reflektiert haben. D
as internationale und interdisziplinär besetzte Symposion ist der systematischen Aufarbeitung jener philosophischen und medizinischen Traditionen gewidmet, die die Konstituierung unserer medizinethischen Kultur markiert haben.

< Chiudi

La 'reintegrazione' delle vittime dei 'fascismi'. I casi austriaco, francese, tedesco e italiano
La 'reintegrazione' delle vittime dei 'fascismi'. I casi austriaco, francese, tedesco e italiano
07/11/2010 - 10/11/2010
Dr. Giovanna D'Amico, Torino (concezione scientifica); Dr. Lutz Klinkhammer, Roma

> Leggi tutto
RESOCONTO


Il convegno si è svolto seguendo una triplice scansione: la prima giornata è stata di inquadramento, poiché è servita a rendere le coordinate europee della 'Wiedergutmachung'. La seconda ha invece affrontato il tema della reintegrazione focalizzando l'attenzione sul caso italiano e si è poi chiusa con una tavola rotonda nella quale sono state discusse questioni di indubbio interesse per la storiografia italiana e straniera. Sono state poste in particolare le questioni attorno alle concrete possibilitàdi comparazione (dove iniziano e dove finiscono?) dei quattro paesi analizzati in merito alla tematica affrontata e quella della misura in cui è possibile intrecciare gli approcci metodologici che mirano a ricostruire le politiche della memoria (Erinnerungskulturen) con quelli centrati - al contrario - sulla materialitàconcreta delle restituzioni (Wiedergutmachung).

Come da programma, la mattinata dell'8 novembre si è aperta con l'intervento di Joerg Luther, che ha inquadrato giuridicamente l'affiorare nel diritto internazionale, costituzionale e umanitario della tematizzazione delle vittime dei fascismi nei quattro paesi indagati.

E' quindi seguito l'intervento di Costantin Goschler, focalizzato sulle due Germanie del dopoguerra, con un competente inquadramento delle diverse questioni che si intrecciano nella reintegrazione delle vittime i cui diritti erano stati lesi dal nazionalsocialismo. E' stato peraltro interessante confrontarsi con l'equilibrio dello studioso nella valutazione dei problemi aperti dalla Wiedergutmachung tedesca.

Si è quindi affrontato il caso austriaco, di rilevante interessante per quello italiano, dati i molteplici parallelismi tra due paesi, che hanno conosciuto entrambi un doppio passato fascista e un duplice binario normativo nel reintegrare le vittime dei fascismi. Nell'esempio austriaco tuttavia, a differenza che in quello italiano, i conti della Repubblica verso quei due distinti passati sembrarono eguagliarsi.

La giornata si è quindi chiusa con l'intervento di Anne Grynberg sulla Francia del secondo dopoguerra. La relazione si è centrata sulle due diverse 'reintegrazioni delle vittime' che ebbero corso nel dopoguerra: da un lato quella immediatamente successiva al 1945, contrassegnata da un atteggiamento generalizzante dello Stato, che mirava scarsamente a differenziare le vittime e, dall'altro, quella seguita agli anni Novanta, che nel segno del riconoscimento ufficiale delle responsabilità francesi nelle persecuzioni distingueva contemporaneamente tra le singole tipologie di persecuzione.

La seconda giornata si è aperta con l'intervento di Giovanna D'Amico, che ha chiarito come nel caso italiano il duplice binario normativo che portò alla reintegrazione delle vittime dei fascismi abbia comportato l'adozione di misure diseguali nei confronti delle due diverse tipologie di perseguitati: esse furono infatti più profonde nei confronti delle vittime di Salò e meno profonde nei confronti delle vittime del regime monarchico-fascista.

E' quindi seguita la relazione di Giuseppe Speciale, che attraverso l'esempio della 'Legge Terracini' (la misura che nel 1955 valse - tra le altre cose - a conferire un assegno di benemerenza ai perseguitati politici e razziali del regime monarchico-fascista) ha mostrato all'interno di un quadro articolatissimo le concrete difficoltàdi applicazione della norma in sede di controversie giurisdizionali.

Paola Bertilotti ha invece selezionato alcune associazioni di reduci e di perseguitati politici e razziali per affrontare le relazioni tra di esse e tra di esse e lo Stato italiano. Il loro rapporto sia vicendevole, sia con lo Stato italiano sarebbe stato di collaborazione fino al 1948 e successivamente - al contrario - di forte conflittualità.

Filippo Focardi e Lutz Klinkhammer hanno - infine - centrato l'attenzione sugli accordi tra gli Stati Italiano e tedesco degli anni Sessanta, che portarono finalmente alla concessione da parte della BRD di un assegno ai deportati in KL.

Il dibattito è stato intenso e sentito nel corso di entrambe le giornate. Anche la tavola rotonda è stata molto partecipata; qui si è giunti alla considerazione che forse i tempi non sono ancora maturi per la costruzione di un 'modello di Wiedergutmachung' europeo, mentre invece si può per ora tentare la realizzazione di un denominatore comune sul piano delle 'Erinnerungskulturen'. Più complessa è apparsa la discussione nel tracciare i confini tra 'Erinnerungskulturen' e 'Wiedergutmachung'; se da un lato infatti è apparso indubbio che questi due approcci si intersecano senza tuttavia incrociarsi del tutto, dall'altro è sembrato difficile individuare operativamente il punto esatto in cui questi si divaricano. Il problema è che (almeno in Italia) essi rischiano talora di essere confusi e utilizzati indifferentemente nella ricerca operativa: è chiaro che questo costituisce un problema da approfondire.

< Chiudi

FORUM SUL SISTEMA UNIVERSITARIO II: Lo spazio universitario europeo: visione, finzione o realtà? Un bilancio provvisorio
FORUM SUL SISTEMA UNIVERSITARIO II: Lo spazio universitario europeo: visione, finzione o realtà? Un bilancio provvisorio
03/11/2010 - 06/11/2010
Un ciclo di incontri di Villa Vigoni in collaborazione con la Guardini Stiftung e il Deutscher Hochschulverband

> Leggi tutto
Secondo simposio:
Lo spazio universitario europeo - Validitàdella riforma di Bologna

< Chiudi

La 'Morte a Venezia' di Thomas Mann - Interpretazione congiunta
La 'Morte a Venezia' di Thomas Mann - Interpretazione congiunta
27/10/2010 - 31/10/2010
Prof. Dr. Andreas Kablitz, Köln

> Leggi tutto

La poetica della narrazione popolare nella prima età moderna
La poetica della narrazione popolare nella prima età moderna
25/10/2010 - 27/10/2010
Prof. Dr. Friedrich Vollhardt, München

> Leggi tutto
Descrizione (versione tedesca)

Die Theoretiker der Dichtkunst haben sich in der Renaissance ausführlich zum Drama und zu den lyrischen Gattungen geäußert, nicht jedoch zum 'niederen' Genre des Erzählens, das auf ein literaturtheoretisches Fundament verzichten mußte. Zu fragen ist, inwieweit sich ein normierendes System poetischer Regeln und Verfahrensweisen rekonstruieren läßt. Der Workshop wird - in komparatistischer Ausrichtung - versuchen, thematische und strukturelle Konstanten zu ermitteln sowie Gattungsmerkmale für historische Teil-Corpora zu bestimmen.

< Chiudi

L'influsso del diritto canonico sulla cultura giuridica europea
L'influsso del diritto canonico sulla cultura giuridica europea
21/10/2010 - 24/10/2010
Prof. Dr. Mathias Schmoeckel, Bonn; Prof. Franck Roumy, Paris; Prof. Orazio Condorelli, Catania

> Leggi tutto
DESCRIZIONE (versione tedesca)


Das in der Kirche des hohen Mittelalters entwickelte Recht war, ähnlich dem römischen Recht, prägend für die Rechtsordnungen und -kulturen in ganz Europa. Aus den Schriften der Kirchenväter, aus Konzilsbeschlüssen und päpstlichen Dekretalen entwickelten die hochmittelalterlichen Kanonisten Regeln und Wertungen, die nicht nur die aktuelle Rechtsdogmatik, sondern auch unser aller Rechtsbewußtsein bis heute prägen.

Nachdem in den beiden vorangegangenen Tagungen das Zivilrecht und das ffentliche Recht untersucht wurden, sollen auf der abschließenden Konferenz das Strafrecht und der Strafprozeß im Mittelpunkt der Betrachtung stehen. Dabei wird es nicht nur um die immer wieder medienwirksam in Szene gesetzte Heilige Inquisition und ihre Folterinstrumente gehen, sondern auch darum, den Beitrag des kanonischen Rechts für den Schutz des Delinquenten vor der Willkür von Strafverfolgung herauszuarbeiten. Im Ergebnis soll dann ein objektiveres Bild von der Strafrechtspflege der mittelalterlichen Kirche entstehen.


< Chiudi

Incontro Alumni: Fasi di rottura nella cultura? Trasformazioni nella società civile
Incontro Alumni: Fasi di rottura nella cultura? Trasformazioni nella società civile
15/10/2010 - 17/10/2010
Villa Vigoni

Il potere delle emozioni
Il potere delle emozioni
14/10/2010 - 15/10/2010
Lorenza Angelini, Associazione Italiana di Analisi Dinamica dei Sistemi (AIADS), Milano

> Leggi tutto

La storia dell'Europa nell'attuale dibattito internazionale: sviluppi culturali, sociali e politici dal XVIII secolo (Parte III)
La storia dell'Europa nell'attuale dibattito internazionale: sviluppi culturali, sociali e politici dal XVIII secolo (Parte III)
11/10/2010 - 14/11/2010
Prof. Dr. Jörn Leonhard und Dr. Jörg Später, Freiburg

Strutture di potere e di dominio: emblemi del dominio
Strutture di potere e di dominio: emblemi del dominio
08/10/2010 - 11/10/2010
Arch. Ennio Conca, Gravedona; Dr. Gerald M. Hammes, Bonn; Dipl.-Ing. Hartmut Schmidt-Petri, Bonn; Prof. Dr. Götz Schmitz, Bad Honnef

> Leggi tutto
Descrizione (versione tedesca)


Der Freundeskreis 'Europäische Geschichte - arte e lavoro' veranstaltet zur Förderung der deutsch-italienischen Freundschaft eine auf drei Jahre angelegte Fortbildung mit Vorträgen zum Thema Macht und Herrschaft in Deutschland und Italien.

Diese Vortragsserie schließt sich an mehrere frühere Vortragszyklen zur italienischen Landeskunde an, die Themen behandelten wie die Signorien, den Kampf um die Herrschaft im Mittelmeerraum in der Renaissance, moderne italienische Literatur, das Risorgimento oder Umweltprobleme in der Antike. Aktuelle Fragen zur Wirtschaftspolitik Italiens und zur Entwicklung der deutsch-italienischen Beziehungen stellten jeweils den Bezug zur Gegenwart her.

Im Herbst 2010 hat der Freundeskreis seine Gesprächsrunden fortgesetzt mit Teil II der dreiteiligen Serie zum Thema Macht und Herrschaftsstrukturen in Deutschland und Italien. Zu den Hauptthemen der diesjährigen Veranstaltung gehörten:
Reichsacht und päpstlicher Bann, Grenzen, Nationalhymnen, Staats- und Stadtgründungsmythen, die in ihrer Funktion als "Herrschaftszeichen" untersucht wurden.

Die geplante Fortsetzung für das Jahr 2011 soll insbesondere die jüngere Geschichte beleuchten und Themen wie Faschismus und Nationalsozialismus, die Mittelmeerpolitik Italiens und der Achsenmächte sowie die deutsch-italienischen Bündnisse im Zweiten Weltkrieg besonders berücksichtigen.


< Chiudi

Challenges for a Systemic Environmental Monitoring and Adequate Indicators
Challenges for a Systemic Environmental Monitoring and Adequate Indicators
07/10/2010 - 10/10/2010
Prof. Dr. Hubert Wiggering, Leibniz-Centre for Agricultural Landscape Research (ZALF), Müncheberg; Prof. Simone Bastianoni, Siena

> Leggi tutto

[English Version]

In the context of the sustainable development of regions, systemic indicators that embrace economy, society and environment are necessary.
Ecological indicators play a key role in determining new pillars of our knowledge of (un)sustainability and, at the same time, a relationship between ecological and economic entities should be developed. The evaluation of EcoSystem Services is a step forward in this direction. Thus, an important precondition for the transformation of the guiding principle of sustainable development into practical environmental policy is the availability of criteria to measure and to assess in an ex-ante approach the ecosystem functions and the demand on environmental goods and services.

The Workshop targets at clarifying the state-of-the-art in systemic approaches for the indication of sustainable development. Furthermore, the potential future concepts to cope with these systems' complexities and to provide good representations of the state in human-environmental systems can be built up on this ground. These fields of problems are well-suited to be solved in a workshop environment that constructively shows ways into future research and management strategies. This objective leads to the discussion about a new generation of monitoring systems and probably a new quality of indicators.

< Chiudi

Geografia e politica in Grecia e a Roma
Geografia e politica in Grecia e a Roma
03/10/2010 - 07/10/2010
Prof. Dr. Hans-Joachim Gehrke, Freiburg; Prof. Francesco Prontera, Perugia; Prof. Pascal Arnaud, Lyon 2

> Leggi tutto
Lo stretto rapporto fra conoscenze geografiche e storia politico-militare, che si manifesta chiaramente dall'etàtardo-medievale all'etàcontemporanea, caratterizza anche la nascita e lo sviluppo della geografia nel mondo greco-romano. Qui però l'uso politico-militare della scienza geografica  costituisce per gli studiosi un tema controverso, complicato talvolta dalla tendenza a opporre lo spirito pratico-utilitaristico della civiltàromana alla mentalitàteorico-speculativa dei Greci. Si tratta di vecchi luoghi comuni, duri a morire, che ancora oggi possono condizionare il dibattito scientifico.

Le ricerche condotte negli ultimi venti anni mostrano che la percezione, descrizione e rappresentazione degli spazi geografici nella civiltàgreco-romana sono fortemente segnate dai punti di vista, dall'orientamento e dalle localizzazioni relativi degli itinerari terrestri e marittimi (si parla perciò di una prospettiva odologica o topologica). A questa geografia empirica e concreta dello" spazio vissuto" si affianca però, fin dalla tarda etàarcaica, l'astrazione geometrica della cartografia.
Da una parte c'è il sapere geografico di uomini politici, generali, mercanti - un sapere che solo in parte si esprime in una letteratura e che spesso resta implicito nelle operazioni della conquista militare, nell'amministrazione territoriale degli stati, negli itinerari dei traffici a lunga distanza. Dall'altra parte c'è una geografia che descrive ordinatamente i popoli e i paesi dell'ecumene, e che elabora anche una rappresentazione grafica della terra abitata con le sue partizioni regionali.

Se, in quali circostanze, e in che misura l'azione degli uomini politici abbia messo a frutto le acquisizioni della scienza geografica antica, e viceversa  quanto questa debba alla storia politico-militare,  è appunto il tema centrale dei tre incontri su Geografia e politica in Grecia e a Roma. La terza e ultima conferenza di questo ciclo  ha come tema: "L'amministrazione dell'impero romano e la geografia"




< Chiudi

Strategy Forum on International Cooperation (SFIC)
Strategy Forum on International Cooperation (SFIC)
26/09/2010 - 28/09/2010
MinDirig Volker Rieke, Bundesministerium für Bildung und Forschung, Bonn

Trends di ricerca sugli effetti di glicosaminoglicani anticoagulanti e non anticoagulanti, e di nuovi anticoagulanti
Trends di ricerca sugli effetti di glicosaminoglicani anticoagulanti e non anticoagulanti, e di nuovi anticoagulanti
23/09/2010 - 25/09/2010
Prof. Dr. Job Harenberg, Mannheim; Prof. Benito Casu, Milano

Riunione del direttivo della Deutsche Forschungsgemeinschaft
Riunione del direttivo della Deutsche Forschungsgemeinschaft
14/09/2010 - 18/09/2010
DFG, Bonn

Identità nazionale ed europea: la relazione con l'orientamento verso la società globale
Identità nazionale ed europea: la relazione con l'orientamento verso la società globale
12/09/2010 - 17/09/2010
Prof. Dr. Alois Hahn, Trier; Prof. Dr. Anil Bhatti, New Delhi; Prof. Dr. Rudolf Stichweh, Luzern

> Leggi tutto

Amministrare e ottenere giustizia nell'Impero Romano: la giustizia in epoca romana e le sue fonti documentarie
Amministrare e ottenere giustizia nell'Impero Romano: la giustizia in epoca romana e le sue fonti documentarie
08/09/2010 - 11/09/2010
Prof. Dr. Rudolf Haensch, München; Prof. Dr. Frédéric Hurlet, Nantes; Prof. Silvia Strassi, Trieste

Paesaggi, cartografie e architettura nel romanzo tedesco dell'Ottocento
Paesaggi, cartografie e architettura nel romanzo tedesco dell'Ottocento
05/09/2010 - 08/09/2010
Prof. Dr. Antonella Gargano (Università La Sapienza, Roma), Dr. Maria Paola Scialdone (Università degli Studi di Macerata)

> Leggi tutto

Panni sporchi'. Il rovescio della medaglia del Grand Tour
Panni sporchi'. Il rovescio della medaglia del Grand Tour
26/07/2010 - 29/07/2010
Prof. Dr. Joseph Imorde, Siegen; Prof. Dr. Jan Pieper, Aachen; Dipl.-Ing. Erik Wegerhoff, Berlin

Le radici tedesche del federalismo europeo
Le radici tedesche del federalismo europeo
25/07/2010 - 29/07/2010
Prof. Dr. Dieter Grimm, Berlin; Prof. Fulco Lanchester, Roma; Prof. Dr. Christoph Möllers, Berlin

Valori Cultura Denaro
Valori Cultura Denaro
21/07/2010 - 24/07/2010
Prof. Dr. Dr. h.c. Joachim Starbatty, Tübingen; Prof. Dr. Jürgen Wertheimer, Tübingen

Colloquio strategico  -  il DAAD oggi e domani
Colloquio strategico - il DAAD oggi e domani
19/07/2010 - 21/07/2010
Dr. Christian Bode, Deutscher Akademischer Austauschdienst (DAAD), Bonn

FORUM VIGONI: Stato nazionale e democrazia in Europa
FORUM VIGONI: Stato nazionale e democrazia in Europa
14/07/2010 - 17/07/2010
Villa Vigoni in collaborazione con: Prof. Fulvio Longato, Trieste, Prof. Carlo Mongardini, Roma e Prof. Dr. Hans Vorländer, Dresden

> Leggi tutto
Stato nazionale e democrazia in Europa La formazione degli Stati nazionali europei è avvenuta attraverso un processo complesso, non lineare e fortemente differenziato che si riflette nei rispettivi assetti istituzionali e nelle diverse carte costituzionali. Tra gli obiettivi del Forum, articolato in forma rigorosamente inter- e transdisciplinare, figurano: il nesso tra l'idea di nazione ed il concetto di sovranità- per quanto concerne sia la nascita degli Stati nazionali, sia, soprattutto, l'attuale ridefinizione del rapporto tra sovranitàstatuale e le articolazioni sovranazionali delle arene di decisione nel contesto dell'Unione europea; le modalitàdi composizione tra strutture verticali di governo (Government) e relazioni orizzontali di deliberazione (Governance); le forme di democrazia, maggioritaria e competitiva, rispettivamente consociativa e consensuale, in rapporto alla democrazia composita dell'Unione europea, caratterizzata, a livello istituzionale, dalla separazione multipla dei poteri. Particolare attenzione saràdedicata al rapporto tra l'articolazione istituzionale sia degli Stati nazionali che degli organismi comunitari e gli ambiti partecipativi e deliberativi dell'opinione pubblica e della "societàcivile".

< Chiudi

Giornate Vigoni del Knowledge Management
Giornate Vigoni del Knowledge Management
11/07/2010 - 14/07/2010
Zentrum für Wissenschaftsmanagement e. V. Speyer

XVII Incontro italo-tedesco - Sviluppi attuali della pubblica amministrazione e del settore finanziario in Lombardia e nel Baden-Württemberg
XVII Incontro italo-tedesco - Sviluppi attuali della pubblica amministrazione e del settore finanziario in Lombardia e nel Baden-Württemberg
07/07/2010 - 09/07/2010
Fachhochschule Ludwigsburg - Hochschule für öffentliche Verwaltung und Finanzen

> Leggi tutto


Che IREF e Hochschule Ludwigsburg si ritrovino a Villa Vigoni, con la splendida vista del lago di Como, è ormai una tradizione lunga diciassette anni. Da tanto tempo, infatti, sono organizzati questi incontri bilaterali ospitati nel centro congressi della Repubblica Federale Tedesca di Loveno. Il tema di questa'anno è stato Cooperazione e formazione per la Protezione Civile e ha avuto come protagonisti la Scuola Superiore della Protezione Civile di Iref, con i rappresentanti di Regione Lombardia, Veneto e Trentino oltre che del volontariato lombardo, e i rappresentanti del Parlamento del Baden-Württemberg, del Ministero degli Interni del BW e di alcune tra le più significative agenzie specializzate per il soccorso in emergenza, coordinati dalla Universitàdi Ludwisburg.

La scelta del tema, la Protezione Civile, segue e quasi corona una intensa attivitàdella nostra Scuola che, dall'Abruzzo a oggi, si è vista impegnata in nuovi fronti operativi e formativi per mettere a punto modelli di intervento sempre più adeguati a una realtàin evoluzione. L'incontro ha proprio proposto un primo confronto internazionale sulle questioni emergenti. In particolare, in un contesto che prevede una collaborazione tra sistemi di Protezione Civile differenti e operanti in circostanze anche non nazionali, si è voluto sottolineare la necessità di sviluppare pratiche coerenti di cooperazione e interoperabilità soprattutto tra organismi di Protezione Civile che adottano modelli simili e sono appartenenti ad aree territoriali omogenee, rilevando il supporto di metodi e strumenti e un opportuno sistema formativo dedicato.

Due aspetti sono stati approfonditi durante l'incontro di tre giorni. Il primo riguarda il ruolo del volontariato nelle emergenze, una peculiaritàtutta italiana, presa a modello da molti Paesi, che pone la sfida organizzativa e gestionale di predisporre modelli efficaci che permettano ai volontari di cooperare efficacemente con i professionisti dell'emergenza. Molti, infatti, sanno che spesso motivazioni, ruoli, pratiche e competenze sono molto differenti tra le due componenti costituendo, di per sé, un possibile luogo di criticitànell'emergenza. Il secondo aspetto discende da queste considerazioni, soffermandosi sui percorsi formativi specifici per gli operatori di Protezione Civile, volontari e professionisti, 'presenti sul mercato'. Tra tutti, il ruolo di SSPC emerge come molto significativo collocando, ancora una volta, sia la formazione di Iref sia l'operativitàdi Regione Lombardia tra i modelli meglio riusciti di Protezione Civile in Italia e in Europa.

L'incontro si è concluso con un rilancio: a livello internazionale per mantenere aperto un canale di relazione sul tema delle emergenza con una Regione d'Europa alla quale la nostra Regione è molto legata. A livello nazionale, avendo avviato un  primo colloquio con le Regioni Veneto e Trentino per promuovere un sistema di formazione paese condiviso e coordinato almeno tra le Regioni contigue alla Lombardia.

< Chiudi

Modelli biologici e implicazioni etiche: Translating Doping
Modelli biologici e implicazioni etiche: Translating Doping
05/07/2010 - 08/07/2010
Prof. Dr. Christoph Asmuth, Berlin; Dr. Francesca Michelini, Trento; Prof. Dr. Alessandro Bertinetto, Udine

FORUM DELL'ECONOMIA:  La responsabilità etica dell'imprenditore
FORUM DELL'ECONOMIA: La responsabilità etica dell'imprenditore
01/07/2010 - 03/07/2010
Villa Vigoni in collaborazione con partner

> Leggi tutto
Il movimento di idee, nato negli USA negli anni '50 del secolo scorso, e noto come 'responsabilitàsociale dell'impresa' (Corporate Social Responsibility, CSR - Unternehmerische Sozialverantwortung), dopo una lunga gestazione e non pochi attacchi critici - provenienti soprattutto dalla scuola economica di Chicago (Milton Friedman) e da quella giuridica (Richard Posner) - si è imposto nell'ultimo quarto di secolo come nuovo common wisdom sia negli studi di management sia nell'ambito dell'etica degli affari. Questo successo - oggi nessuno contesta più il principio per cui l'impresa debba essere responsabile nei confronti della società- ha posto come centrale la questione dell'impianto categoriale della CSR, quale cioè ha da essere il suo fondamento etico. Oggi ci si sta infatti rendendo sempre più conto che per dare solide basi alla CSR non si può parlare di responsabilitàsociale senza interrogarsi sui suoi presupposti etici.

Il Forum Vigoni sulla 'responsabilitàetica dell'imprenditore' si propone di contribuire a colmare tale lacuna, mostrando, per un verso, come e perché si è cominciato a parlare di responsabilitàetica dell'imprenditoria e quali riflessi ciò comporta nella ridefinizione attuale dello Stato sociale e nella pratica della democrazia sia a livello di organizzazione aziendale (democratic stakeholding), sia a livello sociale diffuso; per l'altro verso, quali risultati concreti, in termini di buone pratiche, sono stati finora raggiunti su tale fronte in Germania ed in Italia, nel più ampio contesto europeo, non da ultimo anche alla luce delle rispettive legislazioni in proposito. Con un approccio rigorosamente interdisciplinare, particolare attenzione verràrivolta, oltre ai modelli etici di riferimento, all'influsso che le varie forme di attivitàimprenditoriale non profit hanno esercitato sulla trasmigrazione di certi principi e valori verso il mondo for profit.

Il Forum prevede da parte di tutti i partecipanti brevi relazioni intese come impulso alla discussione comune. E' altresì in programma una pubblicazione rivolta sia agli specialisti che al vasto pubblico.

< Chiudi

FORUM SUL SISTEMA UNIVERSITARIO I: Lo spazio universitario europeo: visione, finzione o realtà? Un bilancio provvisorio
FORUM SUL SISTEMA UNIVERSITARIO I: Lo spazio universitario europeo: visione, finzione o realtà? Un bilancio provvisorio
27/06/2010 - 30/06/2010
Un ciclo di incontri di Villa Vigoni in collaborazione con la Guardini Stiftung e il Deutscher Hochschulverband

> Leggi tutto
Lo spazio europeo dell'istruzione superiore ha subito trasformazioni sensibili nell'ultimo decennio. Un convegno recente tenutosi a Monaco di Baviera - Wissenschaft 'Made in Germany'. Zehn Jahre Hochschulreformen: Wie die deutschen Universitäten ihre Zukunft gestalten (Scienza 'made in Germany'. A dieci anni dalla riforma dell'istruzione superiore: come le universitàtedesche modellano il loro futuro) - ha fornito una illustrazione perspicua degli spazi liberi che si sono venuti creando e che le università, in concorrenza tra loro, hanno utilizzato in modi anche assai differenti. Più volte sono state chiamate in causa le 'virtù' della libertàe della responsabilitàe sono stati forniti numerosi esempi di attuazione del potenziale in tal senso.

I casi studiati si riferivano prevalentemente agli ambiti della ricerca e dell'amministrazione universitaria e degli istituti di istruzione superiore. Gli ambiti della didattica e dello studio sono appena sfiorati dai vantaggi derivanti da tale maggiore libertà; la tendenza sembrerebbe, anzi, piegare verso il polo opposto: qui procedure più snelle, làmaggiore regolamentazione. In ogni caso si può almeno affermare che l'atmosfera di positivo avvio della riforma non ha sinora sfiorato gli ambiti della didattica e dello studio. E ciò proprio mentre in tali settori è stato avviato un notevolissimo lavoro di riforma, ossia la creazione - o meglio, appena che si guardi sufficientemente indietro nel tempo, la restaurazione - di uno spazio europeo dell'istruzione superiore. E' questo un processo da considerarsi irrinunciabile, soprattutto a fronte della progressiva integrazione europea negli ambiti più vari e diversi. Sempre più l'Europa viene percepita a livello internazionale come un'entitàunica: ciò che da un angolo visuale intra-europeo appare come un passo oltre la realtà.

Sullo sfondo di quanto detto sinora vale confrontare le differenti soluzioni adottate dai vari paesi europei nel decennio scorso per fronteggiare le sfide della riforma dell'istruzione superiore. Tuttavia non esiste sin qui un forum che permetta tale confronto e lo scambio delle esperienze a livello sovranazionale. Villa Vigoni, in quanto istituzione binazionale con orientamento europeo, appare il luogo a ciò deputato.

In origine era previsto proprio per il 2010 il completamento del 'processo di Bologna', ciò che offre l'occasione di un bilancio o, meglio, di un bilancio provvisorio. Ed è per tale motivo che Villa Vigoni faràdelle tematiche inerenti allo spazio europeo dell'istruzione superiore uno dei punti focali del programma dell'anno prossimo, confrontando in particolare la situazione in Germania, Italia e Francia e prendendo in considerazione anche paesi come la Svizzera. E' prevista a questo scopo una serie di manifestazioni di vario tipo e differenti formati da organizzarsi in collaborazione con altri partner.

Gregor Vogt-Spira

< Chiudi

La ricostruzione della cultura in Germania negli anni 1945 - 1961. Temi e opere chiave della ricostruzione culturale dopo il 1945 nella letteratura di fiction, nella saggistica e nella cinematografia
La ricostruzione della cultura in Germania negli anni 1945 - 1961. Temi e opere chiave della ricostruzione culturale dopo il 1945 nella letteratura di fiction, nella saggistica e nella cinematografia
23/06/2010 - 26/06/2010
Prof. Elena Agazzi, Bergamo; Prof. Dr. Erhard Schütz, Berlin

Workshop on Wireless and Mobility in the Network of the Future
Workshop on Wireless and Mobility in the Network of the Future
20/06/2010 - 23/06/2010
Dr. Matteo Cesana, Milano

Serata lirica in occasione del convegno 'Sistema di comunicazione e comunicazione dei sistemi nell'Europa medievale'
Serata lirica in occasione del convegno 'Sistema di comunicazione e comunicazione dei sistemi nell'Europa medievale'
17/06/2010
Villa Vigoni in collaborazione con la master class di canto presso l'Istituto Civico Musicale di Dongo

> Leggi tutto

Sistema di comunicazione e comunicazione dei sistemi nell'Europa medioevale. Centralità: papato e ordini religiosi nell'Europa del XII e XIII secolo
Sistema di comunicazione e comunicazione dei sistemi nell'Europa medioevale. Centralità: papato e ordini religiosi nell'Europa del XII e XIII secolo
16/06/2010 - 19/06/2010
Prof. aggr. Dr. Cristina Andenna, Potenza/Matera; Prof. Dr. Klaus Herbers, Erlangen; Prof. Dr. Gert Melville, Dresden/Eichstätt

Transnational Copyright: Organization, Mobilization and Law
Transnational Copyright: Organization, Mobilization and Law
12/06/2010 - 15/06/2010
Prof. Dr. Sigrid Quack, Max-Planck-Institut für Gesellschaftsforschung, Köln; Dr. Leonhard Dobusch, Freie Universität Berlin

Future Research in Sess.EuroPhD - Development of a Common Research Theme for the European PhD Programme 'Socio-Economic and Statistical Studies'
Future Research in Sess.EuroPhD - Development of a Common Research Theme for the European PhD Programme 'Socio-Economic and Statistical Studies'
07/06/2010 - 09/06/2010
Prof. Dr. Elke Koch-Weser, Roma; Dr. Ulrike Tikvah Kissmann, Berlin

'Europa Centrale' - La storia di un discorso transnazionale nel XX secolo
'Europa Centrale' - La storia di un discorso transnazionale nel XX secolo
03/06/2010 - 06/06/2010
Prof. Jacques Lajarrige, Paris; Prof. Dr. Walter Schmitz, Dresden; Prof. Giusi Zanasi, Napoli

> Leggi tutto
(DESCRIZIONE IN TEDESCO)

Das diesjährige Treffen (3.-6. Juni) steht unter dem Thema 'Habsburgs Untergang in den Literaturen Mitteleuropas: Ende und Anfang.' Im Zentrum steht also die Frage, wie durch Literatur die 'verlorene Welt' deutscher Kultur und insbesondere deutsch-jüdischer Kultur dargestellt wird.

'Kulturdeutsche' hat der Historiker Dan Diner diese große variable Gruppe genannt. Gemeint ist jenes jüdische (Bildungs-)Bürgertum in Mitteleuropa, dem mit den staatlichen Neueinteilungen nach 1918 ein gemeinsamer Rahmen fehlt, wie ihn das Habsburger Reich jahrhundertelang geboten hatte. Dessen Ende wurde vielfach als 'Untergang' wahrgenommen und ästhetisch zum Beispiel in der Erschaffung von literarischen Figuren umgesetzt, die wenig lebenstüchtig erscheinen, aber 'edel' und vornehm. Eine andere Art der Verarbeitung findet sich in der Großerzählung eines nicht auf Macht, sondern auf Kompromissen beruhenden Vielvölkerreiches. Der italienische Germanist
Claudio Magris hat diesen 'Mythos von Habsburg' in einer Studie nachgezeichnet, die außerordentlich populär geworden ist. Die Wirkung und Thesen dieses Buches sollen im Rahmen der Villa-Vigoni-Konferenz daher ebenfalls diskutiert werden.

Den vitalen Kontrast zum Habsburg-Mythos in der deutschsprachigen Literatur mit seiner melancholischen Resignation bilden die satirischen, grotesken oder auch pathetischen Texte aus mitteleuropäischen Literaturen, die mit dem Versailler Vertrag nationale Eigenständigkeit erlangt haben. In ihrer Perspektive gelang damit die Befreiung aus dem 'Völkerkerker' des Habsburgerreiches. Diese Konfrontation von unterschiedlichen Mitteleuropa-Deutungen bildet beim Treffen in der Villa Vigoni einen weiteren Schwerpunkt.

< Chiudi

Federico il Grande in Europa. Storia e ricezione della Prussia dal XVIII al XXI secolo in prospettiva transculturale II
Federico il Grande in Europa. Storia e ricezione della Prussia dal XVIII al XXI secolo in prospettiva transculturale II
30/05/2010 - 03/06/2010
Prof. Dr. Christopher Clark, Cambridge; Prof. Dr. Bernd Sösemann, Berlin; Villa Vigoni

71° Colloquio degli imprenditori di Baden-Baden
71° Colloquio degli imprenditori di Baden-Baden
27/05/2010 - 30/05/2010
Jürgen C. Gehrels, Nürnberg

Ricostruzione della rappresentazione delle emozioni nella Cina imperiale (ca. XV-XX sec.)
Ricostruzione della rappresentazione delle emozioni nella Cina imperiale (ca. XV-XX sec.)
24/05/2010 - 27/05/2010
PD Dr. Angelika Messner, Kiel; Dr. Ma Li, Boulogne sur Mer; Prof. Paolo Santangelo, Roma

> Leggi tutto
Non esiste una definizione univoca di ciò che si debba intendere per emozione, né nell'ambito psicologico, né in quello semantico, e questo vale anche per i termini più elementari, a partire dalla nozione di emozione.

Per risolvere in maniera costruttiva queste contraddizioni, si è proceduto alla creazione di un sistema tassonomico dei termini, basato sull'esperienza di lavoro e sui lessici precedentemente preparati, che tenga conto delle nozioni prevalenti nella tradizione occidentale e in quella cinese. L'intento è di migliorare i metodi di ricerca e di individuare l'importanza dell'elemento culturale nella dimensione emotiva dell'uomo in Ming-Qing-Cina (1400-1900). Alcuni studiosi hanno anche utilizzato il database del Progetto, e quindi si cercheràdi fare un primo bilancio dei tentativi sinora effettuati in questa direzione.

Nella prossima conferenza ci concentreremo sui risultati del lavoro sinora svolto, sia da parte di coloro che utilizzano il database, sia da parte degli altri studiosi che presenteranno proprie relazioni sull'argomento. Ogni membro presenterài temi di rilevanza specifica relativi al suo testo e discuteràcon i colleghi i problemi e i risultati preliminari. In un secondo tempo verranno affrontate le eventuali modifiche necessarie per il database. Lavori di gruppo e la discussione plenaria si propongono di integrare gli aspetti della ricerca dei singoli con le questioni più generali comuni a tutto il progetto.
• Download: VVigoni2010_02.pdf

< Chiudi

La religione nell'epoca moderna: Lettura di testi e dibattito
La religione nell'epoca moderna: Lettura di testi e dibattito
20/05/2010 - 22/05/2010
Prof. Dr. Hans Vorländer, Dresden

German EUREKA Chairmanship - Bilateral Meeting Germany/Israel and 5th EG Meeting
German EUREKA Chairmanship - Bilateral Meeting Germany/Israel and 5th EG Meeting
16/05/2010 - 19/05/2010
Dr.-Ing. René Haak, Bundesministerium für Bildung und Forschung, Bonn

> Leggi tutto
The internationally recognised EUREKA label adds value to the project and gives participants a competitive edge in their dealings with financial, technical and commercial partners. EUREKA is a pan-European network for market-oriented, industrial R&D, which aims to enhance European competitiveness through its support to businesses, research centres and universities who carry out pan-European pr ojects. Through its flexible and decentralised Network, EUREKA offers projects partners rapid access to a wealth of knowledge, skills and expertise across Europe and facilitates access to national public and private funding schemes.

Chair The EUREKA Chair rotates yearly among EUREKA's member countries, with a mandate running from July to June the following year. It implements a three-year rolling programme in cooperation with the previous and future Chairs (the 'Troika').   Executive Group - EG

The EG is a small group comprising members from Troika countries meeting at least eight times year. It reports and implements the decisions taken by the HLG (High-Level-Representative). It represents a balance of EUREKA members, whose role is to act as an executive body on behalf of the HLG. An EC (European Commission) member is also invited to attend EG meetings. The EG is also responsible for debating key policy issues, deciding on topics delegated by the HLG and advising successive Chairs.

< Chiudi

Workshop on Cell Death: from basic principles to clinical application
Workshop on Cell Death: from basic principles to clinical application
12/05/2010 - 15/05/2010
Pof. Dr. Heike Bantel, Hannover Medical School; PD Dr. Dagmar Kulms, Universität Stuttgart; Prof. Dr. Henning Walczak, Imperial College London

> Leggi tutto
DESCRIZIONE (IN TEDESCO)

Die Verbindung zwischen klinischen und grundlagenorientierten Forschern ist entscheidend für die erfolgreiche Entwicklung neuer Strategien zur Früherkennung und Behandlung von Erkrankungen.

Der 'Workshop on Cell Death: from basic principles to clinical application' dient dem wissenschaftlichen Diskurs zwischen Medizinern und Naturwissenschaftlern aus Italien, Deutschland und weiteren Ländern, die auf dem Forschungsgebiet 'Zelltod' tätig sind. Ziel dieses Austausches ist es, neue grundlagenwissenschaftliche Erkenntnisse in den Kontext moderner translationaler biomedizinscher Forschung zu setzen.

Der Workshop widmet sich der Fragestellung, welche Rolle die Deregulation des Zelltods bei der Entstehung verschiedener Erkrankungen, u.a. von Krebs und Autoimmunerkrankungen wie der Multiplen Sklerose und der Rheumatoiden Arthritis, spielt, und welche therapeutischen Möglichkeiten sich für diese Erkrankungen durch die zielgerichtete Beeinflussung des Zelltods ergeben.


< Chiudi

Chi si interessa ancora di storia?' Riflessioni sul rapporto fra scienza della storia e opinione pubblica in Italia e in Germania
Chi si interessa ancora di storia?' Riflessioni sul rapporto fra scienza della storia e opinione pubblica in Italia e in Germania
09/05/2010 - 12/05/2010
Prof. Dr. Christoph Cornelißen, Kiel; Prof. Filippo Focardi, Padova

> Leggi tutto
Als der deutsche Historiker Thomas Nipperdey 1975 die Frage aufwarf 'Wozu noch Geschichte?', konnte das als Symptom für eine grundlegende gesellschaftliche Verunsicherung darüber verstanden werden, welchen Nutzen historisches Wissen in rasch sich wandelnden Zeiten überhaupt noch beanspruchen könne. Nipperdey sprach sogar vom 'Verlust der Geschichte' als einem universalen Phänomen.

Seine skeptische, ja geradezu düster anmutende Diagnose erwies sich jedoch schon bald als unzureichend, denn nur kurze Zeit später setzte in vielen Ländern ein neuer, zunehmend medial unterfütterter Geschichtsboom ein. Zwar stellte sich die Geschichtswissenschaft nur allmählich auf die Erfordernisse der neuen Medien und die veränderten Vermittlungswege auf, und doch partizipierte sie an einem rasch wachsenden Markt, der zugleich von immer mehr konkurrierenden Deutungsträgern bedient wurde. Beides beeinflusste auf eine paradox anmutende Weise die Funktion von Geschichte in der ffentlichkeit. Denn einerseits eröffneten sich für die Geschichtswissenschaft zusätzliche Möglichkeiten, ihre Arbeitsergebnisse und Diskussionen einer breiteren ffentlichkeit bekannt zu machen. Andererseits aber führte die intensivere Konkurrenz dazu, dass die herausgehobene Stellung der Fachwissenschaft als Regulierungsinstanz für das, was als historisch 'wahr' oder 'falsch' eingestuft werden kann, stark beeinträchtigt wurde.

Dass im fraglichen Zeitraum der 'Geschichts-Markt' gerade in Deutschland und Italien eine besonders starke Konjunktur erfahren sollte, hängt unter anderem mit den Verwerfungen der Zeitgeschichte in der Epoche der totalitären politischen Systeme und ihren langen Nachwirkungen zusammen. Darüber hinaus haben die politischen und gesellschaftlichen Umbrüche seit dem Ende des großen Booms und der großen Wende von 1989/90 beiderseits der Alpen erhebliche Auswirkungen auf den Umgang mit der Geschichte und ihrer Repräsentation in der ffentlichkeit entfaltet.

Ausgehend von dieser Bestandsaufnahme ist es das Ziel der Tagung, in einer vergleichenden Analyse den jüngsten Geschichtskonjunkturen, den Motiven und Zielen der beteiligten Akteure sowie den gewandelten Rezeptionsweisen seit den 1990er Jahren auf den Grund zu gehen. Zugespitzt auf die provokative Frage, 'Wer interessiert sich noch für Geschichte?', soll das Beziehungsgeflecht zwischen Geschichtswissenschaft und ffentlichkeit näher ausgelotet werden, wobei ausgewählte Praxisfelder im Mittelpunkt stehen. Dazu gehören neben Betrachtungen zur Geschichte im Fernsehen und im Film das erzählende Theater, historische Feste und historische Lesungen vor einem Massenpublikum sowie die die Rolle historischer Ausstellungen, der Verlage und des Internet.  

< Chiudi

Giornata cardiologica clinica
Giornata cardiologica clinica
05/05/2010 - 07/05/2010
Prof. Fabio Belluzzi, Milano

> Leggi tutto

Riunione del direttivo della Deutsche Akademie der Naturforscher Leopoldina, Nationale Akademie der Wissenschaften
Riunione del direttivo della Deutsche Akademie der Naturforscher Leopoldina, Nationale Akademie der Wissenschaften
02/05/2010 - 04/05/2010
Prof. Dr. Jörg Hacker, Halle

Seduta del Consiglio Direttivo
Seduta del Consiglio Direttivo
30/04/2010
Villa Vigoni

Consiglio d'Amministrazione VIU
Consiglio d'Amministrazione VIU
16/04/2010 - 17/04/2010
Amb. Umberto Vattani, Venice International University

Le sfide del diritto dei marchi tra nuove forme di marchio e integrazione europea
Le sfide del diritto dei marchi tra nuove forme di marchio e integrazione europea
14/04/2010 - 16/04/2010
Prof. Dr. Thomas Hoeren e Christoph Rempe, Münster

Analisi dei testi agiografici dell'età merovingia nelle loro più antiche versioni manoscritte
Analisi dei testi agiografici dell'età merovingia nelle loro più antiche versioni manoscritte
11/04/2010 - 14/04/2010
Prof. Ferruccio Bertini, Genova; Prof. Dr. Michele Ferrari, Erlangen; Prof. Monique Goullet, Paris

> Leggi tutto
Le but scientifique ultime du projet est, d'une part, l'étude collective approfondie des grands légendiers de la seconde moitié du VIIIe siècle et des premières années du IXe siècle (les plus anciens conservés), qui permettra de poser la question de leur préhistoire peut-tre  mérovingienne , et, d'autre part, l'interprétation sociolinguistique des transformations écrites visibles, et des transformations orales sous-jacentes, des variations textuelles observées. Le premier atelier (avril 2009) avait donné lieu à un examen général de l'édition hagiographique des VIII/IXe siècles, àl'issue duquel il a été décidé d'éditer collectivement le légendier Torino, BN 517 (D.V.3), daté de la 2e moitié du VIIIe siècle et copié dans le nord de la France, peut-tre à Corbie ou Soissons.

La rédaction d'un cahier des charges pour la réalisation de cette édition, en format papier accompagné d'une version électronique, sera l'objet de ce deuxième atelier.

Le premier thème sera paléographique : àl'issue de la rencontre on espère avoir réglé les problèmes rencontrés lors de la transcription des textes, et avoir affiné les normes de transcriptions destinées àla production d'une édition électronique. La principale difficulté (àla fois paléographique et technique) est de distinguer les différentes strates de corrections et de les restituer au moyen de l'édition électronique. L'interprétation et la restitution de la ponctuation posent également un problème important.

Le second thème, qui ressortit àla codicologie et àl'histoire littéraire, sera la contextualisation de la collection hagiographique du légendier Torino, BN 517 : quel est le rapport de ce manuscrit avec les légendiers contemporains ou quasi-contemporains (essentiellement Wien, NB 420,
371 et 1556 ; Montpellier, Fac. Med. 55 ; München, BSB 3514 et 4554), et entre les textes copiés dans plusieurs de ces codices ?

Le troisième thème, d'ordre linguistique, sera la mise en place d'une grille d'analyse statistique d'une sélection de textes du légendier de Turin, qui seront comparés avec les recensions des mmes textes dans d'autres manuscrits.

Ce deuxième atelier permettra ainsi d'établir le protocole àpartir duquel l'équipe préparera l'édition du légendier Torino, BN 517, qui devra tre scientifiquement prte pour septembre 2011.


< Chiudi

Escursione sul tema 'Laurophyllisation a Insubria / Villa Vigoni'
Escursione sul tema 'Laurophyllisation a Insubria / Villa Vigoni'
09/04/2010 - 11/04/2010
Prof. Dr. Richard Pott, Hannover

La ricostruzione sull'esempio del Berliner Schloss dal punto di vista storico-artistico
La ricostruzione sull'esempio del Berliner Schloss dal punto di vista storico-artistico
08/04/2010 - 09/04/2010
Manfred Rettig, Stiftung Berliner Schloss - Humboldtforum

> Leggi tutto
In der Villa Vigoni trafen sich am 8. und 9. April 2010 Kunsthistoriker und Denkmalpfleger um über die Form der Rekonstruktion der Fassaden des Berliner Schlosses zu sprechen. Zu der Tagung unter dem Titel 'Rekonstruktion am Beispiel Berliner Schloss aus kunsthistorischer Sicht' lud die Stiftung Berliner Schloss - Humboldtforum ein.

Moderiert durch den Vorstandsprecher der Stiftung Manfred Rettig, diskutierten zwei Tage namhafte Experten aus Deutschland und dem europäischen Ausland über Fragen der Rekonstruktion des verlorenen Fassadenschmucks des Berliner Schlosses:

Prof. Dr. Gabi Dolff-Bonekämper (Berlin), Dr. Vydas Dolinskas (Vilnius), Prof. Dr. Hartmut Dorgerloh (Potsdam), Dr. Johannes Erichsen (München), Prof. Giorgio Gianighian (Venedig), Prof. Alberto Grimoldi (Mailand), Prof. Dr. Jörg Haspel (Berlin), Prof. Gottfried Hauff (Potsdam), Prof. Dr. Hermann Parzinger (Berlin), Prof. em. Goerd Peschken (Berlin), Prof. Dr. Michael Petzet (München), Prof. Dott. Marco Pogacnik (Innsbruck / Venedig), Prof. Dr. Barbara Schock-Werner (Köln), PD Dr. Peter Stephan (Freiburg), Prof. Dr. Andrzej Tomaszewski (Warschau), MR Günther Hoffmann als Vertreter des Bundesministeriums für Verkehr, Bau und Stadtentwicklung (Berlin), der Architekt Prof. Franco Stella (Berlin / Vincenza) und der Geschäftsführer des Fördervereins Berliner Schloss e. V., Wilhelm v. Boddien (Hamburg / Berlin).

Organisiert wurde die Tagung von Bernhard Stokar von Neuforn.

Der Deutsche Bundestag hatte 2002 beschlossen, dem Bericht einer Expertenkommission zu folgen, die den Wiederaufbau der barocken Fassaden der Lustgartenseite, der Schlossfreiheit und am Schlossplatz sowie im Schlüterhof empfahl. Im Inneren wird das Humboldtforum in moderne Räume einziehen. Unter dieser Vorgabe verabschiedeten die Teilnehmer ein Thesenpapier, das bei der Rekonstruktion des Fassadenschmucks als Leitfaden dienen soll, insbesondere auch in Hinsicht auf eine geplante 'Schlossbauhütte'.

Der vollständige Text des Thesenpapiers wird in Kürze auf der Internetseite der Stiftung Berliner Schloss - Humboldtforum veröffentlicht.


(M. Alich)


< Chiudi

'Religione dell'arte'. Un'idea estetica dell'epoca moderna nei suoi sviluppi storici
'Religione dell'arte'. Un'idea estetica dell'epoca moderna nei suoi sviluppi storici
29/03/2010 - 01/04/2010
Prof. Dr. Albert Meier, Kiel; Prof. Alessandro Costazza, Milano; Prof. Dr. Gérard Laudin, Paris

Istituzioni, territori e comunità. Prospettive sul patrimomio culturale immateriale translocale
Istituzioni, territori e comunità. Prospettive sul patrimomio culturale immateriale translocale
23/03/2010 - 26/03/2010
Prof. Dr. Markus Tauschek, Kiel; Prof. Chiara Bortolotto, Milano/Paris; Dr. Sylvie Grenet, Paris

> Leggi tutto
In questo primo seminario abbiamo scelto di analizzare il binomio patrimonio immateriale-territorio. Piuttosto che dimostrare in che modo il patrimonio si iscrive nel territorio si è trattato di analizzare come l'iscrizione territoriale del patrimonio é pensata e usata nel processo della sua istituzionalizzazione. Ogni avvenimento, comprese le pratiche che corrispondono alla definizione di PCI, si manifesta infatti in un luogo e in un tempo determinati. Sottolineare l'associazione tra questi avvenimenti e un territorio definito permette tuttavia agli attori sociali di provare il loro spessore culturale attraverso il radicamento in una storia locale o nazionale e di farne degli strumenti di promozione culturale e di sviluppo economico. Due problematiche principali hanno quindi attraversato i due giorni di discussione, una relativa al territorio, e l'altra relativa all'autenticitàe all'appropriazione patrimoniale.

1) Il territorio : riferimento per l'analisi scientifica e l'azione istituzionale

 Raum ,  campo , e  terrain  sono termini che, nel vocabolario delle scienze sociali, designano il luogo della ricerca etnografica. La legittimitàscientifica di questa metodologia di ricerca si é a lungo fondata sulla delimitazione di uno spazio (un villaggio, un quartiere, una regione) destinato ad essere analizzato in profonditàdall'antropologo, come un cantiere sarebbe scavato da un archeologo. Tanto su scala internazionale che nazionale, i dispositivi istituzionali adottati per salvaguardare questo patrimonio iscrivono di fatto questi elementi nel territorio. 

Il primo atelier ha approfondito le problematiche legate al rapporto tra il classico metodo etnografico e la gestione istituzionale del patrimoine ethnologique/beni etnoantropologici/ Kulturerbe nei tre paesi e ha individuato alcune delle ragioni che spingono le istituzioni a pensare il patrimonio in associazione con il territorio. L'iscrizione territoriale diventa a volte (in Italia per esempio) la soluzione per dare al PCI un riconoscimento giuridico. Sono state considerate le implicazioni di questa pratica, dell' approccio topografico che é alla base del metodo di identificazione del patrimonio (per esempio l'Inventaire général in Francia) e del legame fondatore tra musei ethnografici/ecomusei e territorio.

2) Autenticitàe appropriazione

Gli interventi hanno analizzato i modi in cui il legame tra patrimonio e territorio é rivendicato in modo quasi sistematico dagli attori sociali e politici sia attraverso il riferimento alla questione identitaria (incarnazione del DNA del territorio), che economico-turistica ( armatura culturale del territorio ) e politica. Hanno inoltre permesso di sottolineare come questi discorsi e le azioni concrete che ne conseguono, sono spesso associati a due problematiche centrali della fenomenologia patrimoniale : la questione dell'autenticitàe della proprietàdel bene. Il territorio può allora servire per rivendicare l'autenticitàdel patrimonio (denominazioni d'origine) e, inversamente, il patrimonio può servire a rivendicare la proprietàsu un territorio (attraverso la definizione di un'identitàautoctona o nazionale). Sono stati considerati i nuovi scenari aperti dalla patrimonializzazione del PCI e i modi in cui la gestione patrimoniale e la valorizzazione di elementi culturali esogeni (riterritorializzati o de territorializzati) in nuovi contesti interpellano le classiche problematiche della patrimonializzazione.
Il secondo seminario approfondiràuna selezione di queste delle problematiche.

< Chiudi

Studiosi non accademici tra 'ricerca indipendente' e 'istituzioni del sapere'
Studiosi non accademici tra 'ricerca indipendente' e 'istituzioni del sapere'
18/03/2010 - 21/03/2010
Prof. Dr. Martin Baumeister, München in collaborazione con il Dr. Lutz Klinkhammer e il Prof. Dr. Michael Matheus, Istituto Storico Germanico di Roma

Il reporting sociale in Europa: Current Trends of Societal Development and Social Implications of the Economic Crisis
Il reporting sociale in Europa: Current Trends of Societal Development and Social Implications of the Economic Crisis
14/03/2010 - 16/03/2010
Prof. Carla Collicelli, CENSIS, Roma; Dr. Heinz-Herbert Noll, GESIS, Mannheim

> Leggi tutto
Il convegno sul tema 'Current Trends of Societal Development and Social Implications of the Economic Crisis' ambisce a esaminare, dalla prospettiva del Social Reporting, le ripercussioni della crisi economica in rapporto ai più generali trend dello sviluppo sociale nei diversi Paesi europei: quali effetti producono la crisi e i cambiamenti di comportamento da essa indotti sulle tendenze sociali più generali come quelle relative allo sviluppo demografico? Si osserva un rafforzamento, un indebolimento oppure un'inversione di tendenza? In quale misura determinate strutture sociali (quali le strutture familiari, i diversi modelli di regolazione del mercato del lavoro o le più o meno sviluppate istituzioni del welfare) e determinati stadi dello sviluppo sociale costituiscono migliori o peggiori premesse per far fronte alle conseguenze della crisi? Durante il convegno si cercherà, non da ultimo, di identificare differenze e similitudini, divergenze e convergenze in un confronto europeo.
• Download: Programm_01.pdf

< Chiudi

L'ascesa dell'Europa come problema. Una collocazione storico-globale del Medioevo europeo. Seconda parte: politica, forze armate e violenza
L'ascesa dell'Europa come problema. Una collocazione storico-globale del Medioevo europeo. Seconda parte: politica, forze armate e violenza
08/03/2010 - 11/03/2010
Priv.-Doz. Dr. Thomas Ertl, Göttingen, Prof. Luca Mol, Firenze

Ritradurre i classici - quando e perché?' Sul fenomeno delle nuove traduzioni dei classici della letteratura italiana in tedesco e di quelli della letteratura tedesca in italiano dalla metà degli anni ottanta a oggi
Ritradurre i classici - quando e perché?' Sul fenomeno delle nuove traduzioni dei classici della letteratura italiana in tedesco e di quelli della letteratura tedesca in italiano dalla metà degli anni ottanta a oggi
03/03/2010 - 06/03/2010
Dr. Barbara Kleiner, München; Dr. Ada Vigliani, Torino

> Leggi tutto

Negli ultimi venticinque anni è notevolmente cresciuto il numero delle ritraduzioni in tedesco di testi della letteratura italiana. Tali iniziative riguardano sia i classici dell'ultimo secolo, come Ungaretti e Pavese, sia quelli canonici, ovvero Dante, Petrarca o Manzoni. In Italia invece le ritraduzioni dei classici della letteratura tedesca (ad esempio Goethe, von Kleist, Hölderlin tra i canonici, ovvero Thomas Mann, Musil, Kafka tra quelli del Novecento) hanno rappresentato da sempre una componente essenziale dei programmi editoriali di moltissime case editrici. Poiché gli editori, grandi e piccoli, sono molto interessati ad avere in catalogo i 'loro' classici tedeschi, può accadere - come negli ultimi tempi è effettivamente accaduto  - che vengano proposte parecchie nuove traduzioni parallele di uno stesso testo (esempio, fra tutti, il caso della Verwandlung di Kafka).

Il convegno si è aperto con una riflessione, guidata da un germanista italiano e da un romanista tedesco, sul concetto di 'classico' nelle due letterature e sul significato e i confini del rispettivo canone letterario. In seguito i traduttori letterari e gli studiosi di letteratura soliti misurarsi anche con la traduzione/ritraduzione dei classici hanno parlato delle loro esperienze, illustrandole con esempi pratici.

Nella poesia, dopo decenni di traduzioni in versi liberi e senza rima, si è affacciata una seppur timida tendenza a rivalutare la rima come elemento sonoro del testo e a tenerne conto anche nella traduzione: l'esempio più significativo in tal senso è forse la traduzione del Petrarca di Karl-Heinz Stierle.

Nel campo della prosa le ritraduzioni presentate testimoniano, innanzi tutto, la più profonda consapevolezza della distanza storica del testo ed evidenziano l'impiego di raffinati strumenti filologici. Consapevolezza e strumenti che, in alcuni casi, hanno permesso di analizzare finalmente in modo adeguato il testo in lingua straniera e schiudergli così la via verso la sua giusta ricezione. In questo contesto è emerso naturalmente il tema della fedeltàdella traduzione, tema che è stato discusso da tutte le sue angolazioni. Si è anche affacciato da più parti (soprattutto fra i relatori italiani) il timore di una lingua di arrivo eccessivamente 'normalizzata'. Molti traduttori concepiscono il loro lavoro come ulteriore sviluppo e approfondimento critico dell'opera, sino a fare della traduzione un elemento nella storia della ricezione dell'opera stessa.

Se questo dibattito evoca per certi aspetti le riflessioni sulla traduzione del primo Romanticismo tedesco con i suoi grandi traduttori, la ricchezza e la qualitàdegli esempi proposti nel corso del convegno contribuiscono a rendere davvero sostenibile tale parallelismo.

In questo contesto è stato interessante constatare come il numero crescente di ritraduzioni finisca per rappresentare un guadagno non solo dal punto di vista letterario, ma anche da quello materiale: negli ultimi tempi infatti gli editori tedeschi - e in parte anche quelli italiani - possono senz'altro registrare le ritraduzioni dei classici come iniziative in attivo del loro bilancio.

In conclusione è stata avanzata la proposta di istituire una sezione dedicata alla 'Ritraduzioni' nell'ambito dei grandi premi per la traduzione, come ad esempio il Premio italo-tedesco.



< Chiudi

Incontro tra i Direttori dei Goethe-Institut in Italia e degli Istituti Italiani di Cultura in Germania
Incontro tra i Direttori dei Goethe-Institut in Italia e degli Istituti Italiani di Cultura in Germania
28/02/2010 - 02/03/2010
Prof. Angelo Bolaffi, Istituto Italiano di Cultura, Berlin

> Leggi tutto
Comunicato Stampa

Sette + sette: una ricetta magica per la comprensione reciproca

Incontro a Villa Vigoni degli Istituti Italiani di Cultura in Germania con i Goethe-Institut Italien

Villa Vigoni 2 Marzo. Per la prima volta i direttori dei sette Goethe-Institut Italien hanno avuto un incontro di lavoro nella sede del centro italo-tedesco di Villa Vigoni con i direttori dei sette Istituti Italiani di Cultura di Germania allo scopo di esaminare lo stato delle relazioni culturali italo-tedesche e di sviluppare comuni  progetti e strategie culturali.

In considerazione di una potenziale 'estraniazione strisciante' nelle relazioni italo-tedesche i rappresentanti dei Goethe-Institut Italien e degli Istituti di Cultura italiani di Germania hanno concordato sulle seguenti iniziative:

  • Nel quadro del progetto 'Va bene?! La Germania in italiano. Italien auf deutsch' i Goethe-Institut Italien e gli Istituti Italiani di Cultura di Germania hanno stabilito di realizzare di comune intesa manifestazioni volte ad affrontare criticamente stereotipi e pregiudizi che pesano sul rapporto bilaterale rischiando di comprometterlo.

  • Nella bella sede di Villa Vigoni che affaccia sui luoghi manzoniani dei 'Promessi Sposi' i singoli Istituti hanno deciso di gemellarsi:


  • Berlino con Roma

    Francoforte con Milano

    Amburgo con Palermo

    Colonia con Torino

    Monaco con Trieste

    Stoccarda con Genova

    e Wolfsburg con Napoli.


    I direttori dei Goethe-Institut Italien e i direttori degli Istituti Culturali Italiani di Germania sollecitano da parte dei rispettivi governi un maggiore impegno politico e finanziario a favore dell'attivitàculturale e formativa nei due paesi anche al fine di riavviare una positiva dinamica nelle storiche relazioni tra Italia e Germania.
    • Download: bolaffi_01.pdf

    < Chiudi

    Colloquio dei giornalisti italiani e tedeschi
    Colloquio dei giornalisti italiani e tedeschi
    25/02/2010 - 27/02/2010
    Villa Vigoni in collaborazione con: Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma; Ambasciata d'Italia a Berlino; Osservatorio Europeo di Giornalismo, Lugano

    > Leggi tutto
    Relazione sul colloquio dei giornalisti italiani di Villa Vigoni A Berlino quando rappresentanti della politica incontrano giornalisti in una conversazione 'dietro le quinte', le informazioni che se ne ricavano vengono definite 'codice 3', esse non solo non possono essere attribuite a chi le da - la fonte - ma si richiede al giornalista di non citare nell'articolo neanche la situazione in cui ha ricavato la notizia: appunto il colloquio informale.


    Una simile atmosfera di 'background' è quella che ha inteso ricreare anche quest'anno il colloquio dei corrispondenti italiani e tedeschi giunto ormai alla ventesima edizione. In una cornice distante dalla frenesia delle redazioni e dall'affollamento delle sale stampa, professionisti dell'informazione dei due paesi si sono incontrati per sviluppare una riflessione sullo 'stato dell'arte', disegnarne scenari di evoluzione e mettere a confronto la cultura giornalistica tedesca e italiana.


    Un grande esempio di giornalismo 'biculturale' è stato incarnato da Erich Kusch, presidente per ben undici anni dell'associazione Villa Vigoni e iniziatore del colloquio dei giornalisti, scomparso lo scorso 22 febbraio. L'incontro di quest'anno è iniziato proprio con un commosso ricordo da parte del Presidente dell'Associazione, Elisabeth Kieven che ne ha evocato la qualitàdi testimone attento per i lettori tedeschi di uno scorcio di vita italiana a partire dal dopoguerra. La sua indimenticata figura professionale e umana ha rappresentato il 'nume tutelare' di questo convegno conclusosi con la lettura di un messaggio di Michael Steiner, Ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca a Roma, che ha sintetizzato la lezione giornalistica di Kusch nella necessitàdi 'non nutrirsi della sostanza acquisita', indagando la realtàdei due paesi 'più attentamente, più accuratamente e ancora più intensamente'.


    Il 'privilegio dell'informalit�' del colloquio non solo ha consentito ai corrispondenti una comunicazione reciproca più franca e riflessiva; gli stessi protagonisti della vita politica ed economica di Italia e Germania, ospiti quest'anno di Villa Vigoni, hanno potuto approfittare di un clima da 'codice 3', finalmente non circondati da telecamere e non soffocati dai microfoni degli inseguitori del 'sound-bite', la battuta del giorno.


    L'ospite di quest'anno del colloquio nella storica sala del camino di Villa Mylius Vigoni è stato Dieter Rampl, presidente del Consiglio di Amministrazione di UniCredit, gruppo bancario internazionale operante in 22 paesi. La posizione di vertice nella realtàfinanziaria sul mercato italiano, tedesco, austriaco ed est-europeo ha permesso all'economista bavarese di formulare valutazioni da 'insider' riguardo la crisi che ha coinvolto due anni fa l'economia globale e sulla sua onda lunga che influenza fino ad oggi le politiche economiche dei governi europei. La famosa immunitàdel sistema bancario italiano dalla crisi dei mutui sub-prime è da imputare secondo il banchiere alla scarsa esposizione nel mercato statunitense. Pur consapevole dei fattori di rischio ancora rappresentati da alcuni paesi dell'area Euro, lo scenario disegnato da Rampl è apparso caratterizzato da moderato ottimismo, soprattutto in un corso di medio e lungo termine.


    Il primo approfondimento tematico del colloquio ha visto al centro un tentativo di confronto: si può paragonare la crisi di fiducia e di interesse che si registra in Europa nei confronti della politica e la perdita di fiducia del lettore negli strumenti di informazione tradizionale in un panorama mediatico sempre più ricco di alternative, per esempio alla carta stampata?


    Thomas Schmid, editore di Die Welt, constata che la Germania registra un calo drastico di elettori e una perdita di consenso nei tradizionali quattro grandi partiti dimostrato dal drastico calo dei votanti. La crisi finanziaria ha scosso ulteriormente questa fiducia, ma ha più che altro posto in primo piano l'esigenza di una politica che si occupi concretamente della questione del benessere sociale. Toni accesi all'interno dell'agone politico possono naturalmente incoraggiare un'informazione basata sull'emozionalitàcon conseguenze sull'orientamento politico; tuttavia Schmid si dice ottimista sulla possibilitàdi affermazione in Germania di un'informazione di qualit�, una domanda che non è attutita, ma al contrario alimentata da una nuova tipologia di lettore che partecipa attivamente alla produzione di contenuti.


    Walter Veltroni ha parlato della possibilitàdi accesso all'informazione che oggi come non mai è illimitata. La 'orizzontalit�' della comunicazione sul web rappresenta una risorsa e nello stesso tempo una sfida per la politica moderna: la velocitàcon cui si rincorrono le notizie sul web è spesso accompagnata da superficialit�, l'interazione del pubblico sui social-network comporta spesso una reazione emotiva all'evento. Le ondate di emotivitàche percorrono l'opinione pubblica - che secondo Veltroni rispecchiano un sentimento reale di malessere sociale - possono attraverso l'informazione finire per dettare l'agenda della politica che invece non deve perdere la capacitàdi orientare l'elettore.


    Il Ministro degli interni Roberto Maroni, ospite quest'anno del Colloquio dei Giornalisti nel pomeriggio di venerdì 26, ha parlato della criminalitàorganizzata e delle sue ramificazioni internazionali. Maroni ha illustrato i risultati conseguiti dal Governo Berlusconi nella lotta alla  mafia. Dall'entrata in carica del dicastero, a fronte di 448 operazioni di polizia giudiziaria, sono stati tratti in arresto 4.590 mafiosi. 22 dei 30 mafiosi più pericolosi sono stati catturati. Un patrimonio di 7.597 milioni di Euro è stato confiscato alle mafie fra beni immobili e mobili. Con lo scopo di rendere efficiente l'amministrazione e il recupero di questi beni, il Ministero ha istituito un'Agenzia per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalitàorganizzata con sede a Reggio Calabria. Nonostante questi risultati Maroni è consapevole della pericolositàinternazionale della mafia, specie della �Ndrangheta, particolarmente abile a trapiantarsi nel tessuto sociale di altri paesi attraverso cellule che si muovono autonomamente rispetto al loro territorio d'origine, una sorta di Al Qaeda del crimine. Uno strumento fondamentale per la lotta internazionale al crimine organizzato sarebbe per Maroni l'adeguamento della normativa europea alla più severa normativa italiana in materia di carcere duro.


    Nella tavola rotonda e nel successivo colloquio al caminetto si è continuato ha parlare di mafia, in particolare della penetrazione della �Ndrangheta in Germania. Esperti italiani tedeschi si sono confrontati con quella che è stata considerata per anni erroneamente una organizzazione criminale secondaria e che invece oggi è ritenuta la mafia più potente del mondo. Francesco Forgione, giornalista e ex-presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, ha sottolineato come la forza pervasiva della �Ndrangheta in Germania risieda nella sua struttura flessibile che unisce una fedeltàarcaica ai vincoli familiari ad una spregiudicata capacitàdi organizzazione dei traffici illeciti - il narcotraffico in primis - e dei capitali derivanti da attivitàillecite. Secondo Forgione non basta l'attivitàrepressiva di confisca e sequestro, ma bisogna agire alle fonti di approvvigionamento di capitali della criminalit�, smantellandone le reti organizzative che si appoggiano anche a politici, banchieri e professionisti compiacenti. Secondo Thomas Jungbluth, dell'AutoritàRegionale Anticrimine del Land Nordreno-Vestfalia, la �Ndrangheta era al centro dell'attivitàinvestigativa da ben prima della strage di ferragosto di Duisburg del 2007. Purtroppo si lamentano secondo Jungblut carenze nello scambio di informazioni fra le autoritàinvestigative italiane e tedesche che andrebbe invece ottimizzato potenziando le autoritàdi cooperazione e coordinamento internazionale.


    Secondo Vincenzo Macr� - procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia - il livello di cooperazione fra autoritàtedesche e italiane è invece giàbuono. A poche ore della strage di Duisburg, infatti, le autoritàtedesche potevano disporre di tutti i dati necessari grazie al tempestivo intervento delle autoritàitaliane. La specificitàdella criminalitàcalabrese è secondo Macrì rappresentata da un modello associativo che coinvolge intere comunitàe rende difficile debellarla. Dopo una prima esauriente relazione del Bundeskriminalamt sull'espansione delle mafie in Germania (2000), le attivitàdi lotta internazionale al crimine si sarebbero concentrate specie dopo l'11 settembre soprattutto sul terrorismo. Sul tema del coordinamento fra i paesi europei si è soffermato Stefano Dambruoso, Consigliere del Ministero della Giustizia, che ha rilevato miglioramenti nella cooperazione sul piano delle indagini a raggio internazionale, dovuti all'alleggerimento dello strumento degli atti rogatori, all'indebolimento del segreto bancario e a normative - applicate in origine nela la lotta al terrorismo - che permettono di monitorare il web.


    Il colloquio dei giornalisti vuole essere anche un momento di riflessione sul lavoro del corrispondente e, per questo, si è concluso sabato 27 febbraio con un work-shop shop sulla qualitàdella cronaca giornalistica in Italia e Germania. Partendo da una rassegna stampa di esempi di buono e cattivo giornalismo dai due paesi pubblicati nel corso dell'anno e sulla necessit�, rilevata da Gian Enrico Rusconi, di favorire un dialogo fra il mondo della ricerca e mondo del giornalismo, i partecipanti si sono confrontati in piccoli gruppi di lavoro su questioni concrete: come 'i paletti' posti dalle redazioni ad un lavoro di qualit�; la dipendenza da un immaginario lettore/spettatore che si ritiene più stupido di quello che è; la possibilitàdi viaggiare liberamente nel paese in cui si lavora.


    Esistono anche progetti volti a raccontare meglio 'un amore insidiato dai pregiudizi' come il rapporto fra Italia e Germania. Il progetto 'Va bene' presentato dalla Direttrice del Goethe-Institut Italia Susanne Höhn, partito nel gennaio scorso e che per due anni organizzeràiniziative per bandire i luoghi comuni e riaccendere la curiositàreciproca fra i due paesi: http://www.goethe.de/ins/it/lp/prj/vab/itindex.htm. Il giornalismo è coinvolto in prima linea: il concorso Passione reporter invita giovani giornalisti a farsi promotori del cambiamento nella maniera di raccontare l'Italia ai Tedeschi e la Germania agli Italiani, mettendosi sulle tracce di storie inedite e di spezzoni di vita non ancora diventati notizia.


    Il colloquio dei giornalisti italiani e tedeschi, giunto ormai in etàadulta, si propone sempre di più come una delle attivitàdi Villa Vigoni più incisive nel rafforzamento dei rapporti italo-tedeschi: la comunicazione fra i due paesi si favorisce anche dando proprio agli specialisti della comunicazione un'occasione di incontrarsi unica nel suo genere.


    Dr. Michele Vangi

    < Chiudi

    Caratteri permanenti della progettazione architettonica e urbanistica sostenibile
    Caratteri permanenti della progettazione architettonica e urbanistica sostenibile
    21/02/2010 - 24/02/2010
    Prof. Günter Pfeifer e Dott. Arch. Christiano Lepratti, Technische Universität Darmstadt; Arch. Guendalina Salimei, Università 'La Sapienza', Roma

    Scrivere la storia globale.  Le guerre coloniali: incroci, pratiche sociali, rappresentazioni
    Scrivere la storia globale. Le guerre coloniali: incroci, pratiche sociali, rappresentazioni
    17/02/2010 - 20/02/2010
    Dr. Christoph Gumb, Berlin; Daniel Hedinger, Berlin/Zürich; Christoph Kamissek, Firenze; Michael Pesek, Berlin

    > Leggi tutto
    Kurzbericht

    Globalgeschichte gehört seit einiger Zeit zu den am intensivsten und gleichzeitig am kontroversesten diskutierten Themen der Geschichtswissenschaften. Neuere Ansätze von Globalgeschichte treten dabei mit dem Anspruch an, Verflechtungen von globalen Prozessen und lokalen Kontexten herauszuarbeiten. Ihr Ziel ist es, die globalen Dimensionen des Lokalen und die lokalen Manifestationen des Globalen in ihren historischen Verläufen zu fassen. Ein solcher Ansatz jedoch steht vor vielen Herausforderungen - sowohl auf theoretischer, als auch auf methodischer Ebene. Die Tagung griff diese Problematiken von der praktischen Seite her auf, indem sie die Frage stellte, wie sich Globalgeschichte konkret schreiben liesse. Als Diskussionsgrundlage diente dabei der Boxerkrieg. Die Wahl dieses Kolonialkrieges - ein globales Ereignis zu Beginn des 20. Jahrhunderts - erlaubte es den Teilnehmern/innen, einige der zentralen Herausforderungen der neueren Globalgeschichte exemplarisch zu diskutieren.

    Am ersten Tag der Tagung standen zunächst theoretische Fragen im Zentrum: Sebastian Conrad präsentierte eine 'Problemgeschichte der Globalgeschichte'. Mit seinen Einschätzungen, in welche Richtung sich das Feld der Globalgeschichte in den nächsten Jahren entwickeln dürfte, sowie vor welchen Herausforderungen es steht, schuf er die theoretische Grundlage für die folgenden intensiven Diskussionen. Michael Peseks und Daniel Hedingers Gedanken zum 'Dilemma des Eurozentrismus in der Globalgeschichte' warfen die Frage nach Funktion und Stellenwert außereuropäischer Perspektiven innerhalb der Globalgeschichte auf. Ergänzend dazu lenkten zwei weitere Beiträge die Blicke zurück auf den Boxerkrieg als konkretes Fallbeispiel und Schwerpunktthema des Arbeitsgesprächs: Thoralf Klein problematisierte den 'Boxeraufstand als globales Ereignis' und gab einen Einblick in dessen historiographische Traditionen. David Schimmelpenninck van der Oye schliesslich präsentierte ein konkretes Fallbeispiel, indem er 'Reaktionen der Russischen Eliten' auf den Boxerkrieg eindrücklich beschrieb.

    Der zweite Tag stand ganz im Zeichen methodischer Fragen. Michael Pesek skizzierte die räumlichen und zeitlichen Dimensionen einer möglichen Geschichte von Schlachtfeldern im 19. und 20. Jahrhundert und ging dabei insbesondere auf die prägende Rolle kolonialer Kriege für die Konzeption von militärischen Taktiken und Strategien ein. Christoph Gumbs Beitrag zum 'Vernetzten Schreiben' beschäftigte sich mit elektronischen Medien und daraus resultierenden neuen Schreibpraktiken in den Geschichtswissenschaften. In der Folge diskutierten die Teilnehmer/innen, wie die für die Globalgeschichtsschreibung notwendigen, multipolaren Blickwinkel zu einem kohärenten historischen Narrativ verwoben werden können. Welche Techniken gemeinsamen Schreibens erscheinen sinnvoll, um die Geschichte eines globalen Ereignisses darzustellen? Welche institutionellen Voraussetzungen und Anbindungen bedarf es dafür? Wie lassen sich Netzwerke schaffen, welche den arbeitstechnischen Anforderungen der neueren Globalgeschichte entsprechen?

    Wie die Veranstaltung gezeigt hat, ermöglichen insbesondere offene Formate, beispielsweise ein informelles Arbeitsgespräch, ganz gezielt neue Formen und Praktiken der Wissenschaftsorganisation für einen globalhistorischen Arbeitsalltag zu finden. Abschließend wurde die Frage nach einer weiteren Zusammenarbeit erörtert und dabei verschiedene Rahmenthemen eines geplanten Netzwerkes diskutiert. Letztendlich ging es wie schon im Verlaufe des Workshops um die grundlegende Frage, wie Globalgeschichte als Theorieansatz und als wissenschaftliche Praxis miteinander zu vereinen sind.


    < Chiudi

    La magia nei suoi profili storici e attuali: un approccio transdisciplinare
    La magia nei suoi profili storici e attuali: un approccio transdisciplinare
    01/12/2009 - 04/12/2009
    Prof. Giovanni Negri, Milano

    EXEP annual conference 2009: Renewable Energy
    EXEP annual conference 2009: Renewable Energy
    29/11/2009 - 01/12/2009
    Prof. Dr.-Ing. Claudio Borri, Firenze; Prof. Dr. Manfred Popp, Karlsruhe

    La trasformazione del concetto di génie in Italia e in Germania fra il 1800 e il 1945
    La trasformazione del concetto di génie in Italia e in Germania fra il 1800 e il 1945
    26/11/2009 - 29/11/2009
    Prof. Dr. Wolfram Pyta, Stuttgart

    > Leggi tutto
    Der Geniediskurs bezieht sich seit der Mitte des 18. Jahrhunderts auf ein in der Kunst auftauchendes Phänomen, das die voraussetzungslose Schöpferk